27 Gennaio 2018, 08.02
Valsabbia
Ambiente

Pronti si parte

di val.

Comincerà questo 2 febbraio a Gavardo e Roè Volciano, la sfida valsabbina alla raccolta differenziata porta a porta. Con un servizio gestito "in house"


Inizierà con un imperativo: «Di sicuro non aumenteranno i costi, semmai tenderanno a diminuire».
Nei giorni scorsi la quasi totalità delle famiglie e delle attività produttive hanno ricevuto i “kit” per separare le diverse tipologie di rifiuto ed entro maggio, con Bagolino a fare da fanalino di coda, tutta la Valle sarà impegnata a gestire questa novità che ha il sapore della rivoluzione.

«Qualcuno ha provato a fare i conti dei giorni, criticando il fatto che non siamo partiti col primo di gennaio come era stato annunciato mesi fa.
Ebbene, non sa di cosa sta parlando» ha detto Giovanmaria Flocchini, presidente della Comunità montana, in prima linea insieme ai “suoi” su questa partita.

La particolarità di queste servizio in chiave valsabbina
, infatti, sta nel fatto che la gestione avverrà “in house” cioè se ne occuperà con una cinquantina di dipendenti direttamente “Servizi Ambiente Energia Valle Sabbia”, società totalmente pubblica.

«Una scelta arrivata dopo anni di confronto serrato durante i quali ha prevalso per tutti la logica dell’interesse della Valle che è trasversale a tutti gli schieramenti – continua Flocchini -. In poco più di un anno siamo poi riusciti ad effettuare una quarantina di gare, dieci delle quali con le regole “europee”, senza incontrare intoppi particolari, ed investendo in questa operazione sei milioni di euro.
Una scelta di civiltà che ci permetterà di recuperare il ritardo rispetto ad altre aeree».

L’idea che piace ai valsabbini è che, se è vero che dovranno impegnarsi un po’ di più per differenziare con attenzione, sanno anche che le risorse recuperate con la vendita dei materiali riciclati non finiranno fra i dividenti di una Società per azioni, ma resteranno in Valle.

«Noi non siamo imprenditori – ha affermato a questo proposito Flocchini -. Gli obiettivi sono il pareggio di bilancio, il miglioramento continuo del servizio, l’attenzione al cittadino e all’ambiente».

Inevitabile che con tante novità in ballo la partenza comune per comune avvenga gradualmente, come gradualmente spariranno i cassonetti.
Una transizione per nulla facile da gestire e tutti ora, amministratori e cittadini, incrociano le dita.

«E’ una sfida questa che possiamo vincere solo se la affrontiamo tutti insieme» ha chiosato il vice presidente comunitario e sindaco odolese Fausto Cassetti.




Commenti:
ID74937 - 27/01/2018 11:40:03 - (cocchivit) - cocchivit@alice.it

a be se ha chiosato.

ID74940 - 27/01/2018 18:57:46 - (gino) -

Tempo fa avevo sentito dire che Bagolino adottava un sistema autonomo per la raccolta rifiuti, una bufala o un cambio di programma?

Aggiungi commento:
Vedi anche
05/02/2019 09:47:00

Porta a porta anche a Bagolino Prendono il via questa sera a Bagolino gli incontri per spiegare alla popolazione le modalità operative della raccolta differenziata

06/01/2008 00:00:00

Il servizio porta a porta di Prevalle Il Comune di Prevalle ha reso noto ai propri cittadini il calendario della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta. Un servizio importante che ha incrementato in maniera considerevole la raccolta differenziata nel paese.

29/02/2016 15:48:00

Incontri per il porta a porta Si terranno questa settimana gli incontri per gli abitanti di Vallio Terme in vista dell’introduzione del sistema di raccolta porta a porta di carta, vetro-lattine e plastica che prenderà il via dal 1° aprile

30/01/2018 08:36:00

Via i cassonetti, arriva il porta a porta È iniziata ieri a Gavardo la rimozione dei cassonetti dalle strade in vista dell’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta

01/01/2018 08:00:00

Raccolta differenziata, gli incontri informativi Nel mese di gennaio farà la sua comparsa in Valle Sabbia la raccolta differenziata porta a porta. A Serle, che ha optato per il sistema di raccolta “integrale”, sono in programma quattro incontri informativi per la popolazione



Altre da Valsabbia
13/07/2020

Balzo in avanti del mercato immobiliare in Valle Sabbia

Nel 2019 la nostra valle ha visto un incremento di +1,38% rispetto al 2018, ma con un aumento di transazioni di +13,6%, il più alto della provincia

13/07/2020

Guida in stato di ebbrezza, sospese quattro patenti

Per uno dei conducenti è scattata la denuncia penale. I risultati dei controlli serali e notturni della Polizia Locale della Valle Sabbia nel weekend

12/07/2020

Dopo la tempesta, la conta dei danni

Anche in bassa e media Valle Sabbia la furia del nubifragio di ieri pomeriggio è stata devastante. A Serle il vento ha scoperchiato due abitazioni; allagato anche stavolta il sottopasso della 45bis a Prevalle

12/07/2020

«Gli infiniti mondi», una nuova stagione al Teatro Sociale

E' stata presentata ieri – venerdì -al Teatro Sociale la stagione 2020/2021 del CTB di Brescia, che vedrà protagonisti di una proposta di alto livello culturale i maggiori nomi del teatro nazionale

11/07/2020

Nubifragio, i danni di vento e grandine

La violenta tempesta che si è abbattuta nel bresciano oggi pomeriggio ha provocato numerosi danni, alcuni anche in Valle Sabbia

11/07/2020

Lo Spaccadischi sotto l'ombrellone

Ecco gli appuntamenti di questo fine settimana tra Valle Sabbia, Garda e provincia

10/07/2020

Acque&Terre Festival, il cartellone completo

Svelato il programma completo della rassegna estiva di oncerti, spettacoli, incontri tra fiume, colline e lago: 11 appuntamenti fra luglio e agosto in 8 paesi

09/07/2020

Anziani e disabili soli, l'appello: «Permettete ai parenti le visite»

Il gruppo “Connettere Salute” lancia un appello tramite lettera aperta indirizzata ai vertici della Regione Lombardia per chiedere l'immediata revisione della delibera di giunta che tuttora impedisce ai familiari di fare visita agli ospiti delle strutture

09/07/2020

«Ciak in Lombardia», la Regione sul set

L'assessore regionale al Turismo Lara Magoni introduce un bando per selezionare progetti audiovisivi che valorizzino l'immagine della Lombardia che si rialza dopo l'emergenza coronavirus. Iscrizioni aperte dal 15 luglio

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni