19 Luglio 2020, 09.00
Lavenone
Post Covid-19

Lavenone, buoni lavoro per le famiglie

di Ubaldo Vallini

Superata l'emergenza sanitaria ora gli strumenti di sanificazione degli ambienti vengono impiegati per la Rocca d'Anfo. Per il sostegno delle famiglie un apposito bando per buoni lavoro


Probabilmente il primo a predisporre un piano di contingentamento degli spazi pubblici, fin dai primissimi giorni della dichiarata emergenza quando ancora molte municipalità si interrogavano se era il caso di chiudere mercati e rinviare feste, Franco Delfaccio, sindaco a Lavenone, aveva ricevuto rimbrotti da più parti.

L’hanno poi ringraziato col senno di poi, quando tutti hanno dovuto cominciare a misurare i metri quadri dei locali (posta, negozi, banca…) per decidere quante persone avrebbero potuto entrarci contemporaneamente e garantire così quel distanziamento sociale che si è poi dimostrato fondamentale nella gestione del rischio Covid.

«Siamo stati anche fra i primi ad avere cittadini in quarantena, anche se risultate poi sane, chiuse in casa solo perché avevano avuto contatto con persone risultate positive al virus» ricorda Delfaccio, che a causa del Covid ha dovuto piangere insieme ai suoi concittadini la scomparsa di un paesano.

Ora anche Lavenone è da considerare “covid-free” perché anche l’ultimo caso di positività (9 in tutto) ha superato indenne l’esame del doppio tampone. Tornando alla gestione dell’emergenza, provvidenziale si è dimostrata la dotazione di fondi per i pacchi alimentari, dei quali hanno usufruito più volte una dozzina di famiglie. E anche la scelta di dotare la Protezione civile di sanificatori, ionizzatore e pompe, grazie ai quali ancora oggi vengono tenuti ben disinfettati gli spazi pubblici, specie al chiuso.

Attrezzatura che vien buona anche “in trasferta” per sanificare gli ambienti messi a disposizione dei turisti nella Rocca d’Anfo. «L’emergenza oggi da sanitaria sta diventato sociale ed economica, non nascondiamocelo – aggiunge il sindaco – per questo oltre che prevedere forme di sostegno per le attività commerciali, artigianali o industriali che hanno ricevuto un danno, sotto forma di sconti sulla Tari, nel nostro piccolo, abbiamo attivato un bando per i lavori socialmente utili.

Il risultato è che tre capifamiglia che hanno aderito all’iniziativa riceveranno ciascuno 500 euro per 50 ore di lavoro a favore della collettività. Cominceranno a darsi da fare lunedì prossimo».



Vedi anche
23/04/2020 07:00

Muscoline, vicinanza, vigilanza e informazione Un forte impegno nella comunicazione ai cittadini e nel fornire servizi a domicilio: questo è stato l’approccio messo in campo dall’Amministrazione comunale di Muscoline per affrontare l’emergenza Coronavirus

26/03/2020 11:15

Valsabbina anticipa i crediti verso la PA Il piano per le aziende che nel corso dell’emergenza Covid-19 hanno concluso contratti di fornitura con Asl, strutture ospedaliere e Protezione civile, accessibile anche alle imprese non clienti di Banca Valsabbina

07/04/2020 10:30

Mascherine, distribuzione attraverso i Comuni e la Protezione civile Regione Lombardia aveva annunciato la distribuzione di mascherine gratuite attraverso negozi, farmacie e attività commerciali ma ora la rete di distribuzione sembra fare perno sulla Protezione civile e i Comuni che definiranno le modalità migliori per farle avere ai cittadini

10/05/2020 08:30

La Protezione civile di Lavenone per la Cpf80 I volontari hanno sanificati i locali e gli spazi esterni della cooperativa di consumo che è rimasta sempre aperta durante l’emergenza sanitaria. La collaborazione per la consegna della spesa a domicilio

19/07/2020 07:00

Mura, piccolo paese grande apprensione L'amministrazione comunale con il sostegno del volontariato ha gestito con attenzione la fase dell'emergenza. Ora preoccupa la situazione economica per alcune famiglie



Altre da Lavenone
12/09/2020

Un video tour tra le vie di Lavenone

Il piccolo Comune montano valsabbino ha conquistato il travel blogger bresciano Gio Del Bianco, che ha girato un video in cui racconta la sua esperienza di viaggio e l'incontro con i ragazzi del progetto Labis di Co.Ge.S.S.
•VIDEO

29/08/2020

Rientro al buio

Partiti troppo tardi per raggiungere la meta che si erano prefissati, sono stati sorpresi dalle tenebre a pochi chilometri dalla “base"

28/08/2020

«A macchia di barolo»

Nuova distribuzione dei fondi per i Comuni di confine, quella mediata a Brescia, che premia anche i Comuni “di seconda fascia”

22/08/2020

Anche Frapporti in gara ai Nazionali

ll ciclista professionista di Lavenone Marco Frapporti partecipa, questo fine settimana, ai Campionati Nazionali come corridore del team Vini Zabù - KTM

06/08/2020

Tamponamento davanti alla CPF80

Ad avere la peggio il conducente 72enne di una Yamaha, finito a terra dopo lo scontro. Chilometri di coda lungo la 237 del Caffaro

06/08/2020

Nuova piastra polivalente e nuovo marciapiede

Sono le due opere che saranno realizzate a Lavenone con i fondi regionali per il rilancio economico e produttivo post pandemia, ma in cantiere c'è dell'altro

03/08/2020

Vento forte ed energia

Un albero caduto sulla linea elettrica che affianca Via del Tram a Lavenone, ha tolto nottetempo energia elettrica a gran parte dell’abitato di Idro

23/07/2020

Giorgio Montini e Pietro Bonomi

Nella corrispondenza epistolare fra Giorgio Montini ed il figlio Giovan Battista, il futuro papa Paolo VI, anche il riferimento ad una famiglia di Lavenone. Una "chicca" riportata dal nostro Guido Assoni

21/07/2020

Taglio di strada

Esce con la Panda da una strada privata, senza accorgersi dell’arrivo dello scooter. Inevitabile l’urto

17/07/2020

Per sempre felice

Non solo Lavenone, ma soprattutto Lavenone, piange la scomparsa di padre Fiorenzo Bertoli, il missionario ucciso dal Covid in terra brasiliana. Il sindaco Franco Delfaccio ne traccia lo spessore umano