Skin ADV
Venerdì 20 Aprile 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Contrasti

Contrasti

di Mauro Tiboni



19.04.2018 Barghe

19.04.2018 Bagolino Salò

19.04.2018 Roè Volciano

18.04.2018 Val del Chiese Storo

18.04.2018 Anfo Valsabbia

19.04.2018 Pertica Bassa

18.04.2018 Vobarno

18.04.2018 Casto Valsabbia

18.04.2018 Provincia

18.04.2018 Odolo






13 Marzo 2018, 07.59
Gavardo
Ambiente

Analisi Arpa su Fonderie Mora, la replica

di val.
«Gli argomenti avanzati dall’Ats sono del tutto superficiali, fuorvianti e contraddittori» così nei giorni scorsi Legambiente, Medicina Democratica e Gaia

«In riferimento alla relazione ARPA di fine dicembre, si osserva che le analisi dei campioni di polveri prelevate all'interno del sito industriale "Fonderie Mora" e nelle sue adiacenze, avendo solo carattere qualitativo, inequivocabilmente, hanno documentato che le polveri dei campioni BS353 e BS354 sono qualitativamente simili al campione prelevato all'interno del sito "Fonderie Mora" e di conseguenza non possono che essere originate dalle emissioni della fonderia stessa».

Così hanno messo, nero su bianco
, nei giorni scorsi, gli ambientalisti di Legambiente, Medicina Democratica e Comitato Gaia.
L’indagine compiuta da Arpa, insomma, non aveva come scopo quello di valutare il rischio sanitario dovuto alla ricaduta di quelle polveri, che infatti non sarebbero nemmeno state analizzate per vedere di che cosa erano composte.

Gli ambientalisti, quindi, puntano il dito sull’Ats perché trarrebbe delle considerazioni errate.
Così infatti aggiungono in una nota: «Ne consegue che gli argomenti avanzati dall'ATS in base ai quali '"la natura delle polveri depositale rappresenterebbe la componente più pesante e quindi di maggiori dimensioni (maggiori dì 100 micron) e quindi non inalabili e non respirabili" (sic'.) e che " ... la possibile deposizione delle polveri sulle matrici vegetali, considerata la composizione delle poveri analizzate da ARPA, dia luce delle informazioni raccolte...non vi sono elementi di preoccupazione in considerazione del fatto che le polveri sono facilmente rimovibili mediante l'azione meccanica costituita dall'acqua corrente prima del loro consumo" sono del tutto superficiali, fuorviami e contraddittori».

«Tanto più che non si tiene conto dei risultati dell'indagine condotta da ARPA (2016) sia pure fondata su un solo deposimetro peraltro collocato in punto che, presumibilmente, non rappresenta la maggiore ricaduta dì polveri immesse dai camini della fonderia – aggiungono -. In quella indagine le concentrazioni dì PCDD/F + di PCB erano pari a 9,9 WHO- pg TE/m"2 d"1 (analoghi a quelli riscontrati a Brescia città notoriamente sede di Sito Inquinato dì rilevanza Nazionali per i contaminanti PCB e Diossine) e superiori al valore obiettivo proposto a livello europeo di 8,2 picogrammi per mq per giorno».

Arpa stessa, nella sua relazione, osservava che "è Importante intervenire sistematicamente riducendo, ove possibile, il contributo delle emissioni industriali".

«Alla luce di questi elementi ci paiono ancor più sconcertanti le osservazioni avanzate dall'ATS» affermano Legambiente, Medicina Democratica e Gaia, chiedendo un supplemento di indagini per valutare il rischio delle emissioni della fonderia.

Servirebbero insomma almeno «la speciazione dei metalli e microinquinanti organici delle polveri prelevate sia all'interno del sito industriale che nelle vicinanze» ed una «campagna di misura e caratterizzazione dell'inquinamento atmosferico in prossimità del sito industriale».








 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75523 - 13/03/2018 11:16:53 (ariatredici) Inaccettabile
Una volta prelevato il campione non sarebbe stato opportuno analizzarlo in toto?? Perché fare le cose in modo minimo parziale?? A cosa servono gli enti?? Qual' è il loro compito??? A cosa servono le istituzioni?? Si parla di salute, di tutela , di dare un futuro ai nostri figli! " Il muratore costruisce la casa, il falegname i mobili , il tetto, il contadino semina e raccoglie i frutti..ecc.ecc.ecc. all' infinito!!" E gli enti?? A cosa servono??


ID75524 - 13/03/2018 11:30:03 (GGA) ariatredici
a cosa servono gli enti? ma la risposta la sappiamo da tempo, si crea ente dipendente per creare dei voti certi.Meglio se si crea un ente inutile, alcuni servono realmente ma altri ?????cmq sulla faccenda fonderia mora non saprei dare un giudizio, se i controlli fatti sono nella norma le fonderia possono produrre senza che vengano vessate,io la penso cosi.


ID75525 - 13/03/2018 11:31:12 (ariatredici)
Passano le carte !!! Montagne di carte !! Ed intanto le situazioni vanno avanti ed a rimetterci siamo noi! Basta!! Risarcimento danni per tutti gli anni di aria malata respirata con le relative conseguenze e tutti a casa quelli che non fanno il loro lavoro!!


ID75526 - 13/03/2018 11:49:44 (turk182) Vessare chi?
Vessare v. tr. [dal lat. vexare] (io vèsso, ecc.). – Tormentare, opprimere, con maltrattamenti, o facendo soffrire moralmente e materialmente, o recando grave molestia.Usare questo verbo per descrivere l'azione di cittadini e comitati che chiedono il rispetto di regole e norme da parte di un privato direi che è molto fuori strada. Se tutti rispettassero leggi e regolamenti e gli enti e le amministrazioni facessero il loro dovere non ci sarebbe bisogno di GAIA, di Legambiente


ID75527 - 13/03/2018 12:25:18 (Tc) ...
e fini' tutto a 'tarallucci e vino'...che si credeva?...


ID75528 - 13/03/2018 13:29:13 (ariatredici) Che si credeva?? Vessare poi??
Si sperava e non si molla perché c'è in ballo la salute e non si scherza!!!, che l' azienda mitigasse almeno un minimo!! Punto e stop!! Dovremmo continuare a subire in silenzio respirando aria malata??? Nel 2018 i mezzi ci sono e quindi si può e si deve migliorare seriamente! Quantomeno adeguare!! Tanti sono i proclami sulle migliorie e le nuove tecnologie e poi ci tocca vivere in queste condizioni!!


ID75529 - 13/03/2018 14:22:48 (Tc) ma...
da quanti anni va avanti sta cosa? E non se ne e' cavato un ragno dal buco...e per quanti anni ancora lo sara'?...Chi visse sperando...


ID75530 - 13/03/2018 14:51:32 (turk182) meno male
meno male che non sono tutti come TC, di solito si ragiona così finché non capita nel tuo giardino ma poi è troppo tardi.


ID75531 - 13/03/2018 15:16:40 (ariatredici) Tc
Forse moriremo c......Se non ci battiamo per ciò che riteniamo giusto ed inegoziabile?? La salute ed il diritto ad un futuro migliore lo sono!! Allora non ci si dovrebbe battere più nemmeno per tutte le ingiustizie e violenze che ci sono perché tanto.. Allora permettiamo a tutti di fare tutto. Giù la testa e avanti...


ID75532 - 13/03/2018 16:03:11 (Tc) ariatredici
battersi va bene,ma alla fine se questi sono i risultati...facendo esempi...il solo scrivere qui,provoca inquinamento,nocivo per tutti,anche andare al lavoro in auto,anche mangiare il pescato del Chiese si puo' rischiare la salute,ci e' passata una nuvola tossica radioattiva non meno di qualche mese fa dalla Russia sulla testa e nemmeno se ne e' parlato,mangiamo ogni sorta di ortaggi e frutta trattati con fitosanitari sulla cui sicurezza si puo' dibattere per ore e poi importiamo da zone in cui controllli su pesticidi e vari,banditi in Italia,sono nulli,quindi caro Turk182 il giardino che dovresti scomodare e' ben piu' grosso del mio...se le analisi Arpa dicono che le emissioni non possono essere originate dalla fonderia,bisognera' appurare la veridicita' di questo con controprove e se una volta fatto,la linea non cambia,mi chiedo tutto questo insistere a cosa porti,se questi sono i risultati.


ID75533 - 13/03/2018 17:08:55 (turk182) mah...
se c'è una cosa SICURA che ha detto ARPA è che le polveri nere vengono dalla fonderia... ora sembra legittimo chiedersi COSA SONO?Domandare è lecito, rispondere è cortesia e se sei pagato dalle tasse dei cittadini E' UN DOVERE!Come diceva qualcuno di più sgamato di me "si da la colpa a tutti per non dare la colpa a nessuno".


ID75534 - 13/03/2018 17:19:52 (lady-54)
Io credo che viviamo in un paese dove purtroppo la fa da padrone la disonest, l'immoralit e l'egoismo. Ci che conta sono i propri interessi, potere, denaro senza nessuna etica. Dobbiamo cambiare il nostro punto di vista e capire che anche noi siamo responsabili del senso civico comune, della civilt e della incivilt in cui viviamo.


ID75535 - 13/03/2018 19:25:08 (GGA) completamente d'accordo con lady
E' da sempre cosi lady purtroppo, mi trovi comletamente d'accordo, via d'uscita? non ne vedo.....


ID75538 - 14/03/2018 10:56:57 (Filippo Grumi) ricordate
diceva Martin Luther King "non ho paura della cattiveria dei malvagi ma del silenzio degli onesti". Dovremmo ricordarcelo più spesso...


ID75540 - 14/03/2018 20:51:23 (MARCO1967)
Questa non l’avevo ancora sentita , i cittadini e Gaia sono responsabili di aver creato disagio alle fonderie in questione ?.Nessuno hai mai detto che la ditta deve chiudere , ripeto nessuno, deve solo rispetttare le leggi in materia di sicurezza e di inquinamento come da disposizioni della provincia al momento del rilascio dell’autorizzazione Integrata ambientale (palesemente in ritardo).Sinceramente trovo fuori luogo e subdoli i commenti di coloro che si ostinano a negare ciò che evidente a tutti e addirittura pensano che non vale la pena lottare per dare un futuro migliori al propri figli , e peggio ancora magari pensano di denigrare chi questo disagio lo vive tutti i giorni.


ID75542 - 15/03/2018 10:31:11 (ariatredici) Ognuno deve almeno impegnarsi a fare la sua parte!
La differenza fra ciò che è bene e cio' che è male è notevole. Idem fra ciò che è giusto e ciò che non lo è!! È inutile cercare di mescolare le carte e tentare di azzittire le coscienze!! Alla fine la resa dei conti c'è !! Oggi ci crediamo liberi e più avanti che mai per via del progresso e del benessere invece siamo schiavi del denaro e del potere e nemmeno lo vediamo!


ID75543 - 15/03/2018 10:40:18 (ariatredici) Per tc e altri che la pensano come lui
Faccio un' ultimissima considerazione e poi chiudo perché non voglio " vessare" nessuno...Credo fermamente che anche se i risultati non si vedono nei tempi che noi vorremmo, non dobbiamo assolutamente mollare, dobbiamo insegnare ai nostri figli a non arrendersi e l' importanza di seminare nel mondo ognuno il proprio chicco di bene! Solo così saremo felici ed in pace con noi stessi! Buona continuazione a tutti!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/12/2017 09:20:00
Arpa, se ci sei batti un colpo Sono 134 le firme di cittadini in calce ad una richiesta ad Arpa, perché si intervenga analizzando l’aria attorno alle Fonderia Mora di Gavardo. Analoga richiesta era stata avanzata un paio di fa anche da Legambiente e Gaia


30/01/2017 14:24:00
Fonderie Mora: l'interrogazione del Movimento 5S Nuovo capitolo sul caso dello stabilimento gavardese delle Fonderie Mora, con una interrogazione dei rappresentanti bresciani del M5S rivolta ad Arpa e Provincia di Brescia

29/08/2016 09:42:00
«Basta con le dilazioni» Le valutazioni di Arpa e Provincia di Brescia espresse a luglio dopo la Conferenza dei Servizi che ha fatto il punto sul caso delle Fonderie Mora, preoccupano la minoranza "targata" Gavardo in Movimento, che scrive.

14/07/2017 08:00:00
Fonderie Mora: terza diffida Botta e risposta fra Fonderie Mora e Arpa, con la Provincia di mezzo, per le inconguenze registrate in merito ai rumori prodotti dall'azienda

23/09/2015 07:03:00
Fonderie Mora: diffida dalla Provincia Legambiente: «Tante chiacchiere smentite dai fatti, l'ultima relazione Arpa denuncia una situazione in fonderia, se possibile, ancora peggiore della precedente».




Altre da Gavardo
18/04/2018

Discorsi diretti, genitori in ascolto

Questo mercoledì sera a Gavardo il terzo incontro della serie “Discorsi diretti. Genitori e figli in cammino” con protagonisti una trentina di adolescenti gavardesi


17/04/2018

Il ritorno del giudice Albertano

Questo giovedì sera, 19 aprile, Enrico Giustacchini presenterà a Gavardo “Il giudice Albertano e il caso del giardino invisibile”, il quinto romanzo della saga del detective medievale

17/04/2018

«Il muro»

Sarà presentato questo giovedì sera a Gavardo lo spettacolo teatrale che racconta le storie di uomini e donne in cerca di libertà scavalcando il Muro di Berlino

14/04/2018

Gli 89 dell'Antonio

Oggi compie 89 anni Antonio Abastanotti, una delle persone migliori che ho conosciuto e a cui immodestamente mi sento legato da sincera amicizia

14/04/2018

I 70 anni del Cai

Si festeggerà domani, domenica 15 aprile, il settantesimo anniversario della sezione gavardese del Club Alpino Italiano, presieduta da Angiolino Goffi



13/04/2018

Laboratorio per ceramisti preistorici

Questa domenica, 15 aprile, gli aspiranti ceramisti over 18 potranno scoprire tecniche e segreti della ceramica preistorica. Appuntamento alle ore 15 al Museo Archeologico della Valle Sabbia

13/04/2018

Open Week salute della donna

Anche l’Asst del Garda aderisce alla settimana dedicata al benessere femminile per promuovere l’informazione e i servizi di prevenzione e cura delle principali patologie delle donne

11/04/2018

Bimbi «grandi» a teatro

Una bella esperienza quella vissuta dai bambini di 5 anni delle scuole dell’infanzia di Gavardo, accompagnati al Salone Pio XI per assistere allo spettacolo teatrale “Amico Albero” del “Teatrodaccapo” 

09/04/2018

Commissione ambiente? No grazie

Invitato a partecipare alla Commissione Ambiente, senza un preciso Ordine del giorno su cui prepararsi, il Comitato Gaia declina l'invito e lo cede a due cittadini firmatari dell'ultima petizione
(2)

07/04/2018

«Fate come a Travagliato»

Centotrentuno le firme raccolte fra cittadini che a Gavardo ci vivono e ci lavorano, per chiedere al vicesindaco Bertoloni di occuparsi della vicenda Fonderie Mora. L'esempio di Travagliato preso a modello
(1)

Eventi

<<Aprile 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia