Skin ADV
Domenica 19 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Maria bambina

Maria bambina

by David



17.05.2019 Roè Volciano Valsabbia

18.05.2019 Gavardo

17.05.2019 Gavardo

18.05.2019 Salò Valsabbia

17.05.2019 Provincia

17.05.2019 Vobarno

17.05.2019 Roè Volciano

18.05.2019 Vallio Terme

18.05.2019 Idro

18.05.2019 Bione






01 Aprile 2019, 15.05
Villanuova s/C
Genitori in Formazione

Intervista ad Alberto Pellai

di Giuseppe Maiolo
Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta, questo lunedì sera alle ore 20,30 presso la Sala del Consiglio comunale, per il ciclo Genitori in Formazione, affronterà il tema scottante della preadolescenza, epoca complessa e difficile sia per i figli che per i genitori. Gli abbiamo chiesto di anticiparci il suo intervento

Dottor Pellai, dove sta di casa oggi l’adolescenza?

In particolare la preadolescenza, che è un’età poco pensata e appesa tra la seconda infanzia e l’adolescenza, è molto accelerata e precocizzata, in più spostata dal mondo reale a quello virtuale. Sul piano educativo è una sfida che gli adulti devono giocarsi perché tra i 10 e i 15 anni è necessario prestare attenzione alle specifiche esigenze dei preadolescenti.  Ma proprio in questa fase vediamo sempre più spesso i genitori disorientati e che chiedono aiuto…

Ma perché arriva lo Tsunami, come lo chiami tu e Barbara Tamborini che siete autori del libro  L’età dello Tsunami.  Ce lo puoi descrivere questo tornado della preadolescenza?

Lo tsunami è l’immagine del caos che c’è nella mente dell’adolescente. Le neuroscienze hanno messo in evidenza la forte sfasatura esistente tra l’accelerazione del cervello emotivo e la relativa immaturità del cervello cognitivo. È come se in questa fase della vita il ragazzo vivesse più la zona limbica che è la struttura cerebrale dove hanno sede le emozioni e fosse più rallentato nei suoi processi cognitivi. Ciò richiede all’adulto di fare la funzione del lobo frontale del proprio figlio, cioè essere l’area di controllo che al preadolescente manca in gran parte perché ancora poco sviluppata.

Le neuroscienze ce lo hanno chiarito, non è vero?

Sì perché ci hanno fotografato il cervello e la sua evoluzione. È un aspetto che condivido sempre con i ragazzi e con i genitori, perché dà la consapevolezza di come funzionano i ragazzi in questo periodo e i genitori possono capire quanto sia importante trovare equilibrio tra il bisogno di proteggere i preadolescenti e la necessità di stimolare l’esplorazione che fa crescere.
Dobbiamo invece riflettere sul fatto che oggi la tendenza a iper-proteggere i figli adolescenti ci ha portato a togliere loro la bicicletta e a dargli lo smartphone con il quale si fanno molto più male.

Secondo te, cosa c’è ancora di importante che gli adulti devono sapere?
Proprio perché il funzionamento mentale del cervello del preadolescente è particolare in questo periodo, devono sapere che è importante definire il limite e la linea di confine alle azioni. E questo spetta al genitore, non al ragazzo. Inoltre è altrettanto necessario riconoscere che le esplosioni di rabbia del genitore non fanno altro che complicare la relazione. Dal momento che il cervello dell’adolescente è molto esplosivo, il comportamento dell’adulto, viceversa, deve essere molto più regolato, perché è questa funzione che va allenata.
Poi c’è il tema del sonno che è importantissimo. Molte ricerche ci dicono che i preadolescenti e gli adolescenti stanno perdendo un sacco di ore di sonno, quando invece la regolarità del dormire è proprio un elemento di stabilizzazione che serve alla maturazione delle reti cognitive.
Infine direi che una grande attenzione da parte dei genitori va posta ai rischi per le dipendenze psicotrope. In questa particolare fase della vita c’è molta fragilità e i preadolescenti sono parecchio esposti a questo genere di pericolo.

Adolescenti e genitori: chi fatica di più in questo periodo?
Faticano entrambi. Le sfide evolutive sono identiche al passato, ma la complessità in cui  ora si vive rendono parecchio più problematica la crescita sana del preadolescente e il ruolo di sostegno del genitore. La cosa faticosa per gli adulti è generare una mente adulta comune. Di fronte a tutte queste sfide in contesti di vita così complessi, purtroppo gli adulti non hanno le idee chiare. In questo genere di caos manca una struttura che sostiene la crescita e quella cornice in cui una volta il preadolescente sapeva qual era la norma e cosa voleva dire trasgressione. Questo permetteva di trasgredire senza normalizzare ciò che normale non era.

Il vostro libro ha un sottotitolo interessante “Come sopravvivere a un figlio preadolescente”. Di questo ne parlerai stasera. Ma ci dici in estrema sintesi cosa fare?
Direi prima di tutto agli adulti di fare gli adulti nella vita dei loro figli. Poi ricordarsi che amare un figlio non vuol dire che tutte quelle cose che fanno stare bene, facciano poi davvero bene. La distinzione tra “mi far star bene” e “non mi fa bene” il ragazzo non la sa fare ma l’adulto sì e la deve fare. Su questo va costruito il progetto educativo. 







 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/09/2015 17:14:00
Papà, parliamo di sesso? Giovedì 24 settembre 2015 alle ore 20,45 presso il Teatro parrocchiale di Barghe per il ciclo GENITORI IN FORMAzione, interverrà Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta milanese


25/03/2013 08:31:00
L'educazione sentimentale ai tempi di Facebook Questa sera a Villanuova il secondo incontro della rassegna "Genitori in formazione". Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta ci anticipa gli argomenti che tratterà

27/02/2019 08:47:00
Essere ragazzi è difficile quanto essere genitori Questa sera a Villanuova inizia un nuovo ciclo di incontri di Genitori in Formazione. Lo slogan “Parliamo ancora di figli? Cominciamo dai genitori!” ci porta a incontrare il primo relatore, Marco Vinicio Masoni, psicoterapeuta di Milano, al quale abbiamo posto alcune domande sul suo intervento

13/05/2019 09:58:00
«Serve autorevolezza per aiutarli a crescere» Ultimo incontro del percorso “Genitori in forma-zione”. Alle 20,30 presso la Sala del Consiglio comunale di Villanuova s/C, Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta, affronterà un tema estremamente importante per i genitori


02/02/2011 09:00:00
Questa casa non è un albergo Giovedì a Villanuova un nuovo incontro della serie “Genitori in formazione” con Alberto Pellaio, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva.



Altre da Villanuova s/C
16/05/2019

Villanuova, dalla Preistoria all'età romana

Questo venerdì sera nella sala consiliare del municipio di Villanuova sul Clisi la presentazione dei ritrovamenti dei recenti scavi archeologici di un luogo di culto di età romana

13/05/2019

Geopietra Villanuova, ultima vittoria in serie C

La vittoria contro la Sdl non basta e la squadra di coach Caldera e Zanaglio finisce la stagione con una retrocessione

13/05/2019

«Serve autorevolezza per aiutarli a crescere»

Ultimo incontro del percorso “Genitori in forma-zione”. Alle 20,30 presso la Sala del Consiglio comunale di Villanuova s/C, Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta, affronterà un tema estremamente importante per i genitori


08/05/2019

Stampa e modellazione 3D

Sabato prossimo, 11 maggio, al FabLab della Valle Sabbia di Villanuova sul Clisi, un corso rivolto ai ragazzi per scoprire i segreti della stampa in 3D

06/05/2019

«Accordinsettima», storia di un cantastorie

Questo mercoledì a Villanuova la musica della band capitanata da Marco Chiappini e le canzoni del grande Fabrizio De Andrè faranno da sfondo a un’importante serata per raccogliere fondi per i progetti di inclusione scolastica

06/05/2019

Vittoria di carattere per il Villanuova

Contro un Crema alla ricerca di punti per la matematica salvezza, i giovani atleti della Geopietra, dopo oltre due ore di gioco, si aggiudicano l’incontro

03/05/2019

«Stato di agitazione permanente»

L’incontro organizzato nel fine settimana dall’Associazione “La Rosa e la Spina” spazierà dalle conquiste degli anni Settanta agli attacchi alla libertà femminile 

02/05/2019

«L'uomo in piedi»

Lo spettacolo promosso dall’Associazione “Movimento dal Sottosuolo” andrà in scena questo sabato, 4 maggio, presso la Sala consiliare del Comune di Villanuova. Al centro la storia del turco Erdem Gunduz e della sua protesta silenziosa 

01/05/2019

Lanificio, Cotonificio, Falck...

...per non parlare della De Angeli Frua e di altre fabbriche che fino a pochi anni fa creavano lavoro nel nostro territorio. Già, il lavoro. Il lavoro non dà solo la paga... (1)

01/05/2019

«Die Mauer - Il muro»

Questa sera al teatro Corallo di Villanuova sul Clisi le vicende legate al muro di Berlino, che per 28 anni divise la città tedesca, nel 30° anniversario della sua caduta

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia