Skin ADV
Lunedì 21 Ottobre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Bagolino, in attesa dell'autunno

Bagolino, in attesa dell'autunno

di Antenore Taraborelli



20.10.2019 Capovalle Valsabbia Provincia

20.10.2019 Gavardo Valsabbia

19.10.2019

19.10.2019 Salò

19.10.2019 Capovalle

19.10.2019

20.10.2019 Preseglie

20.10.2019 Vestone Valsabbia

20.10.2019 Bagolino

20.10.2019






15 Settembre 2012, 08.00
Provincia
Import-Export

Rallentano le esportazioni, crollano le importazioni

di red.
I dati Istat al primo semestre 2012 elaborati dal Centro Studi Aib confermano il rallentamento dell'economia bresciana anche sul fronte dell'import-export.

 

I segnali di rallentamento dei flussi commerciali con l’estero manifestati già nel primo trimestre di quest’anno si sono accentuati nel secondo. I dati Istat a giugno 2012, diffusi a livello provinciale, indicano infatti un aumento delle esportazioni - secondo il Centro studi di AIB - solo dello 0,9 per cento rispetto al primo semestre del 2011 e una contrazione delle importazioni del 15,9 per cento. La tendenza ancora positiva delle esportazioni risulta decisamente inferiore a quella rilevata sia in Lombardia (+ 4,9%) che in Italia (+ 4,2%), mentre l’andamento negativo delle importazioni è più marcato rispetto a a quello sia nazionale (- 5,8%) che regionale (- 10,2%).
Le esportazioni si sono attestate a fine giugno a 6.916 milioni di euro e le importazioni a 3.716 milioni, con un saldo positivo di 3.200 milioni di euro.
L'aumento delle esportazioni non è generalizzato, ma riguarda solo alcuni settori nei confronti dei quali la domanda estera ha avuti influssi diversi nei primi sei mesi di quest’anno. I comparti più dinamici sono: prodotti dell’agricoltura, silvicoltura e pesca; prodotti delle attività di trattamento dei rifiuti; prodotti delle miniere e delle cave; metalli e prodotti in metallo. Per quanto riguarda la destinazione geografica, i mercati che hanno dato il maggior contributo alla tenuta delle esportazioni bresciane risultano l’Africa, gli Stati Uniti, l’India e il Brasile.
Questi, in sintesi, i risultati più significativi che emergono dalle elaborazioni effettuate dal Centro Studi AIB sui dati Istat del commercio internazionale.

Le esportazioni
Le esportazioni, pur registrando un incremento del 6,1% sul primo trimestre di quest’anno, sono aumentate solo dello 0,9% rispetto al primo semestre dello scorso anno. Su questo andamento ha influito la dinamica positiva di alcuni settori, quali: prodotti dell’agricoltura, silvicoltura e pesca (+ 7,1%); prodotti delle attività di trattamento dei rifiuti (+ 6,3%); prodotti delle miniere e delle cave (+ 5,9%); metalli e prodotti in metallo (+ 5,5%). Sono, invece, diminuite le esportazioni dei settori: prodotti tessili (+ 27,1%), legno e prodotti in legno (- 14,5%); articoli di abbigliamento (- 11,0%); sostanze e prodotti chimici e farmaceutici (- 4,2%).
A livello geografico, la crescita più sostenuta delle esportazioni si è registrata in Africa (+ 62,0%), negli Stati Uniti (+ 25,3%), in India (+ 15,9%), in Brasile (+ 12,5%) e in Turchia (+ 9,7%). Sono diminuite le vendite in Cina (- 22,6%) e nei Paesi UE, tra cui Germania (- 2,8%), Francia (- 3,7%) e Spagna (- 14,6%).

Le importazioni
Le importazioni, sebbene siano cresciute dell’1 per cento sul primo trimestre, hanno registrato una diminuzione del 15,9 per cento rispetto al primo semestre del 2011. Su questo risultato ha influito negativamente la riduzione degli acquisti dall’estero del settore metalli e prodotti in metallo (- 23,3%), nonché la contrazione delle quotazioni delle materie prime di riferimento. La flessione dell'import ha riguardato inoltre i comparti prodotti delle attività di trattamento dei rifiuti (- 20,0%), prodotti tessili (- 22,9%), articoli di abbigliamento, pelli e accessori (- 16,3%), sostanze e prodotti chimici e farmaceutici (- 14,9%).
A livello geografico, i maggiori cali delle importazioni si registrano nei confronti del Nord America (- 30,6%); degli altri Paesi europei (- 26,7%), in particolare Turchia (- 21,3%) e Russia (- 17,1%); dell’Africa (- 23,2%) e dell’Asia (- 21,4%). Risultano invece in aumento gli acquisti di prodotti dal Centro Sud America (+ 5,9%) e in particolare dal Brasile (+ 18,5%).

Il saldo import-export
La tenuta delle esportazioni a fronte di un calo delle importazioni ha contribuito a migliorare il saldo commerciale con l’estero della nostra provincia, che da 2.420milioni di euro del primo semestre 2011 è passato a 3.200 milioni di euro nello stesso periodo di quest’anno, con un incremento del 32,2 per cento.

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/03/2016 15:22:00
Esportazioni bresciane in crescita nel 2015 Secondo i dati Istat gennaio-dicembre 2015 elaborati dal Centro Studi Aib, anche l’anno scorso ha fatto registrare una crescita dell’export bresciano, con una dinamica positiva anche nel quarto trimestre

19/03/2012 16:00:00
In aumento le esportazioni bresciane I dati Istat al quarto trimestre 2011 elaborati dal Centro Studi Aib confermano il buon andamento delle vendite all’estero.

20/03/2010 07:00:00
Crolla l’import-export bresciano nel 2009 Secondo i dati Istat elaborati dal Centro Studi Aib il 2009 è stato un anno nero per l’import-export bresciano con - 41,5% per l’import e - 31,1% per l’export.

12/09/2013 07:00:00
Ancora in calo le esportazioni bresciane Dopo la cattiva performance realizzata nel 2012 e nel primo trimestre di quest'anno, i dati Istat a giugno 2013 fanno rilevare una diminuzione delle esportazioni dell'1,1 per cento rispetto al primo semestre del 2012 e un calo delle importazioni dello 0,6 per cento

13/06/2013 16:00:00
Ancora negativa la dinamica delle esportazioni bresciane Secondo le elaborazione del Centro Studi Aib, nel primo trimestre di quest'anno le esportazioni registrano un decremento del 2,9%, mentre le importazioni calano dell'1,1%, in misura minore rispetto ai dati trimestrali del 2012.



Altre da Provincia
21/10/2019

Due giri di pista

E’ il primo pomeriggio di mercoledì 16 ottobre. Una giornata splendida: il sole è caldo e il cielo azzurro, ci saranno almeno 20 gradi...

20/10/2019

Impresa familiare

Operazione antibracconaggio sul Monte Carzen ai confini con il Parco dell’Alto Garda. In azione la Provinciale del distaccamento di Vestone. Nei guai insieme ai genitori uno studente minorenne di Capovalle


18/10/2019

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia


17/10/2019

Its Meccatronica, al via il secondo biennio

L’AB Group di Orzinuovi ha ospitato ieri pomeriggio la giornata inaugurale del secondo biennio di corso dell’ITS per l’automazione e i sistemi meccatronici industriali di Lonato, che vede iscritti 27 studenti


16/10/2019

Un altro anno da incorniciare

E’ quello della stagione agonistica del Motoclub Lumezzane, che si è svolto a Bione, nei locali messi a disposizione in via don Giuseppe Bazzoli dall’Aignep... in attesa della prossima edizione dell'X-TREAM


15/10/2019

Al via il progetto «All-in Brescia»

La Sala Beretta dell’Associazione Industriale Bresciana ha ospitato l’evento inaugurale del progetto dedicato all’inclusione sociale e alla multiculturalità per favorire il mercato del lavoro

15/10/2019

Dalla Regione il bando «Rinnova autovetture»

Così il Consigliere regionale valsabbino Massardi: “Dai 2.000 agli 8.000 euro per sostituire l’auto inquinante, 18 milioni dalla Lombardia” (2)

12/10/2019

I «The Boo» cantano il Brescia in Serie A

Attesissimo, divertente e coinvolgente, il nuovo video dei "The Boo" – ormai un indiscusso fenomeno del web – in collaborazione con Dellino Farmer è disponibile su Youtube
•VIDEO (1)

12/10/2019

«Milkrun», in Usa l'industria 4.0 parla bresciano

Il progetto e il brevetto di un innovativo sistema di guida per siviere in fonderia, realizzato dall’informatico prevallese Paolo Catterina e dal giovane ingegnere Antonio De Salvo, ha riscosso grande successo anche a Cleveland, negli Stati Uniti


11/10/2019

Truffa telefonica

Dichiarando di essere Vigili del Fuoco propongono telefonicamente o a domicilio l’acquisto di riviste e servizi da pagare in contanti. La truffa gira già da un po’ e pare sia arrivata anche in Valle Sabbia


Eventi

<<Ottobre 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia