19 Gennaio 2020, 12.00
Salò Garda
Cronache

Antibracconaggio nel Parco Alto Garda

di Redazione

Dopo un’operazione di soccorso ad un giovane capriolo ferito gli agenti del distaccamento di Vestone hanno fermato un 58enne e un 29enne di Tremosine per illeciti venatori


Martedì scorso una pattuglia di tre agenti della Polizia Provinciale è stata allertata in mattinata dal Comando Centrale di Brescia per un'operazione di soccorso ad un giovane esemplare di capriolo ferito che si era rifugiato nel parco di una villa a Barbarano di Salò.

Non senza difficoltà gli agenti sono riusciti a mettere in sicurezza l'animale, cui sono state prestate le cure necessarie per un’escoriazione apparsa tuttavia superficiale, che ha consentito l'immediata liberazione dell'ungulato.

Così è avvenuto: gli uomini della Provinciale hanno caricato l'animale sulla Jeep di servizio e si sono diretti verso Tremosine, nella zona di Val Negrini presso il Parco Alto Garda, ove hanno rimesso in libertà il giovane capriolo.

Sembrava così volgere al termine una giornata di ordinaria attività, quando gli agenti hanno udito un colpo d'arma da fuoco. Insospettiti si sono posizionati in zona, cercando di individuare la direzione di sparo e riuscendo ad udire altre due fucilate.

Dopo un breve appostamento gli uomini del Distaccamento di Vestone hanno fermato due persone, un 58enne e un 29enne di Tremosine, padre e figlio, in atteggiamento alquanto sospetto.

Nonostante le rassicurazioni dei due uomini, che hanno negato in un primo momento alcun coinvolgimento negli spari, un'accurata perquisizione degli agenti sul veicolo ha permesso di rinvenire, occultato in un doppio fondo del mezzo, una carabina winchester calibro 270 con ottica di precisione, tre proiettili esplosi ed uno integro.

Non solo: gli agenti hanno rinvenuto anche una vera e propria dotazione da bracconaggio consistente in capienti zaini, ottiche, binocoli, telemetri, visori notturni, radio ricetrasmittenti, segacci, coltelli a pugnale, guanti e sacchi di plastica, tutto il necessario per individuare, abbattere e macellare sul posto quanto il Parco avrebbe offerto tra caprioli, cervi o cinghiali.

Dopo l'ammissione di responsabilità dei due gardesani, le operazioni si sono concluse a Tremosine con l'arrivo sul posto del Comandante della Polizia Provinciale intervenuto da Brescia. Dagli accertamenti eseguiti è emerso che il 58enne risultava privo di licenza di caccia perché già sospesa, mentre il figlio deteneva ed impiegava munizioni non denunciate.

Oltre al sequestro di tutto il materiale, armi e munizioni, i due tremosinesi denunciati a piede libero dovranno ora rispondere in concorso tra loro di caccia senza licenza, caccia in giorno di silenzio venatorio (il martedì non è giorno di caccia), porto illegale d'arma da fuoco all'interno di zona vietata come il Parco Alto Garda, detenzione e utilizzo di munizioni non denunciate, omessa custodia di armi e munizioni.

Le operazioni si sono quindi concluse in tarda serata con il sequestro del materiale e la denuncia all'Autorità Giudiziaria dei due fermati.




Vedi anche
20/10/2019 06:48:00

Impresa familiare Operazione antibracconaggio sul Monte Carzen ai confini con il Parco dell’Alto Garda. In azione la Provinciale del distaccamento di Vestone. Nei guai insieme ai genitori uno studente minorenne di Capovalle

19/11/2018 06:30:00

Denunciati tre bracconieri È l’esito di tre distinti controlli effettuati domenica fra Valsabbia e Valtrompia dagli agenti della Polizia Provinciale di Vestone

11/02/2020 12:00:00

Due bracconieri nella rete della Venatoria Dopo un appostamento a ridosso della frazione di Crone di Idro, gli agenti della Polizia Provinciale del distaccamento di Vestone hanno individuato due uomini del luogo dediti all'attività venaroria illecita

21/05/2014 00:20:00

Sulle orme dei Lodron scrutando il Garda Tra le cime più rappresentative del paesaggio gardesano bresciano emerge il Monte Pizzocolo, attorno al quale si sviluppano i sentieri tematici del Parco Alto Garda Bresciano

26/04/2019 10:00:00

Carabina con colpo in canna È stata rinvenuta durante un controllo antibracconaggio messo in atto dagli uomini della Polizia Provinciale del distaccamento di Vestone in territorio di Pertica Bassa. Due denunciati



Altre da Garda
11/07/2020

Vela, si torna in acqua per la selezione zonale Optimist

Primo evento post-Covid per la Canottieri Garda Salò, che dopo la lunga pausa forzata organizza due giorni di regate a Campione del Garda in collaborazione con Univela Sailing

09/07/2020

Anziani e disabili soli, l'appello: «Permettete ai parenti le visite»

Il gruppo “Connettere Salute” lancia un appello tramite lettera aperta indirizzata ai vertici della Regione Lombardia per chiedere l'immediata revisione della delibera di giunta che tuttora impedisce ai familiari di fare visita agli ospiti delle strutture

09/07/2020

Ancora camminate sostenibili e appuntamenti culturali

Proseguono le iniziative del Festival della Sostenibilità sul Garda all’insegna della natura, della cultura e dei sapori del Benaco

09/07/2020

«Ciak in Lombardia», la Regione sul set

L'assessore regionale al Turismo Lara Magoni introduce un bando per selezionare progetti audiovisivi che valorizzino l'immagine della Lombardia che si rialza dopo l'emergenza coronavirus. Iscrizioni aperte dal 15 luglio

09/07/2020

Diecimiglia del Garda, il 2 agosto si torna a correre dopo la tempesta

Sarà l’edizione numero 47 della corsa di Navazzo, fortemente voluta dal Gs Montegargnano che la organizza in questi tempi straordinari

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni

09/07/2020

Comitato Gaia, una petizione online per fermare il progetto

Lanciata su Change.org all'inizio della settimana, la petizione del Comitato ambientalista di Gavardo ha già raccolto diverse centinaia di firme per bloccare il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

08/07/2020

Svelato il nuovo Parlaggio del Vittoriale

Con una cerimonia solenne, alla presenza di numerose autorità, è stato inaugurata la nuova copertura in marmo rosso di Verona dell’anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera
• VIDEO

08/07/2020

Consorzio Medio Chiese contrario al depuratore

Sollecitati dal sindaco di Montichiari Marco Togni, i responsabili del Consorzio hanno affermato di non aver mai condiviso il progetto, ma di aver solo fornito i dati idrogeologici richiesti. Acque Bresciane: “Un equivoco lessicale”

07/07/2020

Finanziamenti regionali per un piano «a prova di emergenza»

Gli ospedali bresciani, inclusi quelli afferenti all'Asst del Garda, utilizzeranno i fondi per farsi trovare adeguatamente preparati in caso di nuove crisi sanitarie. Previsto, in primis, il potenziamento delle terapie intensive e semi intensive