26 Maggio 2007, 00.00
Villanuova s/C Villa
Terremoto

La ricostruzione avanza

Il ricordo del terremoto, che segnò pesantemente la Valsabbia è vivo non solo nella memoria della popolazione. Tanti comuni hanno da poco terminato le ricostruzioni, e alcuni devono ancora completarle. Fra questi c’è Villanuova.

Il ricordo del terremoto del novembre 2004, che segnò pesantemente la Valsabbia e il Garda occidentale, è ancora molto vivo non solo nella memoria della popolazione. Tanti comuni hanno da poco terminato le ricostruzioni, e alcuni devono ancora completarle. Fra questi c’è Villanuova, duramente colpita dal sisma che danneggiò numerose strutture e immobili di interesse pubblico.

Fra questi l’antico ponte in località Ponte Pier, il santuario dedicato alla Madonna della Neve, il palazzetto dello sport, il municipio di via del Brasino e gli edifici scolastici. Oltre alla gravità dei danni, a rallentare i restauri villanovesi erano intervenuti anche problemi amministrativi e finanziari, con numerose conseguenze politiche all’interno dello schieramento di centrosinistra, in maggioranza nel consiglio comunale.

Da qui si era sviluppata quindi una fase di stallo, che aveva ulteriormente posticipato l’inizio di tanti interventi di ricostruzione con il rischio concreto di perdere i finanziamenti regionali se non si fosse riusciti a operare entro i tempi stabiliti per legge. Fortunatamente, l’amministrazione comunale è riuscita a evitare questa pericolosa possibilità.

A testimoniarlo c’è l’approvazione praticamente definitiva di tutti i progetti, arrivata nelle scorse settimane da parte degli enti competenti: in primis il commissario delegato per l’emergenza sisma 2004. Ma soprattutto ci sono fatti concreti. È sufficiente gettare uno sguardo dentro la scuola elementare di piazza Roma per rendersene conto, perchè proprio in questi giorni qui è iniziato il recupero dell’ala meridionale del vecchio edificio costruito nel 1929.

Proprio a causa della sua anzianità, l’istituto dedicato a don Milani aveva riportato lesioni profonde. Le caratteristiche progettuali sorpassate (con l’assenza di elementi antisismici e alcuni muri addirittura appoggiati sopra ai solai) avevano accentuato i danni delle onde sismiche, rendendo inizialmente inagibile l’edificio.

Per ovviare al problema, i primi interventi di messa in sicurezza erano stati fatti con estrema urgenza, con particolare attenzione ai danni subiti dal controsoffitto. Adesso è stato avviato il vero rifacimento strutturale, che durerà per tutta l’estate a ritmi molto intensi, dato che la consegna dell’opera è stata fissata per il 31 agosto, in tempo per consentire il normale avvio del prossimo anno scolastico.

Va precisato però che attualmente si sta lavorando al primo stralcio del progetto, quello comunque fondamentale: la seconda porzione comprende esclusivamente il restauro della facciata, le tinteggiature e le manutenzioni definitive. Il costo totale degli interventi estivi è di 424.334 euro, interamente finanziato dalla Regione Lombardia, mentre la seconda fase, meno dispendiosa, sarà a carico del Comune.

«In questa fase si stanno inserendo dei telai in acciaio nelle pareti, con una operazione certosina di "cuci scuci" che comporta anche l’utilizzo di circa 140 metri cubi di mattoni - spiega in termini tecnici il responsabile del procedimento, l’architetto Fedele Mora -. In pratica l’obiettivo è quello di creare una sorta di scatola, migliorando questo edificio di circa 2000 metri quadrati di superficie e rendendolo più solido».

A concretizzare l’intero progetto sarà la Zogno costruzioni di Travagliato.

«Siamo finalmente riusciti a partire - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Ignazia Tellaroli -. E dobbiamo ringraziare i genitori degli studenti e tutto il personale docente: ci hanno dimostrato grande collaborazione nell’organizzare lo spostamento delle classi durante questi ultimi giorni di scuola».
Sempre entro l’estate, a Villanuova dovrebbero iniziare anche i lavori sul municipio di via del Brasino.

di Luca Cortini

da Bresciaoggi


Aggiungi commento:
Vedi anche
15/12/2015 11:10

Terremoto valtrumplino La scossa, tutto sommato lieve visto che i sismografi hanno fermato la lancetta sui 2,9 di magnitudo, è avvenuta a tre chilometri circa di profondità sotto Sarezzo. Lieve, ma è stata avvertita anche in alcuni centri della Valsabbia

17/03/2007 00:00

Sarà recuperata la Madonna della Neve A due anni di distanza dal terremoto del novembre 2004, tanti edifici della sponda occidentale del Garda della Valsabbia portano ancora addosso le «ferite» profonde che il sisma ha inferto.

03/02/2016 22:55

Magnitudo 3 Ore 22:37 scossa di terremoto in Alto Garda. Al momento non si registrano danni, ma anche in Valle Sabbia è stata sentita forte. In alcuni centri dell'Alta Valsabbia la gente è scesa in strada

09/04/2009 00:00

Sos terremoto Abruzzo Anche il Comune di Agnosine si mobilita a sostegno della popolazione abruzzese colpita dal terremoto e lancia un invito alla generosità della popolazione, organizzando una raccolta di genere alimentari e d'altro per sabato mattina.

21/11/2006 00:00

Avanti tutta con la ricostruzione, ma che fatica Felici no, sarebbe troppo anche solo ipotizzarlo. Ma sono in tanti in Valle Sabbia a dire che, tutto sommato, le cose non stanno andando poi male. Fra questi, con i dovuti distinguo, ci sono anche quasi tutti i sindaci...



Altre da Villanuova s/C
07/08/2020

Concerto all'alba già «sold out»

L’ormai tradizionale appuntamento mattiniero di Acque e Terre Festival della Notte di San Lorenzo “Quando le stelle vanno a dormire” a Prandaglio di Villanuova ha già fatto registrare il tutto esaurito

06/08/2020

I miti di Baruelli in mostra a Villanuova

Le opere dell’artista prevallese Roberto Baruelli, che ridanno vita a materiali di scarto utilizzati nella rappresentazione di grandi miti dell’arte e della musica, sono esposte in questi giorni nella galleria interna del Centro commerciale Italmark

31/07/2020

Due celebrazioni alla Madonna della Neve

Niente festa a Prandaglio per la prima domenica di agosto ma saranno celebrate due Messe al santuario sulla vetta del monte Renico

29/07/2020

Il «Don Pasquale» in versione semiscenica

Questa sera a Villanuova sul Clisi il recital operistico nell'ambito della rassegna “Il Grande in Provincia”, il primo di quattro appuntamenti di “R...estate a Villanuova”.

25/07/2020

«No ad un progetto sbagliato»

Anche alla manifestazione di ieri sera a Villanuova sul Clisi un secco no ad un progetto che non ha senso, dai costi esorbitanti e con conseguenze ambientali nefaste

22/07/2020

Stop definitivo per il Villa Nuova

La squadra villanovese di Prima Categoria, dopo la pausa forzata dettata dall'emergenza Covid-19, ha chiuso definitivamente i battenti. “Non ci sono più le condizioni, corretto farci da parte”

22/07/2020

Una fiaccolata per far sentire la voce del territorio

È quella organizzata per venerdì sera a Villanuova dalla lista civica “Progetto Villanuova” con il supporto del Comitato Gaia Gavardo per far giungere alla Cabina di regia la contrarietà della popolazione al progetto del maxi depuratore

21/07/2020

L'avanzo di bilancio finanzia le opere incompiute

Un notevole avanzo di amministrazione emerso dal consuntivo 2019 del Comune di Villanuova permetterà di completare diverse opere in cantiere da anni, con particolare attenzione a Valverde

20/07/2020

Oro in Bocca, incontri mattutini

Al via a luglio una rassegna incontri “mattutini” con poeti, artisti, giornalisti e studiosi del paesaggio. In Valsabbia appuntamenti in Maniva, a Livemmo, al Forte di Valledrane, alla Madonna della Neve a Villanuova

12/07/2020

Dopo la tempesta, la conta dei danni

Anche in bassa e media Valle Sabbia la furia del nubifragio di ieri pomeriggio è stata devastante. A Serle il vento ha scoperchiato due abitazioni; allagato anche stavolta il sottopasso della 45bis a Prevalle