Skin ADV
Venerdì 21 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



10 Marzo 2016, 07.02
Idro Bagolino Anfo
Eridio

Abuso di professione

di Ubaldo Vallini
Pierfranco Bolandini, erborista di Ponte Caffaro, è stato diffidato dalle guide alpine della Lombardia per l'attività di coordinamento dei "Camminatori del lago", che ogni mese si ritrovano a passeggiare sulle sponde dell'Eridio denunciando abusi ed irregolarità

«Non organizzo e neppure accompagno gruppi di escursionisti in montagna, come vengo accusato di fare. Semplicemente coordino un gruppo di persone che si chiamano “i camminatori del lago”, che una volta al mese percorrono il periplo dell’Eridio, una trentina di chilometri, utilizzando l’alveo lacuale che è proprietà del Demanio o dovrebbe essere tale.
Unica difficoltà, infatti, sono gli sbarramenti artificiali ed abusivi che ogni tanto ostruiscono il passaggio».

Così ha risposto Pierfranco Bolandini, erborista di Ponte Caffaro, al Collegio Regionale delle Guide alpine Lombardia che nei giorni scorsi, con regolare lettera raccomandata, lo ha diffidato dal proseguire in quello che viene definito “esercizio abusivo della professione”.

«Solo le guide alpine e gli accompagnatori di media montagna sono in grado di fornire garanzie di professionalità e sicurezza per la clientela in ambiente montano» gli ha scritto il loro presidente Luca Braghini da Sondrio, specificando di averlo fatto a seguito di una segnalazione pervenutagli via email, ed offrendo la disponibilità della categoria da lui rappresentata a «mettere a disposizione la sua professionalità nel pieno rispetto delle norme vigenti», naturalmente dietro corresponsione di adeguata parcella.

Per chi vive il lago e da tempo conosce l’impegno ecologista ed insieme naturalista di Pierfranco Bolandini, è chiaro l’intento delatorio di chi ha segnalato le sue “malefatte”.
Una lenza alla quale da Sondrio hanno abboccato ingoiando pure l’amo, alimentando una querelle che in pochi giorni ha fatto non solo il giro del lago, ma è andata ben oltre.

Il risultato è che invece della solita decina di partecipanti,
sono già un centinaio coloro che si sono dati appuntamento per la prossima occasione: sempre alle 8 di ogni primo sabato del mese, come avviene ormai da alcuni anni, davanti all’erboristeria del Bolandini che apre sulla 237 del Caffaro nella frazione lacustre di Bagolino.

Ognuno di loro, come chi ha camminato in passato, verrà nominato “ambasciatore del lago”
, con l’unico obbligo di assaporare la tisana, gratuita, offerta ad ogni occasione dall’erborista (a volte è un boccettino di olio d’iperico, altre una fetta di torta…), senza mai corrispondere nulla a chi organizza.

«A spingerci è il desiderio di contemplare il lago d’Idro nel suo splendore naturale, per altro oggi minacciato dal progetto della Regione Lombardia di farne un mero serbatoio ad uso irriguo ed idroelettrico, con grave danno ambientale e paesaggistico» precisa Pierfranco Bolandini, irriducibile nel suo intento.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID64753 - 10/03/2016 07:50:21 (Brace) Totale solidarietà al Bolandini
Esprimo la mia più totale solidarietà al Bolandini. Non fa nulla di male, non lo fa per lucro. Coordina soltanto una passeggiata intorno al periplo del lago tra amici.


ID64754 - 10/03/2016 09:33:34 (snaf)
ma poi che c'entra il fatto che è erborista, con l'abuso di professione e quale professione poi? Fatemi capire, si era inventato questo ruolo di coordinatore di camminatori in forza del fatto di essere erborista, o lo faceva a prescindere da questo?


ID64756 - 10/03/2016 09:43:16 (Giacomino) C'è sempre qualcuno a cui si da fastidio
e qualcuno che abbocca da lontano, All'amico Pierfranco la mia solidarietà.


ID64759 - 10/03/2016 12:59:54 (Denis66) ,,,,,
Se i camminatori versavano una :quota: alle guide alpine non ci sarebbero state nessune diffide... quando ghe da maià......


ID64761 - 10/03/2016 16:36:11 (ba53)
Un gruppo di persone che intendono condividere una stessa cosa hanno sempre bisogno di un coordinatore unico,diversamente è sempre una cosa caotica.Io,per esempio,mi ritrovo con parecchi miei ex commilitoni tutti gli anni dal lontano 1975 grazie al coordinamento e organizzazione di uno piu' volenteroso di noi;secondo le guide montane questo potrebbe avvenire senza un volenteroso?Non siamo patetici in certe cose,per favore!


ID64764 - 10/03/2016 17:18:28 (Capitano) Colpevole!
Quindi per organizzare una passeggiata in riva al lago tra persone che condividono la stessa passione serve un certificato di abilitazione?? Cazzo, allora siamo tutti "Pierfranco Bolandini"!! Resto in attesa di una lettera da Sondrio che mi diffidi dal camminare.


ID64766 - 10/03/2016 19:00:40 (liberissimo) E' un COMPLOTTO
che tristezza pure le guardie alpine lombarde ora ..... Mai viste in valle .... ma chissa dal mese prossimo si faranno vedere cosi invece di multare il sig Bolandini si metteranno a sanzionare proprietari di recinzioni edifici o altro che costeggia il lago sperando che ne siano in grado.... a gia dimenticavo ... poi gli tocca lavorare .... eeee quindi mi sa che non se ne fa nulla .....non sono un estimatore del sig. Bolandini ma questa volta ha tutto il mio appoggio.


ID64773 - 10/03/2016 19:32:31 (Domenicogio) solidariet a Bolandini Franco
Caro franco sono dispiaciuto per questo fatto, credo che chi ti ha fatto questo dispetto non ama la natura come la ami tu e tutte le persone che hanno potuto assaporate l'aria del lago durante la fantastica camminata che io stesso ho avuto il piacere di fare. La rifar ancora e spero al tuo fianco. Lode al Custode del Lago d'Idro,Non mollare ti sono molto vicino firmato L'AMBASCIATORE DEL LAGO D'IDRO, POSSO VANTARMI DI QUESTO TITOLO. Ciao Franco a presto


ID64774 - 10/03/2016 20:02:16 (Tc) ...
Ba certo che la gente e' proprio strana...c@zzo ci vai a fare sul lago per una camminata,se poi ti sta antipatico chi volontariamente e liberamente ti accompagna e alla fine lo segnali pure...allo sei un b@st@rdo punto e basta...abbi almeno il coraggio di dirglielo in faccia prima che alla forestale se c'e' qualcosa che non va,non c'e' peggior cosa della vigliaccheria...poi si le guardie han fatto il loro lavoro,senza sapere un beneamato di tutta la reale faccenda...che dovrei fare io allora son 5 anni che organizzo liberamente escursioni in mtb nelle nostre valli,senza ne voler,ne pretendere nulla,le persone ci vengono liberamente,ci si conosce e si diventa amici,che condividono la stessa passione...ho amici ti tutta Italia...si persino da giù son venuti su per divertirsi e conoscere le nostre valli e i laghi...e quando ti richiamano per sapere se ancora si andra' in certi posti,be son soddisfazioni..


ID64775 - 10/03/2016 20:56:00 (PETER72)
Probabilmente alle guide piacerebbe coordinare tutti i camminatori, compresi magari anche quelli di citta' e soprattutto naturalmente e disinteressatamente sempre a pagamento. Si potrebbe anche capire il voler tutelare gli interessi di categoria, ma qui' si rasenta un po' il ridicolo... Solidarieta' al nostro dinamico erborista


ID64776 - 10/03/2016 21:41:05 (delirio) Anchio sono con Bolanda
Viva la libertà di organizzare qualcosa di semplice gratuitamente.....


ID64777 - 10/03/2016 21:51:08 (Tc) Peter72
Esatto,e' solo questione di soldi...mascherata dall'ipocrisia della sicurezza,capacita',tecnica ecc.ecc. sta a vedere che tra qualche anno per pulirsi il cul@ ci sara' bisogno di fare un corso serale...mama mia come some dre a nda' endre...


ID64779 - 11/03/2016 06:49:26 (bob63) c'e' sempre qualcuno che......
Potrebbero multare anche i camminatori non accompagnati, cosi creiamo una sorta di monopolio, una nuova tassa, fossi io il sig. Bolandini x questa diffida non perderei nemmeno un ora di sonno, non sara' forse che fa fastidio a qualcuno perche' segnala gli abusivismi?, e per finire, queste guide rilasciano sempre regolare fattura? proprio in questo periodo in diversi comuni c'e' chi sta lavorando per creare percorsi di vario tipo segnalandoli a disposizione di chi vuol godersi una sana passeggiata, proporro' di creare dei tornelli a pagamento con tanto di controllori.


ID64815 - 12/03/2016 14:19:28 (ba53)
D'ora in poi occhio a dare appuntamento ad amici o parenti per una scampagnata,a piedi,in bici o altro,perchè potreste aver bisogno di permessi speciali.I comuni dovrebbero creare,e curare,percorsi liberi dal traffico e le guardie forestali fare in modo che le rive di laghi e fiumi non siano sbarrate al passaggio pedonale!


ID64900 - 14/03/2016 12:03:09 (UomoDelMonte)
Pierfranco è una persona che si impegna per lasciare anche ai giovani un lago che sia degno di essere definito lago. Inutile prendersela con lui per il fatto che tutti i primi sabati del mese se ne vada a fare il solito giro e che alcune persone si aggreghino solo per passare qualche ora in compagnia. Come si sa lui non chiede nulla, infatti non lo fa per lucro ma per passione. Sarebbe meglio invece che le istituzioni facessero di più, e facessero rimuovere quelle recinzioni e materiali che spesso ostruiscono i passaggi a tutti coloro che vogliono farsi una passeggiata sulle rive del lago. è mai possibile che qualche furbo debba recintare e impropri arsi di terreni del demanio senza che nessuno gli dica niente? Non sarà forse che tutto ciò accada perché è amico di qualche persona influente la quale fa finta di non sapere nulla di ciò? Spero che alla prossima gita intorno al lago si aggreghino moltissimi escursionisti per



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/04/2016 08:15:00
Prima c'era un muro di sassi, ora una trincea Pierfranco Bolandini, l'erborista di Ponte Caffaro, non molla. E nel suo ruolo di "guardiano del lago" ci porta lungo il sentiero che percorre con gli amici ogni primo sabato del mese, per segnalare ancora una volta cio che ritiene siano degli abusi


03/05/2015 09:17:00
Pierfranco, il custode del lago d'Idro Ci sono delle persone che lasciano il segno, che vedono oltre i tuoi occhi, che colgono le fioriture della tua mente: quelle persone che hai la sensazione di conoscere da tutta la vita

24/03/2015 10:31:00
Energie in movimento I camminatori del lago accolgono la primavera con un periplo raro. Nel giorno dell'equinozio di primavera, l'incontro con la natura che regala una magia unica. Da provare, almeno una volta nella vita


04/01/2018 13:44:00
Befane e ambasciatrici del lago Prima il periplo di 30 chilometri, poi il Convegno Internazionale della Befana, in programma a Ponte Caffaro. E’ il programma del primo sabato di gennaio

30/06/2015 10:05:00
Con lo «Scirocco» vedi il lago dal lago Prima settimana di navigazione per il battello turistico che solca le acque del lago d’Idro, in attesa di un nuovo pontile a Lemprato e di un nuovo battello per la prossima estate



Altre da Anfo
20/09/2018

Precisazione sul concerto commemorativo Anfo - Bondo

Nel corso del Concerto per la pace andato in scena alla Rocca d'Anfo non è stato colto l'appello per la pace e la non violenza sottoscritto dai quattro corpi musicali


19/09/2018

I venerdì della Rocca

Inizierà questo venerdì, 21 settembre, il ciclo di eventi dedicato ad alcuni approfondimenti storici e culturali relativi ad Anfo e al territorio valsabbino 

17/09/2018

Note per la pace

Dopo la puntata di sabato con un concerto nella Rocca d'Anfo, la manifestazione "Note per la Pace" ha avuto il suo epilogo domenica a Bondo


15/09/2018

Mistero ad Anfo

Un rumore improvviso a cui fatto seguito uno sferragliare di lamiere, dopodiché si è udito qualcuno gridare “aiuto”. Poi più niente

12/09/2018

Ad Anfo il Concerto per la Pace

La kermesse dedicata al centenario della fine del primo conflitto mondiale continua questo sabato, 15 settembre, in Rocca con un grande evento internazionale 

07/09/2018

Ricordo di Getulio Alviani

Riportiamo il testo dell’intervento con cui Giancarlo Marchesi, durante il convegno organizzato lo scorso sabato ad Anfo, ha ricordato l’artista di fama internazionale - e amico - che iniziò la sua carriera a Vestone  (1)

06/09/2018

Francesco Tesei in scena ad Anfo

Questo sabato, 8 settembre, per la rassegna Nuvole il più grande mentalista italiano si esibirà in uno spettacolo fuori dagli schemi. Pochissimi i posti ancora disponibili 

04/09/2018

Sotto al bilico

Se l’è vista brutta il 67enne alla guida di una Hyundai che nel percorrere un tornante è finito col muso sotto il rimorchio di un tir (10)

02/09/2018

L'arte contemporanea invade Anfo

Decine di opere d’arte e installazioni fanno bella mostra di sé nel borgo affacciato sull’Eridio, a 50 anni dall’evento dedicato all’avanguardia artistica. Un video e un convegno per ricordare l’evento (1)

31/08/2018

Ad Anfo l'avanguardia artistica

A 50 anni dal grande evento dedicato all’avanguardia artistica, Anfo porterà nuovamente al centro dell’attenzione l’arte contemporanea con una cinquantina di artisti provenienti da tutta Italia e dall'estero




Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia