Skin ADV
Domenica 19 Novembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Riflessi sull'acqua

Riflessi sull'acqua

by Simonetta



18.11.2017 Gavardo

18.11.2017 Villanuova s/C

17.11.2017 Lavenone

17.11.2017

17.11.2017 Roè Volciano

17.11.2017 Vobarno

18.11.2017 Giudicarie Storo

17.11.2017 Giudicarie

17.11.2017 Vobarno

17.11.2017 Prevalle






12 Settembre 2017, 06.57
Bagolino Valsabbia Giudicarie Storo
A Ponte Caffaro

Sostituite quel ponte

di Ubaldo Vallini
Novità sulla "rotonda quadrata" di Ponte Caffaro: il vecchio ponte di confine verrà smantellato e ricostruito da un'altra parte. Al suo posto verrà edificata una nuova struttura, più ampia e robusta

L’ipotesi inziale era di realizzare una “rotonda” che poi è diventato un “raccordo anulare asimmetrico” per volere della Sovrintendenza, che ha imposto di conservare intatto il vecchio ponte in ferro edificato all’inizio del secolo scorso.

Stiamo parlando del “ponte” che dà il nome alla frazione lacustre di Bagolino
, Ponte Caffaro appunto.
Univa il territorio italiano a quello austriaco e divide ancora due regioni.
Da qualche tempo, visto che ci passano sopra in media più di 13 mila veicoli al giorno, che quando sono camion si devono adattare ad un senso unico alternato, è diventato obsoleto.
Di qui la decisione di utilizzare circa 3 milioni di euro di “fondi dei Comuni di confine” per sostituirlo.

Ma da allora, oltre al relativo cantiere, sono sorti anche dei guai
.
Dopo l’ultimo rinvio, il periodo buono per l’inaugurazione pareva essere la scorsa estate.
Peccato che al momento del collaudo ci si è accorti non solo della presenza di un dislivello insormontabile per gli autobus, ma anche e soprattutto del fatto che utilizzando come corsia per chi arriva dal Trentino il vecchio ponte, questa specie di rotatoria quadrata, era impossibile da affrontare alla guida di un autoarticolato.

La soluzione sarebbe arrivata nei giorni scorsi con l’ok da parte della Sovrintendenza a «trovare un’altra destinazione per il vecchio ponte» così ci dice il vicesindaco bagosso Giorgio Pezzarossi.
Che aggiunge: «Potremo finalmente sostituirlo con un ponte più largo che, oltre a permettere agevoli manovre per i mezzi pesanti, fornisca anche maggiori garanzie di portata utile».

Non ci sarebbero problemi di budget,
l’importo già finanziato sarebbe sufficiente anche per la nuova realizzazione.
E il vecchio ponte che fine farà? «In accordo con la Sovrintendenza stiamo valutando alcune ipotesi» la risposta laconica di Pezzarossi.

Intanto oggi potrebbe essere il giorno buono per la riapertura, almeno, della via San Valentino, necessaria per poter entrare ed uscire agevolmente dal paese.

.in foto: il "rendering" del progetto della "rotonda quadrata"; il primo progetto, quello che forse era l più sensato da attuare.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID73533 - 12/09/2017 07:23:18 (pluto) sovrintendenza
Nome roboante per giustificare decisioni sempre al limite del ridicolo


ID73534 - 12/09/2017 08:51:06 (erret) erret
Potrebbe andare a fare compagnia al ponte ferroviario tolto a Roè Volciano anni fa.....problemi?! Mi risulta che ce ne sia uno un po' vecchiotto a anche a Bassano del Grappa...OKKIO!!


ID73535 - 12/09/2017 08:59:09 (roberdux) ci meravigliamo della sicilia
e chi paga ? naturalmente i progettisti saranno esenti, non vado oltre perchè poi Vallini mi tira le orecchie.


ID73536 - 12/09/2017 09:23:13 (ubaldo) x roberdux
Dovresti già averle belle lunghe ;)


ID73537 - 12/09/2017 09:58:47 (Giacomino) Chi sarà chiamato
a redigere il progetto del nuovo ponte faccia in modo di risparmiarci spiacevoli sorprese, al momento del collaudo.


ID73538 - 12/09/2017 10:10:14 (Giacomino) Dal momento che siamo in argomento
di opere pubbliche di grande importanza per il fondovalle è possibile conoscere le ultime decisioni del T.A.R in merito alla: Vestone - Idro? Dalla data dell'udienza del 17 maggio u.s non si è saputo più niente. Saremo grati a chi vorrà darci notizie (possibilmente positive) in merito.


ID73539 - 12/09/2017 10:46:22 (griso) Non vedo alternative
Ben venga, anche se a scoppio ritardato, la scelta ormai obbligata per la sostituzione del vecchio ponte in ferro. Spero ne venga fatto uno nuovo con capacità della doppia corsia, in modo da ripristinare la regolare circolazione in entrambi i sensi di marcia. Nel frattempo che venga utilizzato il nuovo "mostro" a solo scopo temporaneo, quasi fosse un ponte militare. A lavori ultimati del ponte in ferro ripristinato, che venga demolito e rimosso per sempre il nuovo scempio, così che ai posteri non rimanga traccia della perversa "capacità " dell'uomo....!


ID73542 - 12/09/2017 12:46:14 (roberto74) Barzelletta....
Credevo certe castronate si potessero vedere solo altrove, invece anche al nord sappiamo essere ridicoli. E pensare che secoli fa, senza studiare, senza computer e senza grossi e grassi stipendi si costruivano basiliche e opere faraoniche, mentre nel 2017 siamo capaci di sbagliare un Ponte....


ID73543 - 12/09/2017 13:19:38 (Cipi2) vergogna
111000 euro spesi, più altri per le altre progettazioni collaterali per un ponte non funzionale alla vaiabilità e nessuno chiede al comune conto di questa scelta?E nemmeno il comune dice di volere chiedere conto di questi errori allo studio di progettazione...Beh che dire, era davvero cosa buona che alle ultime elezioni si arrivasse al 49.99% dei voti...


ID73544 - 12/09/2017 13:35:59 (erret) scacchi..
Una gran bella partita...


ID73546 - 12/09/2017 15:19:23 (Tc) ...
tanto sara' subappaltato,pui subsubappaltato e infine subsubsubappaltatato e alla fine i risultati si vedranno tra pochi anni semai partira'qust'opera ingenieristica...


ID73547 - 12/09/2017 19:42:39 (Giacomino) Concordo sull'idea
che il nuovo ponte sia strutturato per i due sensi di marcia e quello appena costruito che venga consegnato ai comuni di Storo e Bagolino e adibito al transito del traffico locale da e per le vie: Campini e S.Valentino. A volte non tutti i mali vengono per nuocere e per quanto riguarda il costo dell'opera con il tempo tutto sarà dimenticato, anzi, per i posteri potrebbe essere un motivo di apprezzamento nei confronti della generazione che li ha preceduti l'aver predisposto un ponte alternativo in modo che i mezzi agricoli non siano costretti a transitare sulla strada principale.


ID73548 - 12/09/2017 21:27:31 (griso) Concordo sull'idea...
Giacomino è troppo clemente ed ha suggerito una soluzione intelligente, che forse potrebbe mettere una pezza definitiva su una piaga diversamente destinata a creare disagi infiniti nel tempo.


ID73550 - 13/09/2017 07:03:26 (minkia) Soprintendenza ente inutile e bizzarro
La soprintendenza ha autorizzato un vero obbrobrio davanti alla chiesa di S.Agata in città, la devastazione di una parte dì Gardone Riviera per costruire le ville dei vip, ecc. Non si potrebbe prevedere invece di costruire a fianco di quello attuale un altro ponte uguale a quello attuale da riservare alla corsia verso il Trentino?


ID73551 - 13/09/2017 10:12:00 (pierdo53) La sovrintendenza !!!
quella che ha fatto modificare il tetto della caserma Zanardelli alla Rocca d'Anfo con degli abbaini che sono in netto contrasto con lo stile architettonico della struttura stessa (opera per'altro mai finita). Ma fatemi il piacere !!!Piuttosto i tanto derisi "pensionati" che con le mani dietro la schiena seguono i lavori pubblici.....EBBENE forse qualche volta sarebbe il caso che l'arch, o l'ing. di turno si fermasse ad ascoltare anche i loro consigli dettati dall'esperienza. Credo che in questo caso in particolare avrebbero evitato di spendere inutilmente tanti soldi pubbliici,


ID73553 - 13/09/2017 13:04:09 (Giacomino) Nel caso si decidesse davvero
di eliminare un bel po della burocrazia infestante questi enti dovrebbero essere i primi ad essere cancellati con significativo beneficio del sistema Italia.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/01/2017 07:47:00
La rotonda «quadrata» sul Caffaro Nel corso della prossima estate il traffico al confine col Trentino verrà deviato sul nuovo ponte e solo allora si riuscirà a capire come meglio utilizzare quello vecchio

07/10/2014 08:15:00
Un raccordo anulare per Ponte Caffaro Non sarà più una “rotonda” a risolvere in via definitiva gli annosi problemi di viabilità lungo la 237 del Caffaro, fra le province di Brescia e di Trento

18/08/2013 11:36:00
Caffaro: la storia del ponte Botta e risposta fra un lettore e l'amministrazione comunale di Bagolino, in merito alla decisione di sostituire con una rotonda l'attuale ponte di confine

25/09/2017 09:08:00
Si ribaltano sulla 237, illesi In due dentro ad una Punto, con l’asfalto viscido per la pioggia, si sono ritrovati ruote all’aria lungo la Provinciale fra la rotonda di Sant’Antonio e Ponte Caffaro

04/11/2009 07:41:00
Ponte Caffaro: occhio allo «speed-check» Troppo pericoloso il tratto di Provinciale che attraversa l'abitato di Ponte Caffaro. In arrivo tutta una serie di dotazioni che lo renderanno più sicuro.



Altre da Giudicarie
18/11/2017

L'Anc festeggia la «Virgo Fidelis»

Nella giornata di domani, 19 novembre, l'Anc “Carlo Baldracchi” di Pieve di Bono, Condino e Storo celebrerà la “Virgo Fidelis”, patrona dell'Arma

17/11/2017

Lupi di Toscana, castellani ad honorem

Lo scorso fine settimana a Firenze il conferimento della cittadinanza onoraria all’associazione che ricorda i combattenti del corpo toscano nel corso delle Grande Guerra nelle Giudicarie

16/11/2017

Carambola al distributore

Cinque feriti dei quali due elitrasportati al Santa Chiara di Trento. E’ il bilancio di un terribile incidente avvenuto lungo la 237 fra Storo e Condino

16/11/2017

Visite istituzionali alle realtà produttive storesi

Una visita del vice presidente della Provincia di Trento, con delega allo sviluppo economico e lavoro, Alessandro Olivi, con il consigliere provinciale Tonina nelle aziende insediate nella zona industriale di Storo per avere un riscontro sul tema dell'occupazione

14/11/2017

A ricordo di Andrea Barbiani

Riceviamo e pubblichiamo volentieri il tratteggio che di Andrea Barbiani fa il 97enne Mario Antolini Musón, uomo di cultura e storico delle Giudicarie. Si erano conoscuti un paio di anni fa e si erano a vicenda apprezzati


13/11/2017

Le campane di Agrone ora suonano da sole

In seguito all'elettrificazione, effettuata da una ditta bresciana, da venerdì scorso le campane sono tornate a suonare senza l'ausilio di corde (4)

06/11/2017

Genitori e figli

Secondo appuntamento a Condino di Borgo Chiese con la dottoressa Pedron sulla genitorialità a cui sono invitati mamme, papà ed educatori

06/11/2017

L'appuntato si trasferisce

L’amministrazione comunale di Storo ha voluto omaggiare l'appuntato scelto Gian Attilio Rossetti, che dopo vent’anni di servizio nella caserma del paese da ora presterà servizio a Tione

04/11/2017

Il geometra Tomedi ci ha lasciato

Originario del Mantovano, era giunto a Condino per la costruzione delle Cartiere Trentine e poi vi è rimasto, impegnandosi anche nelle realtà associative locali

03/11/2017

In tanti a Storo per la fiera dei morti

Erano più di cento, ieri, a Storo, le bancarelle che hanno animato la tradizionale fiera del paese. Tra i commercianti, molti provenivano dalla vicina Lombardia

Eventi

<<Novembre 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia