Skin ADV
Giovedì 21 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Giretto in piazza

Giretto in piazza

by simoguzz

[Varie]


20.02.2019 Vobarno Provaglio VS Barghe

19.02.2019 Gavardo

19.02.2019 Idro

19.02.2019 Bagolino

19.02.2019 Sabbio Chiese

19.02.2019 Bagolino

19.02.2019 Gavardo Valsabbia Garda

20.02.2019 Bagolino

20.02.2019 Serle

19.02.2019 Vobarno






03 Agosto 2017, 14.08

Genitori & Figli

Piromania, che piacere!

di Giuseppe Maiolo
Il rischio è il mio mestiere. Si potrebbe dire parafrasando un’espressione cara a Fleming e al suo storico personaggio 007 che aveva licenza di fare qualsiasi cosa

Così si potrebbe dire dei ragazzi che compiono azioni estreme come quella di appiccare fuoco ad un bosco, a un’automobile o un cassonetto.
Mi vien da dire che alcuni giovani sembrano oggi animati da questa idea: posso fare tutto. Mi posso permettere qualsiasi cosa che soddisfi il mio bisogno di adrenalina.
Anzi alcuni adolescenti lo dicono apertamente. Confessano che l’unica motivazione che li spinge a compiere azioni trasgressive o veri e propri agiti delinquenziali, è il bisogno di provare qualcosa, di sentire il brivido che scorre lungo la schiena. Spesso è quindi piacere. Il piacere del rischio. 

Un po’ la stessa cosa che spinge a rubare apertamente in un negozio, distruggere senza motivo oggetti o aggredire un ignaro passante. È la pura necessità di provare qualcosa. Sentire un che di eccitante senza che vi sia una motivazione specifica, tantomeno una patologia.
Caso mai c’è la noia assoluta, il vuoto pneumatico dei sentimenti soprattutto dove le emozioni non incontrano la percezione dell’altro, né il suo sguardo, perché il deficit, se c’è, è quello dell’empatia. 

In effetti le trasgressioni degli adolescenti, quelle che un tempo erano evolutive e generazionali, sembrano oggi mancare del confronto con l’altro e in particolare con l’adulto.
Oggi c’è una grande differenza nel modo di agire: un tempo la crescita era una sfida del genitore a cui si voleva far vedere la propria forza, le proprie abilità. C’era il confronto con l’altro, con l’adulto e con le sue idee e i suoi valori.

Ora invece non si sfida più qualcuno. Tantomeno questi gesti sono animati dalla ribellione al “potere insopportabile” dell’autorità genitoriale. Si sfida se stessi e il proprio limite, senza peraltro conoscerlo. 

La trasgressione è diventata una “bravata” e come tale è divenuta normale.
Allora bisogna alzare il tiro, aumentare la dose, mostrare al mondo le proprie capacità, rendersi visibili a tutti i costi. Così molti adolescenti con i loro gesti eclatanti, cercano solo di farsi vedere e vogliono richiamare l’attenzione con azioni distruttive e devastanti che mettono angoscia e terrore. 

Non è molto distante da questo significato, il gesto del piromane che infiamma la notte e distrugge ettari di terreno. In parte è il piacere dell’ebrezza che origina il fuoco e , allo stesso tempo, la denuncia: metto fuoco nelle relazioni che mancano, negli affetti che non “infiammano” i  rapporti.
Vuoti affettivi e carenza di legami significativi sembrano essere dentro questo tipo di trasgressività. In fondo senza la segnaletica adeguata ci si perde. Si scollina. Il che vuol dire, durante l’adolescenza, transitare senza protezione e senza aiuto alcuno in quel territorio difficile e pericoloso che è il riconoscimento e la gestione dei propri impulsi. 
 

Giuseppe Maiolo
psicoanalista 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
10/01/2014 12:25:00
Quei genitori... tassisti C'è un nuovo mestiere per i genitori: quello di fare i tassisti. Succede quando gli impegni dei figli sono troppi... e non è detto che sia sempre un bene, anzi

29/04/2018 08:00:00
Abbuffarsi di alcol Il binge drinking, l’abbuffata alcolica, è uno dei nuovi eccessi, o per meglio dire una di quelle esagerazioni che le adolescenze di oggi sembrano coltivare per scarsa conoscenza del rischio

21/03/2016 08:50:00
Prostituzione minorile Sono emerse nei giorni scorsi azioni di adescamento on line di minori. Solo in questi casi si parla dei rischi che corrono i minori sulla rete. Cosa fanno e cosa devono fare gli adulti di riferimento?


15/03/2018 09:16:00
Bullismo, i segnali per i genitori Cosa può fare un genitore per aiutare un figlio preso di mira e vessato dai bulli? Come capire che il ragazzo è vittima di soprusi?

26/02/2018 09:20:00
Adolescenza, età del rischio Gli adolescenti, alle prese con la necessità di esplorare il mondo, conoscere se stessi e mettersi alla prova, spesso forzano i limiti e si spingono continuamente verso il rischio, senza rendersi conto del pericolo che corrono 



Altre da Genitori e Figli
11/02/2019

Quando il bullismo diventa normale

Ci sono storie che si raccontano e altre, spesso quelle che parlano di prevaricazioni e violenze, che vengono tenute nascoste sotto il velo perverso dell’omertà. VIDEO


28/01/2019

Raccontare la memoria contro la banalità del male

La memoria è un magazzino, una sorta di “luogo” fisico di strutture nervose dove si accumulano esperienze e ricordi, storie e fatti del passato che appartengono a noi stessi o ad altri...

20/01/2019

Se le maestre picchiano i bambini

Le immagini delle maestre che maltrattano i bambini mettono in evidenza, una volta di più, come la violenza sui minori sia ancora una vergognosa piaga sociale (2)

14/01/2019

A che servono i castighi e le punizioni?

Le frustrazioni, i rimproveri, le limitazioni e anche le punizioni servono, hanno la loro funzione: quella di far sapere al bambino ciò che è bene e ciò che è male, quello che si può  e quello che non si può fare

23/12/2018

Se Babbo Natale non fa più sorprese

Viviamo, di questi tempi, più il Natale dello stress, delle cose da fare e dei regali da comprare, che quello dei riti.

16/12/2018

Nell'educazione parlare non basta

“Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Questa frase, ripetuta spesso per definire chi è volutamente distratto e sentita e in particolare dalle madri che lamentano di non essere ascoltate dai figli, non è solo un’impressione, è una verità 

07/12/2018

Pornografia virtuale e dipendenza

Le nuove tecnologie mettono a disposizione l’universo mondo con un solo click.

24/11/2018

Educare i figli per prevenire la violenza sulle donne

Se sai che una ragazza di 23 anni è andata a fare volontariato in Africa per occuparsi di bambini in un progetto di cooperazione internazionale, dovresti rivedere immediatamente tutte le idee negative che puoi avere sui giovani e sulla loro indifferenza  (1)

18/11/2018

Madri che uccidono

Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

11/11/2018

Le parole dell'odio

Le parole dell’odio circolano realmente attorno a noi, oggi  più che mai in rete, e attraversano le relazioni, le contaminano e le feriscono

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia