18 Maggio 2020, 15.20
Blog - Figurine di Provincia

Lulù

di Luca Rota

Sempre anni Novanta, sempre in serie A, sempre tra i tabellini delle squadre in procinto di scendere in campo la domenica pomeriggio.


La figurina odierna per il filone dei “90s”, è un oriundo brasiliano naturalizzato belga presentatosi all’appuntamento col massimo campionato italiano con un look da rockstar anni Ottanta, e con tanta voglia di far sognare un’isola intera.

Abbandonato giovanissimo
il Brasile per far rotta su Bruxelles e segnare per l’Anderlecht, presa la cittadinanza belga inizia anche a vestire anche la casacca dei “diavoli rossi”. L’amore della sua vita però arriverà ad inizio anni Novanta, quando il Cagliari lo porta al Sant’Elia e gli affida le chiavi dell’attacco.

Luis Airton Oliveira diventa per tifosi, giornalisti, speaker radiofonici e televisivi, Lulù, guidando l’attacco dei rossoblù isolani, indifferentemente da seconda punta o trequartista.

Movenze da pantera, finta aria sorniona subito sostituita da repentini scatti in profondità, giocate eleganti e tanti gol che mantengono il Cagliari in alto per diverse stagioni.

L’approdo a Firenze farà piangere la Sardegna tutta, ma non deluderà nonostante la grande abbondanza dell’attacco viola, dove riuscirà a giocare con costanza al fianco di Batistuta, segnando e facendo segnare.

Quando farà ritorno in Sardegna, già trentenne (età all’epoca considerata di “confine” per la fine della carriera per un calciatore) non riuscirà ad evitare la retrocessione degli amati colori, poi passerà anonimamente da Bologna per finire su quel ramo del lago descritto da Manzoni nei suoi Promessi Sposi, dove trentatré saranno le sue primavere e ventitré le reti che lo consolideranno re dei marcatori della Cadetteria, portando i lariani in A.

Da lì in poi, complice anche l’età, saranno solo comparsate, da Foggia in C1 a Venezia in B, poi Lucchese (sempre in C1), per una escalation che lo condurrà a retrocedere di una categoria all’anno, fino ad arrivare in Eccellenza, a quarant’anni, nelle fila del Derthona, suo paese adottivo.

Se si è avuto modo di ammirare il calcio degli anni Novanta italiano, difficilmente ci si potrà dimenticare di Luis Airton Oliveira, in arte Lulù, seconda punta, trequartista, goleador o uomo assist, fate voi, comunque un grande.

Brasiliano con passaporto belga, sardo d’adozione e d’anima.



Vedi anche
03/11/2017 13:37:00

L'uomo della trequarti Anni Novanta, primi anni Novanta. I gloriosi Anni Novanta del calcio italiano...

25/09/2018 15:15:00

Lamberto Zauli Immaginate un atleta di quasi un metro e novanta per novanta chili. Immaginatelo mentre si muove in mezzo al campo, tra le linee, con la leggiadria di un mingherlino qualunque, dispensando assist e segnando gol importanti.

14/01/2020 10:00:00

El Mago Il quarto ed ultimo appuntamento con le storie “dal mondo ed oltre”, ci pone al cospetto di una figura calcistica di elevato spessore, un talento cristallino che ha deliziato i palati della massima serie nella seconda metà degli anni Novanta per poi svanire come d’incanto

23/01/2019 08:00:00

Il Brescia dei rumeni Fine anni Ottanta, Euro ’88, anni Novanta, Italia ’90, Serie A, Euro ’92, Serie B, Romania. Ciò potrebbe sembrare un quiz, un indovinello o un cruciverba, ma un significato invece ce l’ha

04/06/2019 15:22:00

Tir Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “Made in Sud”, attraversando la penisola e raccontando storie.



Altre da Blog - Figurine di provincia
30/06/2020

Cuore amaranto

Proseguendo sul filone che vede “la fantasia al comando”, ci trasferiamo in riva allo Stretto, su quel chilometro più bello d’Italia idealizzato da D’Annunzio, dove un certo Francesco “Ciccio” Cozza è molto più che una leggenda

13/06/2020

Il dribblomane

Per i prossimi numeri, avevo voglia di proporre qualcosa di nuovo, quindi a partire da oggi le figurine appariranno per ruolo, schierate così come lo sarebbero in campo, ma in ordine sparso, dalla porta alle tre linee che seguono (difensiva, mediana e attacco)

30/05/2020

McGoleador

Si chiude questa parentesi dedicata ai “90s”, per fare ritorno ai giorni nostri, senza però escludere nuove scorribande nei tempi andati, alla ricerca di nuove figurine in compagnia di un pizzico di nostalgia e tanto amarcord

06/05/2020

Il gigante biondo

Continuiamo col filone riguardante i mitici “90s”, parlando di un giocatore silenzioso, ma non per questo motivo passato inosservato.

21/04/2020

Il David di Montecelio

Inaugurando il filone dedicato ai mitici “90s”, ripercorriamo con nostalgia ed orgoglio alcune tappe che videro a buon merito la Serie A come campionato di punta nel mondo calcistico, in un lungo periodo che andò dai primi anni Ottanta, fino ai primi anni Duemila

05/04/2020

Dal Canto e i suoi fratelli

Giunti al 75esimo appuntamento con Figurine di Provincia, ci spostiamo ad Est per concludere il discorso riguardante le storie “varie ed eventuali” e fare un salto indietro di qualche decennio

23/03/2020

La prima donna

Figurine di Provincia ritorna con altre storie “varie ed eventuali”, passando dai campetti improvvisati dove asfalto, sanpietrini, pietrisco e sabbia la facevano da padrone, per arrivare fino a stadi prestigiosi e grandi eventi mondiali ed europei

10/03/2020

Denis e gli altri di ritorno (e non)

Il caos che attualmente affligge la nostra società, minacciata dal Coronavirus e dalle sue conseguenze, si riflette per forza di cose sul calcio e su tutte le altre manifestazioni sportive

28/02/2020

The corner kicker

Tanti anni fa, guardando “90° minuto” in tv, assistetti ad un gol di Roberto Baggio particolarmente estroso, che mio zio passando di là definì “alla Palanca”

10/02/2020

Il ribelle

Proseguendo sul filone delle storie “d’altri tempi” delineiamo un profilo sui generis, mediano e militante politico che ha calcato i campi della serie A per una sola stagione (con sole 21 presenze) negli anni Settanta