Skin ADV
Giovedì 27 Aprile 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




26.04.2017 Vobarno Gavardo Prevalle

26.04.2017 Vestone Salò

25.04.2017 Valsabbia

26.04.2017 Villanuova s/C

25.04.2017 Vestone

26.04.2017 Storo

25.04.2017 Vestone

26.04.2017 Casto

26.04.2017 Gavardo

26.04.2017 Anfo



01 Aprile 2015, 08.00
Anfo Valsabbia
Rocca d'Anfo

Obiettivo aprire per l'estate

di Cesare Fumana
Venerdì scorso assegnato l’appalto dei lavori per la messa in sicurezza del versante franoso. L’impegno di Comunità montana per l’apertura a metà estate. La Regione si prenderà in carico il sito della fortezza

Dopo quattro anni di chiusura, la Rocca d’Anfo tornerà a riaprire i suoi battenti al pubblico la prossima estate. L’annuncio è stato dato venerdì scorso nella sede della Comunità montana di Valle Sabbia dal presidente Giovanmaria Flocchini, nel corso di una serata dedicata alla presentazione di progetti di recupero frutto di tesi di laurea di tre studenti valsabbini.

Ciò avverrà dopo l’intervento di messa in sicurezza del versante franoso che incombe sulla fortezza napoleonica, causa della chiusura da luglio 2011.

I fondi per i lavori provengono dall’Accordo di programma sottoscritto dai Comuni rivieraschi con la Regione Lombardia, in particolare da parte della quota spettante ad Anfo che li ha stralciati da un altro progetto per dirottarli sulla Rocca d’Anfo.
L’appalto di questi lavori, del valore di un milione di euro, è stato assegnato a una ditta di Bovegno che ha presentato un ribasso di 350 mila euro; questi fondi rimanenti (salvo imprevisti nei lavori) saranno utilizzati per la pulizia e la risistemazione dei percorsi per consentire nuovamente l’accesso al pubblico.

L’azienda vincitrice dell’appalto avrà tempo 90 giorni per eseguire i lavori. Non inizierà subito perché ci sono 30 giorni di tempo perché altre ditte partecipanti al bando possano fare ricorso. Se tutto andrà secondo cronoprogramma entro luglio la rocca riaprirà.

Flocchini ha anche annunciato un imminente passaggio di proprietà del complesso fortificato dal Demanio alla Regione, frutto di un lavoro che ha visto partecipi Comunità montana, comune di Anfo (che ha rinunciato al diritto di prelazione), e che ha trovato disponibilità negli assessori regionali al Territorio Viviana Beccalossi e al Bilancio Massimo Garavaglia.
«La Regione si prenderà carico della Rocca d’Anfo per 20 anni – ha precisato Flocchini –: si accolla così un’area e un’opera fondamentale per lo sviluppo turistico della Valsabbia; un onere impegnativo di questi tempi».

Questo sarà il lasso di tempo per poter intervenire per rendere il complesso monumentale un’attrazione turistica degna di questo nome.
Non a caso la serata di venerdì era intitolata “Rocca d’Anfo, quale futuro?”, nella quale sono state presentate le tesi di laurea di tre architetti valsabbini: la prima di Andrea Butturini, di Vestone, e Luca Tognoli, di Sabbio Chiese, e la seconda di Davide Toselli, di Vestone.

Entrambe le tesi si basavano su progetti di valorizzazione del complesso monumentale in chiave culturale e turistica: ognuna con delle proposte diverse e originali, con due percorsi differenti per i visitatori, studi di restauri per i diversi manufatti, diverse ipotesi di reimpiego degli spazi (ostello della gioventù, ristorante, campeggio, area spettacoli, ecc.).
«Lavori che saranno presi in considerazione per i futuri progetti di recupero della rocca», hanno detto sia il presidente sia l’assessore al Turismo di Comunità montana, nonché sindaco di Idro, Giuseppe Nabaffa.
 
«Siamo consapevoli che il lavoro che abbiamo davanti non è facile, soprattutto per la carenza di risorse a disposizione – ha detto Flocchini, mettendo le mani avanti –. Per questo in accordo con il Gal GardaValsabbia stiamo partecipando a dei bandi di Fondazione Cariplo che consentono di ottenere dei fondi per progetti di restauro e di valorizzazione turistica».

Il percorso perché la Rocca d’Anfo torni a essere frequentata è tracciato. La presa in carico della Regione fornisce inoltre una garanzia in più affinché questo importante complesso monumentale possa diventare quell’attrazione di richiamo turistico da tempo auspicata.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID56752 - 01/04/2015 08:36:17 (dumbo) Lungimiranza
Mi fa piacere pensare alla lungimiranza della passata amministrazione, che siglò un accordo i cui risultati arrivano ora. complimenti al precedente sindaco Bonardelli e a tutti i sindaci di allora che sottoscrissero ciò che doveva essere sottoscritto.


ID56762 - 01/04/2015 13:00:04 (Baldo degli ubaldi) Faccia di bronzo
ci vuole proprio coraggio per prendere per buoni i soldi dell'ADP 2008 come assessore della comunità montana e rifiutarli per il comune che si amministra.


ID56800 - 02/04/2015 11:10:55 (bobdylan)
Hai ragione Baldo degli ubaldi , la penso anch'io come te.E' una cosa che ha dell' inverosimile.


ID56804 - 02/04/2015 19:50:16 (dumbo) Dumbo
Ma perché non ha il coraggio di spiegare chiaramente la sua posizione mica lo sbraniamo.....


ID56851 - 04/04/2015 10:24:59 (Baldo degli ubaldi) x dumbo
Il punto è proprio quel tuo "chiaramente", non può sbilanciarsi per non far cadere tutto il suo bel castello di carte.Restando sulla rocca benvengano tutti gli investimenti possibili e auspico che la gestione futura possa passare ai 3 comuni del lago , avendo 2 di essi la possibilità di accedere ai fondi ODI, per far rinascere la rocca d'anfo



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/09/2014 07:18:00
Un milione di euro per la Rocca d’Anfo Ieri la giunta regionale ha deliberato lo stanziamento e la Comunità montana di Valle Sabbia ha accettato il ruolo di ente attuatore di una prima fase di messa in sicurezza dell’intera area

28/08/2015 07:00:00
Sp 31, pochi giorni all'apertura Ci vorranno ancora una decina di giorni e il tratto di strada fra Agnosine e la rotonda per Bione sarà nuovamente aperta al traffico, dopo un consistente intervento di consolidamento di un versante franoso

24/04/2012 07:33:00
I soldi ci sono Non è più un problema di finanziamenti. I lavori per la messa in sicurezza della Rocca d'Anfo possono proseguire. Però l'intera area rimane interdetta.

16/09/2016 15:44:00
Notte di fine estate alla Rocca d'Anfo Chiusura in bellezza con pic-nic sotto le stelle mercoledì 21 settembre con prodotti a km 0 del Caseificio Sociale Valsabbino. Il complesso ha attirato oltre 3500 persone nella stagione 2016

03/03/2015 07:00:00
Luoghi del cuore, ma abbandonati La Rocca d'Anfo supera i 1000 voti per il FAI, ma è chiusa dal 2011



Altre da Anfo
26/04/2017

Testacoda in galleria

Avrebbe fatto tutto da sola la 46enne di Lodrone che ha distrutto la sua Fiesta sotto la galleria fra Anfo e i Tre Capitelli 

18/04/2017

Carambola in galleria

Quattro auto coinvolte e otto feriti, per fortuna nessuno di loro grave, nel pauroso incidente che al rientro di Pasquetta ha bloccato per ore la 237 del Caffaro, fra Anfo e Idro  (3)

11/04/2017

Audi contro camion

Una sbandata in curva, sembra, all'origine dell'incidente che lungo la 237 del Caffaro in territorio di Anfo ha coinvolto un'Audi e un'autocarro (2)

02/04/2017

Eridio: buoni i livelli

In questi giorni il lago d'Idro è quasi un metro più alto rispetto allo stesso periodo nel 2015 e nel 2016. La speranza è che possa rimanere tale il vantaggio anche in considerazione alla siccità che impenesierisce tutti i bacini lombardi

01/04/2017

Le sane abitudini

Un service del Rotary Valle Sabbia per i bambini del territorio

16/03/2017

E la qualità dell'acqua?

Si fa sempre un gran parlare dei livelli del lago, tanto che la qualità dell'acqua sembra passare in secondo piano. Negli anni scorsi sono stati fatti degli studi: M5S del Trentino chiede se questi hanno prodotto un qualche intervento (6)

16/03/2017

Stagione al via col Circolo Vela Eridio

L'impegno del sodalizio nel mondo della scuola, anticipa sull'Eridio le iniziative di promozione di questo fantastico sport

07/03/2017

Livelli del lago: parla Gilmozzi

L'assessore all'Ambiente della Provincia Autonoma di Trento, Mauro Gilmozzi, ha invitato la Regione Lombardia ad un tavolo che coinvolge tutti gli attori del territorio per la revisione del regolamento di gestione del lago datato 2002 (6)

17/02/2017

Per Valsabbia e Valvestino più di 46 milioni di euro

Quella che era una proposta di ripartizione dei fondi per i Comuni confinanti, per Idro, Bagolino e Valvestino, ieri a Nozza è diventata accordo (5)

17/02/2017

Livelli del lago: escursione a 1,30

Escursione del lago contenuta durante la realizzazione delle opere di regolazione. Nulla osta perchè così possa essere anche a lavori terminati. VIDEO (74)

Eventi

<<Aprile 2017>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia