08 Maggio 2011, 07.00
Valsabbia Val del Chiese
Banche

Cassa Rurale, bilancio in crescita

di Cesare Fumana

Nonostante il 2010 sia stato un anno difficile i risultati della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella mostrano un netto miglioramento rispetto all’anno precedente.

«Abbiamo presentato con un certo orgoglio nelle quattro riunioni territoriali i dati di bilancio del 2010. Sebbene sia stato un anno difficile, i risultati sono stati positivi».
È con soddisfazione che il presidente della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, Bruno Martinelli ha illustrato il bilancio 2010 che sarà portato per l’approvazione all’assemblea generale convocata per venerdì 13 maggio alle 21 presso il Centro Palacongressi di Andalo e in videoconferenza presso il Polivalente di Darzo. E le ragioni non mancano, visto i risultati di altre banche di credito cooperativo che, contrariamente alla Cassa Rurale, hanno avuto bilanci in rosso.

Le cifre
Queste in sintesi le cifre: l’utile al netto delle imposte è di 2.822.501 euro, un +74,74% rispetto al 2009, la raccolta complessiva ammonta a 780.548.000 (+3,23%), i prestiti 679.733.000 (+ 5,05%), una crescita percentuale maggiore della raccolta.
Nel corso del 2010 c’è stato un consolidamento della quota di mercato, che a fine anno risulta al 23,53% nelle aree operative della banca, con una punta del 64,03% nella zona della Paganella Rotaliana (senza Mezzolombardo), e di oltre il 20% nell’area della Valle Sabbia.

Soci e territorio
Ma al di là dei dati economici, che sono più che soddisfacenti, il bilancio vuole mettere in luce il forte legame dell’istituto di credito con i propri soci e con il territorio. E gli 822.280 euro di investimenti in loro favore (+12,5% rispetto al 2009) sono la dimostrazione di tale attenzione, come ci tiene a sottolineare il direttore generale Davide Donati. In particolare sono 400 le associazioni che hanno ottenuto contributi dalla Cassa Rurale. Importante è anche l’attività di formazione, il sostegno a eventi istituzionali e alle iniziative sociali di aggregazione: «un’occasione di confronto con i soci molto utile» afferma Donati.
Per i soci sono stati ideati i nuovi pacchetti Socio e Socio fedele, con nuove e migliori condizioni bancarie, con più chiarezza e semplicità per ciò che riguarda condizioni e spese.
Inoltre, negli ultimi quattro anni sono quattro i progetti di “mutualità innovativa” promossi dalla Cassa Rurale: il progetto Lapis, il progetto Incipit, giunto alla terza edizione con 36 ricercatori impegnati in 31 progetti di ricerca con aziende ed enti del territorio, il progetto Interlabor, partito nel 2010 con il quale la banca offre uno stage all’estero a diplomati e laureati in collaborazione con aziende che anno rapporti con l’estero. Per questa prima edizione sono 11 giovani fra i 22 e i 29 anni impegnati per sei mesi all’estero (Inghilterra, Cuba, Cina, Germania, Slovacchia). Infine l’ultimo nato il progetto Yes, che a giugno coinvolgerà 24 studenti della quarta superiore per un campus di orientamento professionale.

Consolidamento in Valsabbia
La Cassa Rurale possiede 20 sportelli sparsi fra la trentina Valle del Chiese e le Giudicarie e 8 dei quali in Valsabbia. L’ultimo aperto nell’ottobre 2010 quello più a sud, a Villanuova sul Clisi. Per il 2011 il direttore generale Davide Donati ha annunciato un consolidamento nella media valle, con una nuova modalità di presenza con sportelli leggere nei paesi della Conca d’Oro, dove attualmente c’è il solo sportello di Pregastine.

Considerazioni economiche
Dall’osservatorio privilegiato di direttore di una banca territoriale, Donati fa alcune considerazioni sull’attuale momento economico, dove in Italia perdura la stagnazione. “Il mondo sta “rimbalzando” (cioè dopo aver toccato il fondo, la ripresa è cominciata, ndr) ma le aziende che hanno agganciato la ripresa sono quelle che hanno ristrutturato e stanno cercando nuovi mercati all’estero (Russia, Sud Africa, Brasile, ecc.). Basta guardare i bilanci delle nostre aziende, specie in Valsabbia: troppo poco si sta investendo in ricerca e sviluppo, in formazione, e si fatica a creare sistemi di aggregazione anche solo per partecipare insieme a delle fiere. Il mondo sta cambiando – conclude Donati – e solo le aziende che stanno compiendo questi passi stanno crescendo”.

In foto:
. il direttore generale della Cassa Rurale Davide Donati (a dx) e il condirettore Guido Margonari
. il presidente della Cassa Rurale Bruno Martinelli



Aggiungi commento:
Vedi anche
31/03/2018 10:00

Oltre la svolta Se i dati di bilancio relativi al 2016 della Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella davano chiare indicazioni di "svolta", rispetto alla profonda crisi che ha colpito le aziende nel precedente decennio, nel 2017 si corre con davanti un retitfilo

10/01/2020 10:55

Cinque incontri per conoscere la Cassa Rurale Riparte anche per il 2020 il percorso formativo gratuito per coloro che intendono approfondire la conoscenza della Cassa Rurale. Corso che la Giudicarie Valsabbia Paganella propone quest’anno insieme alla Cassa Rurale Adamello, con la quale è prossima alla fusione

31/08/2016 09:30

Buona la crescita nelle filiali valsabbine Sono state approvate nei giorni scorsi le risultanze semestrali della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, la realtà trentina che opera con dieci filiali in Valle Sabbia, con una quota che supera il 45% della banca

21/02/2013 07:30

Rubinetti aperti alla Rurale La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella mette sul piatto 74 milioni di Euro per i nuovi finanziamenti nel 2013: 100 mutui da 100.000 per le aziende e 100 mutui da 30.000 per chi assume

03/04/2015 09:57

Chiusura in utile per la Rurale La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella spesa 25 milioni di sofferenze, ma chiude in utile per 1,7 milioni. L'assemblea dei soci è attesa per il 24 aprile



Altre da Val del Chiese
08/08/2020

In cammino al passo del Chiese

Prenderà il via lunedì 10 agosto da Acquanegra sul Chiese per giungere domenica 16 agosto in Val di Fumo il percorso a tappe di Mirko Savi e altri 4 suoi amici per lanciare un messaggio di salvaguardia del fiume Chiese

07/08/2020

Sagra di San Lorenzo ridotta causa coronavirus

Per la prima volta dopo le due guerre mondiali quest'anno la ricorrenza, molto sentita a Storo e Condino, subirà alcune modifiche a causa delle misure restrittive anti Covid-19

06/08/2020

Lista unica, programma ambizioso

A Castel Condino è ormai ufficiale la presentazione alle prossime elezioni di una sola lista, “Insieme per Castello”, guidata dal sindaco uscente Stefano Bagozzi e dal suo vice Ivan Pozzi

05/08/2020

Al via il primo Festival del «Formai da mont»

Fino a settembre a Sella Giudicarie la nuova iniziativa che si abbina a “Malghe aperte” per apprezzare valori e tradizioni della realtà di montagna

04/08/2020

Nuovo corso per la Pro loco di Roncone

È Ian Bazzoli il nuovo presidente dell’ente di promozione turistico del paese di Sella Giudicare che per il periodo ferragostano metterà in campo alcune iniziative nonostante le limitazioni post pandemia

03/08/2020

Sindaci in corsa o in cerca di conferme

In vista dell'imminente presentazione delle liste cominciano a delinearsi gli schieramenti in campo nei Comuni della Valle del Chiese in vista delle elezioniamministrative, ma ci sono ancora diverse incertezze

03/08/2020

Il ricordo di don Ezio Marinconz, ora in dvd

Recentemente “Capelli Videotecnica” di Condino ha realizzato un Dvd in ricordo di Don Ezio Marinconz

02/08/2020

Fiume Chiese e Lago d'Idro, per un uso sostenibile dell'acqua

E' stata approvata qualche giorno fa, a firma del consigliere trentino del Movimento 5 Stelle Alex Marini, la proposta per un progetto di ricerca applicata per assicurare un uso sostenibile delle risorse idriche dei territori trentini e bresciani

01/08/2020

Ricordando Graziano Lombardi

Ho partecipato al funerale di Graziano Lombardi, tenutosi nella chiesa di Lodrone ieri, venerdì 31 luglio. Graziano è deceduto a Tione giovedì scorso

30/07/2020

Praso nell'arte, due opere per valorizzare le associazioni

Un murales dei writer di AnDromeda di fronte alla caserma dei vigili del fuoco locali e una scultura della Scuola del legno per la sala riunioni fanno bella mostra di sé nella frazione di Valdaone