02 Aprile 2020, 14.46
Pertica Bassa
Il ricordo

In memoria di Giacomo Crescini

di Manuel Nicola Bacchetti

Non è mia consuetudine divulgare commenti personali, ma per un mio concittadino, che ieri abbiamo salutato nel cimitero di Levrange, penso sia doveroso


Giacomo, per tutti noi Giacomino, nonostante fosse grande e grosso, non era “Social”, ma “sociale” alla vecchia maniera, un esempio, per me e per la Comunità che rappresento.

Da quando lo conosco, ancor prima di essere eletto Sindaco, l’ho visto come una persona disponibile, pronta ad offrire se stesso, la sua manualità per gli altri e la mia opinione si è rafforzata in questi mandati amministrativi.

Ho di lui il vivo ricordo di ogni volta che lo incontravo o lo sentivo per telefono, in cui con la sua pacatezza e la sottile risata mi chiedeva: “Sindec, scomete che ghet vergot da fam fa!”, ed era spesso così, ci si rivolgeva a lui sicuri che non avrebbe detto di no, e che avrebbe portato a termine il lavoro con passione e dedizione, ma ero sempre sicuro che lui aspettava quell’invito a fare, perché era nella sua indole, offrire il suo tempo a favore degli altri, a prescindere che fosse il vicino di casa, la Parrocchia o il Comune, a beneficio del prossimo in genere. E questo di lui mi piaceva tanto!

Lo ricordo nella scorsa estate durante i lavori di manutenzione della nostra Scuola dell’Infanzia, in cui non è mancato il suo apporto: ci ha aiutato a dipingere le pareti, e nonostante non avesse una grande manualità nel farlo e la vista non lo aiutasse, ha contribuito al risultato finale anche lui, e gioito con noi al termine.

Non dimenticherò la sua umiltà nel chiedere - era questo periodo dell’anno 2019 - durante i lavori di asfaltatura della frazione di Levrange se fosse possibile asfaltare anche la strada pubblica che conduce a casa sua, ma con una premessa, parte della spesa l’avrebbe sostenuta lui perché alla fine la strada la utilizzavano prevalentemente lui e la moglie. E così è stato, metà spesa il Comune e metà lui, non so a quanti Sindaci sia capitato. E questo di lui mi piaceva tanto!

E la sua voce? Con i cantori della Stella o in Chiesa era una guida ed un segno della sua presenza, come il suo sguardo, spesso capita che il nostro sguardo si perda, ma con lui era diverso, lui ti cercava, un occhiolino, un mezzo sorriso ed una “pacca sulla spalla” prima di salutarti, anche questo era Giacomino. E questo di lui mi piaceva tanto!

Non verrà dimenticata la sua laboriosità nello scolpire il legno e donare la sua arte, lo testimoniano le sue opere collocate nel nostro territorio, ma non solo, sparse anche nel resto della Valle o finite addirittura da Papa Francesco, come il calice di cui andava molto fiero.
Ma non solo, anche le sculture offerte agli atleti che primeggiavano nelle competizioni sportive organizzate nel territorio, ai lavoretti con i bambini delle nostre Scuole e del Centro Estivo, o la sua opera scolpita e rimasta in Francia, dai nostri gemelli di Saint Andrè de Chalencon, che è e resterà il simbolo di unione ed amicizia tra due popoli, una stretta di mano, la sua, da uomo vero e leale. E questo di lui mi piaceva tanto!

Una persona che sapeva trasmetterti tranquillità solo con la fortuna di incontrarlo, ma che non era mai solo, un tutt’uno con la sua compagna di vita da oltre 40 anni, che per me erano una cosa sola, Giacomino e Dolores.

Sempre uniti, complici, identici nel mettersi a disposizione della comunità, anteponendo sempre l’essere d’aiuto.

Il tuo destino si è compiuto così lasciandoci una grande mancanza. Questo mi fa riflettere sul fatto che ormai la nostra quotidianità corre talmente in modo frenetico che mai ci poniamo il problema del nostro compito in questa vita e che questa non è infinita. Sicuramente Giacomino ha lasciato in noi un ottimo esempio da seguire, grazie alla sua disponibilità e altruismo, un sorriso e una voce da ricordare, nonché un cuore ricco di gioia.

Un pensiero va a Dolores, la moglie, che in questo momento sta attraversando un grande dolore da sola e che ieri mattina ha avuto la forza di ringraziare noi, la nostra Comunità, per averli accolti ed avergli permesso di essere utili durante la loro vita.

No, non credo dimenticherò mai Giacomino e nemmeno Dolores ogni volta che potrò esserle d’aiuto, perché questi sono gli esempi, semplici ed autentici, che voglio offrire ai miei figli e ai miei cittadini.

Grazie Giacomino, Grazie Dolores, di avermi permesso di conoscervi.

Il Vostro Sindaco

Manuel Nicola Bacchetti
Sindaco del Comune di Pertica Bassa


Vedi anche
21/07/2019 15:04:00

L'ultimo saluto a mons. Giacomini Si terranno questo lunedì a Levrange di Pertica Bassa i funerali del sacerdote che è stato esorcista diocesano e penitenziere della Cattedrale

13/05/2020 15:00:00

In memoria alla cara sorella Ada Liberini Riceviamo e pubblichiamo il ricordo che Eleonora Liberini ha scritto per la scomparsa della sua cara sorella Ada, suora laica delle Angeline di Sant’Angela Merici

08/02/2018 15:15:00

Dalla memoria della Shoah al ricordo delle Foibe In occasione del Giorno del Ricordo domani, venerdì 9 febbraio, a Vestone andrà in scena l’evento teatrale “Il grimaldello della memoria” con Pino Casamassima e Bruno Noris

30/01/2020 08:56:00

Edizione numero 13 per la CiaspoPertiche La manifestazione è organizzata dalla Polisportiva Pertica Bassa con il patrocinio dei Comuni di Pertica Alta e di Pertica Bassa.

08/08/2017 13:34:00

Il signor Losi In questi giorni ci ha lasciato il signor Danilo Losi. Cerco nei cassetti della memoria e ricordo…



Altre da Pertica Bassa
23/06/2020

Simone e la maggiore età

Tanti auguri a Simone Bacchetti di Forno d'Ono di Pertica Bassa che proprio oggi, martedì 23 giugno, compie 18 anni

03/06/2020

I primi tredici di Matteo

Tanti auguri a Matteo Dusi di Fondo D'Ono, Pertica Bassa, che ieri, martedì 2 giugno, festa della Repubblica, ha compiuto tredici splendidi anni

30/05/2020

Grave dopo il volo nel Degnone

Grave incidente quello occorso ad un milanese di 51 anni che in sella alla sua Triumph stava scendendo lungo la Provinciale 55 fra Forno d’Ono e Vestone

30/04/2020

Giro del Monte Zovo e Sunset Bike rinviate al 2021

Anche due dei principali eventi sportivi organizzati dalla Polisportiva Pertica Bassa fra maggio e giugno sono stati annullati e rinviati al prossimo anno

24/04/2020

Sanificati i locali anche a Pertica Bassa

Dopo Bagolino, anche Pertica Bassa ha potuto sanificare i locali ad uso pubblico grazie all’intervento diretto dei Vigili del Fuoco

24/04/2020

Il Museo della Resistenza in diretta

In occasione della festa del 25 aprile, il Museo della Resistenza di Forno d’Ono di Pertica Bassa proporrà una visita online delle sue collezioni

26/02/2020

Piccola storia di una Madonna

A Po di Pertica Bassa la Madonnina del cooèl occupa un posto speciale nel cuore del paese e degli abitanti delle Pertiche, ancora molto legati alle tradizioni rurali e alla vita di comunità

20/02/2020

Auguri Giuliano

Tanti auguri a Giuliano Bertelli, di Pertica Bassa, che proprio oggi, giovedì 20 febbraio, compie 42 anni

13/02/2020

Un ingegnere da 110 e lode

Congratulazioni a Riccardo Pialorsi, studente modello di Forno d’Ono che nei giorni scorsi si è laureato a pieni voti in Ingegneria Meccanica

13/02/2020

Gira e rigira, all'Europeo c'era anche la Kira

Ancora un prestigioso riconoscimento quello ottenuto dalla bovina di razza bruna dell’azienda agricola Bonomi di Pertica Bassa all’European Brown Swiss Championship 2020 andato in scena alla Fieragricola di Verona