Skin ADV
Lunedì 22 Ottobre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




20.10.2018 Valsabbia

21.10.2018 Gavardo

21.10.2018 Capovalle Roè Volciano Valsabbia

20.10.2018 Anfo

20.10.2018 Idro Valsabbia

20.10.2018 Bagolino

21.10.2018 Gavardo

21.10.2018 Vobarno

20.10.2018 Gavardo

22.10.2018 Roè Volciano



03 Agosto 2017, 14.08

Genitori & Figli

Piromania, che piacere!

di Giuseppe Maiolo
Il rischio è il mio mestiere. Si potrebbe dire parafrasando un’espressione cara a Fleming e al suo storico personaggio 007 che aveva licenza di fare qualsiasi cosa

Così si potrebbe dire dei ragazzi che compiono azioni estreme come quella di appiccare fuoco ad un bosco, a un’automobile o un cassonetto.
Mi vien da dire che alcuni giovani sembrano oggi animati da questa idea: posso fare tutto. Mi posso permettere qualsiasi cosa che soddisfi il mio bisogno di adrenalina.
Anzi alcuni adolescenti lo dicono apertamente. Confessano che l’unica motivazione che li spinge a compiere azioni trasgressive o veri e propri agiti delinquenziali, è il bisogno di provare qualcosa, di sentire il brivido che scorre lungo la schiena. Spesso è quindi piacere. Il piacere del rischio. 

Un po’ la stessa cosa che spinge a rubare apertamente in un negozio, distruggere senza motivo oggetti o aggredire un ignaro passante. È la pura necessità di provare qualcosa. Sentire un che di eccitante senza che vi sia una motivazione specifica, tantomeno una patologia.
Caso mai c’è la noia assoluta, il vuoto pneumatico dei sentimenti soprattutto dove le emozioni non incontrano la percezione dell’altro, né il suo sguardo, perché il deficit, se c’è, è quello dell’empatia. 

In effetti le trasgressioni degli adolescenti, quelle che un tempo erano evolutive e generazionali, sembrano oggi mancare del confronto con l’altro e in particolare con l’adulto.
Oggi c’è una grande differenza nel modo di agire: un tempo la crescita era una sfida del genitore a cui si voleva far vedere la propria forza, le proprie abilità. C’era il confronto con l’altro, con l’adulto e con le sue idee e i suoi valori.

Ora invece non si sfida più qualcuno. Tantomeno questi gesti sono animati dalla ribellione al “potere insopportabile” dell’autorità genitoriale. Si sfida se stessi e il proprio limite, senza peraltro conoscerlo. 

La trasgressione è diventata una “bravata” e come tale è divenuta normale.
Allora bisogna alzare il tiro, aumentare la dose, mostrare al mondo le proprie capacità, rendersi visibili a tutti i costi. Così molti adolescenti con i loro gesti eclatanti, cercano solo di farsi vedere e vogliono richiamare l’attenzione con azioni distruttive e devastanti che mettono angoscia e terrore. 

Non è molto distante da questo significato, il gesto del piromane che infiamma la notte e distrugge ettari di terreno. In parte è il piacere dell’ebrezza che origina il fuoco e , allo stesso tempo, la denuncia: metto fuoco nelle relazioni che mancano, negli affetti che non “infiammano” i  rapporti.
Vuoti affettivi e carenza di legami significativi sembrano essere dentro questo tipo di trasgressività. In fondo senza la segnaletica adeguata ci si perde. Si scollina. Il che vuol dire, durante l’adolescenza, transitare senza protezione e senza aiuto alcuno in quel territorio difficile e pericoloso che è il riconoscimento e la gestione dei propri impulsi. 
 

Giuseppe Maiolo
psicoanalista 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
10/01/2014 12:25:00
Quei genitori... tassisti C'è un nuovo mestiere per i genitori: quello di fare i tassisti. Succede quando gli impegni dei figli sono troppi... e non è detto che sia sempre un bene, anzi

29/04/2018 08:00:00
Abbuffarsi di alcol Il binge drinking, l’abbuffata alcolica, è uno dei nuovi eccessi, o per meglio dire una di quelle esagerazioni che le adolescenze di oggi sembrano coltivare per scarsa conoscenza del rischio

21/03/2016 08:50:00
Prostituzione minorile Sono emerse nei giorni scorsi azioni di adescamento on line di minori. Solo in questi casi si parla dei rischi che corrono i minori sulla rete. Cosa fanno e cosa devono fare gli adulti di riferimento?


15/03/2018 09:16:00
Bullismo, i segnali per i genitori Cosa può fare un genitore per aiutare un figlio preso di mira e vessato dai bulli? Come capire che il ragazzo è vittima di soprusi?

26/02/2018 09:20:00
Adolescenza, età del rischio Gli adolescenti, alle prese con la necessità di esplorare il mondo, conoscere se stessi e mettersi alla prova, spesso forzano i limiti e si spingono continuamente verso il rischio, senza rendersi conto del pericolo che corrono 



Altre da Pillole di Psicologia
21/10/2018

La pedofilia on line

Tutto cambia, nel bene e nel male. Ora la pedofilia si è trasferita in Internet e i pedofili on line sono la nuova frontiera della depravazione sessuale

19/08/2018

Le bulle

Quando pensiamo al bullismo pensiamo ai maschi e alle prevaricazioni che esercitano tra pari, bambini o adolescenti. Non c’è dubbio che stando alle statistiche il fenomeno riguardi in gran parte il genere maschile, ma...

29/07/2018

Adolescenti e social

I social sono buoni o cattivi? Servono agli adolescenti o sono dannosi?  Domande insistenti che oggi riecheggiano ovunque e che, soprattutto i genitori, si pongono preoccupati dei pericoli che i figli possano correre frequentandoli assiduamente

08/06/2018

Apertura estiva per San Bartolomeo

La chiesa e il complesso dell’ex monastero di San Pietro in Monte Orsino a Serle riapre domenica a visite guidate e iniziative culturali che si protrarranno per tutta l’estate

11/04/2018

Limbo virtuale

Un film dai mille messaggi profondi che sfortunatamente accomunano la nostra società, un opera cinematografica che è in grado di farci riflettere su tutto quello che al giorno d'oggi molte persone sono costrette a vivere

23/01/2018

Terza sconfitta consecutiva al tie break

In uno scontro diretto per la zona salvezza il Tecnoace non riesce a completare la rimonta e si arrende dopo due ore e cinque minuti di gioco al Bruzzano

16/09/2017

Costruire l'umano nella scuola che cambia

La novità della scuola di quest’anno che interessa studenti, docenti, e famiglie, è il progetto del liceo quadriennale

24/04/2017

Ragazzi che si fanno male

Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

02/04/2017

Nessuno educa nessuno

ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti

20/03/2017

I ritirati

Li riconosci perché non li vedi. O meglio, sono quei ragazzi che si isolano per paura del mondo che in alcuni casi diventa vero proprio panico

Eventi

<<Ottobre 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia