02 Agosto 2019, 09.55
Provincia
Lutto

Addio a padre Giulio Cittadini

di Redazione

Partigiano e sacerdote della Congregazione dei Padri della Pace di Brescia, fu vicino a figure straordinarie dell’antifascismo. Il ricordo delle Fiamme Verdi


Nella notte tra il 1 e il 2 agosto padre Giulio Cittadini è tornato alla casa del Padre. Classe 1924, partigiano nelle file nella 76a Brigata "Garibaldi", fu ordinato sacerdote in seno alla congregazione dei Padri di San Filippo Neri, che per tutti i bresciani sono i "Padri della Pace, nel 1950.

Padre Giulio ha sperimentato nell'esperienza partigiana i valori della Libertà, della Giustizia, della Solidarietà, della Pace; valori che ha incarnato, difeso e messo a frutto nella sua lunga vita di educatore e di sacerdote, durante la quale ha sempre messo al centro l'Uomo, la sua dignità e la sua libertà.

Figura eminentissima della chiesa bresciana, padre Giulio si unisce idealmente alla lunga linea di sacerdoti della Pace che furono linfa e fermento dell'educazione democratica e antifascista della città e della provincia di Brescia, dal card. Giulio Bevilacqua a padre Luigi Rinaldini, da padre Paolo Caresana a mons. Carlo Manziana fino a padre Ottorino Marcolini, ai quali non si possono non avvicinare altri grandi e illuminati sacerdoti bresciani antifascisti, da don Giovanni Battista Picelli, barbaramente assassinato dai fascisti a Zazza di Malonno, a don Giacomo Vender, don Carlo Comensoli, don Giuseppe Almici, don Giovanni Antonioli, don Riccardo Vecchia e molti, molti altri.

Nel suo lungo ministero sacerdotale, svolto sempre a servizio dell'educazione e dei giovani, è stato uno straordinario esempio di rettitudine morale; generazioni di studenti e di scout che, per tanti anni, l'hanno avuto come assistente spirituale lo ricordano come uomo amabile e severo, sempre pronto al dialogo e aperto al confronto, mai fazioso ma con la dirittura morale di chi sa quanto valga - perché sa quanto sia costata - la Libertà di tutti e di ciascuno.

Ci mancheranno la sua voce amabile e ferma, il suo pensiero lucidissimo e la sua penna sferzante.

Nel 2012, su proposta dell'Associazione "Fiamme Verdi", padre Giulio ha ricevuto la medaglia d'argento della Federazione Italiana Volontari della Libertà, prestigioso riconoscimento assegnato ai partigiani e alle partigiane aderenti alla Federazione che, come padre Giulio, hanno vissuto in prima persona i tragici momenti della lotta di liberazione contro il nazifascismo, perseguendo gli ideali di Libertà, Giustizia e Pace.

Nel 2015, in occasione del settantesimo anniversario della Liberazione, padre Giulio ha ricevuto dal Governo Italiano la Medaglia della Liberazione, la più alta onorificenza partigiana istituita in ricordo dell'azione partigiana e dei lunghissimi anni di testimonianza e di azione per la difesa dei valori della Resistenza.

Nel grande dolore per la sua scomparsa, tutte le Fiamme Verdi ringraziano il Signore per il dono prezioso di padre Giulio Cittadini, e sono vicine ai confratelli, agli amici e a tutti quanti l'hanno conosciuto e amato con il ricordo grato e la fraterna preghiera.

Associazione "Fiamme Verdi" Brescia

In foto: Padre Giulio ritratto durante la cerimonia di conferimento della Medaglia della Liberazione, nel 2015


Aggiungi commento:
Vedi anche
01/09/2018 08:00:00

Fiamme Verdi in Mortirolo Anche quest’anno la prima domenica di settembre vedrà le Fiamme Verdi di Brescia riunite per ricordare le idealità della lotta di liberazione

01/10/2019 12:53:00

Ciao Agape Agape Nulli Quilleri, donna eccezionale legata alla Resistenza e in particolar modo alle Fiamme Verdi, di cui era presidente dal 2009, è scomparsa questa mattina. Aveva 93 anni

13/03/2019 09:18:00

Fiamme Verdi, sguardo all'Italia e all'Europa Anche una qualificata rappresentanza valsabbina nel Consiglio provinciale delle Fiamme Verdi, impegnate nella testimonianza della memoria storica della Resistenza bresciana e nella difesa dei valori che da essa sono scaturiti

21/03/2017 16:01:00

Il ricordo di «Ferro» Verrà commemorato questo giovedì a Barghe, il paese che gli diede i natali e dove fu sepolto, Ippolito Boschi, il partigiano delle Fiamme verdi “Ferro”

23/03/2018 09:57:00

Il partigiano «Ferro» Si svolgerà questa sera alle 18 presso il cimitero di Barghe l’annuale commemorazione in ricordo del giovane partigiano delle Fiamme Verdi Ippolito Boschi



Altre da Provincia
09/07/2020

Anziani e disabili soli, l'appello: «Permettete ai parenti le visite»

Il gruppo “Connettere Salute” lancia un appello tramite lettera aperta indirizzata ai vertici della Regione Lombardia per chiedere l'immediata revisione della delibera di giunta che tuttora impedisce ai familiari di fare visita agli ospiti delle strutture

09/07/2020

«Ciak in Lombardia», la Regione sul set

L'assessore regionale al Turismo Lara Magoni introduce un bando per selezionare progetti audiovisivi che valorizzino l'immagine della Lombardia che si rialza dopo l'emergenza coronavirus. Iscrizioni aperte dal 15 luglio

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni

09/07/2020

Comitato Gaia, una petizione online per fermare il progetto

Lanciata su Change.org all'inizio della settimana, la petizione del Comitato ambientalista di Gavardo ha già raccolto diverse centinaia di firme per bloccare il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

08/07/2020

Consorzio Medio Chiese contrario al depuratore

Sollecitati dal sindaco di Montichiari Marco Togni, i responsabili del Consorzio hanno affermato di non aver mai condiviso il progetto, ma di aver solo fornito i dati idrogeologici richiesti. Acque Bresciane: “Un equivoco lessicale”

07/07/2020

Derivazioni idroelettriche, in arrivo fondi per le aree montane

Anche Rsa, scuole ed enti pubblici di 11 Comuni valsabbini beneficeranno della monetizzazione dei fondi che le società idroelettriche devono alle aree interessate per lo sfruttamento delle acque

07/07/2020

Finanziamenti regionali per un piano «a prova di emergenza»

Gli ospedali bresciani, inclusi quelli afferenti all'Asst del Garda, utilizzeranno i fondi per farsi trovare adeguatamente preparati in caso di nuove crisi sanitarie. Previsto, in primis, il potenziamento delle terapie intensive e semi intensive

05/07/2020

Brescia e Bergamo Capitali della cultura, un'occasione anche per la valle

Un emendamento al decreto Rilancio ha già assegnato il titolo per il 2023 in abbinamento alle due città: un’occasione di rilancio non solo per i capoluoghi ma anche per le loro province

04/07/2020

In Lombardia la prima edizione della «Festa delle montagne»

Domenica 5 luglio si celebra la prima edizione della 'Giornata regionale per le montagne lombarde', istituita da Regione Lombardia per promuovere e valorizzare i territori montani

03/07/2020

Lo Spaccadischi sotto l'ombrellone

Dopo questo periodo di pausa riprendono, con le dovute misure di sicurezza, gli appuntamenti estivi. Torna “Lo Spaccadischi sotto l'ombrellone” che cercherà di farvi compagnia e segnalarvi gli appuntamenti principali dell'estate