29 Settembre 2016, 13.49
Vobarno
Aree protette

Con le armi nella riserva, sequestro e denuncia

di Redazione

Incappati nei controlli della Forestale, sono stati sequestrati i fucili che due cacciatori portavano con sé mentre transitavano nella riserva naturale “Valle del Prato della Noce”


Il Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Vobarno nei giorni scorsi, con il supporto di volontari Legambiente, ha effettuato un servizio di vigilanza della Riserva Naturale Regionale “Valle del Prato della Noce” sita nel Comune di Vobarno, mirato al controllo del transito di veicoli motorizzati all’interno dell’area protetta.

La delibera del Consiglio Regionale che ha istituito la Riserva nel 2011, infatti, consente il transito dei veicoli a motore solo se in possesso di apposita autorizzazione rilasciata dall’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e le Foreste.

A seguito dei controlli compiuti durante la giornata, sono state applicate varie sanzioni amministrative ai conducenti di veicoli sorpresi a transitare in Riserva con mezzi motorizzati senza autorizzazione.

Fra i veicoli fermati, inoltre, ne veniva controllato uno con due persone a bordo, di ritorno da una battuta di caccia, con due fucili riposti nel fodero e custoditi nel bagagliaio. Si trattava di M.C. e M.D., rispettivamente di 58 e 49 anni, residenti nei Comuni di Vobarno e Prevalle, ai quali le armi e le munizioni venivano sequestrate, nonostante fosse possibile che essi avessero praticato l’attività venatoria al di fuori del territorio della Riserva.

Infatti la legge-quadro sulle aree protette (legge 394/1991) punisce a scopo preventivo chiunque introduca armi, esplosivi e qualsiasi mezzo distruttivo o di cattura all’interno delle aree protette senza autorizzazione dell’Ente Gestore, a prescindere dal fatto che queste vengano effettivamente utilizzate per danneggiare il patrimonio naturalistico tutelato, pertanto anche il solo transito in area protetta con armi al seguito è penalmente sanzionato.

I due cacciatori sono dunque stati deferiti all’A.G. per il reato di introduzione di armi in area naturale protetta in assenza di autorizzazione.

Il Corpo Forestale dello Stato, storicamente deputato alla vigilanza e tutela delle aree naturali protette, ritiene importante che venga data diffusione all’informazione per far comprendere agli interessati che è necessario tenersi informati sui comportamenti vietati all’interno di dette aree, all’interno delle quali bisogna trovare il giusto equilibrio tra attività antropiche e necessità di tutela della natura.
                                          


Commenti:
ID68513 - 29/09/2016 21:07:33 - (Tc) - ...

cacciatori o bracconieri...???!!

ID68514 - 29/09/2016 23:11:41 - (bado68) - ???

Ma scusa tanto,se loro stavano transitando di li vuol dire che c'è una strada,e se quei due cacciatori avevano davvero cacciato in zona dove si poteva e al rientro o all'andata devono passare di li con la macchina cosa devono fare???Premesso che io non sono un cacciatore,ma a mè questa sembra una ca....a!Poi se effetivamente stavano cacciando in riserva ben gli sta!

ID68515 - 29/09/2016 23:14:03 - (bado68) - poi

Poi,io non ho mai capito il fatto che c'è il divieto a passare con i mezzi motorizzati,PERO'SE SI PAGA IL PERMESSO SI PUO' PASSARE......

ID68516 - 30/09/2016 00:18:27 - (Tc) - ...bado68

se dei cacciatori bravi ed esperti e sicuramente informati,come dovrebbero per legge,si fanno beccare in questo modo in una riserva,continuo a pensare che tanto cacciatori non siano...viene più in mente la parola bracconiere...non sembra ,ma il confine e' molto sottile a volte tra le 2 categorie...al Prato della Noce,c'è un unica strada che porta su,e parte dalla Degagna di Vobarno e ci si va solo con un 4x4 e li sul discorso permessi e' ancora tutto un dire,in effetti non l'ho mai capita a parte il pastore del Prato della Noce,e a qualche proprietario di fondi,gli altri come possano salire essendo poi la zona tutta interdetta alla caccia,quindi che ci vanno a fare se non a bracconare...

ID68517 - 30/09/2016 07:09:47 - (hunter) -

non è la prima volta che si fanno beccare questi due. Ben gli sta. comunque il permesso non lo rilasciano facilmente, all'interno del parco ci sono zone addirittura interdette al transito a piedi

Aggiungi commento:
Vedi anche
24/10/2014 09:41:00

Castagnata nella riserva naturale Anche quest’anno in occasione dell’autunno, la Riserva Naturale Sorgente Funtanì di Vobarno propone per domenica una giornata dedicata alle castagne e ai frutti della stagione

17/07/2014 15:57:00

Bat night La Riserva Naturale Sorgente Funtanì in collaborazione con l’associazione FaunaViva, propone per sabato 19 luglio un evento didattico-divulgativo dedicato ai pipistrelli e per chi volesse una notte in tenda nella riserva

05/07/2016 10:34:00

Anche in tenda alla riserva naturale Una giornata da trascorrere presso la riserva naturale Sorgente Funtanì a Vobarno quella in programma sabato, con passeggiate, giochi e laboratori dedicati alla flora e fauna e con la possibilità di trascorrere la notte in tenda

09/04/2014 14:32:00

Nuova stagione alla Riserva Funtanì Il Centro didattico della riserva naturale Sorgente Funtanì a Degagna di Vobarno sarà aperto al pubblico con iniziative rivolte ai bambini e ai ragazzi

30/08/2015 09:59:00

Col «sep» a caccia di balia nera Un trentenne di Pertica Alta è finito nella rete del controlli degli agenti della Forestale di Vestone mentre con le micidiali mini tagliole era a caccia di specie protette



Altre da Vobarno
29/06/2020

Anna e Mario, insieme da 57 anni

Felicitazioni per Anna e Mario, di Vobarno, che in questi giorni hanno festeggiato il loro 57 anno di matrimonio

28/06/2020

Lettera indiscreta al legislatore

In questi giorni abbiamo toccato il punto più basso della nostra giustizia: un sistema clientelare per le nomine delle cariche più importanti dello Stato

26/06/2020

Scuola dell'infanzia San Giorgio di Vobarno: «per una pedagogia della vicinanza»

Anche la scuola materna vobarnese nel periodo di emergenza sanitaria ha adottato la didattica a distanza, cercando di creare una rete con i bambini e le loro famiglie

25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia

24/06/2020

Estate in Riserva

È la proposta estiva del Comune di Vobarno per i bambini dai 6 agli 11 anni: quattro settimane alla Riserva Naturale Sorgente Funtanì

18/06/2020

Fondi per la prevenzione incendi

Sono quelli che riceverà l’Istituto d’istruzione superiore “Perlasca” per riqualificare il sistema antincendio delle due sedi di Idro e Vobarno

17/06/2020

Riapre lo sportello My City Point

Da questo giovedì 18 giugno torna a disposizione dei cittadini di Vobarno lo sportello di assistenza per i servizi comunali

12/06/2020

Rischio idrogeologico, fondi per frane e smottamenti

Anche alcuni Comuni valsabbini sono fra i destinatari di fondi regionali per la messa in sicurezza del reticolo idrico minore e ripristino di dissesti potenzialmente pericolosi

11/06/2020

La Pompegnino Mountain Running diventa «Virtual Soft»

Nel fine settimana nel quale era programmata la manifestazione, la Libertas Vallesabbia propone a tutti i runner appassionati di corsa in montagna una sfida virtuale

10/06/2020

LAFRE, vent'anni a lavorar lamiere

Un traguardo, quello della famiglia Freddi, da festeggiare progettando il raddoppio del capannone, quello che apre su via Penella a Vobarno