Skin ADV
Giovedì 09 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Purple

Purple

by Belvedere



08.04.2020 Gavardo

08.04.2020 Bione Valsabbia

07.04.2020 Agnosine

07.04.2020 Valsabbia Provincia

07.04.2020 Agnosine

09.04.2020 Agnosine

08.04.2020 Valsabbia Provincia

08.04.2020 Idro Valsabbia

07.04.2020 Mura

07.04.2020 Odolo Valsabbia






21 Novembre 2007, 00.00
Gavardo
Gruppo Mali Gavardo

Partito il progetto «Mali 11»

di c.f.
È partito a metà novembre il primo turno dei volontari del Gruppo Mali Gavardo che andranno a costruire un ospedale maternità a Kayes, nel nord-ovest del Mali.
Sarà festeggiato in Mali il ventesimo anniversario di fondazione del Gruppo Mali Gavardo, il sodalizio gavardese che, appunto, da vent’anni costruisce scuole, centri professionali, centri di formazione e ospedali in Africa.
Il regalo di compleanno, però, saranno loro ancora una volta a farlo agli altri. Sarà la costruzione di un nuovo ospedale, il quinto negli ultimi cinque anni, a Kayes, una cittadina al nord-ovest del Mali, capoluogo dell’omonima regione, a pochi chilometri dal confine con il Senegal e a 500 chilometri dalla capitale Bamako.

Questo progetto è denominato «Mali 11»ed è già in corso d’opera, con i primi volontari partiti l’8 novembre, che al loro arrivo hanno già trovato il materiale per la costruzione, spedito anticipatamente dall’Italia con ben dieci container, con l’aggiunta di una nuova ambulanza per il nascente ospedale. L’iniziativa di costruire questo ospedale è partita da Cuore Amico, che finanzia in parte il progetto, con la partecipazione dello Scaip, la Ong dei Piamartini di Brescia, che da sempre collabora con il Gruppo Mali Gavardo. La scelta del progetto è stata fatta di concerto con la Conferenza Episcopale del Mali, che negli ultimi anni, vista la necessità, ha preferito orientarsi su strutture sanitarie piuttosto che su scuole, come erano i primi progetti del gruppo gavardese. Sarà quindi il quinto ospedale costruito in Mali. Quest’anno l’attenzione sarà rivolta alle mamme e ai bambini: sarà infatti un ospedale maternità, con ambulatori di pediatria, ginecologia, sala ecografia e radiologia, sala parto, nido e altri studi medici. Tutto questo sarà contenuto nel fabbricato principale di 730 mq. Saranno aggiunti, inoltre, altri tre fabbricati minori: uno, di 370 mq, ospiterà la farmaci e il laboratorio analisi. Gli altri due, di 210 mq ciascuno, conterranno uno la segreteria, la direzione, il magazzino e sale tecniche, e l’altro la cucina, un refettorio/sala riunioni e la lavanderia. Le quattro costruzioni saranno collegate tra loro con ampi porticati e cortili. Mentre si sta costruendo questo ospedale, si sta avviando l’attività del Day-Hospital con Centro Dialisi e poliambulatori dell’ospedale costruito l’anno scorso a Bamako (nelle foto), la capitale del Mali.
Insieme ai volontari sono partiti, infatti, anche alcuni medici, infermieri e personale tecnico degli Spedali Civili di Brescia e dell’Ospedale di Manerbio per avviare il Centro Dialisi, il laboratorio analisi e lo studio oculistico. Gli Spedali di Brescia hanno contribuito anche con la fornitura di attrezzature per i laboratori e con la formazione del personale del Mali. Nei mesi scorsi tre suore, una medico e le altre due infermiere, hanno svolto uno stage presso il reparto dialisi dell’ospedale. È intenzione del Gruppo Mali Gavardo mettere in rete questi cinque ospedali, sia per la cura che per la formazione del personale.

I volontari che prendono parte a questa esperienza (la diciassettesima del Gruppo Mali Gavardo), coordinati come sempre da Gabriele Avanzi di Gavardo, sono più di 90, la maggior parte provenienti dai paesi della provincia di Brescia, ma alcuni anche da fuori. Tra i valsabbini vi sono persone di Gavardo, Vallio Terme, Villanuova, Vobarno, Bione, Barghe, Provaglio Val Sabbia, Paitone e Serle. Sono suddivisi in tre turni: due di cinque settimane e uno di tre. Quelli del primo sono già partiti, come detto, l’8 novembre e torneranno il 20 dicembre; quelli del secondo resteranno in Mali dal 20 dicembre al 10 gennaio, mentre quelli del terzo partiranno il 28 dicembre e torneranno il 2 febbraio.
La maggior parte dei volontari sono pensionati, ma molti sono anche giovani e gente che lavora: questi ultimi copriranno il turno a cavallo tra le festività di fine anno. Questi volontari saranno seguiti da Nicola Bonvicini di Gavardo, che è il responsabile del progetto «Mali 11». Tra essi vi sono esperti muratori e carpentieri, idraulici, elettricisti, imbianchini, ma anche gente che nella vita fa tutt’altro; non mancano le donne, cui spettano i lavori di cucina e di assistenza: a loro è affidato anche il compito di portare l’acqua al cantiere ogni due ore, per rinfrescare i lavoratori dalla calura africana. I volontari italiani saranno aiutati dalla popolazione locale che in pari numero, se non di più, collaboreranno alla costruzione dei fabbricati: una modalità di cooperazione da sempre adottata dal Gruppo Mali Gavardo.

Non mancherà l’assistenza spirituale da parte di nostri sacerdoti: a turno raggiungeranno il Mali anche don Giovanni Zini, parroco di Vallio Terme, don Gabriele Banderini, parroco di Collio di Vobarno e Degagna, don Angelo Nolli, parroco di Sasso di Gargnano, e don Carlo Tartari, gavardese di origine, attualmente curato a Leno. Nell’arco di tre mesi il complesso sarà costruito: è già stato fissato il giorno dell’inaugurazione, il 31 gennaio 2008, giorno di San Giovanni Bosco.

Si resta sbalorditi quando si sente che in così poco tempo viene costruito un intero reparto ospedaliero, ma l’esperienza ventennale del Gruppo Mali Gavardo ci ha abituato a questi “miracoli”. E, ne siamo certi, altri ne riserverà per il futuro. Anche questa è una forma, forse meno letteraria e idealizzata, ma molto più concreta, del cosiddetto “mal d’Africa”.
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/12/2007 00:00:00
Le prime foto dei volontari all'opera Ci sono giunte in redazione le prime foto dei volontari del Gruppo Mali Gavardo impegnati in Mali, più precisamente a Kayes, nel nord-ovest del paese, nella costruzione di un ospedale maternità.

24/01/2008 00:00:00
Si avvicina la conclusione dei lavori È iniziata l’ultima settimana di lavoro dei volontari del Gruppo Mali-Gavardo per la costruzione dell’ospedale maternità a Kayes, nel nord ovest del Mali, in vista dell’inaugurazione prevista per il 31 gennaio.

06/01/2008 00:00:00
Gli auguri buon anno dall'Africa Ci giungono gli auguri di buon anno dai volontari del Gruppo Mali Gavardo impegnati nella costruzione di un ospedale maternità a Kayes, una cittadina nel nord ovest del paese africano.

11/05/2015 11:00:00
Mali-Gavardo, il nuovo villaggio a Ségou entro fine anno A causa del pericolo ebola, alla fine dello scorso anno i volontari del Gruppo Mali-Gavardo non poterono partire. È partito solo un gruppo ridotto fra gennaio e febbraio di quest’anno per proseguire i lavori con l’intenzione di terminarli entro il 2015

12/03/2017 08:00:00
Completato il villaggio «Don Mario Pasini» Ultima missione a inizio anno del gruppo Mali-Gavardo per verificare gli impianti e completare gli ultimi lavori del villaggio che comprende un ospedale, un orfanotrofio e delle scuole a Segou, nel sud del Mali




Altre da Gavardo
08/04/2020

Aperitivo condominiale

Pesanti sanzioni e una denuncia all’Autorità giudiziaria per 6 persone trovate dai Carabinieri di Gavardo a fare un aperitivo nel cortile del proprio condominio

07/04/2020

Pizze «solidali» per l'Ospedale di Gavardo

Sono quelle donate ieri sera dalla pizzeria “Pizza City” di Prevalle all'Ospedale di Gavardo in segno di vicinanza e di solidarietà concreta nell'emergenza

05/04/2020

Il paese immaginario

Guardo fuori dalla finestra. Strade vuote. Silenzio irreale. Passa un uomo con due cani al guinzaglio. Sfreccia un ragazzo in motorino, porta il pane...

03/04/2020

Quattro ventilatori all'ospedale di Gavardo

Sono quelli messi a disposizione dalla Cassa Rurale nel contesto delle iniziativa messe in campo per la situazione di emergenza. In arrivo per chi ne ha bisogno anche 5 mila mascherine


 

03/04/2020

Attivati i buoni alimentari

L’amministrazione comunale di Gavardo ha predisposto la modalità per accedere al buono settimanale per la spesa per le famiglie in difficoltà. Attivata anche una raccolta fondi

03/04/2020

Alyssa e la maggiore età

Tantissimi auguri ad Alyssa di Gavardo che proprio oggi, venerdì 3 aprile, festeggia i 18 anni

01/04/2020

L'Ato chiede di sospendere il Tavolo di lavoro

La richiesta è stata indirizzata al Ministero dell’Ambiente dal presidente dell’Ato di Brescia Aldo Boifava, sulla scia delle proteste dei sindaci del Chiese, impegnati a 360 gradi nella gestione dell’emergenza sanitaria

01/04/2020

Nuova data per la Fiera di Gavardo

A causa del protrarsi dell’emergenza coronavirus, la manifestazione fieristica gavardese e valsabbina sarà spostata a settembre

01/04/2020

Contingente interforze in aiuto agli ospedali di Asst Garda

Medici e personale sanitario militare operano da questo martedì nelle strutture ospedaliere di Desenzano, Lonato, Gavardo, Leno e Manerbio

01/04/2020

Maggioranza di Gavardo: «Polemica assurda e strumentale»

Dal gruppo consigliare “Insieme per Gavardo”, a stretto giro, giunge la risposta al comunicato della minoranza sottoforma di lettera ai gavardesi. La pubblichiamo

Eventi

<<Aprile 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia