Skin ADV
Venerdì 13 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


In collaborazione con:

 

MAGAZINE


LANDSCAPE



11 Dicembre 2019, 16.17
Vobarno
Eco del Perlasca

Sciopero «del freddo» al Perlasca

di Luca Ferrari
La mattina del 10 dicembre 2019 si è tenuto uno sciopero dell’Istituto G. Perlasca di Vobarno riguardante la questione del riscaldamento. Il fatto ha suscitato molte critiche. Ecco alcune testimonianze e anche la mia opinione

Come ogni giorno gli studenti sono sparsi nel parcheggio di fronte alla scuola, purtroppo già da qui si nota la presenza di molti meno alunni rispetto al solito.
Col passare del tempo si iniziano a vedere i primi studenti entrare dal cancello poiché non interessati allo sciopero o comunque non autorizzati dai propri tutori, molti altri invece, fra quelli partecipanti allo sciopero, si sono direttamente allontanati dal luogo della manifestazione.

Nonostante la circolare rilasciata il 9 dicembre dalla Dirigente scolastica, in cui esplicitava che il problema si sarebbe risolto a breve e che lo sciopero dunque sarebbe stato immotivato, sono rimasti un numero minimale ed esiguo di studenti, fra cui UNO SOLO dei 6 membri della lista “UnITIS”, nonché rappresentante d’Istituto Andrea Scalvini frequentante la 4^AI.

Dopo circa 15 minuti, è uscita dal cancello la Dirigente scolastica assieme ad una docente, avvenimento che ha fatto dileguare praticamente tutte le già pochissime persone presenti, riducendo il numero dei manifestanti a meno di una decina.
Anche qui si enuncia la “serietà” di questa manifestazione.

Per precisare, questa protesta sarà durata forse 30 minuti, facendo sembrare il tutto una presa in giro.

Ora però, vediamo cosa ne pensano gli alunni di altre classi.

- Anonimo 1 (4ME): “All'interno della scuola non c'è buona comunicazione, i rappresentanti sono intervenuti all'ufficio tecnico, che non ha comunicato nulla alla preside, avremmo dovuto mandare una mail magari.

Lo sciopero è completamente sbagliato! La causa è giusta ma l'atto è sbagliato: non è la concezione corretta di sciopero.
È protesta, che bisogna fare con la presenza che non c'è stata. In conclusione una cosa di questo genere è inconcepibile, anche se potremmo aver suscitato qualcosa alle orecchie di chi era l'obbiettivo.

Questo non è segno di partecipazione, bensì di immaturità e di mancanza di senso del dovere.
Concludo con una domanda che ha un intento provocatorio: “Serve ogni anno arrivare a questo punto per risolvere un problema?”

- Anonimo 2: “È stato, dal mio punto di vista, organizzato molto velocemente, ne sono venuto a conoscenza lunedì 9 dicembre.
Dato il suo svolgimento non penso sia andato come doveva andare, visto che, comunque, solo il Rappresentante d'Istituto Scalvini ha avuto il coraggio di parlare direttamente alla Preside”

- Anonimo 3 (3AE): “Secondo me è stata una presa in giro nei nostri confronti, nei confronti dei docenti e della Dirigente scolastica. Non c'è stato neanche un minimo di interesse da parte nostra, poiché alcuni erano al bar, altri sono rimasti direttamente a casa e alcuni sono entrati in classe”

- Anonimo 4: “Lo sciopero avrebbe avuto senso solo se le persone non fossero scappate, creando un confronto diretto con la professoressa e la Preside.
Inoltre è insensato l'accanimento di alcuni professori sugli studenti, nel senso: questi professori, pur sapendo dello sciopero, si sono accaniti su di essi. Protestare è un diritto degli studenti, se c'è un problema, e nessuno può negarlo.

Quello che è successo, compresa la circolare, è stato percepito come un incitamento alla lesione dei diritti degli studenti.
Lo sciopero è stato fatto, ma non ha avuto molto impatto, anzi.
Di certo la Preside è apparsa comprensiva e ha accettato lo sciopero alla fine”

Per concludere, penso che questo fallimento sia dovuto al relativo disinteresse di noi studenti, alla disorganizzazione, all’incoerenza di alcune persone e alla mancanza di senso del dovere e di unione.

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG









Vedi anche
09/01/2016 09:53:00
Aule fredde, studenti in sciopero Studenti dell’Istituto Perlasca di Idro fuori dalla scuola questa mattina per protestare contro il malfunzionamento del riscaldamento che lascia le aule al gelo

19/10/2010 14:09:00
Sciopero bianco al Perlasca Tutto rientrato al Perlasca di Idro, dove lunedì mattina gli studenti non sono potuti entrare in classe a causa del freddo.

11/11/2016 06:16:00
In strada con le coperte Singolare manifestazione quella degli studenti del Perlasca di Vobarno, alle prese con noie tecniche all’impianto di riscaldamento

05/12/2018 11:26:00
Fa freddo, in classe non ci si può stare Centinaia di studenti sono rimasti fuori dalle aule all’Itis Perlasca di Vobarno, dove da giorni molti caloriferi sono inesorabilmente freddi

15/12/2018 08:35:00
Pigiama «frozen» Sedici gradi in aula, diciassette gradi al massimo in corridoio, queste le temperature registrate nei giorni scorsi all’Istituto Perlasca di Idro. E gli studenti hanno scelto lo sciopero



Altre da Eco del Perlasca
05/12/2019

Èn "Mes" ale beghe

Il Mes è in discussione da giorni, ma non si conosce nulla a riguardo, scopriamo insieme cos’è, come funziona e le posizioni da parte di chi ci governa

04/12/2019

La nuova frontiera degli investimenti

Tutti abbiamo sentito parlare di "criptovalute", ma cosa sono e perché sono così conosciute? Oggi vedremo come mai sono diventate uno degli argomenti centrali riguardanti la tecnologia


28/11/2019

Nonni 4.0? a Bione sì

Di solito si dice che i nonni siano “nonni” proprio perché appartengono ad un’altra epoca, quella “giurassica”, quella in cui si comunicava solo con le letterine scritte in bella grafia o si parlava con il telefono a muro. Insomma quelli che non sanno comunicare! Con gli smartphone, intendo


26/11/2019

Significato ed importanza dell'arte

Da sempre l’uomo si esprime con l’arte, ma oggi è ancora capace di apprezzarla? Vi dico cosa ne penso


23/11/2019

Primo posto all'Alberti di Bormio

Gli studenti valtellinesi hanno vinto a Idro la finale di un prestigioso Concorso Agroalimentare-Caseario, contro i colleghi del Perlasca detentori del titolo nel 2018

11/11/2019

Un calcio al razzismo

Sono tante le forme di razzismo che possono colpire l’uomo, innescando discriminazioni sociali a danno di gruppi interi di persone. Il caso Balotelli e non solo


27/10/2019

Il concorso dei Maestri del Lavoro premia due studenti Valsabbini

Per la scuola secondaria di primo grado la gavardese Sara Filippini e per le superiori Rodrigo Ezequiel Passerini dell’Istituto di Idro

18/10/2019

Il coraggio di essere liberi

A Barbaine di Pertica Alta, in occasione della commemorazione dei parigiani caduti per mano fascista, come ogni anno ha preso la parola anche uno studente del Perlasca

04/10/2019

Emozioni mediche

Da ormai decine, se non centinaia, di anni nel mondo della medicina esiste una grande discussione che non si è ancora risolta: i medici e le loro emozioni

13/07/2019

Organi di... zucchero

Dal nome potrebbe sembrare quasi come uno scherzo di “buon” gusto, invece è una tra le più moderne (e sperimentali) tecniche per ricreare organi e tessuti partendo, appunto, dallo zucchero

Eventi

<<Dicembre 2019>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia