04 Giugno 2014, 09.11
Gavardo Valsabbia
Open day

L'ospedale si presenta

di Redazione

Giornata speciale, quella di sabato 7 giugno per il «La Memoria» di Gavardo, che si apre all'incontro fra professionisti e cittadini. Per l'occasione orario visite prolungato e parcheggio gratuito


«Vieni, incontra i professionisti, conosci i servizi» è lo slogan adottato dall'Azienda Ospedaliera di Desenzano del Garda per l'Open Dai all'ospedale di Gavardo.
L'appuntamento è per questo sabato a partire dalle 9.30

«Dopo l’inaugurazione dello scorso dicembre - dichiara il Direttore Generale Marco Votta - abbiamo deciso di aprire per un'intera giornata l'Ospedale di Gavardo dedicando un Open Day all'incontro tra professionisti e cittadini.
L'iniziativa vede programmati momenti informativi con la possibilità di usufruire di alcune prestazioni per monitorare lo stato di salute».

La giornata è suddivisa in percorsi particolari identificati da colori che orientano i cittadini nella scelta delle proposte offerte.
I percorsi sono organizzati in aree tematiche al fine di rispondere in modo adeguato alle esigenze delle persone.

Nello specifico vi saranno spazi dedicati a:
• Area Materno Infantile con il percorso blu
• Area Clinica con il percorso giallo
• Area Urgenza con il percorso rosso
• Area Chirurgica con il percorso arancio
• numerosi Info point all'interno del percorso verde

Durante l'Open Day sarà possibile prenotare visite ed esami, ricevere informazioni ed iscriversi con la Carta Regionale al servizio per la prenotazione e consultazione on-line degli esami da casa.
Per l'occasione gli orari di visita degenti saranno dalle 13 alle 20 ed il parcheggio è gratuito.
Per informazioni 0365.378220 - 030.9145576 – urp@aod.it

Con l'apertura della nuova ala si è provveduto a trasferire i reparti che sono ora ubicati come segue:
- Pronto Soccorso: primo piano
- Cardiologia: secondo piano
- Ostetricia/Ginecologia: terzo piano

Nel mese di marzo è stata riorganizzata anche l’area chirurgica, caratterizzata ora da un’area di Degenza Ordinaria, ubicata al quinto piano, dedicata a Chirurgia ed Ortopedia ed un’area di Chirurgia Polispecialistica a degenza breve al quarto piano (che sarà possibile visitare durante la giornata).

Le prestazioni eseguite in quest’area sono di ambito chirurgico, ortopedico e ginecologico e richiedono ricoveri brevi che vanno da una giornata fino ad un massimo di 5 giorni.
L’avvio di questa nuova Unità Operativa ha comportato un’importante integrazione tra gli specialisti oltre alla formazione specifica del personale.

Fonte: comunicato stampa



Commenti:
ID45204 - 04/06/2014 23:30:28 - (genpep) -

spettacolare, per mettersi in mostra il parcheggio è libero, se stai male e ti fermi qualche minuto in più la multa è assicurata! che paese meschino.

Aggiungi commento:
Vedi anche
11/01/2013 07:02:00

Visite… ad alto voltaggio A causa della sostituzione della cabina elettrica, domenica 13 gennaio, verr modificato l'orario di visita ai parenti per l'ospedale di Gavardo.

19/01/2017 07:14:00

Urgente l'emodinamica a Gavardo A Milano in udienza alla commissione Sanità gli amministratori valsabbini e gardesani: sul tavolo la rete delle strutture sanitarie ed in particolare il reparto di emodinamica atteso a Gavardo

03/09/2016 15:21:00

Se chi alza la voce ha sempre ragione Questo venerdì mi sono recato all’ospedale di Gavardo per una visita. E l’episodio a cui ho assistito mi ha lasciato dell’amaro in bocca

05/12/2018 07:40:00

Che pasticcio Ieri alla Onlus La Memoria il passaggio delle consegne fra vecchio e nuovo Cda. Mentre da Ats attiva una lettera: «Un eventuale commissariamento è semmai di nostra competenza»

19/07/2017 09:25:00

Sanità e ospedale, un confronto col Pd Il tema della riforma sanitaria regionale e le ricadute sul territorio, Ospedale di Gavardo compreso, al centro di un incontro organizzato questo venerdì sera a Gavardo dal Partito Democratico della Valle Sabbia con amministratori, medici e sindacati



Altre da Valsabbia
13/07/2020

Balzo in avanti del mercato immobiliare in Valle Sabbia

Nel 2019 la nostra valle ha visto un incremento di +1,38% rispetto al 2018, ma con un aumento di transazioni di +13,6%, il più alto della provincia

13/07/2020

Guida in stato di ebbrezza, sospese quattro patenti

Per uno dei conducenti è scattata la denuncia penale. I risultati dei controlli serali e notturni della Polizia Locale della Valle Sabbia nel weekend

12/07/2020

Dopo la tempesta, la conta dei danni

Anche in bassa e media Valle Sabbia la furia del nubifragio di ieri pomeriggio è stata devastante. A Serle il vento ha scoperchiato due abitazioni; allagato anche stavolta il sottopasso della 45bis a Prevalle

12/07/2020

«Gli infiniti mondi», una nuova stagione al Teatro Sociale

E' stata presentata ieri – venerdì -al Teatro Sociale la stagione 2020/2021 del CTB di Brescia, che vedrà protagonisti di una proposta di alto livello culturale i maggiori nomi del teatro nazionale

11/07/2020

Nubifragio, i danni di vento e grandine

La violenta tempesta che si è abbattuta nel bresciano oggi pomeriggio ha provocato numerosi danni, alcuni anche in Valle Sabbia

11/07/2020

Lo Spaccadischi sotto l'ombrellone

Ecco gli appuntamenti di questo fine settimana tra Valle Sabbia, Garda e provincia

10/07/2020

Acque&Terre Festival, il cartellone completo

Svelato il programma completo della rassegna estiva di oncerti, spettacoli, incontri tra fiume, colline e lago: 11 appuntamenti fra luglio e agosto in 8 paesi

09/07/2020

Anziani e disabili soli, l'appello: «Permettete ai parenti le visite»

Il gruppo “Connettere Salute” lancia un appello tramite lettera aperta indirizzata ai vertici della Regione Lombardia per chiedere l'immediata revisione della delibera di giunta che tuttora impedisce ai familiari di fare visita agli ospiti delle strutture

09/07/2020

«Ciak in Lombardia», la Regione sul set

L'assessore regionale al Turismo Lara Magoni introduce un bando per selezionare progetti audiovisivi che valorizzino l'immagine della Lombardia che si rialza dopo l'emergenza coronavirus. Iscrizioni aperte dal 15 luglio

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni