Skin ADV
Mercoledì 20 Settembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


L'alba sul mar...

L'alba sul mar...

di Antonella Di Simine



18.09.2017 Anfo

19.09.2017 Vobarno

18.09.2017 Casto Mura

19.09.2017 Gavardo Vallio Terme Villanuova s/C

18.09.2017 Salò Valtenesi

19.09.2017 Vobarno

19.09.2017 Lavenone

18.09.2017 Gavardo

18.09.2017 Preseglie

19.09.2017 Odolo






16 Settembre 2017, 09.07

Blog - Genitori e figli

Costruire l'umano nella scuola che cambia

di Giuseppe Maiolo
La novità della scuola di quest’anno che interessa studenti, docenti, e famiglie, è il progetto del liceo quadriennale

La sperimentazione, avviata in un centinaio di Istituti secondari, andrà a verificare se l’obiettivo di accorciare il percorso formativo nella scuola superiore, oltreché all’Università dove la laurea triennale è una realtà già da alcuni anni, servirà per adeguare in maniera efficace la formazione dei giovani agli standard europei e far sì che i ragazzi italiani in procinto di entrare nel mondo del lavoro possano essere competitivi con i quelli stranieri.

Non c’è dubbio: finalità progettuali di rilievo e prospettive importanti da offrire ai nostri giovani in un momento in cui la fiducia nel futuro è di basso livello.

Tuttavia, come ogni cosa nuova che si presenta, un progetto innovativo come questo sollecita entusiasmo o preoccupazione, dubbi e critiche positive, ma pure sfiducia o scetticismo.
Molto è stato già detto, ma probabilmente, parecchie potranno essere ancora le perplessità degli operatori della scuola e delle famiglie.

La cosa che mi pare certa è che il percorso di formazione quadriennale, secondo le esperienze già fatte, non sarà certo da considerare una scorciatoia per gli studenti, né una facilitazione del lavoro scolastico.
I tempi di impegno quotidiano e settimanale infatti si potranno intensificare e aumenteranno sia le ore per le verifiche che quelle per il recupero.
Se verrà data maggiore attenzione di quella che già si ha per l’alternanza scuola-lavoro, ci dovranno essere standard sempre più elevati di progettualità e nuovi assetti di cooperazione tra scuola e mondo del lavoro ma pure maggiori forme di collaborazione e alleanza con la famiglia.

E questo è già uno dei versanti più delicati che immagino richieda una reale condivisione soprattutto del progetto educativo tra i vari soggetti adulti che accompagnano i giovani nel processo di maturazione.

Così non si tratta solo di un liceo breve
che deve rinnovare l’impianto didattico, ma penso che, in maniera specifica, la scuola di oggi debba preoccuparsi di verificare se con la revisione programmata ci sia lo spazio per operare anche sul piano educativo con l’obiettivo di favorire la crescita complessiva dell’adolescente e soprattutto il suo sviluppo sul versante dell’autonomia e dell’indipendenza.

Il tempo scolastico è anche il tempo prezioso del processo di individuazione dove lo sviluppo mentale e cognitivo sono paralleli a quelli relativi all’universo emozionale e affettivo.
Significa che la rivisitazione del percorso formativo non dovrebbe dimenticare la crescita di competenze per la vita o Life Skills fondamentali per “costruire l’umano”.

Si tratta, in altre parole, di aiutare gli adolescenti a sviluppare abilità non solo utili ad affrontare e risolvere in modo costruttivo i problemi quotidiani maturando resilienza e forza interiore, ma anche necessarie a saper comunicare in maniera efficace e interagire con consapevolezza per gestire e superare i conflitti.

Vuol dire che la scuola anche quella del “tempo breve”
ha sempre più la necessità di dedicare attenzione agli aspetti emozionali delle relazioni e promuovere l’empatia che significa saper riconoscere e condividere le emozioni proprie e quelle altrui.

Un percorso formativo insomma
che punti contemporaneamente all’efficacia personale e a quella collettiva ovvero allo sviluppo di un sistema di valori e di credenze condivise circa la possibilità di realizzare obiettivi comuni.

Giuseppe Maiolo
psicoanalista 
www.officina-benessere.it


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
14/09/2015 11:12:00
L'arte di negoziare con i figli Riprende il percorso per GENITORI IN FORMAzione con un altro ciclo di incontri che si terranno nei vari comuni della Valle Sabbia nei prossimi mesi. Questo mercoledì l'appuntamento è a Sabbio Chiese con Giuseppe Maiolo. L'abbiamo intervistato


17/11/2012 08:48:00
Il Classico a Salò? Teniamocelo! Non si placa la sete di formazione umanistica per la Valle Sabbia e per il Garda che gravitano attorno alla sede del salodiano Liceo Fermi.

01/03/2014 18:34:00
Prostituirsi per gioco? A leggere di giovani adolescenti che a Ventimiglia si prostituiscono per "gioco", colpiscono diverse cose

21/11/2014 17:01:00
Il liceo Classico raccontato dai ragazzi Sabato sera a Salò una serata dedicata alla presentazione di questo percorso di studi dai ragazzi che lo frequentano e da chi ha già avviato un percorso universitario


28/03/2014 07:00:00
Educare al tempo di Internet Prendono il via questa sera a Villanuova sul Clisi le conferenze della serie “Genitori in forma(zione)”, con un primo incontro dedicato al rischi della rete a cura del prof. Giuseppe Maiolo, curatore della rassegna




Altre da Pillole di Psicologia
03/08/2017

Piromania, che piacere!

Il rischio è il mio mestiere. Si potrebbe dire parafrasando un’espressione cara a Fleming e al suo storico personaggio 007 che aveva licenza di fare qualsiasi cosa

24/04/2017

Ragazzi che si fanno male

Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

02/04/2017

Nessuno educa nessuno

ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti

20/03/2017

I ritirati

Li riconosci perché non li vedi. O meglio, sono quei ragazzi che si isolano per paura del mondo che in alcuni casi diventa vero proprio panico

04/03/2017

Paura della diversità e routine del pensiero

L’antropologo Ernesto De Martino diceva che “la routine è noiosa ma dà sicurezza, questa nostalgia dell’identico è molto difficile da modificare”. Insomma la tendenza è quella di "andare in cerca del simile", perchè ogni novità fa paura

02/03/2017

Il corpo dei nativi digitali

I nuovi giovani, quelli digitali, in rete si cercano, si trovano, si incantano. O meglio si mostrano con mille volti o per lo meno con quegli Avatar che si possono impersonare

19/02/2017

Giovani e crisi d'esperienza

“I Care” scriveva sulla lavagna della sua canonica Don Milani. Egli voleva che i suoi allievi sviluppassero un interesse profondo per le questioni della vita e per tutti i problemi circostanti. E oggi?

10/02/2017

Se a un giovane manca l'idea di futuro

Da Pino Maiolo una riflessione, sull'onda dello sconcerto causato dalla lettera di Michele, il friulano che a trent'anni ha deciso di farla finita e che in queste ore sta rimbalzando sui giornali, in tv e sul web

08/02/2017

Gelosia fra fratelli

Spesso la nascita di un fratellino modifica l’equilibrio della famiglia e crea gelosie. Ecco alcuni consigli

24/11/2016

A Villanuova con Crepet

Pubblico delle grandi occasioni a Villanuova sul Clisi per la serata condotta da Paolo Crepet  sulle nuove dipendenze e l'emergenza creativa. Per noi c'era anche Armando Ponchiardi. Video


Eventi

<<Settembre 2017>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia