Skin ADV
Sabato 14 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE






17 Giugno 2018, 06.06

Blog - Figurine di Provincia

Il Catania "argentino"

di Luca Rota
C’è un filo conduttore che lega il Catania alla serie in A, sin dal suo ritorno nel 2006 fino alla retrocessione del 2014

Sette stagioni di bel calcio, undici profili tecnici alternatisi sulla panchina etnea, ed una vera e propria colonia transitata dalle parti del “Massimino”.

Da Marino Baldini, Zenga passando per Atzori, Mihajlovic, Giampaolo, Simeone, Montella, Maran per finire con De Canio e Pellegrini, c’è una cosa che lega tutte le stagioni dei rossoblù etnei in A: la massiccia presenza di calciatori argentini in rosa.

Il primo di questa lista fu Mariano Izco, unico albiceleste in rosa nell’anno del ritorno nel massimo campionato. Di seguito se ne vedrà aumentare esponenzialmente il numero, fino a poter spesso comporre delle formazioni con ben nove undicesimi argentini.

Ricostruendo un’ipotetica rosa, che ripercorra ruolo per ruolo tutte le stagioni e gli interpreti, essa risulterebbe presentarsi così:

In porta Albano Bizzarri, che per indossare i colori catanesi lasciò la 12 del Real Madrid, e Mariano Andujar, da sempre nel giro della nazionale argentina. Non due portieri a caso.

Al centro della difesa Matias Silvestre e Spolli, sulla destra Alvarez, Peruzzi e Rinaudo. A sinistra Monzon. Corsa, grinta, entrate dure e attenzione massima sulle palle alte in area.

In mediana oltre ad Izco, Carboni, Almiron, Castro, Leto e Paglialunga. Sulla fascia Llama. Sostanza, piedi buoni, vigore e interdizione.

Alla fantasia Adrian Ricchiuti, con in avanti insieme a Gonzalo Bergessio, il “papu” Gomez, Pablo Barrientos e Maxi Lopez.

Ad oggi molti di loro militano ancora nel nostro campionato (Bizzarri, Silvestre, Spolli, Izco, Castro e Maxi Lopez), mentre altri hanno fatto ritorno in Argentina o intrapreso strade diverse.

In un passato non troppo lontano si è parlato del Milan “degli olandesi” o dell’Inter “dei tedeschi”, ma quelli erano tempi in cui in rosa si potevano avere al massimo tre giocatori stranieri.

Il Catania invece “argentino” lo è stato sul serio.

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/03/2019 07:13:00
Il (non) figlio di papà Terminata l’esperienza dedicata agli “inglesi”, ecco un nuovo meta-percorso, un viaggio tra la fantasia, l’estro, la malinconia, la vita sportiva e non dei “figli di..

04/06/2019 15:22:00
Tir Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “Made in Sud”, attraversando la penisola e raccontando storie.

19/05/2019 08:00:00
Il portiere di Zeman Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “made in Sud”, ricordando colui che fu uno dei primi ad esprimersi nel ruolo di portiere-libero in A

17/03/2018 08:24:00
Made in Italy C’era una volta, ma nemmeno tanto tempo fa, una squadra orbitante tra la A e la B che vantava una curiosa particolarità, veramente in controtendenza coi dettami del calcio moderno

17/12/2017 16:15:00
Il ritardatario Da piccolo sfogliando l’album delle figurine, arrivato nella sezione dedicata alla Serie B, subito risaltavano ai miei occhi due nomi...



Altre da Blog - Figurine di provincia
13/12/2019

L'acheo troiano

I poemi epici narrano le gesta di eroi che, con o senza l’ausilio della benevolenza divina, riuscivano in imprese che in seguito sarebbero rimaste nel mito e nella leggenda


10/11/2019

Captain Fantastic

Continuando la gita per il “mondo e oltre”, passiamo da un grande capitano ad un altro, cambiando però continente ed emisfero.

21/10/2019

El capitàn

Una nuova storia “dal mondo e oltre” che ci racconta di un capitano, col nome da eroe cavalleresco, un ruolo classico in campo e una carriera che di volgere al termine non ne vuole proprio sapere


09/10/2019

'U picciriddu

Le storie al gusto “d’Oriente” lasciano spazio alle nuove rubriche, raccontando del più giovane esordiente e marcatore della J. League giapponese

21/09/2019

Il samurai

Nuovo appuntamento, vecchie storie, sempre al gusto “d’Oriente”, che raccontano di traiettorie velenose provenienti da calci da fermo, di sinistri paragonabili a sentenze, di accelerazioni improvvise e di tanto altro.

07/09/2019

Il talentuoso

In principio fu Hidetoshi Nakata, col cognome da leggersi con l'accento sulla "a" finale

18/08/2019

Il giustiziere

Dopo il filone dedicato ai "guerrieri" è la volta di spostarsi in direzione est, per raccontare storie che hanno il sapore "d'Oriente"

03/08/2019

Guerrieri (pt. 4)

Il filone dei “guerrieri” prosegue, dedicandosi al ricordo di chi non c’è più, ma ha scritto importanti pagine del calcio di provincia

23/07/2019

Guerrieri (pt. 3)

La leggenda vuole - anche se questa leggenda non è – che, appena arrivato al Milan, Sacchi avesse suggerito a Baresi di guardare come giocava il 6 della sua ex squadra (il Parma, nda), in modo da poter comprendere ciò che lui voleva da un libero moderno

07/07/2019

Guerrieri (pt. 2)

Quando si parla di calcio, esistono pagine tristi che non sarebbe giusto esiliare nei meandri della mente

Eventi

<<Dicembre 2019>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia