03 Agosto 2020, 09.28
Bagolino
Concerti

Chitarra, violino e anche una viola per San Rocco in Musica

di Marisa Viviani

Strepitoso anche il concerto del Duo Piercarlo Sacco e Andrea Dieci andato in scena sabato a Bagolino, terzo appuntamento della rassegna estiva


Si può solo immaginare la suggestione del concerto del violinista Piercarlo Sacco e del chitarrista Andrea Dieci, tenuto nella Chiesa di San Rocco anziché nella Parrocchiale di San Giorgio. E così per i concerti precedenti e per il prossimo a venire della rassegna.

Sì, perché la struttura raccolta e l'acustica perfetta della Chiesa di San Rocco di Bagolino hanno il potere di esaltare il potenziale espressivo della musica, amplificandone il volume mentre ne ammorbidiscono i toni, conferendo potenza, morbidezza e calore al suono; un'ambientazione particolarmente adatta a gruppi corali e a formazioni strumentali di medie dimensioni, per strumenti a pizzico, a corda, ad arco, come i quartetti, o come nel nostro caso, un duo di violino e chitarra.

Per converso la grande Chiesa di San Giorgio, che ha ospitato per necessità sanitarie la rassegna in questo frangente epidemico, si presta splendidamente ad accogliere grandi formazioni orchestrali, concerti d'organo e gruppi corali numerosi, che colpiscono per la potenza del suono che la struttura absidale amplifica, facendo riecheggiare la grandissima navata; memorabili infatti alcune manifestazioni musicali con grandi gruppi strumentali e corali tenutesi presso questa chiesa, che per vastità è la terza nel bresciano dopo il Duomo di Brescia e il Duomo di Montichiari.

Comunque, pur se privo del caldo abbraccio di suono colore quiete, dentro cui ci si sente immersi nella Chiesa di San Rocco, il concerto del Duo Piercarlo Sacco e Andrea Dieci è stato strepitoso.

Avevamo già accennato in precedenza al notevole curriculum dei due musicisti, entrambi diplomati al Conservatorio di Musica di Milano, entrambi accreditati come strumentisti di livello internazionale, vincitori di prestigiosi premi e riconoscimenti; entrambi hanno suonato come solisti e in orchestre con famosi direttori, entrambi sono docenti in scuole di musica e conservatori.

E insieme hanno approfondito lo studio del nuevo tango del compositore argentino Astor Piazzolla, del quale, nel concerto di sabato scorso, hanno presentato undici brani, scelti tra i meno noti e da essi stessi arrangiati, compresi nel progetto musicale "La Calle 92", pubblicato in due CD per l'etichetta olandese Brilliant Classic di distribuzione mondiale.

Accanto a brani ispirati alla musica leggera e tradizionale, per film e teatro, il Duo ha proposto brani sperimentali, di nicchia, come Imàgines 676, Milonga en Re, e l'Histoire du Tango, una produzione per sale da concerto, divisa in quattro movimenti (Bordel 1900 – Cafè 1930 – Night Club 1960 – Concert d'aujourd 'hui) in cui Piazzolla inserisce tutti i linguaggi musicali, tradizionali, colti, contemporanei, come il jazz e la musica elettronica. E brani velati di malinconia, di introspezione intima, interpretati dalla viola, strumento più idoneo a sottolinearne la pacata atmosfera (Fièvre – Fiebre de Tango); brani di forte suggestione (La Calle 92), di energia travolgente (Fracanàpa).

Ascoltare questi brani, vedere i musicisti interpretarli con la passione che li aveva ispirati, ha consentito al pubblico di immergersi appieno nella magica dimensione della musica tanguera: uno spettacolo nello spettacolo che ha sprigionato tutto il fascino della tradizione, della terra che l'ha generata, della sua anima musicale.

Nel gioco musicale tra i due strumenti, si è potuto apprezzare la magnetica passionalità del violino, capace di furore e meditazione, ironia e sentimento, bilanciate dalla consapevole compostezza della chitarra, che sempre si astrae dalla seduzione incontenibile della vita esternata dalla dirompente energia del violino, riservandosi un ruolo di autonomia ed equilibrio, che contempla le cose del mondo e ne placa la passionalità, una volta soltanto trascinata nel flusso irresistibile della vita, e soltanto per affermare la sua capacità di controllo e ritrarsi ancora nella propria libertà interiore (Histoire de Tango, Concert d'aujourd'hui).

Un gioco musicale di altissimo livello tecnico ed emotivo per due grandi interpreti di un grande compositore. Un'occasione perduta per gli assenti.

Alla prossima, come si dice, domenica 16 agosto, con i "Pensieri Africani" di Dudu Kouaté e Guido Bombardieri.



Nelle foto di Luciano Saia: Il violinista Piercarlo Sacco e il chitarrista Andrea Dieci in concerto a Bagolino per la rassegna San Rocco in Musica (1 Agosto 2020)


Vedi anche
30/07/2020 08:00

Piercarlo Sacco e Andrea Dieci interpretano Piazzolla Questo sabato sera nella chiesa parrocchiale di Bagolino il terzo concerto di San Rocco in Musica con i classici del grande musicista argentino e l’ultima produzione tanguera influenzata dalla musica contemporanea

19/08/2020 09:15

«San Rocco in Musica», appuntamento al 2021 Pur se in forma ridotta, l'edizione 2020 della rassegna "San Rocco in Musica" ha ricevuto anche quest'anno significativi riconoscimenti di pubblico e di critica

23/07/2020 09:00

A solo e col basso Secondo appuntamento a Bagolino con "San Rocco in Musica" questo sabato sera, 25 luglio. Il concerto si terrà ancora presso la Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, predisposta per il distanziamento sociale

17/06/2019 09:44

Orchestra «Il plettro» a Bagolino Il programma di manifestazioni estive organizzate dalla Proloco di Bagolino aveva avuto il suo felice esordio con il Duo Baronio-Arcari (Mandolino e Chitarra), il primo dei sette concerti previsti per "San Rocco in musica". Il secondo si terrà il prossimo 22 giugno 

12/09/2019 09:38

«DonneinCanto» per San Rocco in musica Chiude a Bagolino, con uno spettacolo di alto livello culturale, la rassegna "San Rocco in Musica", che da giugno a settembre ha proposto un programma musicale interessantissimo per qualità e per partecipazione di pubblico



Altre da Bagolino
19/09/2020

Tutte le cime benedette

Un desiderio realizzato quello di celebrare una messa in alta quota sulla cima più alta della Valle del Caffaro dove ha lasciato un’icona della Madonna di San Luca

18/09/2020

Uffici postali, da lunedì nuovi orari di apertura

Altri quattro uffici postali della provincia di Brescia, in particolare in ValsSabbia e in Val Trompia, torneranno ad essere disponibili con orari ampliati rispetto a quelli adottati a seguito dell'emergenza sanitaria

17/09/2020

Festa «in differita» per i 101 anni di nonna Pasquina

Presso la casa di riposo di Bagolino una festa con amici e parenti, con tanto di torna e uno speciale augurio da parte del Coro Beorum di cui è una grande supporter
• VIDEO

16/09/2020

Problemi col trasporto studenti da Bagolino

Si è verificato un disguido con il servizio trasporto studenti di Bagolino diretti all’Istituto Polivalente di Idro

15/09/2020

Auguri nonno Lucio

Tanti auguri a nonno Lucio, di Bagolino, che oggi, 15 settembre, compie 74 anni

07/09/2020

I venti di Jacopo

Tanti auguri a Jacopo Melzani, di Ponte Caffaro, che proprio oggi, lunedì 7 settembre, compie i suoi primi 20 anni

07/09/2020

La Polisportiva Caffarese riprende le attività

L'associazione sportiva di Ponte Caffaro e Bagolino, nel rispetto delle norme anti contagio, riparte con le sue attività sportive e sociali, in particolare quelle della sezione Calcio

02/09/2020

«Il grande flagello Covid-19 a Bergamo e Brescia» nel libro di Massimo Tedeschi

Il libro del noto giornalista e scrittore bresciano sarà presentato a Bagolino questo sabato, 5 settembre, alle 20.45 presso la Chiesa Parrocchiale di San Giorgio

02/09/2020

Alla (ri)scoperta di Brescia, la Provincia dei tesori

Al via la campagna per la valorizzazione del patrimonio culturale bresciano promossa da Visit Brescia. Tra i percorsi previsti dal progetto ce n'è uno interamente dedicato alla Valle Sabbia

28/08/2020

«A macchia di barolo»

Nuova distribuzione dei fondi per i Comuni di confine, quella mediata a Brescia, che premia anche i Comuni “di seconda fascia”