15 Gennaio 2020, 10.30
Gavardo
No al depuratore

«Nessuno ce lo Chiese»

di Marisa Viviani

Anche domenica scorsa, a fornire la colonna sonora alla grande manifestazione contro il progetto del depuratore delle fogne dei comuni gardesani a Gavardo c'era l'ironia del collettivo musicale "Musicolinesi" di Muscolin&Ambiente


“Nessuno ce lo Chiese”. Così recita una canzone, composta con l'ironia destinata a sbugiardare i fautori dell'ignominioso progetto del Depuratore del Garda; sempre che fossero dotati del senso del pudore e della vergogna, di cui però pare siano pressoché sforniti, considerando l'intenzione di convogliare gli scarichi fognari dei comuni gardesani nei depuratori di Gavardo e di Montichiari, con oltre 30Km di tubazioni e 150mt di dislivello passando attraverso le colline moreniche fino a Muscoline, per scendere a Gavardo e scaricare i reflui depurati nel fiume Chiese (e questo solo per il primo tratto).

Alla manifestazione NO DEP di domenica scorsa si sono sentite varie canzoni in tema composte con sferzante ironia dal collettivo musicale "Musicolinesi" e pubblicate sulla pagina Facebook Muscolin&Ambiente*: e se “una risata non li seppellirà”, si potrà almeno ridere della loro faccia di bronzo. Ma dopo aver riso, si dovrà riprendere la riflessione sul problema e l'impegno per risolverlo.

Intanto l'opposizione alla realizzazione del Depuratore del Garda (altrimenti detto Deturpatore del Garda), si estende e la grande partecipazione alla manifestazione di domenica ne è stata la dimostrazione: circa duemila partecipanti, un numero imprecisato di associazioni e comitati per la difesa dell'ambiente e della salute, 13 sindaci dell'asta del Chiese presenti (Asola con vicesindaco e due consiglieri, Bedizzole, Calvagese con vicesindaco, Gavardo, Nuvolento, Nuvolera con assessore alla cultura, Montichiari, Muscoline, Paitone, Prevalle, Sabbio Chiese, Vallio Terme, Villanuova).

Sindaci e rappresentanti delle associazioni
ambientaliste e del “Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago d'Idro” hanno dichiarato unanimemente la contrarietà alla costruzione del Depuratore del Garda, chiedendo alle amministrazioni e ai cittadini la coesione necessaria per sostenere la battaglia contro tale progetto, che si profilerà certamente impegnativa, probabilmente con ricorso a vie legali, sicuramente affidando ad un ente terzo uno studio tecnico-scientifico super partes che produca un progetto alternativo.

E se è vero che “Nessuno ce lo Chiese”, perché nessuna rappresentanza dei comuni dell'asta del fiume Chiese e della Valle Sabbia è prevista nel gruppo dei promotori dell'infausto progetto, né è mai stata consultata, sarà il diritto amministrativo a stabilirne la correttezza procedurale, e la Corte dei Conti a giustificarne i costi.

Quanto poi a garantire sulla perfetta depurazione dell'acqua che verrebbe scaricata nel Chiese, sicura per il fiume ma guarda caso non per il lago di Garda, saranno gli stessi capifila del progetto a darcene dimostrazione bevendo un bicchiere di quell'acqua pulita, spillata a fine ciclo dal depuratore: questa la proposta del signor Mario, che ha partecipato alla manifestazione molto deciso a difendere il proprio ambiente e il fiume Chiese dall'oltraggio del demenziale progetto.


Nele foto di Luciano Saia: La manifestazione No Depuratore del Garda con i sindaci partecipanti (12 gennaio 2020)



*IL CHIESE MORMORAVA (su musica della Canzone del Piave)

Il Chiese mormorava calmo e placido al passaggio, dei reflui gardesani il sommo omaggio.

Gli scarichi del Garda, le acque nere e marroncine, scendevano a Gavardo e a Muscoline.

Posar gli immensi tubi è uno sfracello, uno sfregio alla natura a ciò che è bello.

Piazzar su questi prati una tal fogna, voi converrete certo è una vergogna.

Risparmio ogni commento “lusinghiero”, il Chiese disse NO! Ciò non può esser vero!

Il Chiese poveretto, sonnecchiava nel suo letto, ignaro dell'ignobile progetto.

Ma la Aato, l'Ats Garda Ambiente e Acque Bresciane, gli stavan preparando nuove grane.

Si svegliò da un incubo premonitore, dall'argine arrivava un brutto odore.

E immense pompe e giganteschi tubi, colate di cemento a metri cubi.

Risparmio ogni commento “lusinghiero”, il Chiese disse NO! Ciò non sarà mai vero!


Vedi anche
04/03/2019 07:00

«Se il Piave mormorava, il Chiese urla!» e canta A fornire la colonna sonora alla manifestazione le canzoni appositamente composte da Luca Rassu, dell’associazione “Muscolin&Ambiente”, novello menestrello ambientalista
• Video

09/01/2020 12:00

Due cortei per dire No al depuratore a Gavardo Una grande manifestazione quella organizzata per domenica pomeriggio a Gavardo e Prevalle dalle associazioni ambientaliste che invitano la popolazione alla mobilitazione contro il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

10/07/2019 10:15

No depuratore, la protesta si sposta in città Il 26 luglio a Brescia una grande mobilitazione per ribadire il no deciso all’ipotesi di costruire i depuratori per le fogne dei comuni dell’Alto Garda a Gavardo e Montichiari.

28/02/2019 09:30

Insieme per dire «no» al depuratore Il Comitato Gaia organizza per questa domenica, 3 marzo, una camminata per protestare contro la decisione di costruire il mega depuratore del Garda a Gavardo e sul fiume Chiese. Per l’occasione non bandiere, ma… carta igienica 

16/03/2019 08:00

Depuratore del Garda, si comincia da Gavardo Il presidente Alghisi ha convocato in Broletto i sindaci del bacino del Chiese per illustrare loro il progetto definitivo del doppio depuratore. Il primo impianto sorgerà a Gavardo, con grande amarezza da parte dei sindaci e dei comitati ambientalisti, che però non si arrendono 



Altre da Gavardo
14/08/2020

In piazzetta a Ferragosto

Un doppio appuntamento fra musica e parole quello proposto dall’associazione “La rosa e la spina”: venerdì sera a Gavardo e sabato sera a Villanuova

13/08/2020

«Al passo del Chiese» arriva in Valsabbia

Nella terza tappa del cammino lungo il Chiese, ieri Mirko Savi e i suoi accompagnatori sono passati da Gavardo per giungere a Roè Volciano da dove oggi ripartiranno per Idro

11/08/2020

Fra costellazioni e stelle cadenti

Una serata dedicata all’osservazione guidata di pianeti, costellazioni e stelle cadenti quella organizzata a Gavardo per mercoledì 12 agosto in collaborazione con l’Unione Astrofili Bresciani

11/08/2020

Nuova sede per i Servizi Sociali

Gli uffici dei Servizi alla Persona di Gavardo sono stati trasferiti al piano terra di via Quarena 63, nei locali lasciati liberi dall’Asl

10/08/2020

Nuovi stanziamenti per gli ospedali lombardi

Pioggia di milioni sulla sanità pubblica bresciana, la maggior parte destinati al Civile per il nuovo Ospedale dei Bambini, ma una fetta spetta anche al nosocomio di Gavardo

10/08/2020

Ciao dottore

Felice Mangeri, lo straordinario diabetologo che ha curato centinaia di pazienti con percorsi innovativi, non c’è più. Aveva 60 anni

09/08/2020

Tutti al mare... e a Livemmo!

Chiudo gli occhi e cerco di ricordare. Istanti della mia infanzia dorata, attimi di felicità. Dopo la scuola, l’inverno e la nebbia, d’improvviso l’estate arrivava, come un fremito del cuore...

07/08/2020

Gavardo entra nell'Aggregazione

Con la minoranza contraria, qualche giorno fa, il Consiglio comunale di Gavardo ha deliberato di affidare alla Comunità montana di Valle Sabbia i servizi di polizia municipale ed amministrativa

05/08/2020

Al cinema d'estate

Domani, giovedì 6 agosto, la prima delle tre proiezioni di cinema all'aperto organizzate dall'assessorato alla Cultura del Comune di Gavardo. Appuntamento, fino ad esaurimento posti, alle 21 in piazza De Medici

05/08/2020

Appello per reperire plasma iperimmune

L'Avis di Gavardo cerca donatori idonei per la raccolta di plasma iperimmune attivata dall'Asst del Garda per la cura dei malati affetti da Covid-19