03 Settembre 2016, 14.26
Blog - Lo Stellante

La seconda nekyia

di Nicola Zanoni

Noi abitiamo la verità, come abitiamo la parola. La verità è il luogo dell’accadere mortale, ma non l’accadere stesso, così come il campo di battaglia è lo scenario della battaglia, non già le armi, ed il cozzo, ed il sangue...


E tuttavia una guerra non può aver luogo, senza scenario, né cielo, né terra.
Ancora: la verità è sì ospizio e ristoro – ma anche ospite, ristoratore. Come una fonte, per la quale è indistinguibile l’acqua dal suo stesso sgorgare. E tuttavia – e una volta di più – non v’è ospite senza ospitato (sì che ‘ospite’ ha per noi un doppio valore) né acqua sgorgante senza ricettacolo nell’occhio, o nel calice.
 
Così noi. Il nostro stare nella verità è un essere invasi da essa, facendo di noi stessi il luogo ove la verità medesima si manifesta come – luogo…
Quel che accade ad Odisseo – che egli cioè evochi i Morti – non è affatto diverso da quel che accade ai Morti – che essi cioè evochino Odisseo… Evocare la verità significa essere dalla Verità evocati.
Sicché il gioco si fa gioco crudele. Sicché la vittima si fa carnefice e il carnefice vittima. Sicché l’occhio del sacrificato sacrifica il sacrificatore. E nondimeno un sacrificio ha da esser compiuto.

Tale necessità – perché di necessità si tratta – impone da un lato la verità e, dall’altro, dalla verità è posta.
La verità è tracotante – la verità si dà nascondendosi – Veritas abscondita… Cosicché quella stessa verità che da noi è abitata e che ci abita imponendosi come orizzonte è pure, e sempre, un altrove – l’Altrove.
Eppure, l’altrove è ovunque – giacché tutto, per essere, ha da essere vero – e, se davvero noi dimoriamo nella verità, la verità stessa è l’Ovunque – e perciò, l’Altrove è l’Ovunque. Non v’è nulla senza Verità, ma la Verità non è nulla.
 
Poiché la Verità costringe a dire se stessa illusione. Approdare nella Verità è illusione, attendere i Morti è illusione, parlare coi Morti è illusione, vedere approdare, ed attendere e parlare e vedersi vedere è illusione. Ma anche, che tutto è illusione – è illusione… Sicché l’unica cosa che non sia illusione – è l’Illusione.
E così, e daccapo, tutto è Verità.
 
L’Illusione è bellezza. La bellezza è il falso. Il falso è il riflesso di quell’ovunque che è la verità, che in se stessa si mira. Il falso è lo specchio del vero, in cui la verità si vede bella.
Ma la verità è l’orrore. E quello specchio, che è un occhio, è l’esser mortale.
 
E la verità stessa è mortale – sia che la si voglia soggetta alla morte, per quanto di umano v’è in lei – sia che la si voglia assassina, per quanto di inumano. Ma, che essa uccida o sia uccisa, tutto ciò è destino che accada, secondo sua rigida Legge, che – è Verità…
 


Commenti:
ID68034 - 03/09/2016 16:39:28 - (Leretico) - La verità è in noi

"Il nostro stare nella verità è essere invasi da essa". Questa frase mi piace molto, perché dice che la verità non è da cercare, è già in noi, il nostro stare è esserne invasi, malgrado noi insomma. L'esser mortali, che ci fa orrore, è uno specchio che riflette noi, proprio noi, la nostra vita come morte. La verità vede il nostro credere, il nostro orrore, il nostro pensare di poter cambiare le cose, giusto capendo ciò che accade oltre quello specchio. Ma non c'è un oltre e nulla può essere diverso da come è. Complimenti Nicola mi mancavano i tuoi pensieri.

ID68041 - 03/09/2016 17:45:39 - (Dru) -

Sarebbe poi un modo di riflettere sulla prima navigazione. Determinatio est negatio. Per determinare cosa sia un bicchiere, ad esempio io non potrò farlo che con altro. È di carta, contiene acqua, è ecc... Tutte cose che non sono il bicchiere.

Aggiungi commento:
Vedi anche
27/09/2015 10:44

Che cos'è l'uomo? Su 'True Detective' o 'Schopenhauer come sceneggiatore'

23/04/2016 15:29

Il voodoo di Pitagora Tra le tante domande di varia natura che affliggono la filosofia, una su tutte è degna di particolare interesse – e cioè questa: che cos'è la filosofia?

18/10/2015 16:46

Elogio del falso In un racconto del 1985 lo scrittore svizzero Frederich Durrenmatt immagina che il Minotauro - cui, lo ricordiamo, è 'dedicato' questo spazio - sia rinchiuso in un labirinto ancor più crudele di quello del mito. E, si creda, essere più crudeli dei Greci non è impresa dappoco

30/07/2015 15:06

Discorso sul metodo Il pensiero è un gioco. Un gioco che da soli si gioca. Un gioco in cui, data una mossa, un'altra ne è necessaria a precedere o seguire – e ciò che si persegue solo ingannevolmente è un risultato, ma una trama

13/07/2015 07:19

Tra grecità e cristianesimo, vampe e fuochi fatui Uomo minato è il greco – uomo a metà. Scandaglio del dio nel suo esser dal dio scandagliato. Poiché il divino in terra di Grecia è tremendo e orrorifico, nascosto com'è dietro un'aurea maschera di metafisica serenità



Altre da Terza Pagina
11/08/2020

«Una musica un film»

Questo mercoledì, 12 agosto, nella bella cornice di Tignale si terrà il concerto dell'Infonote Ensemble, con la voce di Elisabetta Cois per l'ottava edizione di “Suoni e Sapori del Garda”

11/08/2020

Gianni e Simona

Gianni era un signore di 70 anni, una vita trascorsa nel suo laboratorio di falegnameria creando mobili e giochi...

08/08/2020

La grande musica torna in scena con «Suoni e Sapori del Garda»

La rassegna musicale, quest'anno alla sua ottava edizione, avrà inizio mercoledì 12 agosto e animerà l'estate e l'autunno del Garda con concerti imperdibili

08/08/2020

La sorgente

Angelo non aveva smesso di pensare alla Valle dei Cuel e, soprattutto, non riusciva a smettere di ricordare l’attimo in cui il capriolo era sbucato dal bosco distraendo il suo sguardo dal ruscello...

07/08/2020

Un omaggio alle Pertiche

Sarà inaugurata nel pomeriggio di questo sabato 8 agosto a Livemmo di Pertica Alta la mostra "Alla scoperta delle Pertiche" con gli scatti realizzati dai soci del Cinefotoclub di Brescia

06/08/2020

I miti di Baruelli in mostra a Villanuova

Le opere dell’artista prevallese Roberto Baruelli, che ridanno vita a materiali di scarto utilizzati nella rappresentazione di grandi miti dell’arte e della musica, sono esposte in questi giorni nella galleria interna del Centro commerciale Italmark

06/08/2020

Luca Flocchini presenta la sua autobiografia

Questo venerdì, 7 agosto, a Prevalle per la rassegna “Degustazione con l'autore” l'odolese Luca Flocchini presenta “Eh già... sono ancora qua”. Protagonisti, come di consueto, anche i prodotti locali del paese

04/08/2020

Franco Arminio a Livemmo per «Oro in bocca»

Questa domenica, 9 agosto, una breve camminata dalla frazione di Pertica Alta fino al Prato delle Casine, ove si terrà l'incontro mattutino con il poeta e “paesologo”

04/08/2020

Il dono di Nina

L’ombra si allunga mescolandosi e nascondendosi con quella degli alberi. Lunga fila silenziosa guardiana del correre dell’uomo...

03/08/2020

Il ricordo di don Ezio Marinconz, ora in dvd

Recentemente “Capelli Videotecnica” di Condino ha realizzato un Dvd in ricordo di Don Ezio Marinconz