15 Novembre 2019, 16.31
Bagolino
Viabilità

Chiusa la strada per il Gaver

di red.

Fino a revoca. L’ha deciso la Provincia che ha emanato apposita ordinanza. Pericolo slavine


Giusto ieri hanno fatto la gettata per la soletta della seconda galleria paravalanghe che dovrebbe garantire più facile accesso alla Piana del Gaver nei mesi invernali, quando potrà essere pienamente operativa.

Intano ha nevicato, abbondantemente e con pesantezza, tanto da indurre il nivologo della Provincia a dichiarare oltremodo pericoloso transitare sotto le balze della Misa.
Così poco prima di mezzogiorno di oggi la strada è stata chiusa dopo Valle Dorizzo.

E’ la maledizione del Gaver: se e quando nevica troppo spesso arriva anche l’impossibilità a raggiungere la località in condizioni di sicurezza.

E non si tratta di una chiusura “fittizia”: i new jersey in cemento che ostruiscono completamente la strada stanno lì a dimostrarlo.
Anche perché quando un'ordinanza ne stabilisce la chiusura, gli uomini del Servizio manutenzione strade devono obbligatoriamente fare in modo che nessuno possa eludere il blocco.

Staremo a vedere cosa succede nei prossimi giorni.

.foto scattate oggi lungo la strada del Gaver.




Commenti:
ID82245 - 15/11/2019 22:54:02 - (Denis66) -

Ma siete di una vergogna

ID82246 - 16/11/2019 09:39:07 - (Giacomino) - Se non ci fossero le intelligenze

come Denis bisognerebbe inventarle

ID82249 - 16/11/2019 17:40:05 - (Denis66) -

Doppia vergogna,,, scienza

ID82252 - 16/11/2019 18:19:28 - (ubaldo) - Ecco...

Se qualcuno ancora non aveva compreso come mai abbiamo ridotto la possibilità di commentare gli articoli, il ripetuto intervento di Denis66 è estremamente chiarificatore.

ID82255 - 16/11/2019 19:51:19 - (Tc) - Ubaldo

e come darti torto, e' un vero peccato, proprio nel rispetto anche di chi, si legge, ma anche di chi volesse portare educatamente il proprio contributo, senza per forza di cose essere attaccato in maniera poco garbata...mi dispiace non si possa partecipare ad un discorso senza che degeneri in becera chiacchera che non porta a nulla se non a queste tragiche soluzioni...dico cosi, perchè in base al mio articolo sulle ricerche scientifiche in Valsabbia, mi sarebbe piaciuto aver un confronto con chi poteva essere interessato, avrei risposto con piacere.

ID82256 - 16/11/2019 19:59:28 - (ubaldo) - Ecco...

Se qualcuno ancora non aveva

ID82257 - 16/11/2019 20:16:22 - (Denis66) -

Coomenti di comodo si, contro noInformatevi quando hanno iniziato i lavori, strano, Gaver chiude Maniva apre a gogò, saranno contenti gli esercenti della PianaStesso discorso per Crocedomini.... di bene in meglio

ID82258 - 16/11/2019 23:04:03 - (criticone) - Però scusate....

Il 22 luglio su queste pagine si dichiarava che i lavori erano già in corso e lo stesso Gervasini diceva che quest'inverno il Gaver non avrebbe più avuto problemi....quindi, perché attaccare Denis66?

ID82259 - 16/11/2019 23:11:42 - (ubaldo) - Perché...

C'è modo e modo di esprimere opinioni e dissidenze

ID82260 - 17/11/2019 12:35:14 - (Denis66) -

Il mio é un commento di critica verso il comune provincia e anas, se poi qualcuno si sente offeso vuol dire che ne fa parte... Beata intelligenzaCertmmm

ID82261 - 17/11/2019 13:34:24 - (ubaldo) - Una cosa è certa

Per interpretare i commenti dell'intelligentissimo Denis66 bisognerebbe essere indovini. Con simpatia neh

ID82262 - 17/11/2019 14:19:00 - (Giacomino) - Non c'è pace per il Gaver?

potrebbe sembrare, ma, non è così, fino agli anni cinquanta la piana e tutto quanto stava intorno, nei mesi invernali era come la tundra, nessuno le si avvicinava e non aveva motivo per farlo. Solo dopo, con l'avvento delle opere idrauliche della "Caffaro" la zona fu motivo di interesse, ero ragazzino e molto curioso, ricordo bene i timori degli uomini dipendenti di quella azienda che erano incaricati della manutenzione degli impianti che comprendevano anche un presidio costante al lago della vacca, due persone che per dodici mesi si davano il cambio in un piccolo fabbricato ubicato nei pressi della diga. I dipendenti della caffaro erano considerati per alcune cose dei privilegiati dai compaesani ma cessavano di esserlo nei mesi invernali, tutti esperti di alta montagna, sciatori, spesso utilizzavano le ore notturne per transitare sul Gaver per il pericolo di valanghe, e in più di una occasione ebbero modo di sentirsi dei miracolati per avere scampata la vita. Per

ID82263 - 17/11/2019 14:31:50 - (Giacomino) - non dilungarmi troppo

negli anni del boom sciistico si è sfiorata in più occasioni la tragedia ma a quei tempi non c'era la sensibilità di adesso in materia di sicurezza pubblica. si sono costruiti dei costosi paravalanghe e l'ultimo (imponente) è in fase di ultimazione nevicate permettendo. Vero, sul posto ci sono delle attività ricettive i cui titolari avranno anche dei motivi per non essere contenti, ma è anche vero che sono gli unici ad avere chiara la situazione di pericolo che non gli consente di accusare con leggerezza la decisione dell'esperto nivologo. A risentirci, direttore permettendo.

ID82264 - 17/11/2019 16:20:42 - (criticone) - Giacomino....

...ho capito, ma sono 10 anni che ogni stagione è sempre quella, che pagano il nivologo, che sale l'elicottero a fare il distaccamento delle pareti nevose, che promettono che sarà l'ultima stagione...parole parole parole...e gli anni passano. Non si sta contestando la decisione di chiudere per la sicurezza, si sta criticando questo continuo parlare da anni senza arrivare mai ad una soluzione. Stanno facendo? Bene! Ma sono passati 10 anni, non se ne parla dall'anno scorso caspita....

ID82265 - 17/11/2019 17:58:38 - (Denis66) -

... Non c'è peggior ignoranza che misurare l'intelligenza altrui..Critico e, vero anche se soni più di 10 anni che hanno problemi, però stranamente fino alla Valledorizzo hanno fatto le gallerie aperte allapruma problematica sulla viabilità... STRANO FESS

ID82266 - 17/11/2019 18:37:20 - (ubaldo) - E' chiaro Denis66

I poteri forti e certo anche l'ANAS vogliono che si possa arrivare fino a Valledorizzo e non in Gaver. Mi sembra ovvio.

ID82267 - 17/11/2019 19:06:34 - (Tc) - ...

mha...io dico...avete presente quanta neve e' venuta? Avete presente come e' pesante, perche' piena d'acqua? Avete presente la responsabilita' dei nivologi e provincia? Vogliamo aspettare slavine e morti per poi gridare alla strage,solo perche' qualcuno vorrebbe salire a sciare o far ciaspolate? Avete presente quanti anni ci voglian per mettere tutto in discreta sicurezza? Perche' la sicurezza certa non ci sara' mai...io ho solo presente che certi terremotati anche quest'anno se ne staranno al freddo e al gelo in bungalow che ormai sono allo sfascio e aspettano da piu' di 20 anni...altro che 10...

ID82268 - 17/11/2019 19:56:46 - (Denis66) -

Ho presente tutto quello che dici TC, ma hai presente i commercianti, anche se pochi cosa c perdono? Solo per la LENTEZZADI CHI DOVEVA/DOVREBBE svegliarsi a mettere in sicurezza 30/40m di SteadaPerché il problema è sempre nello stesso punto

ID82269 - 17/11/2019 20:06:04 - (Tc) - Denis66

vero,ma bisogna tener anche presente i commercianti dei luoghi terremotati, Loro hanno perso tutto,oppure quelli sotto il ponte di Genova...ma nessuno di loro e' ancora morto di fame...poi si puo' disquisire sulla lentezza dei lavori, ma e' una pratica tutta italiana purtroppo, dovrebbero essere i negozianti a presentar denuncia per risarcimento danni dellle istituzioni, ma anche li cause che vedranno la luce forse nel secolo prossimo...;-)

ID82270 - 17/11/2019 20:08:52 - (tonga7) - Che peccato

tanti soldini e paroline per pubblicizzare il settore turistico della vallesabbia ed ecco la stazione sciistica chiusa anche quest'anno.Forza Gervasoni RESILIENZA!

ID82271 - 17/11/2019 21:01:13 - (Denis66) -

Cavolo, ma non è che se ERA lenta la burocrazia lo deve essere ORA.X i TERREMOTATI? QUALI BELICE, IRPINIA, FRIULI, AQUILA EMILIA, Politici da mettere sottoterra con la testa fuori

ID82272 - 18/11/2019 08:30:43 - (Giacomino) - Poveri

noi!

Vedi anche
07/08/2016 07:54:00

Il Gaver dimenticato La pioggia milionaria sulla viabilità valsabbina resa nota nei giorni scorsi è venuta giù come acido lungo la Provinciale numero 669, fra Valle Dorizzo e il Gaver

07/03/2014 17:50:00

Rischio elevato di caduta valanghe Dalle 18 di questo venerdì strada chiusa fra Valle Dorizzo e il Gaver.
La Provincia ha previsto però due "finestre" durante il giorno per l'andirivieni degli appassionati di sci

15/03/2009 00:00:00

Oggi la seconda manche dello Sleddog Tutto come previsto in Valle Dorizzo e al Gaver, dove alla chiusura del sabato fa seguito la riapertura per oggi, domenica. Il blocco sulla Provinciale numero 669, infatti, è stato tolto ieri sera. Semaforo verde da parte del nivologo Rota.

29/12/2017 08:05:00

Gaver di nuovo raggiungibile E’ durato una notte il blocco stradale lungo la Provinciale 669 fra Valle Dorizzo e il Gaver

19/03/2013 04:00:00

La «Grisa» è arrivata sulla 669 La slavina è caduta ieri poco dopo l'abitato di Valle Dorizzo, sopra il nuovo riparo antivalanghe costruito dalla Provincia. Oggi l'intervento in elicottero con la "campana"



Altre da Bagolino
10/07/2020

Bagolino Alpin Run, al via l'edizione speciale 2020

La corsa in montagna organizzata dalla Società Sportiva Bagolino e dall'Avis locale quest'anno si correrà con una formula speciale, adatta a tutti

08/07/2020

«San Rocco in musica» ora in San Giorgio

La rassegna musicale organizzata dalla Pro Loco di Bagolino con “Habitar in sta terra” e la Parrocchia riprenderà questo sabato, 11 luglio, in una sede più spaziosa per rispettare le norme di sicurezza anti Covid-19

05/07/2020

Sopralluoghi anti assembramento

Anche i Carabinieri della Compagnia di Salò hanno effettuato numerosi controlli per verificare il rispetto della normativa sul Covid-19. Dieci giorni di chiusura comminati dalla Prefettura per un bar di Ponte Caffaro

25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia

25/06/2020

Visite protette in Fondazione

Alla Beata Versa Dalumi di Bagolino l’infezione è da tempo sotto controllo: sono possibili visite in sicurezza, separati dai familiari da uno schermo di plexiglass

24/06/2020

L'iperico, nel bene e nel male

A Ponte Caffaro, dopo la tradizionale raccolta, all’erba di San Giovanni, nell’erboristeria Bolandini dedicano anche una mostra

24/06/2020

Sull'Eridio con Idra

Ha ripreso a solcare le acque del lago d’Idro il battello turistico che effettua il giro dello specchio d’acqua valsabbino

23/06/2020

Chiuso per invidia

Succede anche questo in tempo di Covid, soprattutto se per evitare assembramenti devono intervenire i carabinieri

20/06/2020

I 101 al tempo del Coronavirus

Una dedica in musica per il prestigioso traguardo di Pasquina Gagliardi, di Bagolino, quella dedicata dal Coro Beorum di cui è una grande supporter

16/06/2020

Anche Alpini e Artiglieri di Ponte Caffaro per la sicurezza in chiesa

Anche a Ponte Caffaro, nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe, le disposizioni del governo e della diocesi per la sicurezza sanitaria dei fedeli sono state prese molto seriamente dal parroco don Paolo Morbio e dal sacerdote ausiliario don Eugenio Panelli