Skin ADV
Mercoledì 19 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Vita da cani

Vita da cani

di Maria Rosa Marchesi



17.06.2019 Garda

18.06.2019 Anfo

18.06.2019 Vobarno Valsabbia Provincia

17.06.2019 Gavardo Vallio Terme

18.06.2019 Garda Valtenesi

17.06.2019 Idro Vobarno Valsabbia

18.06.2019 Vestone Casto

18.06.2019 Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi

19.06.2019 Roè Volciano

17.06.2019 Vobarno



24 Aprile 2017, 08.16

Genitori & Figli

Ragazzi che si fanno male

di Giuseppe Maiolo
Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

Una buona quota di questi ragazzi, pari a circa il 10%, tende a ripetere alcuni gesti pericolosi.
Al di là del fatto che alcuni casi siano atti dimostrativi, certe azioni sono davvero preoccupanti.
In  particolare però preoccupa la percezione del rischio che hanno i ragazzi. Una percezione alterata che li spinge a sottovalutare i pericoli e a non riconoscere il malessere che attraversa questa loro epoca di crescita. 

Tra le espressioni più emergenti del disagio giovanile
oltre all’abuso di alcool e di sostanze, oltre alla sottovalutazione di alcuni rischi collegati all’uso della rete e all’abuso senza controllo dei dispositivi, sono in aumento le condotte autolesive indirizzate al corpo.
In particolare il tagliarsi in varie parti sembra stia diventando qualcosa che i teenager mettono in atto per combattere ad esempio il dolore psichico.

Non è una moda, quanto invece l’espressione di un malessere interno che gli adolescenti non sanno come gestire. Lo indirizzano al proprio corpo perché sembra più facile vivere il dolore fisico e soprattutto perché questo riduce o non fa avvertire l’altro. 

In adolescenza il corpo acquisisce un'importanza fondamentale.
È lo spazio visibile che indica le trasformazioni e i cambiamenti che stanno avvenendo. È il contenitore di quel mondo interno sconosciuto e oggi scarsamente esplorato perché alle emozioni e ai sentimenti stiamo dedicando poca attenzione. È il luogo dove si manifesta sempre più precocemente la sessualità e le sue imbarazzanti pulsionalità.
Poiché il tempo per l’elaborazione e l’integrazione di quella tempesta ormonale e di tutte le sensazioni nuove è poco, pochissimo, il corpo diventa anche il luogo dove scaricare la tensione e l’angoscia, o dove spostare quella profonda sofferenza a cui gli adolescenti non sanno dare un nome.

Inoltre ai ragazzi di oggi manca il tempo della noia che c’era una volta ed era rappresentato da uno stare per ore supini a guardare il soffitto.
Quell’ozio mancante perché negato e svalutato dalla frenesia di una vita iperstimolata e stracolma di impegni che imponiamo anche ai bambini, sembra non aiutare il lavoro importante di elaborazione del mondo interiore che interessa l’intera fase adolescenziale.

Così c’è un acuto bisogno di adulti capaci di accompagnare e sostenere la crescita difficile degli adolescenti di oggi e soprattutto capaci di accorgersi subito dei gesti pericolosi che mettono in atto i ragazzi quando stanno male.
Tagli ai polsi o alle caviglie, piccole bruciature sulle braccia, o lesioni alle mani possono essere abilmente tenuti nascosti, camuffati da incidenti, oppure coperti dall’abbigliamento.

Proprio per questo c’è la necessità che i genitori non sottovalutino mai le ferite spacciate per accidentali dai teenager, così come è fondamentale osservare il loro comportamento che in casa li spinge a restare eccessivamente isolati nella loro camera o in bagno.
Prestare attenzione a una diffusa irritabilità e ai repentini cambi di umore è utile per monitorare la loro crescita e chiedere immediatamente un aiuto specialistico se queste manifestazioni sono frequenti. 

L’autolesionismo può essere il modo rischioso con cui gli adolescenti in difficoltà tentano di risolvere quel loro malessere e affrontare le fatiche di  un’età della vita complessa e difficile.  

Giuseppe Maiolo
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
14/01/2015 07:49:00
Litiga con la convivente e si accoltella Grave episodio di autolesionismo, l’altro giorno a Manerba del Garda. A farsi del male un argentino 37enne che si è colpito più volte al torace e all’addome

11/08/2014 07:49:00
L’estate degli adolescenti L’estate, per tutti è sinonimo di vacanza e di svago, di vita all’aria aperta. Per gli adolescenti ancora di più.

20/05/2019 08:58:00
Challenge. Le nuove sfide degli adolescenti Le sfide fanno parte del nostro tempo. E non sono una novità, anzi. Ma adesso stanno diventando una moda che coinvolge un po’ tutti, grandi e piccini, e in particolare gli adolescenti.

07/04/2016 18:03:00
Adolescenti, voglia di libertà e rispetto del proprio corpo A seguito della circolazione di materiale pedopornografico messo in rete da adolescenti della scuola media del paese, è stato organizzato nei giorni scorsi a Bedizzole un incontro con alcuni esperti

04/10/2012 10:26:00
MyTown per gli adolescenti Riprende dopo la pausa estiva il progetto sostenuto da anni dal Comune di Prevalle per gli adolescenti del paese. Stasera il primo incontro.



Altre da Genitori e Figli
16/06/2019

Educare al fallimento

Tempo di bilanci per la scuola. Ma anche tempo di sofferenze per chi si aspettava risultati diversi, per chi ha debiti formativi da recuperare o addirittura viene bocciato.

10/06/2019

La disperazione infinita di Noa

Il gesto di Noa turba e sconvolge la coscienza collettiva. Genera sempre un’angoscia infinita la morte precoce di un adolescente, soprattutto quando si tratta di suicidio e nasce dalla caparbia determinazione di una ragazzina di 17 anni che ha rincorso da tempo il suo progetto

03/06/2019

Nuovi adolescenti, la comunicazione del dolore

“La nostra gioventù ama il lusso, è maleducata, se ne infischia dell’autorità e non ha rispetto per gli anziani”. Sembra uno di quei giudizi che pronunciamo un po’ tutti ogni qualvolta incontriamo adolescenti maleducati e offensivi. Invece questa frase la scriveva Socrate nel 470 a. C.

27/05/2019

Che bello lo sballo!

Se c’è una paura che hanno oggi i ragazzi è quella di essere vulnerabili. Non fragili, perché si sentono supereroi, ma deboli e incapaci di farcela, ad esempio nei confronti di un dolore

20/05/2019

Challenge. Le nuove sfide degli adolescenti

Le sfide fanno parte del nostro tempo. E non sono una novità, anzi. Ma adesso stanno diventando una moda che coinvolge un po’ tutti, grandi e piccini, e in particolare gli adolescenti.

07/05/2019

Manduria, adolescenti feroci e cultura della violenza

Un fatto incredibile, che sembra puntare i riflettori sull’adolescenza di oggi priva di senso morale, la quale per noia o divertimento esercita violenza sui più deboli e sugli indifesi

29/04/2019

OMS, linee guida per l'infanzia

Non è una novità dire che la tecnologia avanzata di questo nuovo millennio sta condizionando il benessere psicofisico soprattutto dei bambini. A rimarcare questi aspetti, per certi versi preoccupanti, sono uscite da qualche giorno le linee guida dell’Organizzazione mondiale della Sanità dedicate all’infanzia tra 0 e 5 anni.

21/04/2019

Identità e tecno-dipendenze nei nuovi adolescenti

Quando parlo con i ragazzi che incontro un po’ ovunque e mentre ascolto per motivi diversi i nuovi adolescenti che adesso chiamiamo “face down generation”, cioè generazione china sullo smartphone, mi capita spesso di chiedermi dove sta di casa la loro identità

15/04/2019

Comunicazione digitale e mondo capovolto

Il grande sviluppo della tecnologia che stiamo vivendo è rivoluzionaria perché ci fa intravvedere sconfinati orizzonti e ci offre una strana sensazione di onnipotenza

08/04/2019

Combattere il revenge porn

Da qualche giorno il revenge porn, la vendetta pornografica, è diventato un reato punibile. La Camera dei deputati, all’unanimità, ha approvato il testo sul Codice rosso e su questa nuova forma di violenza alle donne. Finalmente  (1)

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia