17 Giugno 2018, 06.06
Blog - Figurine di Provincia

Il Catania "argentino"

di Luca Rota

C’è un filo conduttore che lega il Catania alla serie in A, sin dal suo ritorno nel 2006 fino alla retrocessione del 2014


Sette stagioni di bel calcio, undici profili tecnici alternatisi sulla panchina etnea, ed una vera e propria colonia transitata dalle parti del “Massimino”.

Da Marino Baldini, Zenga passando per Atzori, Mihajlovic, Giampaolo, Simeone, Montella, Maran per finire con De Canio e Pellegrini, c’è una cosa che lega tutte le stagioni dei rossoblù etnei in A: la massiccia presenza di calciatori argentini in rosa.

Il primo di questa lista fu Mariano Izco, unico albiceleste in rosa nell’anno del ritorno nel massimo campionato. Di seguito se ne vedrà aumentare esponenzialmente il numero, fino a poter spesso comporre delle formazioni con ben nove undicesimi argentini.

Ricostruendo un’ipotetica rosa, che ripercorra ruolo per ruolo tutte le stagioni e gli interpreti, essa risulterebbe presentarsi così:

In porta Albano Bizzarri, che per indossare i colori catanesi lasciò la 12 del Real Madrid, e Mariano Andujar, da sempre nel giro della nazionale argentina. Non due portieri a caso.

Al centro della difesa Matias Silvestre e Spolli, sulla destra Alvarez, Peruzzi e Rinaudo. A sinistra Monzon. Corsa, grinta, entrate dure e attenzione massima sulle palle alte in area.

In mediana oltre ad Izco, Carboni, Almiron, Castro, Leto e Paglialunga. Sulla fascia Llama. Sostanza, piedi buoni, vigore e interdizione.

Alla fantasia Adrian Ricchiuti, con in avanti insieme a Gonzalo Bergessio, il “papu” Gomez, Pablo Barrientos e Maxi Lopez.

Ad oggi molti di loro militano ancora nel nostro campionato (Bizzarri, Silvestre, Spolli, Izco, Castro e Maxi Lopez), mentre altri hanno fatto ritorno in Argentina o intrapreso strade diverse.

In un passato non troppo lontano si è parlato del Milan “degli olandesi” o dell’Inter “dei tedeschi”, ma quelli erano tempi in cui in rosa si potevano avere al massimo tre giocatori stranieri.

Il Catania invece “argentino” lo è stato sul serio.



Aggiungi commento:
Vedi anche
17/03/2019 07:13

Il (non) figlio di papà Terminata l’esperienza dedicata agli “inglesi”, ecco un nuovo meta-percorso, un viaggio tra la fantasia, l’estro, la malinconia, la vita sportiva e non dei “figli di..

04/06/2019 15:22

Tir Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “Made in Sud”, attraversando la penisola e raccontando storie.

19/05/2019 08:00

Il portiere di Zeman Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “made in Sud”, ricordando colui che fu uno dei primi ad esprimersi nel ruolo di portiere-libero in A

17/03/2018 08:24

Made in Italy C’era una volta, ma nemmeno tanto tempo fa, una squadra orbitante tra la A e la B che vantava una curiosa particolarità, veramente in controtendenza coi dettami del calcio moderno

17/12/2017 16:15

Il ritardatario Da piccolo sfogliando l’album delle figurine, arrivato nella sezione dedicata alla Serie B, subito risaltavano ai miei occhi due nomi...



Altre da Sport
11/08/2020

Everesting, l'impresa di Filippo Bianchi sul Maniva

Dieci volte la salita da Bagolino al Maniva per “raggiungere la vetta dell’Everest” in bicicletta, una sfida contro sé stesso per l’atleta bagosso

07/08/2020

«Yoga by the lake»

È l’iniziativa promossa dalla Pro loco di Anfo con lezioni gratuiti di yoga in riva al lago d’Idro per tutto il mese di agosto, grazie alle insegnanti dello Studio Yoga di Brescia

05/08/2020

Escursione a Cima Terre Fredde

Per la terza uscita di quest’anno abbiamo scelto un'altra facile vetta delle montagne di casa, ossia Cima Terre Fredde (Mt. 2645 slm), posta sopra la sponda ovest del Lago della Vacca, più o meno a metà tra i più noti “Cornone del Blumone” e “monte Frerone”

04/08/2020

Colbrelli conquista la seconda tappa

Il ciclista valsabbino Sonny Colbrelli ha vinto la seconda frazione della gara francese, quella da Carcassone a Cap Decouverte. È la sua 28esima vittoria in carriera da professionista

04/08/2020

La corsa è tornata a dare spettacolo

Pronostici rispettati per la Diecimiglia del Garda di Navazzo con le vittorie di Ahmed Ouhda, campione italiano in carica di mezza maratona e dei 10km su strada, e della 35enne ruandese Clementine Mukandanga. Undicesimo il “nostro” Alessandro “Rambo” Rambaldini

31/07/2020

Tutto pronto per la 47ª Diecimiglia del Garda

Domenica mattina scatta la corsa in montagna di Navazzo di Gargnano organizzata dal Gs Montegargnano, che vedrà ancora una volta gli atleti locali confrontarsi con le “gazzelle” africane

28/07/2020

Vela, Bartolozzi e Podavini si qualificano per i Campionati Italiani Optimist

Giulia Bartolozzi ed Elena Podavini della Canottieri Garda Salò, entrambe classe 2006, si sono qualificate per i prossimi Campionati Italiani Optimist, che si terranno a Malcesine dal 27 al 30 agosto

22/07/2020

Una squadra al femminile per l'Academy Real Dor

Con l'intento di aprire al calcio femminile, iniziando con una squadra giovanile, l'associazione calcistica di Brescia organizza un Open Day per presentare il progetto, rivolto alle bambine nate dal 2013 al 2008

22/07/2020

Stop definitivo per il Villa Nuova

La squadra villanovese di Prima Categoria, dopo la pausa forzata dettata dall'emergenza Covid-19, ha chiuso definitivamente i battenti. “Non ci sono più le condizioni, corretto farci da parte”

22/07/2020

I ragazzi del Cai Vestone salgono di quota

Per la seconda uscita estiva i gruppo dei ragazzi si è diretto in val Breguzzo, mentre l’Alpinismo giovanile al Passo del Frate e alla cima Uzza