14 Aprile 2013, 08.08
Valsabbia Val del Chiese
ViabilitĂ  2

Ecco la lettera di Molgora

Oggetto: Accordo di Programma tra la Provincia di Brescia e la Provincia Autonoma di Trento per la realizzazione del 1° lotto della variante alla S.P. BS 237 tra Vestone e Idro


Egregio Direttore,
 
a partire dal 2011, il sottoscritto, in qualità di Presidente della Provincia di Brescia, ha effettuato una serie di incontri e riunioni con la Provincia Autonoma di Trento, per siglare un Accordo di Programma per la realizzazione del 1° lotto della variante alla S.P. BS 237 tra Vestone e Idro, al fine di poter appaltare i lavori entro il 2013, atto conclusivo di una serie di confronti tecnici avviati negli anni precedenti.
A seguito di tali incontri con il Presidente della Provincia Autonoma, Dr. Lorenzo Dellai, era scaturita la volontà di entrambe le Province di giungere ad un formulazione condivisa dell’Accordo di Programma per la realizzazione dell’opera di cui sopra.
Alla base di questo Accordo vi era la condizione di ottenere il cofinanziamento di almeno il 50% dell’opera relativa al lotto Vestone/Idro da parte di Regione Lombardia.
 
Infatti il sottoscritto, insieme all’Assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Brescia Mariateresa Vivaldini, aveva provveduto a occuparsi del cofinanziamento da parte di Regione Lombardia della suddetta opera; dagli incontri con l’allora Assessore Regionale alle Infrastrutture, Raffaelle Cattaneo, era scaturita la disponibilità al cofinanziamento da parte di Regione Lombardia, formalizzato in un’apposita scheda del Bilancio di Previsione.
 
Sembrava di aver brillantemente e velocemente superato quello che pareva essere l’ostacolo maggiore, ovvero ottenere le risorse da parte di una Regione a statuto ordinario. Le complicazioni sono intervenute invece successivamente da parte di un Provincia Autonoma che, come noto, può trattenere sul territorio molte risorse e che quindi ha sicuramente meno problemi finanziari.
 
L’Assessorato ai Lavori Pubblici della Provincia di Brescia aveva dunque provveduto in data 10 agosto 2012 ad inviare al Presidente Dellai lo schema di Accordo di Programma finalizzato a disciplinare il cofinanziamento per la realizzazione del 1° lotto dell’intervento di realizzazione della variante alla S.P. BS 237 tra Vestone e Idro, dell’importo presuntivo di € 55 milioni, senza, però, aver ricevuto, ad oggi, alcuna risposta, nonostante le continue sollecitazioni dei nostri uffici e nonostante io stesso abbia più volte contattato personalmente il Presidente Dellai prima e il Presidente facente funzione Pacher poi (succeduto a Dellai in virtù dell’elezione dello stesso a Deputato della Repubblica).
Sottolineo che l’importanza dell’investimento aveva portato ad ipotizzare la suddivisione dell’intervento in due lotti funzionali, dei quali quello ritenuto prioritario riguarda la tratta Vestone/Idro, che risolverebbe la principale criticità del tracciato storico costituita dalla strozzatura della piattaforma nel centro abitato di Lavenone.
 
La Provincia di Brescia, nel richiamato schema di Accordo di Programma, si impegnava a progettare, appaltare e realizzare l’intervento e la Provincia Autonoma di Trento a cofinanziare  la restante quota del 50% delle opere del I° lotto della variante, nonché quelle dello svincolo realizzato dalla Provincia di Brescia in località Sant’Antonio di Anfo, per un importo stimato complessivo di € 28.575.000,00, importo erogabile dalla Provincia Autonoma di Trento per tranche nel periodo 2013 – 2016.
Nonostante l’importanza fondamentale dell’opera per i nostri territori, l’acquisizione del pieno mandato da Regione Lombardia, l’impegno della nostra Provincia alla progettazione e realizzazione dell’intervento e i numerosi solleciti, non ho ancora ricevuto alcuna risposta da parte della Provincia Autonoma di Trento riguardo la firma dell’Accordo di Programma.
 
Riepilogando la cronologia della questione, segnalo:
-    1° incontro con Presidente Dellai in data 29/07/2011;
-    1° incontro con Assessore Regionale Cattaneo in data 23/09/2011;
-    2° incontro con Presidente Dellai in data 06/07/2012;
-    2° incontro con Assessore Regionale Cattaneo in data 09/07/2012;
-    invio schema Accordo di Programma alla Provincia Autonoma di Trento in data 10/08/2012;
-    invio nota di sollecito di consenso al Presidente Dellai in data 21/12/2012;
il tutto inframmezzato da molte decine di telefonate di sollecito.
   
Ritengo in tutta franchezza che il tempo trascorso sia più che sufficiente a consentire alla Provincia di Trento di valutare le questioni anche di ordine economico sottese all’intervento.
 
Non riesco peraltro a spiegarmi il perché di un silenzio tanto assordante.
Mi auguro che questa missiva serva a sensibilizzare il Presidente Pacher sull’importanza dell’intervento, fondamentale e non più procrastinabile per i territori di entrambe le Province.

Il Presidente della Provincia di Brescia
On. Dr. Daniele Molgora
 


Commenti:
ID31003 - 14/04/2013 10:02:40 - (Capitan Harlock) - .....semplice....

....il comunistello trentino ti boicotta.....cambia tessera e vedi come si fionda.Soliti giochi idioti di una classe politica indecente.....giochi sulle spalle della gente.

ID31020 - 15/04/2013 09:04:51 - (rigogolo) - Chi la fa l'aspetti

Chi la fa l'aspetti, potremmo dire al signor Molgora, presidente della Provincia di Brescia. Mi riferisco a due anni fa, quando nel mese di settembre, non si presentò alla Festa del formaggio a Cima Rest DI MAGASA snobbando l'allora presidente Lorenzo Dellai ed era in ballo il finanziamento del tunnel stradale Bondone-Valvestino e, se non sbaglio, i comuni di Magasa e Valvestino sono ancora bresciani. Saluti

Aggiungi commento:
Vedi anche
01/07/2014 06:29:00

Variante di Lavenone, il Trentino c'è I soldi ci sono, metà per ciascuno. Qualche tempo fa ha deliberato lo stanziamento la Regione Lombardia, ieri ha fatto la sua parte predisponendo 30 milioni di euro la Provincia autonoma di Trento

12/11/2014 09:03:00

Variante in forse Un vertice trentino oggi deciderà la sorte della Vestone Idro. Nei giorni scorsi, infatti, la provincia Autonoma ha presentato un documento programmatico che prevede numerosi rinvii nell’esecuzione delle opere viarie.

17/05/2007 00:00:00

Una lettera del sindaco sui lavori a Nozza Iniziano i lavori a Nozza di Vestone, e sono subito disagi alla viabilitŕ. Ma il sindaco spiega tutto ai cittadini con una lettera inviata a tutte le famiglie nozzesi e vestonesi.

30/09/2010 12:00:00

Molgora: «Aperto alle proposte» Il presidente Daniele Molgora non ci sta e, ancora una volta, rispedisce al mittente le accuse mosse all'Amministrazione provinciale.

13/07/2009 07:00:00

Rocca d’Anfo, «un progetto per superare la crisi» Prima uscita valsabbina per il presidente della Provincia Daniele Molgora alla presentazione di un libro sulla Rocca d’Anfo. Occasione per illustrare alcune idee sul progetto di recupero del complesso militare.



Altre da Val del Chiese
15/07/2020

Se n'è andato Luigi Azzali

Conosciuto da tutti in valle del Chiese come “il mantovà”, un tempo impiegato alla Cartiera di Condino e poi presso l'azienda agricola “Fontana Bianca”, si è spento a Padova all'età di 78 anni

15/07/2020

Il Calcio Chiese si presenta

Stasera al Grilli di Storo vernissage tra societĂ  e famiglie: un incontro per coinvolgere e rilanciare le attivitĂ  sportive per Esordienti e Giovanissimi

12/07/2020

Secondo raduno per le auto d'epoca

In questa domenica di sole in tanti sono partiti da Storo a bordo delle proprie vetture vintage percorrendo la Forra, la Valvestino, Ledro e ritorno

11/07/2020

Addio a Severino Gualdi

Il ciclismo locale è in lutto per il 73enne, uomo di sport, che si è spento al Santa Chiara di Trento. I funerali lunedì mattina a Storo

09/07/2020

Anziano annega nel lago di Roncone

L'imbarcazione su cui si trovava si è capovolta e l’uomo è finito sul fondale risucchiato dalla melma, nonostante i tempestivi soccorsi. Si tratta di un uomo di 78 anni di Rovereto

07/07/2020

Cassa Rurale, i passi verso la fusione

Presentato l'assetto della nuova banca di credito cooperativo che nascerĂ  con la fusione della Cassa Rurale Adamello nella Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella: nuova governance, un periodo di transizione di tre anni, cinque territori con altrettanti Gruppi Operativi Locali per gestire la mutualitĂ 

06/07/2020

Attraversamenti pericolosi

Da qualche giorno tra Cimego e Storo l'attraversamento improvviso di caprioli e cinghiali mette in difficoltĂ  le auto di passaggio. I sindaci valutano il da farsi

05/07/2020

Conduttori di autocarri e bus a scuola per il CQC

Presso il mini auditorium vicino al municipio di Storo, il sabato mattina si sta svolgendo un corso di abilitazione per conducenti organizzato dalle autoscuole della zona

02/07/2020

Armanini dice la sua

In merito alla lettera da noi pubblicata mercoledì che sollevava interrogativi sulla fusione fra le Rurali GVP e Adamello, ci scrive il presidente Armanini

01/07/2020

Fusione Rurali, fra dubbi e certezze

Ma siamo proprio sicuri che la fusione in programma fra le Rurali 'Giudicarie Valsabbia Paganella' e 'Adamello', nei tempi e nei modi, sia stata studiata bene? I dubbi di un lettore