07 Luglio 2018, 16.54
Lavenone
Incidente

Auto contro moto a Lavenone

di val.

Ad avere la peggio la coppia sulla moto, una Guzzi: sbalzati di sella sono volati per diversi metri. Per soccorrerli l'eliambulanza ha fatto la spola due volte fra la valle e gli ospedali della città


L’incidente è avvenuto poco prima delle 15 di oggi lungo il rettifilo che scorre davanti alla Frascio. Gravi i due motociclisti che sono finiti contro un’auto.
L’esatta dinamica è al vaglio degli agenti della Locale della Valle Sabbia, intervenuti sul posto con una pattuglia per i rilievi.

Secondo una prima ricostruzione, i due in sella ad una Moto Guzzi V11 stavano risalendo la valle, quando all’altezza dello stabilimento della Frascio, sono andati a sbattere contro un’autovettura Skoda che stava uscendo proprio dal cortile dell’azienda e girava in direzione di Vestone.

In seguito all’urto, piuttosto violento, la motocicletta è stata sbalzata nel prato sulla sinistra, a monte della strada, mentre i due motociclisti sono rotolati più avari di qualche decina di metri, fermandosi lui più vicino e lei che era passeggera più lontano, nella cunetta che affianca la strada.

I primi ad accorrere si sono accorti subito della gravità delle ferite riportate di due, che sono stati soccorsi dagli equipaggi di eliambulanza ed infermierizzata, oltre che dal volontari dell’ambulanza di Ponte Caffaro.

Entrambi sono stati poi trasferiti in ambulanza fino al prato nel quale era atterrato l’elicottero. Lui, un 53enne di Brescia, è volato per primo al Civile, lei che ha 57 anni ed è di un paese in provincia di Cremona, con un viaggio successivo dell’elicottero alla Poliambulanza.

Entrambi sono piuttosto gravi e sono stati ricoverati con codice rosso, anche se non dovrebbero essere in pericolo di vita.

«Ho guardato per bene e non ho visto arrivare nessuno, in un attimo mi sono arrivati addosso. Dovevano essere velocissimi, ha dichiarato l’uomo alla guida della Skoda, residente a Lavenone».

Il motociclista che seguiva la coppia ha invece dichiarato che stavano viaggiando a velocità ridotta.

La 237 del Caffaro è rimasta chiusa per poco più di un'ora in entrambi i sensi di marcia.

In coda anche un sedicente "senatore" che pretenedeva di essere scortato dai vigili oltre l'ostacolo.
Non era però fornito di auto blu: con quella ed il regolamentare lampeggiante avrebbe potuto passare.
E' rimasto in attesa che la strada venisse sbloccata, come tutti gli altri.




Commenti:
ID76799 - 07/07/2018 17:45:11 - (cocchivit) -

la politica e'servire il popolo non servirsene, auguri agli infortunati

ID76800 - 07/07/2018 18:24:15 - (lomedane) -

Cosa intendi dire ?

ID76801 - 07/07/2018 18:56:36 - (delirio) - sarei curioso

di conoscere il nome del senatore o almeno il partito politico.

ID76802 - 07/07/2018 20:07:20 - (ubaldo) -

Era un se-dicente senatore. Potrebbe no essere vero.

ID76803 - 07/07/2018 20:41:10 - (jonwine) -

Ho visto il sedicente Senatore gli ho detto prova a passare avanti e ti sparo sulle gomme questa gente arrogante e ora che sparisca

ID76804 - 07/07/2018 20:48:13 - (jonwine) -

Comunque in merito a quella arrogante signore sarebbe utile che la polizia indaghi ti va di dirti quanto dichiarato da quel signore Eventualmente poi denunciarlo per falsa attestazione

ID76805 - 07/07/2018 20:48:23 - (Giacomino) - C'è in giro

un sacco di gente fuori di testa e non mi riferisco ai protagonisti dell'incidente

ID76806 - 07/07/2018 21:52:49 - (ibisco) - Se il senatore

si e' rivolto ai vigili per pretendere di passare questi avranno controllato i documenti per verificare il titolo di cui si vantava.

ID76808 - 07/07/2018 22:51:48 - (cino81) -

Penso che i vigili abbiano fatto altro piuttosto che controllare i documenti del senatore. Comunque l arrogante presuntuoso e assai maleducato era il portaborse del senatore. Una cafonaggine incalcolabile. Inoltre se il senatore non vuole che succeda di nuovo che si adoperi con ogni forza affinche possano partire i lavori della variante di lavenone.

ID76809 - 07/07/2018 23:31:39 - (el capelà) -

Se anche fosse state realmente un senatore, per quale ragione le regole per lui non dovrebbero valere? Oltre a sperperare i soldi del contribuente, cosa avrebbe dovuto andare a fare di così tanto importante? Privilegiati sparite!!!

ID76810 - 08/07/2018 02:00:35 - (Tc) - ...

Senatore a parte,che e' un discorso che lascia il tempo che trova...in questo fatto c'e' chi dice che i centauri sarebbero arrivati velocissimi e c'e' chi dice che i centauri viaggiavano a velocita' ridotta,da come si son ridotti i mezzi e dal volo dei 2 centauri,forse anche no,ma preciso è una persoinale interpretazione...a parte i migliori auguri per i 2 centauri,sarebbe utile poter saper,dopo i rilievi del caso,chi abbia ragione...anche se,uscendo per immettersi su strada...porta sempre ad un esito scontato...

ID76812 - 08/07/2018 12:55:36 - (cardinale) - A che pro sapere chi ha torto o ragione?

La dinamica così come spiegata non lascia intendere chi abbia torto o ragione ma sicuramente aiuta a ricordare l'attenzione da porre quando si è alla guida di qualunque mezzo. Sapere chi ha "colpa" sarà fondamentale per gli interessati ma per noi non vedo a che pro

ID76813 - 08/07/2018 13:31:58 - (Althea) - Althea

Poco importa sapere chi ha ragione, ma la cosa fa riflettere:Faccio quella strada quasi tutti i giorni e le moto invadono SEMPRE la corsia opposta in curva e anche in presenza di striscie continue.Vanno a velocità folle.Se l'auto si stava immettendo, quindi dubito andasse oltre i 40.Ovviamente sono solo spunti di riflessione, magari la colpa è dell'auto.

ID76814 - 08/07/2018 14:54:19 - (Tc) - ...

Onestamente sapere chi ha torto o ha ragione personalmente lo trovo d'aiuto,non sempre l'esito e' scontato e saperlo potrebbe venir anche utile,perche' potrebbe succedere a chiunque di noi,una distrazione puo' capitare a tutti.

ID76815 - 08/07/2018 16:15:12 - (altoidro) -

e un chissene se era senatore? forse sparargli no, ma in mezzo alla strada mi ci mettevo.che vedesse realmente che mulattiere abbiamo, non strade, mulattiere!!auguri ai centauri. e all'automobilista.

Aggiungi commento:
Vedi anche
13/04/2017 15:47

Tedesco contro tedesco, a Lavenone Martedì scorso, il terzo incidente in poche ore è avvenuto fra Lavenone e Idro, fra una motocicletta ed un'auto, entrambe trasportavano turisti

09/08/2014 22:05

Frontale in moto E' arrivato "lungo" in una curva che per lui girava a destra e si è piantato contro una Fiat Cinquecento. Gli è andata bene: dopo aver distrutto auto e moto è finito alla poliambulanza con un rassicurante codice giallo

02/07/2015 00:30

Auto contro moto a Manerba Per cause in corso di accertamento da parte della polizia locale, questo mercoledì sera intorno alle 20:20, un auto ed una motocicletta si sono scontrate lungo la Provinciale numero 572

10/07/2010 07:00

Motociclista muore in un incidente Gioved pomeriggio Balla Levete, 22enne di Ponte Caffaro, morto per le gravi ferite riportate in un incidente con la sua moto, finita contro un’auto.

18/08/2017 07:52

Auto contro moto in via XX Settembre Svolta per entrare nel piazzale del distributore di benzina e non si accorge che dall’altra parte arriva una moto. Dinamica semplice e pericolosa per l’incidente avvenuto di fronte al Minigrillo di Sabbio Chiese



Altre da Lavenone
03/08/2020

Vento forte ed energia

Un albero caduto sulla linea elettrica che affianca Via del Tram a Lavenone, ha tolto nottetempo energia elettrica a gran parte dell’abitato di Idro

23/07/2020

Giorgio Montini e Pietro Bonomi

Nella corrispondenza epistolare fra Giorgio Montini ed il figlio Giovan Battista, il futuro papa Paolo VI, anche il riferimento ad una famiglia di Lavenone. Una "chicca" riportata dal nostro Guido Assoni

21/07/2020

Taglio di strada

Esce con la Panda da una strada privata, senza accorgersi dell’arrivo dello scooter. Inevitabile l’urto

19/07/2020

Lavenone, buoni lavoro per le famiglie

Superata l'emergenza sanitaria ora gli strumenti di sanificazione degli ambienti vengono impiegati per la Rocca d'Anfo. Per il sostegno delle famiglie un apposito bando per buoni lavoro

17/07/2020

Per sempre felice

Non solo Lavenone, ma soprattutto Lavenone, piange la scomparsa di padre Fiorenzo Bertoli, il missionario ucciso dal Covid in terra brasiliana. Il sindaco Franco Delfaccio ne traccia lo spessore umano

16/07/2020

Padre Fiorenzo non è più fra noi

Se n’è andato ieri, dopo una decina di giorni di sofferenza, vittima del Covid-19. Originario di Lavenone, si trovava in Brasile, dov’era missionario dal 1985

15/07/2020

Gita all'antico ponte

È quella effettuata dai bambini del Centro estivo di Lavenone lunedì pomeriggio accompagnati dai volontari della Protezione civile alla scoperta del territorio

14/07/2020

Auguri Simona

Tanti auguri a Simona Frapporti, la fortissima ciclista di Lavenone, che oggi, 14 luglio, compie gli anni

10/07/2020

Piccolo scontro ma grande apprensione

Un incidente di lieve entità quello verificatosi questa mattina a Lavenone ma che ha allertato i soccorsi perché la passeggera dell’auto era una donna in dolce attesa

30/06/2020

Lavenone al buio

Un guasto alla rete elettrica ha lasciato il paese senza corrente dal pomeriggio fino a notte inoltrata. Anche il consiglio comunale si è tenuto al buio