Skin ADV
Sabato 29 Aprile 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Piacevole solitudine

Piacevole solitudine

di Cristina Pellizzoni



27.04.2017 Odolo

28.04.2017 Gavardo

29.04.2017 Mura

27.04.2017 Gavardo Valsabbia

28.04.2017 Vestone

27.04.2017 Pertica Bassa Bione Vestone Sabbio Chiese Gavardo Capovalle

28.04.2017 Casto

28.04.2017 Odolo

28.04.2017 Valsabbia

28.04.2017 Preseglie



29 Aprile 2017, 06.56

Terza pagina

Dalle ali alle palle

di LoStraniero
Da Torquato Tasso al famoso aforisma di Prezzolini, è l'apprezzato "volo" de LoStraniero, che andiamo oggi a pubblicare

Torquato Tasso nella sua Gerusalemme liberata scrive:

“Canto l'armi pietose e il capitano
che il gran sepolcro liberò di Cristo
molto operò con il senno e con la mano
molto soffrì nel glorioso acquisto..... “

Il capitano era Godefroid de Bouillon, un conte della Bassa Lorena (un territorio corrispondente pressappoco all’attuale Belgio).
Quando con i suoi uomini giunse nei pressi di Gerusalemme il Tasso scrive:

“Ali ha ciascuno al core ed ali al piede,
né del suo ratto andar però s’accorge;
ma quando il sol gli aridi campi fiede
con raggi assai ferventi e in alto sorge,
ecco apparir Gierusalem si vede,
ecco additar Gierusalem si scorge,
ecco da mille voci unitamente
Gierusalemme salutar si sente.”

Correva l’anno 1099 d.C. e i suoi uomini provenivano dai principali paesi europei, era l’esercito europeo, guidato da un comandante che, guarda caso, veniva da un luogo dove si situa l’attuale capitale d’Europa e che guadagnò il Santo Sepolcro al culto della cristianità.

Se il Tasso vivesse oggi potrebbe ancora dire delle istituzioni europee:

“Ali ha ciascuno al core ed ali al piede”?

O non direbbe forse:

Palle ha ciascuno al core e palle al piede?

Mi riferisco alle palle che in passato venivano applicate ai piedi degli ergastolani e che oggi vengono applicate ai piedi di noi tutti per non consentirci più, alla fine, alcun movimento.

Non avvertite la pesantezza di questi nostri tempi?
Ci si aspetterebbe che coloro che ci governano, sia a livello europeo che italiano, facessero qualcosa, risolvessero qualche problema, ci dessero qualche speranza.

E invece no. Anzi, contribuiscono piuttosto a crearne di nuovi di problemi, peggiorando così ulteriormente la situazione.
Di fronte a uno scenario così critico e preoccupante essi cosa fanno?
Visto che si parla di scenari fanno le sceneggiate.

L’incontro di Ventotene delle autorità europee, con tanto di portaerei, e la celebrazione del Trattato di Roma che cosa sono stati se non sceneggiate?
Che cosa è stato deciso in quegli incontri, quali sono stati in concreto i risultati?
Nessuno, se non lo sperpero di risorse di noi tutti.

Lo sperpero è un campo dove essi eccellono! Alla faccia dei fessi.
Farse. Sceneggiate. Palle. Per una retorica becera e crassa e nulla più.
Manca lo spirito.

Questa è un’Europa senz’anima.
Bisogna costatare purtroppo che il progetto di un’Europa dei popoli è fallito.
O si cambia registro o finisce tutto a Patrasso.

Ma queste ultime palle sono diverse da quelle al piede.
Queste servono per ingannare.
A proposito dei popoli: qualcuno ha detto che vale la legge delle due effe (2f).
Si tratta di due gruppi di persone, che costituiscono l’intera società, tra i quali si instaura un rapporto cosiddetto di pochi a molti.
I pochi, designati dalla prima f, sono i “furbi”.
I molti, designati dalla seconda f, sono i “fessi”.
Per quanto i molti possano essere, in media, evoluti non lo sono mai quanto i pochi.

I molti sono umorali e perciò manovrabili e strumentalizzabili. Hanno un comportamento reattivo, reagiscono agli eventi, ma riflettono poco, non hanno una strategia.
Non ragionano tanto e quando lo fanno, lo fanno prevalentemente con lo stomaco, anziché col cervello. Sempre in media naturalmente.

In che modo i pochi manovrano e strumentalizzano i molti?
Fondamentalmente attraverso le palle. Raccontano palle travestite da verità. 

Vi faccio un esempio.
Se le autorità, sempre assillate da necessità finanziarie, volessero aumentare l‘IVA, il primo annuncio per i molti che farebbero è il seguente: “L’IVA non aumenterà” ripetendolo diverse volte.

E tutto questo la chiamano democrazia. La democrazia dei fessi.
Un sistema politico basato sulle palle.
Forse Platone aveva ragione.

LoStraniero
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID71823 - 29/04/2017 10:04:57 (Dru)
LA CONCRETEZZA EUROPEA NASCE DALL'ASTRATTEZZA FILOSOFICA.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/04/2014 08:00:00
L'ultimo dei trovatori 2 di 3 Il giorno dopo, attrezzato di tutto punto, iniziai la faticosa salita. Era una bella giornata di sole, tiepida e luminosa.

15/04/2014 08:03:00
L'ultimo dei trovatori 1 di 3 Se non fossi salito sul Monte forse quel giorno non mi sarei trovato lì, su quella panchina del Parco dei Fiori della città di Cantessa...


17/04/2014 08:00:00
L'ultimo dei trovatori 3 di 3 Presi la via “Amor che move il sole e l’altre stelle”: un verso che mi emoziona sempre.
Pernottai più in basso in una specie di rifugio simile alla locanda della Malanotte di manzoniana memoria.

08/05/2014 07:37:00
La sesta disciplina: la vita è tutta un gap Il gap è una differenza e le differenze muovono il mondo: Perché certi uccelli migrano? Perché in America nel 1775 scoppiò la rivoluzione?...

18/11/2015 09:07:00
Vi prego, non stracciatevi le vesti Nel pensiero lineare una porta o è aperta o è chiusa, nel nuovo pensiero il sistema è contemporaneamente aperto e chiuso. Logica "And"...




Altre da Terza Pagina
27/04/2017

Pescatori di uomini

Ong, il diario di Erri De Luca dalla nave Msf: «Io sto con questi pescatori di uomini che salvano migranti nel Mediterraneo».
Articolo lungo, ma da leggere fino in fondo, per capire almeno un po'

27/04/2017

Quando la Fotografia è identità

Mi sono avvicinato nelle ultime settimane al mondo della fotografia. L'ho fatto frequentando un corso a Vestone organizzato dall'Associazione "Fotoclub 8 marzo"... (4)

22/04/2017

«Incontro in arte» in Via Glisenti 43

Diversità a confronto in via Glisenti 43 a Vestone. Sul proseguo di questa straordinaria esperienza, vi proponiamo il post su Facebook postato dal giornalista, scrittore ed esperto d'arte, Andrea Barretta, anche lui presente alla più recente della iniziative 

21/04/2017

In cerca del focus

Occupa 180 metri quadri ed è una sorta di "bozzetto" per quella che Franco Liloni vorrebbe realizzare a Montisola, su una superficie grande quasi un "piò"  

19/04/2017

Latente

"Manifesto per un dadaismo ludico/lirico" è il titolo di una mostra dell'artista gardesano Albano Morandi allestita in questi giorni a Bucarest, fino al 20 maggio. Ce la descrive Ilaria Bignotti

18/04/2017

Nuova attribuzione per il crocifisso ligneo del duomo di Salò

Sarà presentato sabato pomeriggio nel duomo di Salò il nuovo libro di Sara Cavatorti sullo scultore Giovanni Teutonico ritenuto fino a pochi anni fa l'autore della splendida scultura lignea del crocifisso di Salò ora attribuita fra’ Paolo Moerich

14/04/2017

Ricordo di don Alberto Gamberini nel 50° della scomparsa

Don Alberto Gamberini, appartenente alla famiglia religiosa “Piccola Opera della Divina Provvidenza”, fondata da San Luigi Orione, nasce a Vestone il 1 aprile del 1924

12/04/2017

Capire significa essere felici

La filosofia è l'argomento dell'incontrovertibile essere. Esso si esprime intorno ad essa con linguaggio, cioè si manifesta processualmente (3)

08/04/2017

Saviano & i social network

“Per me la rete è la piazza dove nella realtà non posso andare. Ha amplificato l’esistente, ma nessuno lì è davvero se stesso” (4)

07/04/2017

A Baitoni una Little Free Library

Una mini casetta in legno contenente libri da destinare al libero scambio è stata collocata nella frazione di Bondone che si affaccia sull’Eridio

Eventi

<<Aprile 2017>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia