Skin ADV
Sabato 17 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE



16 Novembre 2018, 13.43

Infoline

Dollaro forte a dispetto della guerra dei dazi

di red.
Sui mercati valutari il Dollaro americano continua a mostrare una certa forza nonostante il perdurare di tensioni legate alla guerra dei dazi fra Stati Uniti e resto del mondo
 
Coloro che screditano il biglietto verde continuano a puntare il dito sulla crescita dei cosiddetti deficit gemelli, ovvero l’ampliarsi sia del debito pubblico che di quello commerciale.

Nel primo punto la causa è da ricercare nell’aumento della spesa federale combinato al rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed e ai tagli fiscali voluti da Trump.
Nel secondo caso, la forza dell’economia a stelle e strisce e la disoccupazione ai minimi aumentano la domanda di beni importati.
Tutti elementi questi che dovrebbero far scendere il valore del Dollaro, mentre invece sta succedendo il contrario con eurusd sceso sotto quota 1.13, ai minimi da giugno 2017.

Ad indispettire Trump anche il rapporto di cambio tra Dollaro Renminbi cinese tornato a quota 7, il massimo da dicembre 2016, a conferma di come le misure protezionistiche non stanno producendo gli effetti sperati, ma piuttosto costringono il nemico cinese a svalutare.

Ma perché il Dollaro non si indebolisce? Le motivazioni sono diverse e proviamo ad elencarle di seguito:

1) la politica di normalizzazione dei tassi di interesse e l’inflazione stanno spingendo la Federal Reserve ad alzare il costo del denaro. Il prossimo aumento ci sarà a dicembre ed in questo modo la FED porterà il tasso ufficiale al 2.5%.
Considerando che la banca centrale europea (ma anche quella giapponese) hanno tassi negativi, l’ampliarsi del differenziale tassi è una carta a favore del Dollaro che diventa una moneta più remunerativa per un investitore obbligazionario;

2) il differenziale di crescita tra Stati Uniti ed altri paesi del globo rimane ampio. Questo elemento si nota nell’andamento divergente assunto dalle borse negli ultimi anni.
Quelle americane ai massimi storici nel corso del 2018, quelle emergenti ed europee con cali in doppia cifra.
Siccome gli investitori vanno alla ricerca delle società più profittevoli in termini di utili aziendali ecco che comprano Dollaro facendo scendere il valore di eurusd;

3) il rallentamento economico causato dalle guerre commerciali volute da Trump combinato al rialzo dei tassi ufficiali è veleno per le economie emergenti le quali sono costrette a svalutare per rimanere competitive.
Al tempo stesso le economie emergenti devono assistere con preoccupazione alla fuoriuscita di capitali che ritornano verso asset più sicuri come i Treasury o le azioni americane. Il cosiddetto flight to quality è da sempre un elemento favorevole al Dollaro;

4) le divisioni politiche all’interno dell’Europa, le divergenze tra Commissione Europea e Italia sui vincoli di bilancio, il rischio di elezioni politiche europee “populiste” a maggio 2019, sono eventi che zavorrano l’Euro.
Se a questo aggiungiamo un rallentamento economico vistoso in tutte le aree dell’Unione (soprattutto in quella Germania molto dipendente dal commercio internazionale) ed un’inflazione che rimane molto bassa costringendo la BCE a mantenere i tassi sottozero, ecco che l’attuale andamento discendente di eurusd tutto sommato appare corretto.

Le aspettative, quindi, per adesso non possono che essere a favore del Dollaro, che nonostante le mosse di Trump, resta per il momento la moneta che più di altre rassicura gli investitori.

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG









Vedi anche
19/07/2008 00:00:00
Il design riporta in utile la Fmn Martinelli L’azienda di maniglie della famiglia Martinelli, che si trova in località Piani di Mura a Casto, cresce nonostante il dollaro debole e la crisi immobiliare. Il 2007 è stato un anno da incorniciare, il 2008 presenta invece qualche forte preoccupazione.

18/07/2014 09:00:00
Donne nelle guerre sul Sentiero della pace Prende il via domenica 20 luglio con l'inaugurazione dei restauri di Forte Corno, a Praso, la manifestazione dedicate alle donne nella Grande Guerra che proseguirà fino al 23 agosto

27/08/2010 12:00:00
Storie di guerra al forte di Valledrane Questo sabato sera, nella suggestiva cornice del forte di Valledrane, a Treviso Bresciano, sarà rappresentato lo spettacolo teatrale “La guerra negli occhi”, del Teatro Poetico di Gavardo.

04/06/2016 15:53:00
Forte di Valledrane, l'unione fa la forza La fortezza della Prima guerra mondiale è ritornata anche quest'anno disponibile alla fruizione del pubblico grazie a un intervento di pulizia dei volontari dei vari gruppi del paese

07/11/2015 08:00:00
Quattro cippi per i Caduti della Grande Guerra Sono stati inaugurati in occasione della cerimonia del 4 Novembre a Odolo, per iniziativa del locale Gruppo Alpini, che hanno allestito anche una mostra presso la biblioteca, dove sono in programma due appuntamenti dedicati alla Prima guerra mondiale



Altre da Economia e Lavoro
16/11/2018

Record di presenze in Rocca d'Anfo

Primi dati: sempre più "internazionale" la Valle Sabbia: con la Rocca d'Anfo a fare da traino, in aumento e diversificata la presenza di turisti sia stranieri sia italiani
(1)

15/11/2018

Vetture ibride ed elettriche?

Ellegi Service Srl è sempre in moto per la Formazione! A Roè ecco il corso CEI 11-27: PES PAV PEI per questa nuova sfida che coinvolge gli autotiparatori


14/11/2018

Studenti in azienda con il Pmi Day

Dal 15 al 17 novembre prende il via la nona edizione della manifestazione della Piccola Industria, che vedrà le aziende aprire le porte a quattromila studenti bresciani 

13/11/2018

Il brusco calo del lavoro in somministrazione

Le richieste di lavoratori in somministrazione sono calate in misura consistente. Quali i motivi? (12)

12/11/2018

Agenzie di lavoro, crollo della domanda

Brusca e inattesa frenata a Brescia per la richiesta di lavoratori in somministrazione. Nel terzo trimestre del 2018, infatti, la domanda è crollata del 26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. (2)

09/11/2018

Esti srl passa ad Acciaierie Venete

Il gruppo siderurgico padovano si amplia in territorio valsabbino acquisendo la maggioranza della Esti di Idro

08/11/2018

Cosa vuoi fare da grande?

Il Comitato zona di AIB Garda e Vallesabbia, incontra le scolaresche per parlare del mondo del lavoro e delle scelte possibili per il loro futuro

04/11/2018

Produzione eccezionale delle olive sul Garda

È un’annata olivicola da ricordare quella del 2018 sulle sponde del Benaco per la produzione di olio di oliva di qualità tanto da richiedere una deroga per la Dop
(1)

30/10/2018

Ai minimi la fiducia delle imprese del terziario

L’indagine congiunturale curata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib al terzo trimestre 2018 evidenzia un cauto ottimismo ma con la fiducia in calo

29/10/2018

Chi ha tempo non aspetti tempo

Fra il 15 ottobre e il 15 novembre è possibile passare dalle gomme estive a quelle invernali. Dopo il 19 novembre è obbligatorio. Unica alternativa le catene da neve. Ne abbiamo parlato con Stefano di Scalo Gomme

Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia