19 Giugno 2008, 00.00
Vestone
«Sergente nella neve» di Rigoni Stern

Sarà presto digitalizzato il dattiloscritto

Il «Sergente nella neve» ha casa a Vestone. Uno dei dattiloscritti originali del romanzo di Mario Rigoni Stern - scomparso lunedì a 86 anni - si trova infatti nella biblioteca «Ugo Vaglia» del paese valsabbino, donato dallo stesso autore nel 1977

Il «Sergente nella neve» ha casa a Vestone. Uno dei dattiloscritti originali del romanzo di Mario Rigoni Stern - lo scrittore alpino che raccontò la ritirata di Russia, scomparso lunedì a 86 anni - si trova infatti nella biblioteca «Ugo Vaglia» del paese valsabbino, donato dallo stesso autore nel 1977 come ringraziamento per la cittadinanza onoraria che gli venne attribuita. Non solo: complice l’amicizia che lo legava con Felice Mazzi, farmacista e «cronista» del paese, Rigoni Stern pubblicò frequentemente propri scritti sul locale bollettino «El Vistù», offrendo ai lettori della valle i propri ricordi della vita alpina e della guerra.

«Il manoscritto verrà digitalizzato entro l’autunno - annuncia Giancarlo Marchesi, presidente della Commissione della biblioteca -: lo trasferiremo in formato pdf su un cd, e sarà consultabile da studiosi e appassionati». L’opera, sotto il titolo originale di «Ricordi di Russia» («fu Elio Vittorini a dare il titolo definitivo, quando nel 1953 il romanzo fu pubblicato nei "Gettoni" Einaudi» spiega Marchesi), consta di 104 pagine di carta velina fittamente dattiloscritte, su cui Rigoni Stern annotò di propria mano commenti e correzioni. Un documento fondamentale per lo studio dell’opera dello scrittore: due manoscritti e due dattiloscritti del «Sergente» sono custoditi al Fondo Manoscritti dell’Università di Pavia. «Sappiamo che ne esistevano cinque copie: una - aggiunge Marchesi - è all’Imperial War Museum di Londra». La moltiplicazione dei dattiloscritti si deve al fatto che l’autore ne fece varie copie da inviare a più editori, in vista di una possibile pubblicazione.

Vestone, insomma, è una piccola patria per Rigoni Stern, che durante la seconda guerra mondiale comandò il battaglione Vestone, appunto, e che nella località bresciana volle tornare per reincontrare gli alpini con cui divise fatica e tragedia. Felice Mazzi, farmacista del paese di origine veneta, gli fece da guida in queste visite, e attraverso la sua attività di «storiografo» locale, fin dagli anni ’60 tenne una rigorosa contabilità di tutte le notizie vicine e lontane che riguardavano, oltre che Vestone, anche l’amico scrittore, raccogliendo i ritagli di giornali e riviste in preziosi «Album» che la biblioteca ha iniziato a digitalizzare per agevolarne la consultazione. «Mazzi chiamava Rigoni Stern a partecipare alla vita del paese, e gli chiedeva di scrivere qualche nota per il bollettino che pubblicava» ricorda ancora Marchesi. «El Vistù» conobbe quindi la firma illustre dello scrittore-alpino, che a quelle pagine - tutte ancora da studiare - affidò ricordi e commenti praticamente inediti.

Mazzi scomparve nel 1999, appena dopo l’ultima visita di Rigoni Stern in occasione dell’inaugurazione della nuova Casa degli alpini (lo scrittore tornò nel Bresciano anche l’anno successivo, per le celebrazioni alpine a Inzino, e nel 2003 per le manifestazioni in città per Nikolajewka). A Vestone, Rigoni Stern era stato anche nel 1990, quando nella ex caserma Chiassi della frazione di Mocenigo, già convento dei Cappuccini, poi prima sede del battaglione Vestone, infine passata al Comune, gli alpini inaugurarono il restauro dell’antica cappelletta, quasi una restituzione all’originaria destinazione sacra, di parte di un monumento che parla della storia alpina.

Ora la decisione di rendere accessibile agli studiosi e al grande pubblico il dattiloscritto del «Sergente» custodito in biblioteca, dove sono raccolte, naturalmente, tutte le opere di Rigoni Stern. Un omaggio ad un autore che amò la montagna e la celebrò nelle proprie pagine, ed un modo per far conoscere Vestone oltre l’epopea di Russia.

gio. ca.
da Giornale di Brescia


Aggiungi commento:
Vedi anche
17/06/2008 00:00:00

Addio a Mario Rigoni Stern Lo scrittore Mario Rigoni Stern, il mitico sergente del Battaglione Vestone, è morto nella sua amata Asiago (Vicenza), all'età di 86 anni.

16/06/2015 10:00:00

Quello che il «sergente» avrebbe voluto dire Il 16 giugno 2008, esattamente sette anni fa, se ne andava Mario Rigoni Stern. Lo scrittore e cittadino onorario di Vestone ci lasciava con la stessa forza tranquilla con cui aveva vissuto, combattuto, pensato e scritto.

08/01/2007 00:00:00

Le «Stagioni» del sergente Mario Rigoni Stern I ritmi della natura e le storie degli uomini, sono questi i temi cardine di «Stagioni», la nuova fatica letteraria di Mario Rigoni Stern, il mitico sergente del Battaglione Vestone.

11/11/2007 00:00:00

Grande successo per il «Sergente nella neve» Oltre 1 milione e 200 mila telespettatori hanno seguito martedì della scorsa settimana, in diretta su La7, Marco Paolini e il suo Il Sergente, tratto dal libro «Il sergente nella neve» di Mario Rigoni Stern, alpino del Battaglione Vestone.

13/05/2009 00:00:00

Lo spettacolo di Corsini nella città del Sergente Il fortunato spettacolo “Il sergente nella neve” di Stefano Corsini, trasposizione teatrale del famoso libro di Mario Rigoni Stern, sarà riproposto questo sabato, 16 maggio, ad Asiago, città natale dello scrittore scomparso nel giugno scorso.



Altre da Vestone
07/07/2020

Un poco di luce rischiara la montagna

Due escursioni per i ragazzi del Cai di Vestone: il Cai Giovanile sul monte Stino e quelli dell’Alpinismo giovanile sul Manos

30/06/2020

Valsabbina, utile in crescita, Barbieri confermato presidente

L’assemblea dei soci svoltasi attraverso il Rappresentante Designato ha approvato il bilancio 2019: in crescita utile (20,3 milioni, +33,7%), raccolta (+17,61) e territori presidiati. Confermati anche i consiglieri in scadenza Gnutti e Pelizzari

27/06/2020

Freno rotto, sbatte contro il muro

La disavventura è capitata ad un ragazzino sedicenne, è andato a sbattere con la sua bici uscendo dal cancello di casa

25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia

22/06/2020

A Vestone al via l'estate dei ragazzi

Dopo l'emergenza coronavirus il Comune di Vestone, in collaborazione con associazioni e cooperative, riparte con alcune attività estive per garantire a bambini e ragazzi un'estate di divertimento in sicurezza

16/06/2020

Anche la Banda di Vestone per la solidarietà

Tra i gruppi musicali che hanno contribuito con generosità alla raccolta fondi per l’emergenza coronavirus anche la Banda valsabbina, che non smette di suonare, anche se per ora solo da remoto

13/06/2020

Tutto da solo

Stava pedalando da Lavenone in direzione di Vestone quando, forse a causa di una buca, è volato gambe all’aria

12/06/2020

Messa d'argento per don Bernardo

Gli auguri delle comunità di Vestone, Nozza e Lavenone per il loro parroco, don Bernardo Chiodaroli, che quest’anno festeggia il venticinquesimo di ordinazione sacerdotale

10/06/2020

LAFRE, vent'anni a lavorar lamiere

Un traguardo, quello della famiglia Freddi, da festeggiare progettando il raddoppio del capannone, quello che apre su via Penella a Vobarno


10/06/2020

Le 80 primavere di nonna Luisa

Tanti auguri a nonna Luisa, di Vestone, che oggi, 10 giugno, raggiunge le 80 primavere