Skin ADV
Sabato 17 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Fiore

Fiore

by Aldo


08 Novembre 2018, 13.51
Treviso Bs Capovalle
Bracconieri

Nei guai in alta valle cacciatori vobarnesi e di Lumezzane

di red.
Fra le prede, cacciata contro le regole, anche una giovane femmina di capriolo

Nella giornata di mercoledì 7 novembre gli uomini del Nucleo Venatorio del distaccamento di polizia provinciale di Vestone, hanno concentrato la loro attenzione fra Treviso Bresciano e Capovalle.

Proprio in quest'ultima zona, in località Carzen, gli agenti hanno individuato due cacciatori intenti ad effettuare una battuta di caccia con cani segugi in una zona particolarmente vocata alla presenza di ungulati.
Nel tardo pomeriggio veniva udita una sola fucilata che dava sentore dell'abbattimanto di  un capo di capriolo o di cervo. Gli agenti decidevano quindi di procedere ad un appostamento di alcune ore sul  monte Carzen.

Individuato il casolare ove si trovavano i cacciatori ed atteso il momento della partenza verso valle con il favore del buio scattava il bliz degli agenti che fermavano due cinquantenni originari di Vobarno.
A bordo del fuoristrada vi era un grosso zaino dal quale spuntavano appena le zampette di un capriolo femmina di circa 3 anni abbattuta con uso illegale di munizione spezzata.

Accompagnati al distaccamento di Vestone
i due cacciatori sono stati identificati e denuciati a piede libero per l'atto di bracconaggio.
Le armi e le munizioni sono state sequestrate così come la carcassa di capriolo.

Si è conclusa così una lunga giornata di attività che aveva visto in mattinata il recupero e sequestro di 12 esemplari di richiami vivi vietati: lucherini, peppole, fringuelli e frosoni, detenuti illegalmente in una cascina di Treviso Bresciano ad opera di due cacciatori di Lumezzane.
I volatili sono poi stati avviati per la riabilitazione al volo al centro di recupero e soccorso di animali selvatici in Valpredina.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78229 - 08/11/2018 14:59:32 (tiger68) mettiamoli in prigione
Perché non metterli qualche giorno al fresco? Non la smetteranno mai è nella loro indole, è inutile di bravi cacciatori mi sa tanto che non ce ne sono più. Lo si vede ogni giorno, pertanto auspico pene più severe e multe più consistenti delle attuali.Vergogna non hanno rispetto di niente sono sicuro che avrebbero abbattuto la femmina anche se avesse avuto il cucciolo al seguito.Basta caccia!!!!!!!!!!!!


ID78230 - 08/11/2018 15:10:22 (MAGOMERLINO) BASTA CACCIA????? E DOPO ?
Giusto punire i bracconieri... ma tiger68 abbiamo capito la tua indole di buon tutelatore della fauna... chiedo gentilmente di smetterla di accanirsi contro tutti i cacciatori e di far sempre perennemente di tuu'erba un fascio ... Come fai a sapere che il cucciolo non ci fosse ??


ID78231 - 08/11/2018 15:36:49 (tiger68) supposizione
Quella del cucciolo se leggi bene e una mia supposizione, di certo non posso saperlo.Ma siccome nella mia famiglia c'erano e purtroppo ci sono ancora diversi cacciatori ed inoltre ho alcuni amici cacciatori,(nonostante continui a cercare di dissuaderli dal praticare un attività cosi aberrante!) ho avuto modo di parlare con loro ed ho sempre notato degli avvicinamenti al bracconaggio.Pertanto continuo a dire che di cacciatori corretti non ne esistono quasi più. Un tempo si cacciava per sfamarsi, ma ora è solo per il gusto di uccidere e di vantarsi poi per aver abbattuto più capi di qualcuno altro. Perciò non mi resta che fare un plauso ai carabinieri forestali ed a tutta la gente che ha ancora il rispetto della natura.


ID78235 - 08/11/2018 17:38:00 (ubaldo) Supposizioni
Si può essere pro o cotro la caaccia, ci mancherebbe. Ma evitiamo le facili ed inutili supposizioni, per piacere. Non è possibile che ogni volta che viene "beccato" un bracconiere si dica che tutti i cacciatori sono bracconieri. NON E' VERO. E' come affermare che tutti i motociclisti sono degli irresponsabili quando ne vengono elencati su un articolo tre che in una domenica prendono una multa per eccesso di velocità. Oppure che tutti i marocchini (o i valsabbini) sono spacciatori ogni volta che ne viene sorpreso uno a spacciare. Cerchiamo di essere seri, per favore. Così come l'esperienza personale di ciascuno di noi è importante, ma non è certo la realtà tutta: tenetelo sempre presente.


ID78236 - 08/11/2018 19:10:34 (tiger68) mi scusi
Mi scusi sig.Ubaldo io ho solo espresso un mio punto di vista, i cacciatori che conosco io purtroppo sono poco corretti non voglio fare di tutta l'erba un fascio, ma di quelli corretti io non ne conosco.. E solo il mio parere se ne incontrero di migliori puo darsi che lo cambi, ma per ora non mi è possibile.Forse sono stato frainteso per quanto riguarda la supposizione, era in risposta a mago Merlino che mi chiedeva come facevo a sapere che il cucciolo non ci fosse.Buona serata


ID78237 - 08/11/2018 19:59:47 (Tc) ...comunque...
Altri 2 onesti cacciatori,caduti nel limbo del bracconaggio...il cerchio e' proprio stretto...


ID78238 - 08/11/2018 20:19:25 (ubaldo) Ecco Tc
Due bracconieri, non certo onesti cacciatori. Due, da aggiungere forse ad altri 10 sorpresi a cacciare illecitamente negli ultimi due mesi e finiti su queste pagine. Una dozzina dunque, su tantissimi che fino a prova contraria sono per davvero (e non ironicamente come lei intende) onesti cacciatori. Le generalizzazioni non mi sono mai piaciute.


ID78239 - 08/11/2018 20:20:43 (ubaldo) Quanto a lei tiger68...
... mi spiace che nella sua famiglia o fra i suoi amici esistano solo bracconieri e non cacciatori onesti: dev'essere una brutta esperienza di vita la sua, ma le assicuro che non così per tutti.


ID78241 - 08/11/2018 20:34:37 (Tc) ubaldo
non generalizzo...constato...che e' diverso...


ID78242 - 08/11/2018 20:37:59 (tiger68) mi consenta
Fino a ieri magari erano onesti cacciatori anche questi, onesti fino a quando non vengono scoperti! la nostra valle e la valtrompia purtroppo sono conosciute a livello nazionale come territorio di bracconaggio insito nella nella cultura locale e nonostante il massiccio intervento di guardie ecologiche e carabinieri forestali difficilmente verrà debellato.


ID78244 - 08/11/2018 21:09:49 (fantozzi) basta caccia
Concordo pienamente con quanto asserito da tiger e tc, ed aggiungo che la caccia se non fosse per gli introiti che porta allo stato, sarebbe già stata abolita da parecchi anni. Ormai è statisticamente provato che la maggior parte degli italiani è contraria ad quest'attività preistorica. E adesso non venite a dirmi che seve per tener sotto controllo e bilanciare il numero delle specie di animali dato che a questo ci potrebbero pensare i forestali che di sicuro non farebbero del bracconaggio.


ID78245 - 08/11/2018 22:08:21 (ALCOLICASTO)
ma come si fà a dire o scivere "basta caccia" come faccio a fare gli spiedi se non ho chi mi procura gli uccelli??


ID78246 - 09/11/2018 01:04:14 (esomeprazolo) Ocio cacciatori
Hanno approvato con nuova riforma del governo la Caccia ai Cacciatori ovvero seccare fuori i cacciatori ignoranti che non so che cazzo ci provano a sparare ad animali indifesi sparate ad armi pari con chi può difendere ignoranti mi sa che si sentirebbe odore di cacca dalla paura speriamo la aboliscano sto caccia del cavolo.


ID78247 - 09/11/2018 07:04:33 (lomedane)
Chi sbaglia ,paga. E cmq se dovessero chiudere la caccia,vedi come aumenta il bracconaggio ,


ID78248 - 09/11/2018 07:36:42 (cino81)
Tutte le volte che appare un articolo riguardante la caccia si scatena tutta l ignoranza di molti pseudo ambientalisti. Ma certo.... vietiamo anche la caccia come è stato vietato abbattere alberi e ripulire i letti dei fiumi. Poi la natura presenta sempre il conto. A forse no, nel caso degli animali no, perche le vere morie di animali che tengono controllate le popolazioni faunistiche non le causano i cacciatori ma gli agricoltori con gli ettolitri di prodotti chimici che distribuiscono sulle loro terre per garantire alla crescente popolazione erbivora e vegana prodotti di "nicchia"


ID78249 - 09/11/2018 08:22:35 (lomedane)
Ben detto


ID78250 - 09/11/2018 09:22:23 (cosba) caccia
Che follia la caccia! Provare piacere ad uccidere! Non parliamo poi dei bracconieri: gente primitiva dalla base culturale pari allo zero.


ID78251 - 09/11/2018 09:59:36 (lomedane)
È una follia ,pure che ci sia gente folle come voi ,che parlate solo perche siete dietro ad una tastiera


ID78252 - 09/11/2018 10:23:04 (gino)
Piacere di uccidere proprio zero, certa gente parla non solo perché è dietro ad una tastiera, a volte solo perché ha la bocca! Sono cacciatore da quando mio padre mi svegliava alle 6 del mattino di domenica, mi preparava la colazione e mi rendeva partecipe della sua passione che senza molta fatica si è fatta strada dentro di me. Metto le mani avanti, voglio precisare per chi ama strumentalizzare che alle 9.30 mi mandava a casa per andare a messa, così evitiamo commenti sull educazione dei figli. Mi rendo conto che la caccia non è indispensabile per il sostentamento di nessuno, è un hobby, una passione, una "tradizione " europea e come tale va definita. Riprendo il discorso di Ubaldo, non si può fare di tutta l erba un fascio, non è che per 3 motociclisti che vanno ai 130 a barghe si chiude il traffico alle moto! Se non condividete certe cose abbiate un po più di rispetto per chi coltiva le sue passioni in


ID78253 - 09/11/2018 10:25:33 (gino)
serenità e legalità. Complimenti alla provinciale.


ID78254 - 09/11/2018 10:42:25 (tiger68) tradizione
Vede Signor Gino e proprio come dico io una tradizione che si tramanda purtroppo di padre in figlio. Anche con me facevano così cercavano di farmi prendere passione per quello che lei definisce "hobby" (uccidere non per pacere ma per Hobby), a Santa Lucia mi regalavano il piccolo fucile con la gabbietta dell'uccellino finto.Ma fortunatamente a me proprio questa passione non mi ha mai preso e ne sono molto fiero, io preferisco farmi un giro per il bosco, vedere gli uccellini vivi e sentirli cantare. E inutile tergiversare chi pratica quest'attività non è quasi mai nel legale. Di cacciatori ne conosco troppi ed ho una buona conoscenza venatoria e sono sicuro che se vedono anche uno scricciolo (quello che in dialetto chiamiamo "reati") il 90% dei cacciatori non desiste dallo sparargli. Non me ne voglia ma purtroppo e così. Per fortuna negli ultimi anni abbiamo il corpo forestale che funziona benissimo.


ID78255 - 09/11/2018 11:48:09 (gino)
Assolutamente, si figuri. Sono felice per lei. La parola uccidere la dovrebbe utilizzare in molti altri contesti comunque ma non voglio allontanarmi dal discorso. Tenga presente che per quanto mi riguarda anche se domani mattina dovessero chiuderla per sempre vivo comunque, non è la mia ragione di vita. Ma dato che mi è concesso dallo stato continuerò a praticare serenamente, fin che potrò permattermelo e fin che me la sentirò. Per quanto riguarda lo scriciolo la sua affermazione mi sembra veramente esagerata, ne conosco anche io di cacciatori, furbi, inaccontentabili,li chiami come vuole ma lei mi sta parlando di morti di fame. Mo perdoni ma non le credo.


ID78256 - 09/11/2018 12:31:57 (Tc) cino81
ma tu sai i danni che han fatto i cacciatori in questi anni? Ti rendi conto che son andati a prendere specie alloctone per introdurle qui,a discapito delle autoctone,solo per il gusto di sparare e dire c'ero anch'io!E lo stato in questo non ha fatto nulla!!Ti sembra un comportamente etico giusto? Mai stato contro la caccia in se,ma contro i cacciatori che sbagliano si e fidati son piu' di quanto si creda...poi possiamo metterci anche certi pescatori,coi loro siluri e correlati...nessuna categoria animale si salva ,quando ci mette lo zampino l'essere umano,e poi quando c'e' da pagare un danno lo pagano tutti te compreso...


ID78257 - 09/11/2018 15:11:43 (Carletto) CACCIA
Senza nulla togliere all'inciviltà di questi personaggi incapaci di capire quali danni stanno facendo cacciando animali a rischio resto sempre basito di fronte all'ottusità di chi vuole contrastare la caccia e resta inerme di fronte al metodo di approvvigionamento della carne considerato "normale", ovvero l'allevamento intensivo. Nessun cacciatore riuscirà mai a fare i danni all'ambiente che fa un moderno allevatore, ma l'apparenza spesso inganna.


ID78259 - 09/11/2018 16:01:38 (tiger68) qui si parla di caccia
Scusi Sig.carletto , chi le dice che io o altre persone che cercano di contrastare la caccia restiamo inermi difronte agli allevamenti intensivi? Lo so che fanno tantissimi danni anche loro ma qui l'argomento è un'altro. Io per quanto mi riguarda ho firmato tutte le petizioni contro questo tipo di allevamento, di principio non acquisto carne o prodotti che provengono da essi.La carne rossa lo abolita da oltre 20anni dalla mia dieta ed i pochi polli che mangio li allevo io, perchè sono contro i macelli intensivi.Pertanto non me ne voglia ma qui non si parla di allevamenti intensivi!


ID78260 - 09/11/2018 16:09:35 (fantozzi) ben detto
Ben detto Tiger io faccio altrettanto come Lei, lo sappiamo benissimo che gli allevamenti intensivi andrebbero aboliti cosi come l'uso dei veleni in agricoltura perchè causano danni enormi all'ecosistema ma qui ribadisco si parla di cacciatori che non rispettano le regole e purtroppo ultimamente se ne parla troppo spesso!


ID78261 - 09/11/2018 20:50:55 (punto) Caro Tiger e caro fantozzi
Xme potete andare anche al lavoro a piedi,lavarvi le mutande nel fiume e cibarvi di muschi e licheni vicino all autostrada...ma se non capite la tradizione della caccia,quella vera x favore evitate di parlare....cmq dopo l ultimo maltempo che ha colpito la valle,cacciatori cn le motoseghe che pulivano strade e sentieri in montagna ne ho visti....vegani anticaccia neanche l ombra!


ID78262 - 09/11/2018 23:45:09 (tiger68) Avanti con tradizione
Quelli come te non si smemtiscono mai ..?ciao punto e virgola......continua con la tua obsoleta tradizione!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
31/03/2017 08:30:00
In memoria di Cristiano Edizione numero dieci per la manifestazione venatoria che a Treviso Bresciano impegnerà i cacciatori e i loco cani in un'articolata prova di lavoro su lepre

04/04/2014 10:15:00
Gli amici di caccia ricordano Cristiano Torna questo fine settimana a Treviso Bresciano il 7° Memorial Cristiano Pozzi, una gara di cacciatori con cani e lepri

13/04/2012 09:00:00
In ricordo di un amico cacciatore Torna questo fine settimana a Treviso Bresciano il 5° Memorial Cristiano Pozzi, una gara di cacciatori con cani e lepri.

29/10/2007 00:00:00
Cacciatori contro bracconieri Triste avventura di un cervo di tre anni a Nozza di Vestone. Ferito a pallettoni e braccato dai cani finisce nel Chiese e sotto sequestro in macelleria.
Quando è troppo è troppo: a chiedere maggiori controlli sono gli stessi cacciatori.

08/04/2018 06:38:00
Sua maestà la beccaccia Grande successo della 13^ Edizione del Trofeo Provincia di Brescia “La Regina del Bosco”, che ha coinvolti centinaia di appassionati e messo in mostra soprattutto l'abilità dei cani




Altre da Capovalle
29/10/2018

Scuole chiuse? Ecco quali

Ecco le scuole che siamo certi saranno chiuse questo martedì in Valle Sabbia. Per le altre non abbiamo ricevuto comunicazione alcuna

21/10/2018

Il bracconiere pentito

Antonio Rizzardini, di Roè Volciano, dopo una vita intera trascorsa a dare sfogo alla sua passione venatoria in modo  spesso illecito, sembra pentirsi e chiede di potersi iscrivere al WWF (9)

14/10/2018

Trovato con richiami vivi proibiti

A individuarli gli agenti della Polizia Provinciale del Distaccamento di Vestone in un deposito attrezzi a Capovalle. Nei guai un imprenditore recidivo di Idro

10/10/2018

L'ultimo saluto a don Angiolino Cobelli

Saranno celebrati questo giovedì 11 ottobre nel Duomo di Salò i funerali del sacerdote che è stato pastore anche di alcune parrocchie dell’alta Valsabbia. Stasera la veglia funebre

04/10/2018

Madre e figlio di capriolo abbattuti a Capovalle

Sulle loro tracce si sono scatenati sette bracconieri che non hanno avuto remore ad uccidere a colpi di fucile, insieme alla madre di circa tre anni, anche il cucciolo di pochi mesi
(12)

16/08/2018

Minorenni in difficoltà in montagna

Ragazzina 14 enne soccorsa con l’eliambulanza . Stava raggiungendo con amici la Croce di Perlè, che sovrasta il lago d’Idro, quando ha avuto un malore

12/08/2018

Una pianta per la memoria...

Apertura straordinaria questo fine settimana e nel giorno di Ferragosto per il Museo Reperti Bellici di Capovalle con una interessante iniziativa

10/08/2018

Sabato la «Caminada de not»

Saranno due i percorsi a disposizione della passeggiata notturna con degustazioni dei prodotti tipici organizzata per sabato sera a Capovalle dal Nucleo Antincendio e Protezione Civile (1)

06/08/2018

Cede la staccionata, volo di venti metri

E' successo a Rio Secco. Vittima una donna di 43 anni residente in Valtrompia che si trovava sul posto per far visita al figlio scout
(2)

01/08/2018

«Famiglie al museo» fa tappa a Bagolino e Capovalle

Gli appuntamenti della rassegna in programma nelle giornate di venerdì 3 e sabato 4 agosto avranno come sfondo la Casa Museo di Habitar in Sta Terra e il Museo dei Reperti Bellici 



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia