26 Agosto 2014, 12.00
Pensieri e parole

Disguidi

di Itu

Mi piacerebbe aver ricette da condividere ma è così complicato sopravvivere ai pasticci della vita


Quest'acqua piovana che impolpa la terra fino a far rigurgitare lombrichi e lumaconi a cercar riparo sulle pietre, che striscia di verde muri e interstizi, che gocciola da fili e cornici, che odora di pesante putrido del bosco fradicio oltre a farmi desiderare il sole, mi sveglia dentro una alchimia casalinga che si rivolge all'asciutto agro dell'aceto e dei limoni.

Quest'estate che è mancata
all'appuntamento ha riacutizzato dolori e acidi che il nostro corpo crogiolava della noia di una mezza stagione eterna, la depressione montanara è in agguato e si sovrappone a quella di tempi critici da attraversare.

Ritorno allora a studiare l'effetto di aceto e limone, vedo nei due agri la potenza giallognola che sveglia e mi perdo in ricette salvavita.

Sempre, a proposito di aceto
, il mio pensiero va ad un soldato romano cui toccò la fama dei vangeli per via di un venerdì scuro di tempesta sotto una croce a vigilare la morte di un personaggio assai strano e  troppo vip per i tempi.
Ma il soldato aveva la mente lucida e pratica di chi vuol far bene il suo lavoro e cucito sulla sua cintura due fiaschette preziosissime a quei tempi: una di olio d'oliva e una di aceto.

Due curativi portentosi che ingentilivano la rudezza dei dolori del tempo.

Si deve essere commosso dei lamenti del condannato, infilò in una spugna del suo aceto e l'offerse al morente: questo gesto è stato letto come affronto al destino che ci coinvolge tutti da duemila e passa anni ,a me viene un dubbio.
E se il soldato avesse voluto francamente sostenere la vita del poveretto? Io mi sento così dispiaciuta che il messaggio del cristianesimo si perda dietro alla pochezza di un soldato che ha dato la sua medicina conosciuta al tempo.

Così che stordita vedo come ogni cosa possa essere interpretata, come ogni medicina possa diventare pericolosa e tossica, come ogni bene possa diventare male, come ogni guerra possa anche diventare pace.

Piacerebbe sapere che ogni nostro libero arbitrio ci porti ad un più chiaro percorso, invece più che procedo nel tempo e più mi sento ignorante.



Aggiungi commento:
Vedi anche
22/03/2014 08:43

Quel che rimane Le parole a volte non servono proprio, la morte di un piccolo conosce nei cuori delle mamme tutte le culture del mondo

02/04/2014 08:31

Investimenti bislacchi Scusate signori uomini se ancora vi irrito con i miei pensieri di donna, non è per contrappormi, solo vorrei capire se avete il polso di come ci sentiamo strette in questa crisi

24/05/2014 07:36

Contratti quinquennali Cinque anni di amministrazione pubblica possono confondere i nostri progetti ma poi passano e si può cambiare.

21/09/2014 17:00

Biondo era e bello Sto riscoprendo antichi autori di un recente passato, questo libro mi suggerisce di esplorare ancora tra gli scaffali della biblioteca

06/07/2014 07:03

Esercizio zen Curare un oggetto fragile a volte ispira a considerare quanto è difficile nello stesso modo tenere rapporti di famiglia accettabili.



Altre da Pensieri & Parole
07/02/2018

Prima serata, senza infamia e senza lode

Onesta ma mediocre la prima serata del Festival. Molte canzoncine e qualche sprazzo di bellezza sul palco dell'Ariston

(3)
01/11/2015

Ognissanti

Nel cielo dell'autunno a fine ottobre si disegna l'inizio di un ciclo freddo, buio e povero che nel tempo attuale sveglia Santi Morti e zucche vuote

26/02/2015

Cuore atletico

Come mai le diagnosi sulle donne sono spesso cotraddittorie e paradossali? Forse perchè ci sottoponiamo più spesso degli uomini a prevenzione?

(2)
14/01/2015

Vento a rovescio

A volte nella nostra valle angusta si insinua un vento birichino che apre il cielo ad uno scenario pieno di luce

(2)
09/10/2014

Il tempo dell'amore

 L'amore dura per sempre, anche quando si crede di decidere che tutto è finito: ma quello può essere un matrimonio.

30/09/2014

Cambio di stagione

 Cosa produce il passaggio di stagione quando luci e temperature sono fuori dalla norma? L'estate mancata nella valle che eco lascia nelle nostre anime?

21/09/2014

Biondo era e bello

Sto riscoprendo antichi autori di un recente passato, questo libro mi suggerisce di esplorare ancora tra gli scaffali della biblioteca

23/08/2014

Cha Cha Cha

E' bello stare dentro il cerchio della danza ma anche guardare da fuori, ballare è consapevolezza dell'armonia dei nostri movimenti

20/08/2014

R.D.C.

La matematica è un'opinione, così per tanti anni ho difeso il mio punto debole. Bastava però un insegnante che mi avrebbe chiarito cosa ancora potevo recuperare dalle mie difficoltà

14/08/2014

L'orrore dell'imperfezione

E' un rischio ammettere la nostra inadeguatezza ad affrontare i tempi attuali, ma forse l'unico modo per prenderci una responsabilità nei confronti di aspettative altrimenti illusorie