10 Marzo 2014, 07.00
Valsabbia Garda Valtenesi
Alpini 1

Penne nere di Monte Suello in assemblea

di Cesare Fumana

Le difficoltà non mancano, ma l’imperativo di tenere fede agli impegni nei confronti delle comunità locali cui fanno riferimento non è venuto meno


Bilancio più che lusinghiero quello presentato ieri mattina dal presidente della sezione alpini “Monte Suello” di Salò, Romano Micoli, nel corso dell’annuale assemblea dei delegati, svoltasi nel teatro Corallo di Villanuova.
Anche il sodalizio delle Penne nere gardesane e valsabbine risente della situazione generale in cui versa l’intero Paese, ma nonostante tutto, con qualche difficoltà in più, tiene fede a quegli impegni che ne fanno un’associazione riconosciuta, apprezzata, vicina alle proprie comunità locali.

In questo clima – sono le parole di Micoli – purtroppo a pagarne le conseguenze sono principalmente i nostri giovani, il cui futuro è compromesso pure da un evidente egoismo generazionale che al di là di tante, troppe parole, non sta trovando il giusto riequilibrio.
Se alcuni anni fa a tanti nostri giovani veniva tolta la possibilità di servire, per un periodo più limitato e magari con obiettivi di carattere civile e sociale, il proprio Paese, oggi gli si sta togliendo anche la fiducia in un futuro che possa soddisfare le loro speranze, le loro ambizioni e le loro professionalità”.

Nella sua relazione il presidente ha fornito i dati dei soci, attestatesi a fine 2013 in 4.341 Alpini (135 in meno rispetto all’anno precedente) e 1.171 Amici degli alpini, suddivisi in 414 Aiutanti e 757 Aggregati (con una riduzione di 6 unità).
Numeri inesorabilmente in calo, visto la mancanza di rincalzi, ma ciò nonostante i 58 gruppi della sezione salodiana hanno svolto lavori per le proprie comunità per più di 48 mila ore ed erogato fondi per più di 187 mila euro, 38.500 dei quali a favore dei terremotati dell’Emilia per l’iniziativa dell’Ana per una scuola dell’infanzia a Casumaro, frazione di Cento (Fe).

Anche nel 2013 gli alpini della “Monte Suello” sono stati protagonisti di numerose iniziative di volontariato, con le squadre della Protezione civile impegnate nell’operazione Fiumi sicuri e nell’antincendio, specie nell’Alto Garda; le attività didattiche per far avvicinare i bambini e i ragazzi delle scuole alla montagna, con delle visite guidate al rifugio “Giuseppe Granata” di Campèi de Sìma; l’attività sportiva con scopo aggregativo per i più giovani.
A tutto questo si aggiungono tante manifestazioni a carattere patriottico e feste che identificano da sempre le Penne nere, iniziative grazie alle quali riescono a sostenere le proprie attività e consentono le donazioni.

Lo ha sottolineato anche il consigliere nazionale Ferruccio Minelli, rappresentante delle sezioni bresciane nel consiglio dell’Ana, che nel suo intervento ha evidenziato come il carattere “festaiolo” degli alpini, unito a quello aggregativo e di volontariato, sia una caratteristica che fa sì che gli Alpini siano ancora tanto apprezzati nelle nostre comunità.

Qualche nota dolente deriva dalla burocrazia che appesantisce anche l’attività di volontariato, “anche se – ha sottolineato Minelli – lo scopo di certi regolamenti e disposizioni anche dell’Ana è quello di tutelare i volontari e le attività dei gruppi, non certo quello vessatorio”.

Nel 2014 gli alpini della “Monte Suello” hanno in calendario diversi appuntamenti importanti: ad aprile riaprirà nei fine settimana il rifugio di Campèi de Sìma; a inizio luglio il pellegrinaggio sezionale sul Monte Stino a Capovalle; a metà luglio, a Bagolino, la manifestazione di consegna del premio nazionale Fedeltà alla montagna, assegnato all’alpino bagosso Primo Stagnoli; a inizio settembre l’adunata sezionale a Idro.

Tutto questo per guardare al futuro “superando i momenti di sconforto e di pessimismo che ci possono sfiorare – ha concluso Micoli – e che dobbiamo affrontare con il supporto e la partecipazione di tutti, adeguandoci certamente ai tempi, ma consapevoli che la nostra associazione non deve cambiare, rimanendo uniti e portando avanti quei valori, sempre più validi e attuali, che rappresentiamo”.



Aggiungi commento:
Vedi anche
09/03/2015 07:00

La «Monte Suello» conferma Romano Micoli Cala il numero dei soci ma non diminuisce l’attività degli alpini della sezione di Salò che ieri in assemblea hanno rinnovato i vertici del sodalizio che raggruppa le Penne nere gardesane e valsabbine

06/03/2018 08:00

«Zaino a terra» per Micoli Alla conclusione del terzo mandato alla guida degli alpini della “Monte Suello”, il presidente Romano Micoli lascia la presidenza della sezione Ana di Salò. Lo abbiamo intervistato

07/03/2014 11:00

Alpini, tempo di bilanci È in programma domenica mattina a Villanuova sul Clisi l’assemblea annuale dei delegati dei 58 Gruppi Alpini facenti capo alla sezione “Monte Suello” di Salò

09/03/2018 09:43

Assemblea elettiva per la «Monte Suello» Saranno chiamati a eleggere il nuovo consiglio e il nuovo presidente gli Alpini gardesani e valsabbini della sezione salodiana in occasione dell’assemblea di quest’anno in calendario domenica a Salò

14/03/2016 07:00

Alpini «civicamente attivi» In una esaustiva relazione all’assemblea dei delegati svoltasi ieri a Gargnano, il presidente della sezione “Monte Suello” di Salò Romano Micoli ha tracciato il bilancio delle attività del 2015 del sodalizio delle penne nere del Garda e della Valle Sabbia.



Altre da Valsabbia
07/08/2020

Alle superiori lezioni in aula a rotazione

Due settimane in classe e due a casa, con l'ormai consolidata didattica a distanza. È l'ipotesi su cui si lavora per la riapertura delle scuole a settembre, unitamente ad ingressi scaglionati e aumento delle corse dei mezzi pubblici

07/08/2020

Scuole verso la riapertura, in campo le risorse statali

I fondi stanziati con il Decreto rilancio e i Pon per l'edilizia leggera aiuteranno gli istituti bresciani a ripartire con le dovute misure dopo l'emergenza sanitaria. Contributi in arrivo anche per diversi Comuni valsabbini

07/08/2020

Gavardo entra nell'Aggregazione

Con la minoranza contraria, qualche giorno fa, il Consiglio comunale di Gavardo ha deliberato di affidare alla Comunità montana di Valle Sabbia i servizi di polizia municipale ed amministrativa

05/08/2020

Non è andato tutto bene

Dal PD della Valle Sabbia, una presa di posizione, in merito ai "moti" nagazionisti registrati nei giorni scorsi al Senato, che si contrappongono ai dati sulla pandemia registrati in Regione Lombardia

05/08/2020

Appello per reperire plasma iperimmune

L'Avis di Gavardo cerca donatori idonei per la raccolta di plasma iperimmune attivata dall'Asst del Garda per la cura dei malati affetti da Covid-19

05/08/2020

Le mamme del Chiese e del Garda confidano in una soluzione di buon senso

Mamme del Chiese e mamme del Garda, unite per il buon esito della questione depurazione del Garda, in risposta ad alcune affermazioni lette a seguito del rinvio del Tavolo Tecnico, ritengono necessarie alcune puntualizzazioni. Pubblichiamo volentieri

05/08/2020

Fondi per le strade agro-silvo-pastorali

Dalla Regione oltre 500 mila euro per le strade agro-silvo-pastorali della Valsabbia e dalla Val Trompia

04/08/2020

Una ciclopedonale per l'Eridio

Un tracciato sicuro per ciclisti e pedoni per girare attorno al lago. Un progetto ormai storico e futuristico insieme, che con gran fatica comincia a prendere corpo

03/08/2020

Comuni di confine, «riparto dei fondi non equilibrato»

Quattro milioni a testa per quattro anni ai due Comuni di confine della Valtellina e solo 700mila euro ciascuno all'anno per gli undici Municipi bresciani, tra cui i valsabbini Bagolino e Idro. La polemica

03/08/2020

Valsir, controllo totale

Non solo in Valsir, ma anche per Oli, Marvon e Alba, è stata messa in pratica una massiccia operazione di controllo e prevenzione del rischio Covid