03 Giugno 2014, 15.01
Lavenone
Fotonotizia

Segnali per la memoria

di Redazione

Il 2 giugno, mentre a Roma c'era la parata militare, sotto i monti ventosi della Valle Sabbia veniva installato il nuovo cartello per il sentiero della Resistenza bresciana, intitolato alla Brigata Perlasca delle Fiamme Verdi


Misura centimetri 60 x 47 e dà indicazioni sull'Anello di Vaiale, oggi percorso escursionistico, ieri via di fuga e di approvvigionamento per i partigiani della Brigata Pelasca.

Inoltrandosi fra la Corna Blacca e le Piccole Dolomiti, il percorso tocca le località Vaiale, Passo della Berga, Passo Portole, Capanna Tita Secchi, Cascine di Paio di Sopra e Cascina di Paio di Sotto.

Per l'occasione è salita a Presegno anche Santina Dusi, partigiana e maestra, che proprio qui ha conosciuto il Comandante Tony, che poi è diventato suo marito.
Con lei più di cento persone, attirate lassù dalla bella manifestazione organizzata dagli Amici di Presegno e Bisenzio, che hanno anche un sito.


Aggiungi commento:
Vedi anche
31/05/2014 07:00

Omaggio al femminile alla Brigata Perlasca Lunedì prossimo a Presegno un evento speciale in occasione della Festa della Repubblica, con un omaggio a Santina Dusi, moglie del comandante Toni della Brigata Perlasca, all’epoca maestra elementare del paese

06/08/2019 05:48

Digitalizzati i documenti della Brigata Perlasca Studenti ed insegnanti al lavoro, nell’ambito delle iniziative del Centro studi Brigata Perlasca, per rendere immortali documenti e testimonianze sulla Resistenza valsabbina

05/10/2018 09:40

A Barbaine per rinnovare gli ideali della Resistenza Domenica a Livemmo di Pertica Alta l’annuale appuntamento per ricordare i Caduti della Brigata “Perlasca” delle Fiamme Verdi

12/10/2019 17:14

A Barbaine per i Caduti della Brigata «Perlasca» Nel 74° anniversario della Liberazione questa domenica, 13 ottobre, nella frazione di Livemmo si terrà la consueta celebrazione per ricordare i “Ribelli per amore”

09/10/2015 09:00

A Barbaine l'omaggio ai «Ribelli per amore» Domenica presso la chiesa di Sant’Andrea di Barbaine di Livemmo, la commemorazione dei caduti della Brigata “Perlasca” nel settantesimo anniversario della Liberazione



Altre da Lavenone
24/09/2020

Sabato la Caminàa Storica Trail

Ci sarà anche il “nostro” campione Alessandro “Rambo” Rambaldini a difendere titolo e record alla corsa in montagna di Navazzo

12/09/2020

Un video tour tra le vie di Lavenone

Il piccolo Comune montano valsabbino ha conquistato il travel blogger bresciano Gio Del Bianco, che ha girato un video in cui racconta la sua esperienza di viaggio e l'incontro con i ragazzi del progetto Labis di Co.Ge.S.S.
•VIDEO

29/08/2020

Rientro al buio

Partiti troppo tardi per raggiungere la meta che si erano prefissati, sono stati sorpresi dalle tenebre a pochi chilometri dalla “base"

28/08/2020

«A macchia di barolo»

Nuova distribuzione dei fondi per i Comuni di confine, quella mediata a Brescia, che premia anche i Comuni “di seconda fascia”

22/08/2020

Anche Frapporti in gara ai Nazionali

ll ciclista professionista di Lavenone Marco Frapporti partecipa, questo fine settimana, ai Campionati Nazionali come corridore del team Vini Zabù - KTM

06/08/2020

Tamponamento davanti alla CPF80

Ad avere la peggio il conducente 72enne di una Yamaha, finito a terra dopo lo scontro. Chilometri di coda lungo la 237 del Caffaro

06/08/2020

Nuova piastra polivalente e nuovo marciapiede

Sono le due opere che saranno realizzate a Lavenone con i fondi regionali per il rilancio economico e produttivo post pandemia, ma in cantiere c'è dell'altro

03/08/2020

Vento forte ed energia

Un albero caduto sulla linea elettrica che affianca Via del Tram a Lavenone, ha tolto nottetempo energia elettrica a gran parte dell’abitato di Idro

23/07/2020

Giorgio Montini e Pietro Bonomi

Nella corrispondenza epistolare fra Giorgio Montini ed il figlio Giovan Battista, il futuro papa Paolo VI, anche il riferimento ad una famiglia di Lavenone. Una "chicca" riportata dal nostro Guido Assoni

21/07/2020

Taglio di strada

Esce con la Panda da una strada privata, senza accorgersi dell’arrivo dello scooter. Inevitabile l’urto