Skin ADV
Mercoledì 17 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE


New York by night

New York by night

by Ale & Dan



15.01.2018 Vestone

16.01.2018 Gavardo

15.01.2018 Giudicarie Storo

15.01.2018 Vobarno Gavardo Villanuova s/C Roè Volciano

15.01.2018 Agnosine Anfo Mura Valsabbia

15.01.2018 Vestone

16.01.2018 Provaglio VS Serle Paitone Valsabbia

15.01.2018

16.01.2018

16.01.2018 Pertica Bassa Vestone Vobarno Bagolino Vallio Terme Valsabbia






05 Gennaio 2018, 09.45
Provincia
Lettere al Direttore

Il comitato chiede di fissare la consultazione

di Comitato Referendario Acqua Pubblica
A seguito del pronunciamento della Commissione di garanzia del 1 dicembre, che ha validato l’iniziativa referendaria sulla gestione dell’acqua pubblica, il Comitato promotore sollecita che venga fissata la data del referendum consultivo

Il nostro Comitato, a seguito del pronunciamento della Commissione di garanzia del 1 dicembre, che ha di fatto validato la nostra iniziativa referendaria, si sta muovendo per fare in modo che sia definita, quanto prima, la data della consultazione referendaria.

Da una parte ci siamo appellati alla Commissione in modo che la stessa vigili sull’iter referendario, al contempo abbiamo inoltrato richiesta di incontro al Dr. Annunziato Vardè, Prefetto di Brescia, competente in materia, relativamente alla richiesta di accorpamento inviata dal Presidente della Provincia.

Come ben sapete, il nodo è quello delle risorse finanziarie necessarie all’organizzazione del Referendum che è a carico dell’amministrazione Provinciale. Su tali costi il nostro Comitato, assolutamente sensibile ai costi della politica, ritiene che vi sia la piena legittimità formale e politica per questa iniziativa che riguarda un diritto fondamentale come l’accesso all’acqua prima ancora che questo sia definito servizio di interesse economico. Ci preme ricordare che se vi sono responsabilità queste sono da ascrivere in toto al Consiglio Provinciale, precedente a questo, sempre a presidenza Mottinelli.

Specifichiamo meglio. In data 2 agosto 2015, ben prima della “famigerata” assemblea dei sindaci in cui molti votarono, obtorto collo, l’unica proposta avanzata dal Consiglio Provinciale voluta e portata avanti con tenacia dall’allora Consigliere Michele Gussago col beneplacito di Mottinelli e del Sindaco Del Bono, inviammo all’intero consiglio Provinciale, a tutti i sindaci ed all’Ufficio d’ambito, una lettera in cui  esprimevamo la nostra contrarietà al disegno dei plenipotenziari politici, di totale e definitiva privatizzazione (della gestione del SII) che si è poi concretizzato con l’unica proposta presentata all’assemblea dei sindaci. In quella lettera chiedevamo un tavolo progettuale sulla gestione unica provinciale. A tale richiesta non fu mai data risposta. Mesi dopo chiedemmo nuovamente al Presidente Mottinelli un tavolo tecnico in cui il nostro Comitato avrebbe presentato le proprie istanze nell’interesse dell’intera comunità di cittadini ma ci fu offerto l’istituzione di un “innocuo” (politicamente) osservatorio.

Ribadiamo pertanto che la responsabilità economica dell’iniziativa referendaria è tutta da addossare al Consiglio Provinciale che come un rullo compressore intende privatizzare definitivamente la gestione del Servizio Idrico Integrato dell’intera Provincia di Brescia.  Per quanto riguarda il capitolo di spesa riguardante l’indizione del referendum abbiamo già incontrato il responsabile finanziario della Provincia di Brescia che, come cita l’art.14 comma 1 del Regolamento provinciale, ha l’obbligo di reperire tali fondi, all’interno del bilancio provinciale.  Su questa questione pertanto non intendiamo spendere altre parole poiché lo riteniamo un argomento pretestuoso da parte della giunta Mottinelli.

Per quanto afferisce invece all’attività prettamente organizzativa stiamo procedendo ad istituire  di comitati locali sia per supportare l’attività di comunicazione attraverso incontri pubblici che per presidiare i seggi. Gestiremo centralmente la formazione e la preparazione del materiale informativo da distribuire agli attivisti sparsi sul territorio provinciale. Utilizzeremo diversi strumenti di comunicazione poiché riteniamo opportuno mettere a disposizione strumenti informativi semplice e facilmente fruibili per tutti gli attivisti che già hanno collaborato durante la campagna referendaria del 2011.

Visto che la campagna
tutta in prima persona tutti i cittadini della Provincia di Brescia per i prossimi 30 anni della gestione del servizio idrico integrato. Il che significa che riguarda ogni aspetto della nostra vita. Strategico sarà l’utilizzo massivo di social network  pur con tutti i limiti che questi presentano, ma sarà necessario visto il limitato tempo a disposizione per la campagna referendaria. Fondamentale il ruolo dei mass media locali a cui chiediamo spazi adeguati all’importanza dell’iniziativa e soprattutto oggettività sull’argomento. L’attività sul territorio interesserà in modo massiccio reti ed organizzazioni della società civile, del mondo cattolico e dal mondo ambientalista che già hanno contribuito allo straordinario risultato del referendum del 2011.

Per quanto riguarda gli incontri tematici stiamo predisponendo un fitto programma di appuntamenti sulle principali città della provincia di Brescia. Fra tutti un appuntamento importante sarà quello che vedrà la presenza del Prof. Ugo Mattei tra gli estensori del quesito referendario per la campagna del 2011. (http://magverona.it/ugo-mattei-acqua-bene-comune/ ; http://catania.meridionews.it/articolo/6439/perche-ho-scritto-i-referendum-sullacqua/  ).
A tal proposito ricordiamo che sul quesito referendario di Brescia è stata fondamentale il contributo del Prof. Lucarelli anch’egli tra gli estensori dei quesiti del 2011.

Comitato Referendario Acqua Pubblica
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/12/2017 10:28:00
Un passo avanti verso il referendum La Commissione di garanzia, che si è riunita in data 1 dicembre, ha dichiarato ammissibile la richiesta di referendum consultivo provinciale presentata dal Comitato Referendario per l’Acqua Pubblica di Brescia

01/10/2017 08:51:00
Obiettivo: referendum provinciale «Escludere il profitto dalla gestione dell’acqua» con un referendum provinciale. E’ l’obiettivo per cui si sta muovendo il Comitato Referendario Acqua Pubblica. Con ottime prospettive di poter votare la prossima primavera


25/06/2010 11:00:00
Il mondo cattolico per l’acqua pubblica Va avanti a pieno ritmo la raccolta firme per i referendum contro la privatizzazione dell’acqua, che vede un convinto sostegno anche del mondo cattolico.

22/05/2010 09:00:00
Un’inarrestabile onda blu La Rete Benaco Comitati Acqua Pubblica si prepara anche in questo fine settimana una serie di appuntamenti per la raccolta firme per i referendum.

20/07/2010 14:00:00
Depositate le firme per i referendum Consegnate alla Consulta le firme per i referendum sull'acqua pubblica. Buona la raccolta sul Garda, meno in Valsabbia.



Altre da Lettere
30/12/2017

La scusa dei casi limite

Un lettore ci scrive in merito al recente articolo di Luca Rota dal titolo “Quando la morte dev’essere un diritto” (22)

29/12/2017

«Qualcuno mi dà una mano? Gli do 233 euro»

Gentili, sono una istruttrice della piscina Idro, ex dipendente della società che aveva in gestione la struttura fino a giugno... (2)

28/12/2017

Cava sul Tesio, le perplessità di Gaia

Il comitato ambientalista Gaia (Gavardo Ambiente Informazione Attiva) espone il suo punto di vista su quanto è stato detto al Consiglio Comunale dello scorso giovedì, 21 dicembre (7)

20/12/2017

Cava sul Monte Tesio, la posizione di Gaia

Il comitato ambietalista Gaia (Gavardo Ambiente Informazione Attiva) dice la sua in merito alle dichiarazioni del Comandante della Polizia Locale relativamente all’apertura nella Cava sul Monte Tesio e il suo impatto sulla viabilità (10)

19/12/2017

Cava sul Tesio, la risposta della Polizia locale

Soddisfazione del Comitato di volontariato per la salvaguardia del Tesio per il parere tecnico fornito dal Comandante della Polizia locale di Gavardo in merito al passaggio di mezzi pesanti in via degli Alpini e in via Fornaci (4)

18/12/2017

La comunità delle Case di riposo è importante, ma non basta

Ho letto con grande interesse l'articolo del prof. Bonomi...

12/12/2017

Le zie dalle mani di fata

«Vorrei raccontare l'esperienza che ha visto coinvolto il nostro modesto gruppo di volontariato "Le zie dalle mani di fata" che operava nel comune di Villanuova sul Clisi per sostenere il "Gruppo genitori con figli dsa" con un mercatino di hobbistica creativa» (1)

11/12/2017

Viabilità e sicurezza a Vobarno e dintorni

Dopo circa un mese di chiusura per interventi di manutenzione, troppo frequenti, sono state riaperte le gallerie che da Villanuova portano sul Garda, Salò e Desenzano

30/11/2017

Tre giorni fissi di caccia, successo o fallimento?

Un tema riguardante questa stagione venatoria quello che ci pone un nostro lettore, lo pubblichiamo volentieri (1)

21/11/2017

Lettera aperta al futuro anziano

Al termine degli incontri dedicati alla terza età, tenuti a Villanuova sul Clisi con il titolo “Pensionati esperti di vita”, ci è stato trasmesso questo testo, frutto di quanto è stato condiviso. Un bel messaggio di positività (3)

Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia