Skin ADV
Mercoledì 21 Agosto 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




20.08.2019 Roè Volciano

20.08.2019 Valtenesi

20.08.2019 Storo

19.08.2019 Valsabbia

21.08.2019 Anfo

21.08.2019 Vobarno

19.08.2019 Val del Chiese

19.08.2019 Vobarno

20.08.2019 Lavenone

20.08.2019 Mura






28 Novembre 2015, 14.30
Valsabbia Provincia
Compleanni

I 90 anni di Aldo Giacomini

di Redazione
Sarà festeggiato questa domenica, con l’inaugurazione di un nuovo cartello del sentiero intitolato alla Brigata delle Fiamme Verdi "X Giornate", il compleanno del partigiano che ha ideato e realizzato i sentieri della Resistenza bresciana


Per festeggiare il compleanno di Aldo Giacomini, questa domenica 29 novembre alle ore 11, il partigiano i suoi familiari e gli amici si ritroveranno vicino al ristorante Grillo in Maddalena, per inaugurare il nuovo cartello del sentiero della Resistenza bresciana 14, intitolato alla Brigata delle Fiamme Verdi "X Giornate".
 
Lunedì 30 dalle 18, all’interno della trasmissione “Teletutto Racconta”, saranno fatti gli auguri ad Aldo Giacomini e messo in onda il video in cui parla dei sentieri della Resistenza e della guida Sui monti ventosi.

Riportiamo un ritratto di Aldo Giacomini tracciato da Pier Luigi Fanetti

Conosco il novantenne “rebélo” da quando, con Carlo Branchi ed altri sonicesi, si progettò il sentiero in Val Malga, intitolato al partigiano  Francesco Troletti,  che è il penultimo degli itinerari escursionistici della Resistenza bresciana realizzati dal gruppo coordinato per ventidue anni da Aldo Giacomini ed illustrati nell’edizione 2004 della guida “Sui monti ventosi”.
Nato il 29 novembre 1925 a Campione del Garda, dove il padre socialista si era trasferito da Belprato con la famiglia per mettersi al riparo dalle ritorsioni dei fascisti sabbini, il diciottenne Aldo si ribellò ai nazifascisti disertando e, spinto da un giovanile desiderio di libertà, si nascose con due amici sui monti di Provaglio Valsabbia per tirar sassi e qualche fucilata, patendo fame e freddo, durante l’inverno del 1943.
Ricevuto il consiglio di allontanarsi dalla zona dove si era fatto troppo notare, nella primavera del 1944 scese nelle vicinanze della città e, con  falsi documenti di lavoratore dell’organizzazione tedesca Todt, entrò a far parte del Gruppo mobile della Brigata Fiamme Verdi “X Giornate” la cui attività consisteva principalmente in attentati, sabotaggi e quelle che lui chiama beffe ai nemici: recuperi di armi e munizioni, mezzi di trasporto, vestiario e viveri; una sorta di guerriglia che aveva lo scopo di sfiancare con azioni di disturbo i nazifascisti. Dopo la liberazione della città, il 9 maggio 1945 consegnò le armi. A distanza di due anni e mezzo giunse il riconoscimento della qualifica di partigiano combattente relativamente al periodo 1 marzo 1944 – 25 aprile 1945.
Di spirito arguto e vivace gli è rimasto ancora lo sguardo ironico di un tempo, sa guardare con disincantata lucidità al mondo di oggi e ama ancora raccontare con memoria precisa fatti ed episodi della sua esperienza partigiana in occasione di incontri con studenti e di commemorazioni.
Aveva ereditato dal padre alpino – sciatore, combattente della grande guerra prima e poi comandante partigiano, la passione per la montagna e lo sci che trasmise ai giovani curando negli anni ’60 e ’70 la loro formazione sportiva.
Negli anni 70, vedendo sui monti cippi e croci di partigiani caduti, gli venne l’idea di realizzare itinerari dove avevano operato le brigate partigiane al fine di trasmettere i valori di chi «fece il monello in un gioco di morte per un ghiribizzo di libertà» come scrisse Emilio Arduino nel 1946 in “Brigata Perlasca”.
Con amici del Cai e di altri gruppi escursionistici ha costituito il Gruppo operativo volontario dei sentieri della Resistenza bresciana che, dal 1982 al 2004, ha tracciato circa 500 chilometri di percorsi fra montagne e pianura; si trattava del progetto di un Museo nazionale storico all'aperto che fu presentato al presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel dicembre 2004 e al Consiglio d'Europa nel giugno 2005.
L’idea di far incontrare memoria storica, osservazioni naturalistiche e geologiche, tradizioni locali, passione per l’escursionismo risultava innovativa e tale da poter costituire anche un  apporto economico per paesi di montagna interessati.
Sciolto il gruppo, dal 2006 la manutenzione dei sentieri della Resistenza è diventata più problematica e difficoltosa, fatta parzialmente grazie alla buona volontà di singoli, gruppi e, talvolta, di amministrazioni pubbliche; ciò sconforta il partigiano che ancora il 25 aprile scorso è tornato in Maddalena, sul sentiero intitolato alla sua brigata, per ricordare, a vecchi e giovani, che «la libertà è costata cara molto, tenetela da conto».
Buon compleanno, resistente Aldo!

(pubblicato in Graffiti, novembre 2015)
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID62827 - 28/11/2015 22:52:39 (Iva) complimenti e auguri
Forza Aldo avanti cosi' vorrei dire per sempre,porta avanti le tue idee sempre anche per quelli che non ci sono piu'.Augurissimi per il tuo compleanno ed ancora cento di questi anni Iva Benetelli



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/09/2016 17:54:00
Fra il Tovere e la Corna di Savallo Prosegue il lavoro dei volontari sui sentieri della Resistenza, qualli descritti sul volume "Sui monti ventosi" curato da Aldo Giacomini. Questa volta è toccata al numero 5 "Caduti per la libertà di Mura, Nasego, Stecle di Noffo"

30/06/2016 07:00:00
Tornano i segni sul sentiero di Emi e Fabio Volontari al lavoro sui sentieri della Resistenza, quelli raccolti nel volume “Sui monti ventosi” curato da Aldo Giacomini. Questa volta a Pertica Alta


01/01/2018 06:27:00
Aldo Giacomini, oltre i monti ventosi I funerali del partigiano valsabbino saranno celebrati a Brescia nella Chiesa Parrocchiale di S. Barnaba questo mercoledì 3 gennaio alle ore 13.45. La salma riposa all'obitorio del Civile di Brescia


12/09/2017 16:24:00
I sentieri della Resistenza Questa domenica a Forno d’Ono un interessante incontro sui sentieri della Resistenza in Valle Sabbia, la presentazione dei lavori di riqualificazione, con la partecipazione del partigiano Aldo Giacomini

12/05/2016 06:27:00
Ecco il numero 10, attorno a Treviso Bresciano Si chiama "Sentiero della Libertà e dei Caduti trevigiani", è lungo 36 chilometri e per percorrerlo tutto ci vogliono 12 ore




Altre da Provincia
16/08/2019

«L'intesa è solo per poter sfruttare la risorsa idrica»

Così il Consigliere provinciale trentino Alex Marini (5Stelle), nel fare il punto ferragostiano sullo sfruttamento idrico del Chiese e del lago d'Idro, per come è visto in sede Pat e al Pirellone
(1)

09/08/2019

Aib e Ufficio delle Dogane di Brescia, rinnovato il protocollo d'intesa

Si amplia la gamma delle iniziative a favore delle aziende associate ad AIB. Gli obiettivi dell’accordo sono quelli di facilitare concretamente l’accesso ai servizi e la diffusione delle conoscenze in materia doganale e di accise, allo scopo di migliorare la competitività del tessuto industriale bresciano

09/08/2019

Lo Spaccadischi... sotto l'ombrellone

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana agostano in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia



07/08/2019

In arrivo i «dissuasori»

Entro la prossima primavera le Coste di Sant’Eusebio verranno dotate di dispositivi di limitazione della velocità, per contrastare il grave fenomeno delle corse di veicoli
(3)

05/08/2019

Dopo l'estate, arrivano i CorsiSmart

Da Industria 4.0 all’informatizzazione dei processi, dalle newsletter a Pinterest e Instagram, passando per Amazon, Alibaba e il B2. Un nuovo servizio per le aziende della Valle Sabbia

05/08/2019

Contributi ai Vigili del fuoco volontari

In arrivo dalla Lombardia oltre 284 mila euro ai volontari bresciani, distribuiti a 17 distaccamenti sul territorio, in particolare nelle zone di montagna. Lo fa sapere il consigliere regionale valsabbino della Lega Floriano Massardi (1)

05/08/2019

Abbiamo bisogno di politiche costruttive, non distruttive

Si è concluso il viaggio nella realtà dei numeri di Cisl e Anolf che «smonta i luoghi comuni e le tante bugie che vengono usate per fare degli immigrati il problema dei problemi»

02/08/2019

Addio a padre Giulio Cittadini

Partigiano e sacerdote della Congregazione dei Padri della Pace di Brescia, fu vicino a figure straordinarie dell’antifascismo. Il ricordo delle Fiamme Verdi


02/08/2019

Lo Spaccadischi... sotto l'ombrellone

Un ricchissimo fine settimana quello che ci attende in Valle Sabbia, sul Garda, in città e in provincia. Ecco i principali eventi in programma

02/08/2019

Capitan Sfracassa resto del Mondo 0 a 4.

Finisce con un’altra cocente sconfitta e sconfessione della linea dura del Ministro degli Interni anche la vicenda della Motonave della Guardia costiera Gregoretti, che finalmente ha avuto l’autorizzazione a sbarcare migranti ancora a bordo soccorsi in mare (27)

Eventi

<<Agosto 2019>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia