17 Maggio 2020, 08.48
Bagolino Valsabbia
Cronache semiserie

Messaggio alla popolazione di Bagolino... e a tutte le altre

di Marisa Viviani

È stato diffuso nei giorni scorsi a Bagolino un videomessaggio rivolto alla popolazione, lanciato dalla celebre Gedàsä Garétä della Compagnia Teatrale I Maläòä. VIDEO


Il messaggio, per il suo alto significato civico, è destinato a travalicare gli angusti confini della Valle del Caffaro per diffondersi all'intero orbe terracqueo, o quanto meno alla Valle Sabbia e limitrofi.

Il messaggio vocale della veneranda Gedàsä Garétä per i suoi concittadini, è trasmesso nell'idioma locale, notoriamente decifrabile soltanto dagli appartenenti all'enclave bagossa, pertanto è stato richiesto ad una società di alto profilo professionale, la Sìto (Soluzione Incongrua Traduzioni Ostiche), di renderlo comprensibile anche alle masse extraterritoriali.

La traduzione letterale è riportata di seguito e mantiene inalterato il senso dell'annuncio dell'amata Gedàsä Garétä, che c'è, oltre le apparenze; sì, c'è per tutti.

Questo e altri video, con maggior risoluzione, su VallesabbianewsTv

“Cara la mia gente, guardate come ci siamo ridotti per colpa del coronavirus.
Ci lamentavamo per non aver potuto fare carnevale, ed ora andiamo in giro tutti con la mascherina.
Ah, che passione! Con il bel tempo che c'è stato, con la bella primavera che faceva scintille, non si poteva nemmeno fare l'orto.

Pensavamo: finirà la stagione senza poter raccogliere neanche una manciata di radicchio.
Dovevamo stare rinchiusi in casa, come quei tizi agli arresti domiciliari.
Ma io non ho mica ammazzato nessuno, neh, almeno per il momento.

A dire la verità, qualche pensiero di dare un colpo in testa a mio genero l'ho avuto, neh.
E pensare che non ho mai potuto sopportarlo, quell'uomo, per due mesi l'ho sempre avuto tra i pedi a scocciarmi con i cetrioli nell'orto, quando a me piace la catalogna che fa andare di corpo.
Beata Rosa, guarda giù!

Ah, che passione
, voi non avete idea del martirio che mi è toccato tra mio genero e il virus, roba da perdere il cervello.
Portiamo pazienza e aspettiamo che se ne vadano tutti e due.
Ma intanto dovevamo stare chiusi in casa, a sopportare il virus e quel tonto del mio genero.

Guardate, cara la mia gente, che non è ancora finita la suonata, anche adesso bisogna stare ancora a casa nostra il più possibile, portare la mascherina quando si esce e tenere le distanze, perché il virus è una gran canaglia: è chiaro?

L'ha detto anche la Signora Maria, quella di Gavardo, su Vallesabbianews!
Ah, che bella signora, e che brava!
Noi siamo amiche, neh, ah, sicuro, ci siamo conosciute facendo teatro.
Eeeh, una volta stavamo benone, ah, sì, anche se sono passati soltanto due mesi di prigione.

Le cose vanno così, bisogna tirare dritto e nient'altro.
Con tanta povera gente che soffre ancora, potremmo anche noi, neh, ascoltare le disposizioni senza tante storie.
E vorrà dire che la catalogna la comprerò in negozio, e mio genero mangerà i suoi cetrioli sott'aceto.
Eh, cari i miei Bagòs, vi saluto tutti e vi raccomando, comportatevi bene.”

La vostra Gedàsä Garétä”

(Gedàsä = Donna anziana, comare, madrina - Garétä = Margherita)

MARISA VIVIANI



Vedi anche
11/11/2014 09:00:00

Dopo il 9 novembre, nulla sarà più come prima Oltre 2,2 milioni di persone hanno votato il 9 novembre in Catalogna, nella consultazione simbolica sull’indipendenza organizzata dal governo regionale e contestata dall’esecutivo centrale spagnolo. Oltre l’80 per cento di loro hanno votato per l’indipendenza

15/10/2017 08:05:00

Non di sole bandiere... Gli indipendentisti catalani hanno fatto breccia anche a Prevalle dove da alcune settimane campeggiano scritte sui tabelloni informativi e sono comparse addirittura bandiere all'esterno del municipio

24/05/2020 09:00:00

Annullata la Bagolino Alpin Run Anche la corsa in montagna organizzata da SSD e Avis Bagolino in calendario il prossimo 19 luglio è stata cancellata. Novità in vista per l’estate

09/01/2017 10:00:00

Canti e fantasia a Bagolino borgo dei presepi Ascoltando il Coro di Bagolino nel suo concerto itinerante tra i presepi sparsi nel borgo, ho pensato che il nostro gruppo corale stava dando il meglio di sé
• Photogallery

08/03/2010 09:34:00

Quattro intossicati a Bagolino Una canna fumaria difettosa all'origine dell'intossicazione collettiva che a Bagolino ha coinvolto l'intera famiglia di un medico.



Altre da Bagolino
25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia

25/06/2020

Visite protette in Fondazione

Alla Beata Versa Dalumi di Bagolino l’infezione è da tempo sotto controllo: sono possibili visite in sicurezza, separati dai familiari da uno schermo di plexiglass

24/06/2020

L'iperico, nel bene e nel male

A Ponte Caffaro, dopo la tradizionale raccolta, all’erba di San Giovanni, nell’erboristeria Bolandini dedicano anche una mostra

24/06/2020

Sull'Eridio con Idra

Ha ripreso a solcare le acque del lago d’Idro il battello turistico che effettua il giro dello specchio d’acqua valsabbino

23/06/2020

Chiuso per invidia

Succede anche questo in tempo di Covid, soprattutto se per evitare assembramenti devono intervenire i carabinieri

20/06/2020

I 101 al tempo del Coronavirus

Una dedica in musica per il prestigioso traguardo di Pasquina Gagliardi, di Bagolino, quella dedicata dal Coro Beorum di cui è una grande supporter

16/06/2020

Anche Alpini e Artiglieri di Ponte Caffaro per la sicurezza in chiesa

Anche a Ponte Caffaro, nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe, le disposizioni del governo e della diocesi per la sicurezza sanitaria dei fedeli sono state prese molto seriamente dal parroco don Paolo Morbio e dal sacerdote ausiliario don Eugenio Panelli

15/06/2020

Coro di Bagolino, comunque

Anche la corale bagossa non si è persa d'animo durante il distanziamento forzato e, grazie al supporto della Mª Susanna, ha realizzato un video con una bella canzone di Bepi De Marzi

15/06/2020

Per Loretta sono 65

Buon compleanno a Loretta, di Ponte Caffaro, che oggi, 15 giugno, compie 65 anni

12/06/2020

Maniva, si passa

E’ stato riaperto al traffico, dopo la pausa invernale, il tratto della 345 “Tre Valli” fra il Maniva e Crocedomini.
VIDEO