Skin ADV
Venerdì 22 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Arcobaleno che unisce il cielo...

Arcobaleno che unisce il cielo...

di Gianfranco Fenoli

[Estate]


22.06.2018 Bagolino

20.06.2018 Gavardo

22.06.2018 Vestone Anfo Lavenone

20.06.2018 Idro Vestone Treviso Bs Lavenone Valsabbia

20.06.2018 Vobarno Mura Garda

22.06.2018 Valsabbia

21.06.2018 Mura

20.06.2018 Valsabbia

21.06.2018 Valsabbia

22.06.2018 Casto





25 Febbraio 2018, 15.45
Gavardo Valsabbia
Regionali 2018

Stefano Franceschini, per «Civica Popolare»

di red.
Sono quattro i candidati valsabbini che corrono per il Pirellone. Abbiamo chiesto loro di presentarsi. L'ordine alfabetico ci fa cominciare con Stefano Franceschini: è di Gavardo, ha 28 anni ed è un dottore commercialista


Ho deciso di dare la disponibilità per questa “avventura” elettorale impegnandomi personalmente nella neocostituita lista “Civica Popolare”.

Perché proprio “Civica Popolare”?
Dopo aver sentito fantasiose e mirabolanti promesse a destra ed a sinistra, aver letto discorsi intrisi di populismo e razzismo, essere passati da “prima il nord” a “la razza bianca è a rischio. Dobbiamo ribellarci”, da sempre non rispecchiandomi in alcun modo né in questa visione, né in questi toni, e, sentendomi “orfano” di un “luogo” moderato, di dialogo, fondato sul rispetto della Persona e delle Istituzioni, ho capito che era giunto il momento di schierarsi.

Il quadro politico che si è delineato nel nostro Paese, e di riflesso nella nostra Regione,  motore economico italiano, è alquanto preoccupante: la rottura dell’argine della responsabilità democratica ha fatto crescere i populismi di destra (razzismo, muri, dileggio dell’avversario) e di sinistra (neostatalismo).

L’unica forza politica, che racchiude in sé i valori alternativi al populismo, che mette al centro l’uomo, i valori della persona, della famiglia, del lavoro, dell’impresa, della solidarietà sociale e della lotta alla povertà è Civica Popolare.

Il programma ha un assunto di base fondamentale
: non promettere nulla che non si è in grado di mantenere.
Eticamente non vogliamo e non possiamo fare promesse fuori dalla portata.
Ricordiamo la “gioiosa macchina da guerra”, il noto “contratto con gli italiani” (nuovamente riproposto), il disastro de “l’Unione” e molti altri. Non vogliamo replicarli, non possiamo più permetterci di replicarli.

Pochi ma concreti argomenti caratterizzano il programma nazionale: lavoro (incentivi e defiscalizzazioni, lotta al precariato, riduzione del cuneo fiscale), sanità (sostegno alle classi sociali meno abbienti, sanità pubblica, programmi di prevenzione), aiuti concreti alle famiglie (integrare ed aumentare i già esistenti bonus, revisione del sistema delle detrazioni e dei carichi famigliari), immigrazione (un sistema regolare di flussi in ingresso con sostegno corridoi umanitari e la successiva redistribuzione nei Paesi dell’Unione), sud e aree economicamente depresse (attraverso dedicati piani nei settori industriale e turistico) sono solo un estratto dei nostri impegni.

Per quanto concerne Regione Lombardia l’obiettivo è quello di un concreto e sostanziale cambio di passo.
E’ ora di smetterla di finanziare la sanità privata attraverso quella pubblica, è giunto il momento di occuparsi seriamente delle tematiche ambientali, le quali stanno cagionando innumerevoli danni in termini di salute ed economici, è tempo di “mettere mano” alla questione lavoro ampliando “Garanzia giovani”, è necessario sostenere l’industria 4.0 attraverso adeguate politiche economiche.

Infine per concludere i punti salienti che gradirei “portare avanti”, quello che mi è molto a cuore è quello relativo alla scuola.
Parto da una considerazione: la cultura rende le persone libere ed un naturale “vaccino” alle derive populiste, razziste e totalitarie.
Credere nella scuola significa investire sulla “grande egualizzatrice” che promuove la mobilità sociale arginando la dispersione scolastica.

Serve una seria e profonda innovazione didattica, la formazione dei docenti, il sostegno alla Formazione Professionale e l’ampliamento degli ITS.
L’alternanza scuola-lavoro deve essere profondamente rivista affinché non sia “confusa” come lavoro non retribuito ma momento formativo, con rigorosi e severi controlli.
***

La politica è sempre stata la mia passione.
Colgo l’occasione, in questa sede, di ringraziare della fiducia che il gruppo di Civica Popolare – Brescia mi ha accordato nonché  per avermi dato questa opportunità.

Mi piacerebbe vedere, dal 5 marzo, una Regione che ha avuto il coraggio di cambiare e di proiettarsi in Europa.
Una Regione aperta al dialogo e che sappia sfruttare al meglio le proprie potenzialità di sviluppo.
Una Regione che cerca di non dimenticare nessuno.
Una Regione che non illumini più il Pirellone con la scritta “family day” ma che garantisca pari diritti e doveri a tutti.
Una Regione finalmente 4.0.

Sappiamo che siamo giovani.
Le idee concrete non mancano.

Stefano Franceschini – Civica Popolare 

----------------------------------------
E' consentito commentare le proposte elettorali, non dare giudizi sulle persone.
Ubaldo Vallini


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID75341 - 25/02/2018 17:45:17 (Iva) Complimenti VIVISSIMI
Ciao Stefano, è stata una sorpresa la tua candidatura, non mi aveva detto niente lo zio, anche se so che sa mantenere i segreti. Comunque complimenti vivissimi. Ciao IVA BENETELLI


ID75347 - 26/02/2018 16:53:51 (Dioniso) Evviva!
Gavardo, fucina di bravi e giovani promettenti politici. Il terreno è fertile, speriamo nascano frutti rigogliosi.


ID75351 - 26/02/2018 20:38:01 (cino81) Ordine alfabetico??
Non riesco a trovare l ordine alfabetico utilizzato.Nome? Cognome? Partito? Bo...


ID75354 - 27/02/2018 07:16:37 (cino81) Ok
Adesso ci siamo abbiamo ristabilito l ordine!!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
25/02/2018 19:00:00
Gian Antonio Girelli, col «Partito Democratico» Sono quattro i candidati valsabbini che corrono per il Pirellone. Abbiamo chiesto loro di presentarsi. Il terzo in ordine alfabetico è Gian Antonio Girelli, 55enne di Barghe, amministratore di lungo corso e consigliere regionale uscente


25/02/2018 20:00:00
Floriano Massardi con la «Lega» Sono quattro i candidati valsabbini che corrono per il Pirellone. Abbiamo chiesto loro di presentarsi. Per ultimo, ma solo perchè ci siamo imposti rigorosamente l'ordine alfabetico, ecco Floriano Massardi, sindaco di Vallio Terme, esponente locale della Lega

25/02/2018 17:46:00
William Donini, con «Forza Italia» Sono quattro i candidati valsabbini che corrono per il Pirellone. Abbiamo chiesto loro di presentarsi. Qui tocca a William Donini, quarantenne gavardese, imprenditore agricolo e appassionato di sport


28/05/2009 00:10:00
Due Stefano per Preseglie Saranno due Stefano a contendersi il ruolo di primo cittadino a Preseglie, entrambi di 33 anni. Uno è Stefano Gaburri con “Insieme per Preseglie”. L’altro è Stefano Alioni, con la lista “Per il rinnovamento”.

22/05/2014 13:43:00
Corsini:«Per cominciare, l'ascensore alle Elementari» «Abbiamo governato bene in questi anni, il paese è in ordine ed è già stato fatto tanto, tutto quello che la popolazione ci ha chiesto. Ci sono persino degli alloggi popolari pronti da essere assegnati a prezzo calmierato»



Altre da Valsabbia
22/06/2018

«Idra» torna in servizio per l'estate

Tre corse giornaliere fino al 30 giugno, che diventeranno quattro dal 1 luglio al 31 agosto. Ecco tutti i dettagli sul servizio pubblico di navigazione del lago d’Idro per la stagione 2018 

22/06/2018

Controlli del fine settimana

Quattro veicoli senza assicurazione, 30 senza revisione e tre segnalazioni per assunzione di sostanze stupefacenti. Il “bottino” di un fine settimana di controlli

21/06/2018

Politica: personali riflessioni

Sono stato iscritto al Partito Democratico dal momento della sua nascita fino alla fine del 2014 e ne ho ricoperto l’incarico – a livello locale – di coordinatore di circolo... (6)

20/06/2018

Incarichi per il censimento della popolazione

Sono stati prorogati al 2 luglio i bandi per la selezione di figure professionali preso la Comunità montana come rilevatore e operatore di back office per il censimento permanente della popolazione 2018-2021 (5)

20/06/2018

Vivi il Garda in bus

Tante le proposte dedicate alla mobilità turistica sul Lago di Garda da Arriva, GardaMusei e Provincia all'interno del progetto "GardaLake 2018". Raggiungere il Vittoriale e il MuSa in estate ora è facile, agevole ed economico 


20/06/2018

Variante di Lavenone, pochi mesi ancora

«La Variante di Lavenone? Faccio fatica a sbilanciarmi sui tempi, quando le questioni non dipendono totalmente da noi, ma il 2019 potrebbe essere per davvero l’anno buono per veder cominciare i lavori» (10)

20/06/2018

Fra passato e futuro

Nel 2014, quando l’attuale compagine di maggioranza, civica più che politica, ha iniziato il suo percorso, per le Comunità montane c’era odore di smantellamento...

18/06/2018

Cassonetti a Ponte Caffaro

«Da tempo i cassonetti di Ponte Caffaro sono diventati la discarica dell'alta Valsabbia e del basso Trentino» ci scrive un lettore, che ci invia anche questa fotografia (4)



18/06/2018

Ricordando Andrea

Appuntamento in aula magna al Perlasca di Idro questa sera alle 20:30. Per l'occasione verrà presentato il libro di Andrea Pirlo, il 20enne di Idro vinto da un tumore a marzo


18/06/2018

Un Grande Cosenza ritorna in B

Oggi vi voglio parlare di qualcosa che sembrerebbe avere poco a che fare con la Valle Sabbia, ma che così non è. (3)

Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia