Skin ADV
Mercoledì 17 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




New York by night

New York by night

by Ale & Dan



15.01.2018 Vestone

16.01.2018 Gavardo

15.01.2018 Giudicarie Storo

15.01.2018 Vobarno Gavardo Villanuova s/C Roè Volciano

15.01.2018 Agnosine Anfo Mura Valsabbia

15.01.2018 Vestone

16.01.2018 Provaglio VS Serle Paitone Valsabbia

15.01.2018

16.01.2018

16.01.2018 Pertica Bassa Vestone Vobarno Bagolino Vallio Terme Valsabbia






13 Settembre 2017, 07.21
Bagolino
Scuola

Inizio bagosso per l'anno scolastico provinciale

di val.
L’anno scorso era toccato a Provaglio Valsabbia di ospitare l’inaugurazione dell’anno scolastico a livello provinciale. Ieri tutti erano a Bagolino

Ancora una volta è stata la Valle Sabbia a fare da palcoscenico per il mondo scolastico porovinciale.
Al canonico taglio del nastro non poteva mancare il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Mario Maviglia, per altro primo “responsabile” di questa scelta.

«Abbiamo deciso di venire oggi a Bagolino per sottolineare l’attenzione che l'amministrazione scolastica provinciale dedica alle piccole realtà di montagna, che sono periferiche geograficamente, ma non per importanza - ha detto Maviglia -. La mia presenza qui oggi vuole appunto testimoniare questo aspetto: fare in modo che i piccoli paesi e le piccole scuole possano vivere, e vivere bene.
Perché soprattutto qui, più che in altre realtà più vaste, le scuole costituiscono un elemento di aggregazione all'interno delle comunità, delle quali sottolineano l'identità storica e culturale. Proprio questo è il senso della mia presenza».

Ma in un “villaggio globale”, in una “società delle conoscenze” che basa la trasmissione dei saperi sui social e grazie alla rete, ha ancora senso parlare di istituzione scolastica?

«Certo. Ed è forse ancora più importante che nel passato - la risposta del dirigente -, perché le disuguaglianze oggi sono ancora più marcate e credo che solo attraverso la scuola ed il contatto con gli altri, attraverso l'offerta formativa che scuole e i docenti possono offrire ai bambini e agli studenti, che queste distanze si possono ridurre.
Questo è almeno il nostro auspicio».

Fra i presenti tanti sindaci, le forze dell’ordine, i rappresentanti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.
A fare gli onori di casa il sindaco Gianluca Dagani, al quale abbiamo chiesto quale sia il ruolo della scuola all’interno della comunità bagossa.

«Bagolino rispetto alla Valle Sabbia ha dei numeri importanti, tuttavia è una realtà periferica – ci ha detto Dagani -. Ovunque le scuole sono presidi essenziali di una comunità, a maggior ragione qui, perché attraverso di esse si costruisce il futuro della convivenza.
Si parla tanto di sostenibilità, credo che la prima forma di sostenibilità di una comunità, a lungo termine, passi proprio attraverso le scuole».

Piacevolmente sorpreso che la Valle Sabbia sia stata scelta per il secondo anno consecutivo a dare il via all’anno scolastico, è stato il presidente comunitario Giovanmaria Flocchini:
«La presenza qui del dirigente provinciale significa vicinanza al territorio e alle scuole di montagna. Significa il mantenimento di un servizio che per questi territori è fondamentale, significa avere fiducia nel loro futuro».

«La scuola deve insegnare a tutti ad essere felici e ad appassionarsi al bello e devo dire che qui in montagna questo compito è facilitato – ha detto il dirigente dell’Istituto comprensivo di Bagolino Andus Aristo -. Per questo, credo, il provveditore ha scelto questo luogo ameno per l’inaugurazione provinciale.
La condizione periferica di queste scuole non impedisce loro di sviluppare indiscusse capacità creative.
Oggi l’hanno dimostrato i bambini e i ragazzi che sono cimentati nel ballo, nella recita e nella musica. La scuola deve essere questo: un grimaldello per aprire a nuove conoscenze, verso nuove passioni, fuggendo il nozionismo puro e bieco perché possano aprirsi le menti».

A porre la benedizione sui locali, sulle attività e su chi ogni vive vive la scuola, ci ha pensato il parroco don Paolo Morbio, che per un periodo, mentre l'Amministrazione comunale provvedeva ad ammodernare la scuola veniva dal punto di vista delle sostenibilità energetica, ha ospitato nei locali dell'oratorio numerose classi.


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/06/2017 08:53:00
L'I.C. di Bagolino è una «Scuola Amica» C'erano anche gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Bagolino, fra i premiati dal Ministero dell'Istruzione e dall'Unicef nei giorni scorsi a Brescia


05/12/2017 10:22:00
Un’aula informatica per la scuola primaria di Bagolino Da un mese gli studenti della scuola primaria di Bagolino hanno a disposizione un’aula informatica in cui svolgere lezioni multimediali, realizzata grazie alla solidarietà e all’impegno di diversi enti e associazioni

05/01/2016 11:22:00
Con gli sci in Maniva La debole nevicata dei giorni scorsi unita alla neve artificiale ha consentito di aprire da oggi la pista Persèk e i due campi scuola Chalet Maniva e Bagolino di Maniva Ski

29/12/2016 07:22:00
Alternanza alla Maniva Dal sogno all'impresa: si può, con passione, costanza e abnegazione. Anche su territori all'apparenza marginali. E' quanto hanno appreso i ragazzi del Perlasca in visita per un giorno alla Maniva Spa di Bagolino

16/10/2017 16:15:00
Acqua Maniva per i bambini di Morrumbene Grazie al sostegno dell’azienda di acque minerali di Bagolino, è stata inaugurata la scuola materna Escolinha Seridò in Mozambico




Altre da Bagolino
16/01/2018

Un 2018 tutto in salita!

Non per tutti, ovviamente, ma solo per i partecipanti al Grand Prix di corsa in montagna delle Valle Sabbia, il circuito valsabbino del trail giunto quest'anno alla quinta edizione con alcune novità


11/01/2018

I tesori gastronomici lombardi

Anche il Bagoss di Bagolino fra le tipicità gourmet della Lombardia portate a Roma da Coldiretti

06/01/2018

Epifania in musica

Ancora numerose le iniziative musicali lungo la Valle Sabbia nell’ultimo giorno di festa del periodo natalizio

04/01/2018

Befane e ambasciatrici del lago

Prima il periplo di 30 chilometri, poi il Convegno Internazionale della Befana, in programma a Ponte Caffaro. E’ il programma del primo sabato di gennaio

03/01/2018

Addio all'imprenditore Mario Ghidini

L’industria bresciana è in lutto per la scomparsa dell’imprenditore lumezzanese del settore manigliero, titolare della Gruppo Ghidini Pietro Bosco, con stabilimenti anche in Valle Sabbia (1)

30/12/2017

Scontro sulla neve

Eliambulanza in azione questa mattina in Maniva per soccorrere una sciatrice ferita a seguito di uno scontro in pista

29/12/2017

Note fra i presepi

Nell'ambito della rassegna “Bagolino Borgo dei presepi” questo sabato pomeriggio scendono in strada quattro gruppi corali per augurare buon anno in musica

29/12/2017

Gaver di nuovo raggiungibile

E’ durato una notte il blocco stradale lungo la Provinciale 669 fra Valle Dorizzo e il Gaver (3)

27/12/2017

Chiuso l'accesso al Gaver

La Provinciale 669 è stata chiusa dopo Valle Dorizzo per il rischio di slavine. Presto l’intervento con elicottero e “daisybell” (6)

27/12/2017

È morto Giuliano Sossi

Per un improvviso malore ha perso la vita il commercialista di Ponte Caffaro, numero uno del gruppo Sapes, con fabbriche a Storo e a Condino



Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia