29 Novembre 2006, 00.00
Villanuova s/C Villa
Consiglio comunale

Ancora una pausa di riflessione

Lunedì sera, a Villanuova si è tenuto un delicato e animato consiglio comunale, decisivo per la prosecuzione dell’attività dell’amministrazione in carica. Varato il rimpasto in giunta. Slitta però lo scontro all'interno della maggioranza.

Lunedì sera, a Villanuova si è tenuto un delicato e animato consiglio comunale, decisivo per la prosecuzione dell’attività dell’amministrazione in carica. L’assemblea aveva assunto un valore fondamentale dopo che nelle scorse settimane la maggioranza di centrosinistra, che riunisce Margherita e Democratici di sinistra nella lista civica «Democratici popolari indipendenti», si era trovata davanti a una crisi.

La causa? Le differenti valutazioni dei due partiti sul programma per la seconda metà del mandato amministrativo.
Una divergenza che aveva portato alle dimissioni in blocco di tutta la giunta comunale, seguite poi negli ultimi giorni da un rimpasto che non prevede però la presenza di Mercedes Garzoni, Alessandra Zerneri e Ignazio Gereloni, tre dei quattro assessori in quota Ds, fortemente critici nei confronti dei colleghi e del sindaco, e quindi non disponibili a ricoprire un nuovo incarico.

I problemi che affliggono il Comune sono ben noti: sul bilancio, già deficitario negli anni più recenti, è caduto anche il «peso» enorme del terremoto del 24 novembre 2004. Inoltre, le difficoltà attuali mettono in pericolo anche il futuro prossimo di Villanuova, col rischio che il municipio non possa ottemperare agli obblighi connessi con il «patto di stabilità» per l’anno in corso, subendo come conseguenza pesanti limitazioni alle possibilità di gestione per il 2007.

In questa situazione confusa, Margherita e Ds si sono trovati a individuare due vie opposte per sanare il deficit, che ruotano comunque principalmente (ma non solo) attorno alla vendita di alcune strutture comunali come lo stadio e il vecchio municipio, inagibile per i danni causati dal sisma.

Le polemiche degli ultimi giorni fra i tre ex assessori e la Margherita, a cui si sono aggiunte le pesanti critiche della Lega nord, unico partito di minoranza che ha chiesto nuove elezioni, hanno attirato nella sala consiliare un folto pubblico, intervenuto per capire meglio sia i problemi sia le soluzioni.

I leghisti hanno immediatamente chiesto che venisse aggiunta all’ordine del giorno la discussione sui due diversi programmi, ottenendo l’inserimento del dibattito nell’ultima parte della seduta.
Poi, il primo passaggio della serata ha ufficializzato le nuove deleghe di giunta, che vedono la conferma di Caterina Dusi (Bilancio) e Giuseppe Baldo (Servizi sociali), lo spostamento di Franco Cocca dai Lavori pubblici alla Pubblica istruzione e l’inserimento di tre nuovi assessori: Dario Bianchini al Commercio, Vittorio Florioli all’Urbanistica e Ignazia Tellaroli ai Lavori pubblici.

Il seguito della seduta, centrata sulle ultime variazioni di bilancio, ha comunque fornito il pretesto alle parti in causa per dibattere con toni a tratti piuttosto accesi.
In particolare quando è stata letta l’ultima comunicazione della Corte dei conti, che segnala nuovamente il deficit e i rischi del mancato rispetto del patto di stabilità.

Dopo tre ore molto intense sembrava arrivato il momento più delicato dell’assemblea, ovvero il confronto sui programmi e la verifica delle intenzioni relativamente al risanamento delle finanze comunali.
Il capogruppo della Margherita, Bortolo Belli, ha però richiesto una sospensione momentanea della seduta, che permettesse ai capigruppo e ai consiglieri di conferire sugli argomenti del dibattito. E dopo una quindicina di minuti di sosta, i membri del consiglio sono rientrati in aula comunicando l’intenzione di rimandare a data da destinarsi (non oltre i trenta giorni successivi) il confronto programmatico.

Insomma, si è ritenuto opportuno preparare preventivamente la discussione, ma inevitabilmente, il pubblico presente è rimasto deluso.

Luca Cortini
da Bresciaoggi


Aggiungi commento:
Vedi anche
21/02/2018 09:30

Rimpasto di giunta e surroga in consiglio Nella seduta di questa sera del consiglio comunale di Gavardo, oltre a rispondere a interrogazioni e interpellanze delle minoranze, sarà comunicata la nomina del nuovo assessore ai Servizi sociali e il subentro di un consigliere della maggioranza

15/11/2016 11:41

Rimpasto di giunta con il consiglio dimezzato Situazione delicata per l’amministrazione comunale di Serle che si ritrova con la metà dei consiglieri eletti dopo le dimissioni del vicesindaco, di un assessore e di un consigliere. Nominata la nuova giunta

21/07/2011 08:00

Salò, consiglio comunale nel caos Ancora una seduta al calor bianco quella di lunedì del consiglio comunale di Salò con i cinque «dissidenti» del Pdl all’attacco del sindaco e della maggioranza.

18/04/2018 10:30

Scongiurato lo scioglimento del Consiglio Tre consiglieri della maggioranza rassegnano le dimissioni, ma lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale viene evitato grazie alla minoranza. È accaduto a Paitone dopo l’ultima seduta consiliare

24/12/2007 00:00

Avvicendamenti nella maggioranza a Gavardo Ancora un cambio della guardia nel Consiglio comunale di Gavardo. Stavolta tra le fila della maggioranza, nel gruppo «Uniti per Gavardo».



Altre da Villanuova s/C
08/08/2020

Misure anti-covid ignorate, chiuso per tre giorni un locale di Villanuova

La Polizia di Stato ha rilevato situazioni deficitarie sotto il profilo del rispetto della normativa anti-covid. “I controlli proseguono, attenzione al rispetto delle regole”

08/08/2020

Frontale a Ponte Pier

Evita un’auto e finisce contro l’altra che seguiva. Per fortuna nessuno si è fatto male in modo grave

07/08/2020

Concerto all'alba già «sold out»

L’ormai tradizionale appuntamento mattiniero di Acque e Terre Festival della Notte di San Lorenzo “Quando le stelle vanno a dormire” a Prandaglio di Villanuova ha già fatto registrare il tutto esaurito

06/08/2020

I miti di Baruelli in mostra a Villanuova

Le opere dell’artista prevallese Roberto Baruelli, che ridanno vita a materiali di scarto utilizzati nella rappresentazione di grandi miti dell’arte e della musica, sono esposte in questi giorni nella galleria interna del Centro commerciale Italmark

31/07/2020

Due celebrazioni alla Madonna della Neve

Niente festa a Prandaglio per la prima domenica di agosto ma saranno celebrate due Messe al santuario sulla vetta del monte Renico

29/07/2020

Il «Don Pasquale» in versione semiscenica

Questa sera a Villanuova sul Clisi il recital operistico nell'ambito della rassegna “Il Grande in Provincia”, il primo di quattro appuntamenti di “R...estate a Villanuova”.

25/07/2020

«No ad un progetto sbagliato»

Anche alla manifestazione di ieri sera a Villanuova sul Clisi un secco no ad un progetto che non ha senso, dai costi esorbitanti e con conseguenze ambientali nefaste

22/07/2020

Stop definitivo per il Villa Nuova

La squadra villanovese di Prima Categoria, dopo la pausa forzata dettata dall'emergenza Covid-19, ha chiuso definitivamente i battenti. “Non ci sono più le condizioni, corretto farci da parte”

22/07/2020

Una fiaccolata per far sentire la voce del territorio

È quella organizzata per venerdì sera a Villanuova dalla lista civica “Progetto Villanuova” con il supporto del Comitato Gaia Gavardo per far giungere alla Cabina di regia la contrarietà della popolazione al progetto del maxi depuratore

21/07/2020

L'avanzo di bilancio finanzia le opere incompiute

Un notevole avanzo di amministrazione emerso dal consuntivo 2019 del Comune di Villanuova permetterà di completare diverse opere in cantiere da anni, con particolare attenzione a Valverde