09 Luglio 2007, 00.00
Valsabbia - C
Avventure

Pellegrini del terzo millennio

di Ubaldo Vallini

“Ora che siamo rientrati tutti a casa dalla meravigliosa ed indimenticabile avventura, vi mandiamo la foto del nostro arrivo a Roma del 2 luglio 2007, verso le ore 13.00” ci scrivono così Riki, Cicio e Jago.

“Ora che siamo rientrati tutti a casa dalla meravigliosa ed indimenticabile avventura, vi mandiamo la foto del nostro arrivo a Roma del 2 luglio 2007, verso le ore 13.00” ci scrivono così Riki, Cicio e Jago.
Li ricordate? Sono i "pellegrini del terzo millennio" che hanno deciso di ripercorrere la via franchigena per raggiungere Roma, come facevano i nostri antenati. Invece che a dorso di mulo, o a piedi, loro hanno preferito la fida mountain bike, ma non è stato facile lo stesso.

“Tutto è andato secondo copione, nonostante parecchie disavventure. La prima, sicuramente la più grave, ci è capitata il secondo giorno, verso la metà della tappa, quando dopo mezzogiorno, un'auto non ha rispettato uno stop tagliando la strada al camper, che a causa dell'urto ha riportato la rottura del radiatore.
Per questo motivo siamo rimasti fermi per un giorno intero, il morale era a terra, il giorno dopo siamo riparti pur nell'incertezza che il mezzo si potesse riparare.
Quindi abbiamo dovuto recuperare su più giorni il ritardo accumulato, pedalando 6 o sette ore al giorno, spesso fino alle otto di sera. Altri inconvenienti sono stati di tipo tecnico sulle bici (che ci siamo risolti tra di noi), oppure cadute in boschi di spine, o addirittura alla ricerca della strada o del sentiero giusto, visto che ci siamo persi più di una volta”.

Tutto è bene quel che finisce bene, viene lo stesso da dire.
L’avventura dei nostri tre amici, il 40enne di Provaglio Valsabbia Giuseppe Giacomini (Jago), il salodiano residente a Nuvolento Riccardo “Riky” Don che è il più giovane del gruppo con le sue 32 “primavere” e che è l’ideatore dell’impresa e Fabrizio “Cicio” Bonicelli che ha 36 anni ed è di Lumezzane, si è articolata in nove tappe che li ha portati a percorrere 770 km (800 quelli di Jago partito da Provaglio) sugli sterrati incantevoli della Toscana.

“Il paesaggio è sempre stato mutevole, passando dal piatto ed infinito paesaggio della pianura agli austeri Appennini del passo della Cisa (quel giorno soffiava un vento fortissimo, il cielo sempre minaccioso di pioggia e la temperatura quando abbiamo scollinato verso le 18.30 era di 12-14°C) - ci raccontano loro -. Poi abbiamo incontrato le spettacolari e dolci colline della Toscana.
Ovviamente c'è stato anche il tempo per una sosta al mare (Pietrasanta), a Lucca, Siena, San Gimignano, Monteriggioni, Bagno Vignoni, San Quirico d'Orcia e Viterbo. Alla fine il tonfo nel traffico caotico di Roma, con la nostalgia del silenzio e della quiete della campagna toscana.
Prezioso, fondamentale e per certi versi amorevole è stato il servizio del camper con Roberto e Valentina”.

L’avventura di Riki, Cicio e Jago è stata una di quelle imprese che, già lo sappiamo, verranno sistemate per bene nella memoria di chi le ha vissute, aspettando di essere raccontate con dovizia di particolari ai nipotini.


Aggiungi commento:
Vedi anche
30/11/2010 07:18

«Siamo finalmente a casa» Sono rientrati nelle loro case i bionesi colpiti dalla frana che ha interessato Bersenico Sopra e Sotto ad inizio novembre. Molti i ringraziamenti da parte dei Carraro.

06/06/2016 08:36

Di corsa a Roma: missione compiuta I pellegrini vobarnesi partiti mercoledì da Vobarno sono giunti domenica mattina a Roma in tempo per partecipare alla Messa del Papa

24/03/2020 12:04

Gli scatti più belli Possono essere scorci di primavera colti dal giardino di casa o dalla finestra, ma anche foto ricordo dei vostri viaggi, da condividere con noi e con gli altri lettori in attesa che vengano tempi migliori. Aspettiamo gli scatti per pubblicarli nella “Foto del giorno”

07/09/2015 17:00

L'ultimo baluardo della nostra coscienza Tutti siamo rimasti scioccati dalla foto triste, dura e allo stesso tempo dolce del piccolo Aylan, bimbo-simbolo delle tragedie dei migranti che ha rotto il muro dell'indifferenza

05/11/2008 00:00

Non siamo delinquenti Siamo la compagnia del ragazzo finito all' ospedale e del ragazzo portato agli arresti in seguito alla rissa avvenuta a Sabbio Chiese.... Ci scrivono da Sabbio per puntualizzare meglio quello che è accaduto.



Altre da Valsabbia
27/09/2020

Scrittori di Gavardo (e dintorni)

Ho provato a mettere in ordine alfabetico gli scrittori del mio paese e dei paraggi, stringendo al massimo le informazioni e sperando di non far torto a nessuno. E se ho dimenticato qualcuno, “credete che non s’è fatto apposta”. Pronti? Via!

25/09/2020

Depuratore, i sindaci convocano la Conferenza dei Comuni

L'Ufficio d'Ambito ha ricevuto in data odierna un'ulteriore richiesta, tramite lettera, da parte dei sindaci di ben 50 Comuni bresciani. Obiettivo la convocazione della conferenza in cui presentare una mozione che fissa tre punti fondamentali

25/09/2020

«Una montagna di botteghe», al via i lavori

Un convegno pubblico presso la sede del Gal GardaValsabbia2020 di Puegnago ha dato ufficialmente il via al progetto di cooperazione interterritoriale volto a valorizzare il ruolo delle botteghe nei contesti rurali svantaggiati

25/09/2020

L'assessore Galli in visita ai Comuni di Ecomuseo

Nelle giornate di oggi – venerdì 25 – e domani, sabato 26, l'assessore regionale all'Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli tornerà a visitare i Comuni dell'Ecomuseo del Botticino, territorio ricco di storia e tradizioni

25/09/2020

Hackathon in Valle Sabbia, sabato l'evento conclusivo

A Fabbrica di Nuvole la gestione dell'evento conclusivo del primo Hackathon in Valle Sabbia, che questo sabato, 26 settembre, vedrà sul palco tre giovani e talentuosi artisti

25/09/2020

«Non potremo dimenticare», la Lettera pastorale del vescovo

È dedicata ad una riflessione sul tempo della prova vissuto durante la pandemia la Lettera pastorale di mons. Pierantonio Tremolada presentata mercoledì a Salò, dove ha tracciato il cammino per il nuovo anno pastorale

24/09/2020

Antibracconaggio alla «Tesa»

Agenti valsabbini della Provinciale in Valtrompia, sui monti di Bovegno, per sorprendere e denunciare un 55enne alle prese con una serie di trappole a scatto

24/09/2020

Depuratore, la Cabina di Regia conferma Gavardo

Il maxi depuratore sul fiume Chiese si farà, a cominciare dall'impianto di Gavardo. È quanto deciso dalla Cabina di Regia, che non avrebbe rilevato criticità tali da compromettere la validità del progetto

24/09/2020

Giro-E: Valsir c'è

L’azienda valsabbina non ha perso l’occasione per dare il suo contributo allo spirito ecosostenibile che anima l’evento

23/09/2020

Tutto da solo

Una distrazione all’origine dell’uscita di strada di un’auto, lungo la Sp 26 a Gavardo. Altri due incidenti ieri a Sabbio e Roè Volciano