Skin ADV
Venerdì 24 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE



19 Dicembre 2018, 15.00

Clima

L'anno più caldo di sempre in Europa

di Redazione
È quanto emerge dalle ultime elaborazioni Coldiretti relativa ai primi undici mesi dell'anno sulla base della banca dati Noaa, il National Climatic Data Centre a pochi giorni dal Summit di Katowice sul clima COP24 con la necessità di un'azione più incisiva da parte dei governi

Nonostante l'arrivo del freddo e della neve, il 2018 si classifica fino ad ora come l'anno più caldo di sempre in Europa dove le temperature sono risultate superiori di 1,80 gradi alla media storica (1910-2000). È quanto emerge dalle ultime elaborazioni Coldiretti relativa ai primi undici mesi dell'anno sulla base della banca dati Noaa, il National Climatic Data Centre dai quali si evidenzia peraltro che a livello planetario il 2018 si colloca fino ad ora al quarto posto tra gli anni più bollenti facendo registrare una temperatura media sulla superficie della terra e degli oceani, addirittura superiore di 0,77 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo, superato solo nell'ordine dal 2016 che si classifica al primo posto, dal 2017 e dal 2015.

La rilevazione - precisa la Coldiretti - avviene a pochi giorni alla conclusione del Summit di Katowice sul clima COP24 e conferma la necessità di una azione piu' incisiva da parte dei Paesi del globo visto che che in 5 dei sei continenti nel 2018 si sono registrate temperature che si classificano nella top ten delle piu' altre dal 1910.

La tendenza al surriscaldamento – sottolinea la Coldiretti – è evidente anche in Italia dove nel 2018 non si sono mai registrate temperature così elevate dal 1800 con valori superiori di 1,77 gradi la media storica secondo l'Ispra nei primi dieci mesi del 2018. La classifica degli anni interi più caldi da oltre due secoli si concentra infatti nell'ultimo periodo e comprende nell'ordine – continua la Coldiretti – anche il 2015, il 2014, il 2003, il 2016, il 2007, il 2017, il 2012, il 2001 e poi il 1994.

Un processo che è accompagnato da una progressiva tropicalizzazione del clima con il moltiplicarsi di eventi estremi che hanno provocato solo quest''anno fino ad ora danni per 1,5 miliardi di euro all'agricoltura secondo la Coldiretti. L'eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai diventata la norma e – sottolinea la Coldiretti – si manifesta con una più elevata frequenza di eventi violenti con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal maltempo al sole.

L'agricoltura è l'attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici ma è anche il settore più impegnato per contrastarli. I cambiamenti climatici impongono una nuova sfida per le imprese agricole che devono interpretare le novità segnalate dalla meteorologia e gli effetti sui cicli delle colture, sulla gestione delle acque e sulla sicurezza del territorio.
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/07/2018 10:00:00
Caldo, è il quarto anno più bollente del pianeta Il primo semestre del 2018 – sottolinea la Coldiretti – non fa che confermare il cambiamento climatico in atto, che con gli sfasamenti stagionali sta danneggiando seriamente anche le coltivazioni 

24/09/2018 09:32:00
La fine di un'estate anomala Mesi di caldo afoso alternato a precipitazioni di grande portata, seguiti da un settembre con temperature tra le più alte mai registrate in questo periodo. La Coldiretti regionale analizza le anomalie climatiche

03/08/2016 16:00:00
Ci stiamo «tropicalizzando»? C’è qualcosa di particolare quest’estate che anche in Valle Sabbia stanno fiorendo con più frequenza del solito le piante grasse?

30/11/2015 09:16:00
Un cuore verde per il clima Partecipata manifestazione questa domenica pomeriggio a Gavardo dove si sono radunati cittadini anche da Vallio Terme e Muscoline per lanciare un appello contro il cambiamento climatico

07/05/2018 15:47:00
Luca Mercalli in Valle Sabbia per parlare di resilienza e futuro sostenibile Il noto meteorologo sarà a Idro questo mercoledì sera per una conferenza gratuita e aperta a tutti promossa dalla Comunità Montana e dal Sistema Museale nell’ambito di AttivAree – Valli Resilienti sul tema dei cambiamenti ambientali e delle prospettive per il territorio



Altre da Habitat
10/05/2019

Aaron il campione

Al campionato cinofilo internazionale di bellezza che ha avuto luogo a Zara, in Croazia, la conferma delle ottime qualità di un pastore scozzese che vive a Sabbio (1)

03/05/2019

Avvistato un orso lungo la strada della Selva

Il plantigrado sarebbe stato visto mercoledì sera lungo la strada che collega Bione con Casto. I Carabinieri Forestali terranno monitorata la zona (7)

17/04/2019

Stanziamenti per l'Antincendio boschivo

Raddoppiate rispetto all’anno scorso le risorse assegnate da Regione Lombardia ai parchi e alle Comunità montane per le squadre Aib

10/04/2019

Occhio ai rospi

Le Guardie Ecologiche della Valle Sabbia (GEV) impegnate nella salvaguardia del “bufo bufo” minacciato di estinzione, lanciano un appello

10/04/2019

C'è chi sporca... e chi pulisce

Con la Giornata del Verde Pulito di domenica, a Serle è stata recuperata una gran quantità di rifiuti e di sporcizia gettata da gente incivile in spazi pubblici e a bordo strada


04/04/2019

Garda, pesce a rischio estinzione

Le maggiori associazioni di pescatori Bresciani, Veronesi e Trentini lanciano un appello ai tre assessori regionali per regolamentare una pesca sostenibile sul maggiore lago italiano (3)

29/03/2019

Torna «Facciamo Eco»

Dal 30 marzo al 7 aprile l’iniziativa ecologica messa in campo dell’amministrazione comunale di Villanuova sul Clisi dedicata alla sostenibilità ambientale e ai corretti stili di vita

21/03/2019

Vivi Vobarno Verde

È in programma questa domenica a Vobarno la giornata ecologica organizzata dall’Amministrazione comune nell’ambito del progetto “Generazioni plus”

20/03/2019

Inizia la primavera

Per la 12esima volta consecutiva l’equinozio di primavera si verifica il 20 marzo, esattamente alle 20.58

14/03/2019

Associazioni in difesa del fiume Chiese

Sabato pomeriggio a Gavardo il “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d'Idro” ha organizzato un’assemblea pubblica sulla salvaguardia del fiume e contro il progetto del maxi depuratore del Garda a Gavardo (1)

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia