22 Luglio 2008, 00.00
Valsabbia - C
«Social Work»

Inserimento mirato per lavoratori svantaggiati

di Cesare Fumana

In un incontro avvenuto pochi giorni fa a Nozza di Vestone, presso la sede della Comunità montana, sono state presentate le nuove opportunità del servizio “Social Work” rivolto a imprenditori e ai professionisti del Distretto 12 della Valle Sabbia.

In un incontro avvenuto pochi giorni fa a Nozza di Vestone, presso la sede della Comunità montana di Valle Sabbia, sono state presentate le nuove opportunità del servizio “Social Work” rivolto a imprenditori e ai professionisti del Distretto 12 della Valle Sabbia.

La Comunità montana, attraverso la società Valle Sabbia Solidale, ha accreditato con la Regione Lombardia il servizio al lavoro “Social Work” per l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e di collocamento dei disabili.

Le aziende che per obbligo di legge devono inserire nel proprio organico alcuni soggetti appartenenti a queste fasce (quelle con più di 15 dipendenti) hanno la necessità di sottoscrivere con la Provincia di Brescia le nuove convenzioni entro il 30 settembre.

«Questo progetto è iniziato da gennaio di quest’anno e i risultati ci stanno dando ragione» ha spiegato il presidente della Comunità montana Ermano, aprendo l’incontro illustrativo del servizio, cui hanno preso parte pochi rappresentanti delle imprese della valle. È un progetto pilota, il primo in Lombardia, che sostituisce come ente territoriale il servizio Nil (Nuclei di integrazione lavorativa) fornito finora dalla Asl, che dal prossimo gennaio 2009 cesseranno di esistere.

«Questo servizio rientra nella politica di gestione del territorio – ha precisato Pasini –, in questo caso affidato a Valle Sabbia Solidale, con un continuo colloquio tra le imprese e i consulenti del lavoro».

Anche l’assessore ai Servizi Sociali Robaro Scandella, ricordando come il 50% del bilancio comunitario valsabbino sia rivolto al sociale, ha evidenziato, oltre al primato valsabbino che sta facendo scuola anche in altre realtà territoriali, la lungimiranza di questo servizio.

«Social Work – ha spiegato poi Massimo Cavagnini, direttore generale di Valle Sabbia Solidale – intende creare una banca dati dei soggetti svantaggiati e delle esigenze delle imprese, in modo da incrociare domanda e offerta e permettere l’inserimento più adatto sia per il lavoratore sia per l’azienda. Inoltre questo servizio si allontana dalla logica del mero assistenzialismo per considerare invece il lavoro stesso come modo per riabilitarsi».

Ha poi tenuto ad evidenziato i servizi aggiuntivi fruibili tramite Social Work, quali: la consulenza/assistenza per la compilazione delle convenzioni; il servizio alle imprese per la selezione di personale (svantaggiato e non) e la segnalazione di profili qualificati; la canalizzazione di sovvenzioni per l'inserimento di persone appartenenti alla fascia debole (ad es. LaboLab Ambito Donne, progetto che prevede un premio per l'azienda disposta ad assumere la persona al termine dello stage); l’attivazione di finanziamenti provinciali, regionali e del FSE, non solo in materia di disabilità, bensì in ambito di ricerca applicata all'impresa, formazione e quant'altro verrà finanziato in futuro per l'accesso/sostegno al mercato del lavoro.

Questo servizio in Valle Sabbia può interessare circa 120/130 aziende, mentre per quanto riguarda i disabili attualmente quelli seguiti dai servizi sociali sono 126, ma ad essi si possono aggiungere anche soggetti appartenenti alle “fasce deboli” del mercato del lavoro, vale a dire donne, donne straniere, giovani diplomati, ecc.

Il coordinatore del servizio Social Work, Alberto Fedeli, ha messo il luce le novità normative in tema di collocamento mirato da parte della Regione, che obbligano le imprese a sottoscrivere nuove convenzioni con la Provincia entro il 30 settembre, anche a quelle che le hanno già sottoscritte.

«Le aziende – ha detto Fedeli – possono scegliere il partner che preferiscono per sottoscriverle, certo è che un collocamento mirato su base territoriale è certamente migliore di un “avviamento numerico”, vale a dire con l’assegnazione in base a una graduatoria provinciale che non tiene molto in considerazione le esigenze dei lavoratori e delle imprese. Per questo le aziende sono invitate a fare le richieste delle risorse umane di cui necessitano, non limitandosi alle mansioni semplici».

All’incontro era presente anche il dott. Alberto Pelizzari, in rappresentanza dei Consulenti del lavoro, che ha chiesto che la fase di inserimento preveda uno stage di 3/4 mesi con la supervisione e l’assistenza di operatori di Social Work. Fedeli ha risposto dicendo che dove necessario si farà.



Aggiungi commento:
Vedi anche
11/05/2019 08:00:00

Una rete per vincere la disoccupazione Valle Sabbia Solidale lancia la proposta del Social Work. Il prossimo martedì, 14 maggio, in Comunità montana una full immersion con professionisti, tecnici e imprenditori 

16/07/2016 07:00:00

Social Work, servizio in crescita Non solo inserimento di persone svantaggiate per il servizio di assistenza al lavoro di Comunità montana, ma anche percorsi di formazione e riqualificazione professionale, tirocini aziendali e assistenza per le agevolazioni regionali

28/02/2008 00:00:00

I nuovi servizi di Social Network Nasce «Social work», il progetto che mira all’inserimento in campo lavorativo di soggetti svantaggiati attraverso lo sviluppo di una rete locale di sostegno per le fasce deboli per l’accompagnamento al lavoro, la formazione e l’orientamento.

05/02/2020 10:00:00

Progetto di ricollocazione per i lavoratori ex Pasotti È stato presentato ieri in Comunità montana il progetto per l'accompagnamento alla ricollocazione di 99 lavoratori dell’azienda di Sabbio Chiese in fallimento

21/10/2011 10:24:00

Social Work Social Work di Valle Sabbia Solidale si presenta alle aziende del territorio e offre agli imprenditori la possibilità di conoscere i suoi servizi.



Altre da - C
19/05/2009

Tutta un’altra musica dalla Corea

La Kia si lancia in un settore in cui fino ad ora non era presente: il settore dei crossover compatti, grazie alla Soul, proposta con un 1600 a benzina da 126 cv e un 1600 common rail CRDI da 128 cv, negli allestimenti Active e Cool.

19/05/2009

Il sorriso e la mamma

Un sorriso ad una mamma è un sorriso per tutte quante le mamme. Ci sono quando si nasce, quando si cresce, quando si soffre. Il pensiero va a lei anche quando si muore. Un amore incondizionato il loro: basta un sorriso a ripagarlo.

18/05/2009

Terza parte: speciale cinghiale

Negli ultimi anni nei boschi che circondano la Valle Sabbia sono ricomparsi numerosi i cinghiali. Non di rado scendono fino a fondo valle dove, per nutrirsi, riescono a devastare orti e piantagioni. Necessarie alcune regole sanitarie.

18/05/2009

«In cerca di identità» e i Peripatetici volano

Saranno I Peripatetici a rappresentare Brescia nelle due finali di due festival cabarettistici in Toscana, al termine di un percorso che li ha portati a superare importanti selezioni.

16/05/2009

Aiuti da Distretto 12 e Comunità montana

Arriva dal Distretto sanitario numero 12 e dalla Comunità montana della Valsabbia un nuovo provvedimento di sostegno alle persone più colpite dalla crisi economica: sul tavolo c’è un «buono famiglie» per un ammontare complessivo di 120 mila euro.

15/05/2009

Fondi a sostegno dello sviluppo della montagna

È di 1.961.000 euro il contributo assegnato dalla Giunta regionale lombarda alle Comunità montane della provincia di Brescia per iniziative a sostegno dello sviluppo della montagna. Di questi, 388 mila euro a quella valsabbina.

15/05/2009

Un weekend pieno di cultura

Sono numerose anche in Valle Sabbia le realtà culturali, biblioteche e musei, che proporranno eventi, da venerdì a domenica, in occasione dell’iniziativa regionale “Fai il pieno di cultura”.

15/05/2009

La Cpf80 convoca i propri soci

La Commissionaria popolare familiare 80 (Cpf 80) convocherà il suoi 2610 soci ad approvare il bilancio dell’esercizio 2008, questa sera alle 20.30 presso l’Auditorium comunale di Vestone, via Glisenti 7.

13/05/2009

Bontempi pronto a volare con la Catullo

Giorgio Bontempi, 46 anni, sindaco di Agnosine e commercialista, vicepresidente della Comunità montana di Valle Sabbia, è in pole position per la nomina bresciana nel Consiglio di amministrazione della Catullo Spa.

(4)
12/05/2009

Una straordinaria festa di popolo

Va in archivio anche l’82 Adunata nazionale degli alpini che si è svolto nel fine settimana a Latina. Tanti anche dalla Valle Sabbia. Come sempre è stata una straordinaria festa di popolo, con tanta gente per le strade e per le piazze.