22 Febbraio 2017, 15.45
Idro Barghe
Ambiente

Il Progetto rospi si allarga

di Fabio Borghese

È iniziata lo scorso fine settimana, a cura delle Gev della Valle Sabbia, la posa di reti a protezione degli anfibi sul lago d’Idro, un progetto che sarà esteso anche a Barghe lungo un tratto della strada provinciale


Si avvicina la primavera, la stagione del risveglio della natura, ed è già tempo di occuparsi della conservazione dei rospi del lago d’Idro.
Lo scorso fine settimana, per iniziativa delle Gev della Comunità montana di Valle Sabbia, sono state posizionate delle reti a protezione delle strade per impedire ai rospi di attraversarle rischiando di finire sotto le ruote degli automezzi, rischiando anche di provocare incidenti, in modo da canalizzare gli anfibi che discendono dalla montagna per raggiungere il lago per la stagione riproduttiva, verso gli appositi cunicoli appositamente costruiti negli anni passati, nella zona fra Crone e Vesta, a Idro.

Quest’anno a dare manforte alle Gev sono stati coinvolti anche alcuni richiedenti asilo ospiti del residence di Anfo, attraverso la cooperativa “Un sorriso per tutti”. Hanno dato disponibilità al progetto anche gli alpini di Idro, che saranno presto coinvolti nell’iniziativa ecologica.

Ma quest’anno il progetto ha trovato l’apprezzamento anche del settore Strade della Provincia che lo estenderà anche in un altro punto davvero molto critico.
Il consigliere delegato Antonio Bazzani ha infatti accolto la proposta avanzata dai volontari e avallato l'acquisto, nell'ambito di un bando per la sistemazione della provinciale 237, dei materiali per la realizzazione di una barriera salva anfibi. I tempi dell'appalto delle opere potrebbero non consentire l'attuazione dell'intervento di mitigazione in tempo per l'inizio della vicinissima stagione riproduttiva, ma i circa 300 metri di barriera destinati a essere collocati sul territorio di Barghe, parallelamente alla provinciale e in coincidenza di un sottopasso già esistente che permetterebbe di canalizzare gli animali verso il Chiese, potranno salvare moltissimi esemplari.

Nel tratto d'asfalto tra Nozza e Ponte Re, infatti, nelle notti umide si registra una autentica strage di rospi, e senza un intervento di mitigazione (una legge regionale chiede espressamente alle amministrazioni locali di tutelare la microfauna riducendo i fattori di rischio) la popolazione locale sarebbe destinata a una probabile estinzione per effetto del traffico.

Un'altra bella novità ambientale per la Valsabbia insomma, e un’occasione per mobilitare anche l'interesse della gente di Barghe: i volontari del Progetto rospi hanno chiesto l'aiuto del sindaco affinché solleciti i generosi della cittadina, alpini e protezione civile, perché diano il loro contributo nella prossima posa della barriera.

Di sicuro ci sarà a breve termine un coinvolgimento della scuola primaria di Barghe: gli attivisti della campagna organizzeranno un intervento didattico in aula parlando della tutela degli anfibi e dell'operazione finanziata dalla Provincia, e cercando di coinvolgere bambini e genitori in una serata sul campo per censire e salvare questi preziosi animali.

Analogamente a quanto succede ormai da 10 anni dentro e fuori la scuola primaria di Idro, con la quale questa collaborazione virtuosa, che ha portato anche alla nascita di un gruppo di giovanissimi impegnati in un fantastico salvataggio estivo dei micro rospi al termine della metamorfosi, è stata appena rinnovata.

Il Progetto rospi ha sempre bisogno di volontari, e chi vuole farsi avanti può approfittare dell'indirizzo e-mail creato dalle guardie ecologiche bufobufoidro@gmail.com o del recapito WhatsApp 348 2768078. Per saperne di più ci si potrà anche ritrovare il 4 marzo alle 12 a Idro, nella pizzeria Cinzia. Dopo pranzo è prevista una escursione guidata sul sito di salvataggio per spiegare le modalità dello stesso.



Aggiungi commento:
Vedi anche
12/03/2018 07:29:00

Una strada giusta per i rospi Dopo Idro anche Barghe è entrato in azione per salvaguardare la migrazione dei rospi. Presto toccherà al laghetto di Bongi. Un progetto al quale hanno partecipato amministratori e volontari

22/03/2018 10:45:00

Come stanno i rospi di Idro? Nella serata di domani, venerdì 23 marzo, presso il Museo Civico di Scienze Naturali di Brescia si farà il punto della situazione sullo stato del “Progetto Rospi” a Idro dopo 23 anni di attività

04/03/2013 07:29:00

Riparte il progetto rospi Al via ledizione 2013 della campagna di tutela lungo la comunale tra Crone e Vesta. Guardie ecologiche, volontari, alpini e scuole, in campo per l'operazione anfibi che diventata pure un racconto

16/02/2018 08:00:00

L'operazione Bufo Bufo si allarga Triplica l’originario progetto di salvaguardia degli anfibi messo in atto a Idro. Due gli interventi previsti prossimamente, uno a Barghe, in località Ponte Re, e uno – ancora in forse - presso il lago di Bongi a Mura

07/03/2012 08:58:00

Bufo Bufo, in campo anche gli Alpini Sempre pi partecipato il progetto di salvaguardia dei rospi, che ogni anno muoiono a migliaia attraversando la strada per tuffarsi nel lago d'Idro.



Altre da Idro
06/07/2020

Una federazione per la tutela del Chiese e del lago d'Idro

Le 17 associazione del “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro” hanno dato vita a una federazione per meglio incidere sulle questioni ambientali del territorio: priorità il no al maxi depuratore a Gavardo e Montichiari

24/06/2020

Sull'Eridio con Idra

Ha ripreso a solcare le acque del lago d’Idro il battello turistico che effettua il giro dello specchio d’acqua valsabbino

18/06/2020

Fondi per la prevenzione incendi

Sono quelli che riceverà l’Istituto d’istruzione superiore “Perlasca” per riqualificare il sistema antincendio delle due sedi di Idro e Vobarno

16/06/2020

Mente valsabbina nello studio della NSC12

Si chiama Arianna, è di Idro, ricercatrice alla Statale di Brescia. Nei giorni scorsi è salita alla ribalta internazionale per una scoperta che potrebbe portare a realizzare un farmaco contro il mieloma multiplo

07/06/2020

Fra timori per l'economia e speranza per il turismo

Anche a Idro l'emergenza coronavirus è stata superata grazie alla collaborazione dei cittadini e delle associazioni che hanno supportato l'Amministrazione comunale. Ora si guarda con speranza alla stagione estiva sul lago

04/06/2020

La maschera e la corona

Si tratta di un romanzo fantasy: settecento pagine in cui lo scrittore racconta cinque avventure di uomini e donne che sfidano il loro destino. Lo scrittore è un valsabbino di Idro

26/05/2020

Lago e montagna, mete ideali per le prossime vacanze

Dai contatti ricevuti da opertori turistici, Agenzia territoriale per il turismo e dalle Pro loco, la Valle Sabbia e il lago d'Idro stanno suscitando interese per le prossime vacanze estive

26/05/2020

I primi sedici di Anna

Tanti auguri ad Anna, di Idro, che proprio oggi, 26 maggio, compie i suoi primi sedici anni

20/05/2020

Una sorpresa bella «fes»

È quella realizzata dal cantautore bresciano Piergiorgio Cinelli agli ospiti della Comunità Socio-Sanitaria di Idro gestita dalla Cogess

07/05/2020

Le difese del lago d'Idro

È un progetto portato avanti da Sirio Dolcetti, di Idro, che ha pubblicato in questo periodo di quarantena una serie di interessanti video su YouTube