29 Agosto 2007, 00.00
Gavardo
Anniversario

Avis, una solidarietà lunga 45 anni

Il mese di settembre segna l’arrivo di un anniversario importante per Gavardo: esattamente 45 anni fa nasceva nel Comune valsabbino la sezione dell’Avis, che si appresta ora a celebrare con grande soddisfazione un traguardo rilevante.

Il mese di settembre segna l’arrivo di un anniversario importante per Gavardo: esattamente 45 anni fa nasceva nel Comune valsabbino la sezione dell’Avis, che si appresta ora a celebrare con grande soddisfazione un traguardo rilevante.

Da venerdì 7 a domenica 9 l’associazione dei donatori di sangue si ritroverà al Palafiera gavardese per un fine settimana di festa con animazioni musicali e teatrali, accompagnate da una funzione religiosa e dal pranzo sociale.

Un programma ricco che dovrebbe attirare a Gavardo un folto pubblico, proveniente anche da Roè Volciano, Villanuova sul Clisi, Vallio Terme, Muscoline, Paitone, Prevalle, Serle e Nuvolento, ovvero dai paesi del circondario che fanno riferimento alla sezione gavardese. Da questi centri provengono infatti molti dei circa 1.500 affiliati al gruppo, di cui oltre 1.350 ancora attivi nella donazione.

Cifre importanti che testimoniano la continua crescita dell’Avis di Gavardo - presieduta da Antenore Taraborelli -, capace di raccogliere più di 400 nuovi soci negli ultimi dieci anni, tutti disposti a destinare il proprio altruismo verso una causa dall’elevato valore sociale.

«Il donatore non ha virtù particolari. È solo un cittadino che è responsabile e cosciente», spiegava il massimo dirigente dell’Avis di Cremona Vittorino Gazza, richiamato ora da Renato Paganelli, presidente onorario della sezione gavardese e anima del gruppo, per esplicare il significato dell’essere avisini.

Con questo spirito nasceva nel 1962 la «filiale» di Gavardo, fortemente voluta in particolare da quelli che sono considerati come i due veri fondatori, Marco Marzollo e Tullia Braga.
Già nel 1960 si era comunque costituito un nucleo di donatori, dalla cui spinta ideale ha preso vita due anni più tardi l’esperienza dell’Avis locale, immediatamente protagonista della vita associativa sotto la guida di Marcello Mora.

In effetti fin da subito, accanto alla solidarietà, i donatori valsabbini allestirono una lunga serie di attività collaterali in grado di produrre da un lato aggregazione sociale, e dall’altro cultura e informazione.

Ecco quindi che a partire dalla fine degli anni Sessanta arrivano gite, manifestazioni sportive e poi anche tavole rotonde, conferenze, pubblicazioni librarie e iniziative benefiche.
A distanza di 45 anni nulla è cambiato, se non in meglio (per eventuali informazioni e iscrizioni è possibile contattare il numero 0365/378215, oppure recarsi presso l’ospedale di Gavardo, sede ufficiale del gruppo).

Luca Cortini
Da bresciaoggi


Aggiungi commento:
Vedi anche
21/03/2019 15:28:00

Magica Irlanda Quest’estate, in occasione del suo 55° anniversario di fondazione, l’Avis valsabbino propone un interessante tour sul territorio irlandese. Ecco tutti i dettagli 

26/01/2016 11:40:00

«Condividi la cura, dona il sangue» Con questo slogan l’Avis Agnosine Bione vuole iniziare il 2016, anno importante per l’associazione che si appresta a festeggiare il 55° anniversario di Fondazione. E questo sabato, 30 gennaio, ci sono le donazioni a Barghe

05/09/2019 10:05:00

Il primo prelievo A 55 anni dai primi prelievi di sangue dell’Avis valsabbino molte cose sono cambiate, ma non la solidarietà e la generosità che animano i donatori. Appuntamento per le donazioni il 7 e il 15 settembre

27/09/2017 16:00:00

L'Avis Gavardo festeggia il 55° di fondazione Dopo l’inaugurazione di una mostra fotografica, entrano nel vivo questo giovedì con la consegna delle benemerenze ai soci i festeggiamenti per l’anniversario del sodalizio dei donatori di sangue di Gavardo e dintorni

06/03/2019 16:02:00

Avis Valsabbino, al via le prime donazioni del 2019 Questo sabato – 9 marzo – la prima apertura dell’Unità di Raccolta di Barghe per le donazioni dell’anno nuovo, che per l’Associazione è il 55° di attività 



Altre da Gavardo
11/07/2020

Falso invalido, denunciato

Scoperto dai Carabinieri di Gavardo a seguito di una lite scoppiata in un bar del paese, un 57enne di Flero deve ora rispondere di truffa aggravata ai danni dell'Inps

10/07/2020

Acque&Terre Festival, il cartellone completo

Svelato il programma completo della rassegna estiva di oncerti, spettacoli, incontri tra fiume, colline e lago: 11 appuntamenti fra luglio e agosto in 8 paesi

10/07/2020

Pubblicato l'elenco aggiornato delle associazioni gavardesi

Sono una settantina le realtà associative e di volontariato attive a Gavardo: ora sul sito del Comune c’è l’elenco completo con referenti e recapiti

09/07/2020

Comitato Gaia, una petizione online per fermare il progetto

Lanciata su Change.org all'inizio della settimana, la petizione del Comitato ambientalista di Gavardo ha già raccolto diverse centinaia di firme per bloccare il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

08/07/2020

Letture all'aperto

Questo giovedì, 9 luglio, la Biblioteca di Gavardo propone alcune divertenti letture in giardino per bambini dai 4 ai 9 anni. Prenotazione obbligatoria

08/07/2020

Frontale sulla 45 bis, morto 53enne di Sabbio Chiese

È Flavio Bianchi la vittima del grave incidente che si è verifica ieri pomeriggio sulla tangenziale della Valle Sabbia in territorio di Gavardo

07/07/2020

Scontro sulla 45 bis, una vittima

Nello scontro fra un’auto e un autoarticolato lungo la superstrada tra Gavardo e Prevalle ha perso la vita un 53enne

07/07/2020

Finanziamenti regionali per un piano «a prova di emergenza»

Gli ospedali bresciani, inclusi quelli afferenti all'Asst del Garda, utilizzeranno i fondi per farsi trovare adeguatamente preparati in caso di nuove crisi sanitarie. Previsto, in primis, il potenziamento delle terapie intensive e semi intensive

07/07/2020

Nuova enoteca in centro

Piazza de’ Medici a Gavardo si arricchisce da oggi di un nuovo negozio: apre infatti l’enoteca “La casa del vino”

06/07/2020

«Il clima è già cambiato, noi cosa aspettiamo a cambiare?»

Questo il titolo del Webinar organizzato da Gavardo In Movimento per questo giovedì sera, 9 luglio, con l'intervento di tre esperti in tematiche ambientali