Skin ADV
Mercoledì 22 Gennaio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Alba gardesana

Alba gardesana

di Mariarosa Lombardi



22.01.2020 Sabbio Chiese Odolo

20.01.2020 Vobarno

22.01.2020 Gavardo Valsabbia

21.01.2020 Gavardo Valsabbia

21.01.2020 Sabbio Chiese

21.01.2020 Casto

20.01.2020

20.01.2020 Vestone Gavardo Odolo Valsabbia

21.01.2020 Storo

20.01.2020 Casto






18 Luglio 2019, 08.25
Gavardo Valsabbia
Lettere

Lettera aperta al nuovo presidente

di Gianluca Bordiga
Questo venerdì alle 18 ci sarà l'Assemblea che affiderà i nuovi incarichi di governo in Comunità montana. Le associaizoni contrarie alla costruzione del depuratore del Garda a Gavardo e Montichiari, anticipano le loro richieste

Egregio Direttore,

Le scrivo la presente lettera in veste di Portavoce del "Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago D'Idro", l'organizzazione unitaria costituitasi il 12 ottobre 2018 e che oggi annovera 19 formazioni sociali che sono unite per rigenerare il deflusso ecologico del Chiese in ogni tratto, e Le scrivo la presente con la preghiera di pubblicarla quanto prima, per l'urgenza dell'argomento, e La ringrazio moltissimo.

Quanto segue:

- ho saputo che nei prossimi giorni si riunirà l'Assemblea della Comunità Montana di Valle Sabbia per eleggere il suo nuovo Presidente;

- voci dicono che ci sarà un unico candidato, e che sarà il Presidente uscente sig. Giovanmaria Flocchini;

- chiunque sarà il nuovo Presidente, egli non può sottovalutare la gravità del pericolo di disastro ambientale che incombe sul Fiume Chiese con l'ipotesi di scaricarvi dentro gran parte della depurazione del Lago di Garda mediante due mega impianti che vorrebbero realizzare a Gavardo e a Montichiari;

- quello a Gavardo, secondo gli ideatori del progetto, verrebbe realizzato per primi, già nel 2020;

- la logica di questo progetto di voler scaricare nel Chiese la depurazione de Garda viene da lontano, è stata concepita 6 anni fa quando ipotizzarono di portare tutti quei reflui nel Comune di Visano, mediante una condotta forzata di circa 80 chilometri;

- l'ipotesi di Visano poi venne scartata, sia per l'opposizione di quei territori che per l'assurdità del progetto;

- ma l'ipotesi successiva di fare due mega depuratori a Gavardo e a Montichiari non è meno assurda, anzi ha degli aspetti ancora più gravi per l'ambiente del Fiume Chiese;

- addirittura è stato ammesso nella riunione convocata dai Consiglieri regionali bresciani il giorno 11 aprile 2019 che una spinta fondamentale per pensare questa nuova ipotesi progettuale di realizzare due mega depuratori a Gavardo e a Montichiari sia venuta dal comparto agricolo della pianura bresciana, che in tal modo, calcolando che ogni persona utilizza mediamente 200 litri di acqua al giorno, avrebbero una nuova e immensa quantità di acqua per poter proseguire la loro agricoltura del Mais da trinciato con l'irrigazione cd. a scorrimento, ovvero inondando i campi, tecnica concepito nell'ottocento, senza dover convertire questa agricoltura verso prodotti meno idrovori e senza dover ammodernare i loro sistemi irrigui che vanno a depauperare la risorsa primaria, impoverendo Fiumi e Laghi;

- ma in ogni caso, quello che la scrivente organizzazione unitaria è a chiedere a chi verrà eletto Presidente della Comunità Montana di Valle Sabbia è l'impegno concreto a difendere il Fiume Chiese da questo pericolo incombente della depurazione del garda che vorrebbe addossare il suo fardello al Fiume Chiese;

- la difesa del Chiese è una attività primaria della Comunità Montana, ovvero è la difesa del suo territorio, e su questo chi si candida a divenirne Presidente DEVE DIRE CHIARAMENTE PRIMA COSA PENSA DI QUESTO PERICOLO;

- STESSO IMPEGNO MORALE E QUINDI ANCHE CONCRETO LO HANNO I SINDACI TUTTI DELL'ASTA DEL CHIESE, DALLA SORGENTE ALLA IMMISSIONE NELL'OGLIO, e pertanto oggi stiamo scrivendo questa LETTERA APERTA che invieremo anche ad ogni Sindaco dei Comuni Valsabbini proprio per evidenziare questa attuale situazione di gravissimo pericolo per l'ambiente del Fiume Chiese;

- l'opposizione che noi portiamo è in linea di principio, OGNI BACINO RISOLVA I SUOI PROBLEMI, è inammissibile che un territorio vada ad addossare i propri reflui ad un altro territorio;

- inoltre, oltre ai valori delle motivazioni in linea di principio, il Fiume Chiese è un corpo idrico che già ha grandi problemi e i suoi Sindaci NON POSSONO acconsentire che diventi il corpo recettore di uno dei territori economicamente più ricchi d'europa;

- ovvero ne i Sindaci e ancor meno il Presidente della Comunità Montana che unisce gran parte di questi Sindaci possono commettere lo sbaglio di assumersi la responsabilità storica di accettare questa ipotesi di far scaricare nel Chiese la depurazione del lago di Garda, e farlo lasciandosi ingolosire da compensazioni che sarebbero il trasferimento di contributi pecuniari;

- tempo fa il Presidente uscente Giovanmaria Flocchini, insieme al Presidente della Provincia di Brescia accettò questa ipotesi di dire di si in cambio di compensazioni economiche;

- vogliamo pensare che lo abbia fatto perché non aveva ancora ben chiaro il gravissimo rischio ambientale che tutto questo porterà al Fiume Chiese, e quindi vogliamo pensare che oggi sappia dichiarare chiaramente la contrarietà a questa assurda ipotesi, prima della sua eventuale elezione;

- e vogliamo pensare che ovviamente gli stessi Sindaci valsabbini che lo vorranno eleggere siano attenti a far sì che il loro candidato prenda questa posizione netta in difesa del territorio, e che pertanto essi stessi primi difensori dei ogni ambito territoriale vogliano non sottrarsi dal dichiarare la netta opposizione a questa assurda ipotesi di divenire lo scarico fognario del Lago di Garda.

Tanto ci aspettiamo.

Distintamente.

Per i Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago d'Idro
il Portavoce Gianluca Bordiga

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID81194 - 18/07/2019 09:00:01 (Iva) sono d'accordo
Incredibile voler riversare tutto nel Fiume Chiese che ha già i suoi problemi con periodi di magra e di piena e con la sua micro flora e fauna che sconvolgerebbe il suo stato attuale già con grande fragibilità. Una volta si faceva il bagno nel Fiume Chiese per la gioia di grandi e piccoli. Impensabile adesso.


ID81198 - 18/07/2019 10:04:30 (Filippo Grumi) chi tace ... è complice
Faccio i complimenti al Presidente Bordiga per la chiarezza della lettera e da gavardese mi aspetto che oltre a parole chiare e nette di presa di distanza da questo progetto seguano anche atti concreti che lo dimostrino.


ID81199 - 18/07/2019 10:43:49 (mauretta)
nella speranza che il NUOVO Presidente prenda le distanze dell'ipotesi di compensazioni economiche


ID81201 - 18/07/2019 16:05:16 (Giacomino) Come si può
non essere d'accordo con Bordiga?


ID81203 - 18/07/2019 16:22:04 (mauretta) un grazie immenso!!!
un grazie immenso al portavoce Gianluca, sempre attento alla salute del nostro territorio.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/11/2019 10:00:00
Lettera aperta al Presidente della Comunità montana della Valle Sabbia Ecco la missiva che il presidente della Provincia Samuele Alghisi ha inviato al presidente valsabbino in merito alla Consulta per l'ambiente e al nuovo studio commissionato dalla Comunità montana

06/11/2019 07:00:00
Assemblea per la salvaguardia del fiume Chiese Il Tavolo delle associazioni ambientaliste fa tappa questo giovedì 7 novembre a Sabbio Chiese per un’assemblea pubblica dedicata alle problematiche ambientali e per dire no al progetto del depuratore del Garda a Gavardo e Montichiari

25/07/2014 15:52:00
L'assemblea del Presidente E' stata convocata per questa sera, venerdì 25 luglio alle 18, l'Assemblea ordinaria della Comunità montana col compito, tra l'altro, di eleggere il nuovo presidente


18/02/2019 16:13:00
Per la Comunità del Garda il depuratore a Gavardo e Montichiari Nell’assemblea di sabato dei Comuni gardesani ribadita la scelta “tecnica” di due depuratori nei comuni sull’asse del Chiese per i reflui dei paesi del lago

16/03/2019 08:00:00
Depuratore del Garda, si comincia da Gavardo Il presidente Alghisi ha convocato in Broletto i sindaci del bacino del Chiese per illustrare loro il progetto definitivo del doppio depuratore. Il primo impianto sorgerà a Gavardo, con grande amarezza da parte dei sindaci e dei comitati ambientalisti, che però non si arrendono 



Altre da Gavardo
22/01/2020

Mozioni consegnate al Prefetto

I primi cittadini di Gavardo, Muscoline, Prevalle e Montichiari hanno consegnato le mozioni approvate da numerosi consigli comunali dell’asta del Chiese contro il progetto dei due maxi depuratori e lanciano un invito ai colleghi del Garda


22/01/2020

La speranza. E con quella la vita

Nel dare risposta a bisogni primari c'è anche un'Italia che funziona, quella che grazie alla solidarietà e alle Istituzioni è capace in pochi mesi di strappare un essere umano da un'esistenza di miseria, per ridargli la dignità che merita. E' successo a Gavardo


21/01/2020

Alberto è tornato a casa

E noi siamo andati a trovarlo in negozio, curiosi di sentirlo dal vivo. Abbiamo anche registrato un pezzo del dialogo. VIDEO
Dossier Alberto alla Dakar


21/01/2020

La lunga ricostruzione di Gavardo

Questo il tema della conferenza che la giornalista Maria Paola Pasini terrà questo giovedì, 23 gennaio, per la rassegna dedicata ai Giorni della Memoria. Ad aprire la kermesse ieri – lunedì 20 – Alberto Veneziani con il suo monologo teatrale


20/01/2020

Visita alla mostra Divina Creatura

La Biblioteca comunale di Gavardo in occasione del mese di marzo dedicato alle donne ha organizzato una visita guidata alla mostra di Palazzo Martinengo a Brescia

20/01/2020

Impegno culturale

Quanto spendono i comuni valsabbini in attività e strutture culturali? Openpolis ha rielaborato i dati ufficiali del Ministero dell'Interno

19/01/2020

Ecomuseo del Botticino, la linea guida è la passione

Quella per il territorio, per l’arte e per l’ambiente. Per i prossimi tre anni il progetto “Appassionarsi” darà voce ai ricordi e ai racconti della comunità, valorizzando la cultura locale e costruendo una memoria collettiva


18/01/2020

Gavardo ricorda il bombardamento

Nel 75° anniversario della strage, che coincide con i Giorni della Memoria, l’Amministrazione comunale gavardese organizza una serie di iniziative per ricordare quel 29 gennaio 1945, una data che ha segnato indelebilmente la storia del paese


18/01/2020

Volontari in missione dai bimbi Saharawi

La settimana scorsa un gruppo di volontari di Rio de Oro Gavardo Onlus e Fondazione SIPEC è partito per la prima missione del 2020 nei campi profughi del deserto del Sahara. Obiettivo il monitoraggio dei progetti avviati


17/01/2020

Cofinanziato il progetto «Un unico pianeta»

Realizzato dall’Istituto “G. Bertolotti” di Gavardo, il progetto è finanziato per il 50% da Fondazione Comunità Bresciana con l’unico vincolo di reperire la somma rimanente tramite donazioni




 
Eventi

<<Gennaio 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia