Skin ADV
Venerdì 28 Febbraio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








26.02.2020 Bione Casto

27.02.2020 Bione Casto Valsabbia

26.02.2020 Bagolino

26.02.2020 Casto

28.02.2020 Valsabbia

27.02.2020 Bione

26.02.2020 Gavardo

26.02.2020 Pertica Alta Valsabbia

27.02.2020 Gavardo Provincia

27.02.2020 Vestone Valsabbia Provincia






27 Febbraio 2019, 13.09
Vobarno
A scuola

Uno stupido scherzo di carnevale manda 30 studenti all'ospedale

di Cesare Fumana
Lo spray al peperoncino spruzzato da uno studente questa mattina durante l’intervallo ha scatenato irritazione e panico fra i ragazzi dell’Itis di Vobarno

Mattinata particolarmente movimentata quella di oggi all’Itis “Perlasca” di Vobarno.

Durante l'intervallo, un ragazzo ha pensato di fare un “classico” scherzo di carnevale, mandando però all'ospedale una ventina i suoi compagni.

Mentre gli studenti si trovavano nel corridoio per andare a rifocillarsi ai distributori automatici, un ragazzo ha spruzzato dello spray al peperoncino provocando irritazione agli occhi e alle vie respiratorie nel gruppo di ragazzi che in quel momento si trovavano nelle vicinanze.

Subito è scattato l'allarme e sono confluite verso l’Istituto scolastico l'automedica e una serie di ambulanze della zona.
Quattro ragazzi sono stati portati in ospedale in codice giallo e altri 26 in codice verde presso gli ospedali di Gavardo e di Desenzano.
Per molti, più che d’intossicazione, si è trattato di crisi di panico.
Per un’altra decina di ragazzi, rimasti coinvolti, è bastato rimanere all'aperto nel giardino della scuola, assistiti sul posto dai sanitari dell'automedica.

Sul posto sono giunti anche i Vigili del fuoco da Salò, ma non c'è stato bisogno del loro intervento. È bastato aprire le finestre per dissolvere la sostanza irritante.

Lo studente autore dello scherzo, rendendosi conto di averla combinata grossa, si è presentato di sua spontanea volontà al dirigente scolastico.

Il dirigente scolastico Antonio Butturini si è poi complimentato per il rapido ed efficiente intervento dei sanitari. “Mi auguro che fatti del genere non si ripetano e che non vi sia qualche effetto di emulazione”.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della stazione di Vobarno.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID79791 - 27/02/2019 13:45:12 (Pedersem) La vita è sempre sacra...ma...
Ma se si quantificasse in euro l'intervento dell'intera macchina dei soccorsi quanto sarebbe? Qualcuno proponga la riflessione agli studenti


ID79794 - 27/02/2019 14:40:02 (mauretta)
BISOGNA QUANTIFICARE I DANNI E FARSI RIMBORSARE DAI GENITORI DELLO STUDENTE - BISOGNA CAPIRE CHE AD AGNI AZIONE CORRISPONDE UNA REAZIONE UGUALE E CONTRARIA


ID79795 - 27/02/2019 15:29:54 (Iva) Incredibile
Incredibile, ma dove andiamo a finire, pura incoscienza da pate del ragazzo che spruzza spray al peperoncino in un ambiente chiuso.


ID79797 - 27/02/2019 16:05:28 (ALEG.) Alessandra
Importanti le parole del dirigente scolastico, speriamo che nessun altro genio emuli questo gesto e che la vicenda si sia conclusa con pochi danni


ID79799 - 27/02/2019 16:45:29 (stefano1511)
speriamo anche in un immediata sospensione dello studente.


ID79804 - 27/02/2019 17:21:47 (liberissimo) cavolo a sto punto ....
i genitori devono andare in galere il ragazzo agli arresti domiciliari multa da almeno 2.000.000,00 e bocciato senza mai poter frequentare qualsiasi scuola DASPO fino al 2040 .... lasciate stare i genitori che vanno capiti per quanto son riusciti a farlo crescere sto gnaro ....... en scopelot e poi ai servizi sociali per almeno 240 ore extra scuola (sospenderlo non serve a nulla) EDUCARLO eee vedi poi che gli passa lo scherso carnevalesco ....


ID79805 - 27/02/2019 17:31:59 (Tc) ...ma
non le vendono piu' le bombolette puzzolenti?...Azz...una volta a carnevale si facevan questi di scherzi,molto meno pericolosi...il ragazzo ha fatto la sua stupidata,se ne e' reso conto e si e' dichiarato subito...ora senza esagerare,bisogna dargli la sua giusta punizione e mi auguro che i suoi genitori ci mettano del proprio in questo...poi e' anche vero che du scopasu' non han mai fatto male a nessuno...


ID79806 - 27/02/2019 18:54:48 (ibisco) Niente sospensione o multe
sarebbe auspicabile una bella lezione di sani sganasu' da parte dei genitori come si faceva una volta


ID79807 - 27/02/2019 21:44:33 (parcifes)
danno ancora il 7 in condotta, oppure chi lo prende poi rimane traumatizzato a vita?


ID79808 - 28/02/2019 06:26:54 (1977) punizione
Sostituirei i bidelli fino a fine anno durante la ricreazione ,prima e dopo l'orario ... servire pure in mensa..gli passa la voglia...


ID79809 - 28/02/2019 06:58:33 (ubaldo) Accidenti quanti cattivisti
Nessuno che abbia notato l'atto di pentimento di quel ragazzino, che si è trovato per le mani qualcosa che evidentemente non conosceva a fondo. Accidenti, tutti pronti a mettere la croce addosso a un 15 enne che ha esagerato in uno scherzo e quando se n'è reso conto ha chiesto scusa. Scommetto che siete gli stessi che poi vi lamentate "per i giovani d'oggi che sono apatici e che non hanno idee in testa e che pensano solo al telefonino", luogo comune. Voi sì che da giovani eravate bravi vero? Che di scherzi non ne avete mai fatti, che non avete esagerato mai, che siete sempre stati ligi ad ogni regola. Quel ragazzino pagherà le conseguenze del suo gesto come voi avete pagato le conseguenze dei vostri, anche di più probabilmente perchè voi di certo spesso l'avete fatta franca. Il resto, per come la vedo io, è pura ipocrisia.


ID79810 - 28/02/2019 14:42:31 (DaviLance) Davide Lancellotti
Concordo pienamente con Ubaldo, sia come studente che come persona. Per un errore stupido non bisogna per forza accanirsi contro un singolo ragazzo che, seppur nel torto, almeno lo ha capito (a differenza di molti altri che negano anche l'evidenza), si è consegnato di sua spontanea volontà di fronte al preside, alla madre e alle autorità. Lui sarà sì punito, ma vi prego lasciate stare le cinghiate che, oltre ad essere completamente inutili, non portano nessun vantaggio a livello educativo. Va ricordato che per prima cosa la scuola non ti deve punire, e neppure i tuoi genitori lo devono fare, i loro compiti sono quelli di istruirti ed educarti, e picchiare una persona per un errore di certo non rientra tra questi compiti. I tempi cambiano e con essi cambiano gli usi, non potete, e non dovete, ricordare il passato per applicarlo nel presente, vivete nel presente, pensate nel presente.


ID79811 - 28/02/2019 23:29:57 (parcifes)
Ma io di persone amici compagni che hanno mandato all'ospedale una 30 di coetanei fatto intervenire ambulanze carabinieri sospeso le lezioni etc...non ne ho avuti ne ho mai sentito casi del genere almeno nella ns valle, forse te hai avuto un passato più burrascoso. Per dire che le bravate le ha fatte sì la maggior parte di noi, ma bisogna vedere a che livello. Tra l'altro sei poco coerente perchè hai scritto ben altri due articoli su una vicenda che era già chiusa visto che il "colpevole" si è consegnato alla "giustizia" e non pare di vedere nuovi sviluppi. Dici a noi che siamo cattivisti e poi tu ci ricami sopra il giorno successivo, ipocrisia per ipocrisia insomma


ID79812 - 01/03/2019 06:49:24 (ubaldo) Grazie parcifes
Per la fine lezione di giornalismo.


ID79813 - 01/03/2019 10:24:21 (parcifes)
Prego è gratis, fanne pure buon uso.


ID79814 - 01/03/2019 18:07:48 (Tc) Non sono completamente daccordo....Davilance...ma
purtroppo vivendo nel presente e pensando nel presente i risultati son questi, e' giusto ricordare i metodi arcaici e se vogliamo grossolani di chi ci ha preceduti,oggi c'e' troppo ''liberismo'' e molti sicuri dell'impunita' ne aprofittano,la scuola deve istruire si,cosi come la famiglia,ma se uno e' di coccio, da parte di uno dei due ci vuole un segnale fermo,anche fossero solo 2 ceffoni,una volta il maestro aveva la canna di bambu' e senza alzarsi dalla cattedra,arrivava anche all'ultimo banco,anche i genitori non si esimavano dal rimboccarsi le maniche,e non mi si dica che non son serviti,forse una volta era anche troppo,ora pero' e' troppo dall'altra parte,ci sono bulli che minacciano i propri maestri che non possono difendersi perche' altrimenti si beccan denunce o peggio ancora vendette dai genitori di questi bulli...e se questi bulli li prendessero davvero 2 ceffoni? Son convinto che non farebbero piu' tanto i bulli poi...



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/03/2019 06:47:00
Mezzogiorno di... peperoncino Più di 30 in ospedale a causa di un gesto sconsiderato. Il punto di vista degli studenti

28/02/2019 07:08:00
Peperoncino al Perlasca, 34 al Pronto soccorso L’ha spruzzato in terra, al terzo piano dello stabile e la colonna delle scale ha fatto il resto, diffondendo fino al pian terreno la tenue nuvoletta di gas urticante

28/02/2019 07:08:00
I provvedimenti Se ne occuperà la scuola, dal punto di vista sanzionatorio, ma anche educativo. Se ne sono occupati i carabinieri per accertare i controni della vicenda. Teoricamente potrebbero esserci anche delle denunce, a carico del ragazzino che ha più di 14 anni


16/09/2015 07:54:00
Taglio del nastro all'Itis Sei nuove aule su tre piani. La nuova ala della sede vobarnese dell’Itis Perlasca ha cominciato ad accogliere alunni proprio in questi giorni.

24/04/2016 09:58:00
Progetti didattici per acquisire competenze Gli studenti delle classi 4AG e 5AG dell’indirizzo Grafica e Comunicazione dell’Itis “Perlasca” di Vobarno sono stati coinvolti in quattro interessanti progetti didattici fra storia e territorio



Altre da Vobarno
25/02/2020

La banda musicale di Vobarno piange il suo Adolfo

Adolfo Dini, a lungo saxofonosta nel sodalizio, è scomparso prematuramente all'età di 55 anni. Gli amici della banda, causa ordinanze restrittive per salvaguardare la salute dei cittadini, non possono accompagnarlo come vorrebbero, in musica


23/02/2020

Falsa traccia

Segue una traccia, ma non è un sentiero. E quando arriva ad un traliccio è quasi buio e non sa più da che parte andare. L’hanno ritrovato gli uomini del Soccorso alpino

21/02/2020

«Le stagioni in città»

Andrà in scena questo sabato, 22 febbraio, al Teatro comunale di Vobarno la lettura teatrale di Viandanze Teatro, nell’ambito della stagione teatrale organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura



 

21/02/2020

Alcione Tours 2, con AIB per formarsi e fare rete

Da circa due anni tra le realtà associate ad AIB c’è anche la nota agenzia di viaggi di Vobarno, che vede nell’appartenenza al circuito un’opportunità di formazione, crescita e creazione di nuovi contatti


21/02/2020

Quattro candeline per Marta

Buon compleanno a Marta Boninsegna, di Collio di Vobarno, che oggi, 21 febbraio, spegne 4 candeline


20/02/2020

Alimentazione e nutrizione

Alla Cascina San Zago di Salò, questo sabato 22 febbraio, un convegno "Ecm" dedicato a medici di medicina generale e specialisti. "Targato" Synlab Santa Maria


20/02/2020

Egregio signor sindaco

In merito alla serata di conferimento della cittadinanza onoraria vobarnese alla signora Nidia Cernecca, ci scrivono alcuni cittadini vobarnesi. Una lettera aperta che chiede al sindaco di prendere posizione


16/02/2020

E la rotonda?

Che quello sia un punto pericoloso è risaputo. Dal Comune più progetti, l’ultimo un mese fa, ma a dare l’ok, che non arriva, dev’essere Anas

14/02/2020

Polisportiva Vobarno, il derby è valsabbino

Le ragazze della Nuova Bstz Omsi Polisportiva Vobarno si sono fatte valere sabato scorso, a Caionvico, contro la formazione dell'Atlantide

13/02/2020

«Sono indignato per quanto è stato scritto»

Gentile redazione di “Valle Sabbia News”, mi sia permesso rispondere alla triste "Lettera firmata", del giorno 11 c.m., attribuita ad “alcuni ragazzi” e, secondo me, attribuibile anche ad alcuni suggeritori che ragazzi non sono più

Eventi

<<Febbraio 2020>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia