Skin ADV
Mercoledì 21 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

20.02.2018 Barghe

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

19.02.2018

21.02.2018 Idro Vobarno Sabbio Chiese Villanuova s/C Garda

19.02.2018 Storo

21.02.2018 Gavardo

21.02.2018 Preseglie






02 Aprile 2017, 09.03

Genitori & Figli

Nessuno educa nessuno

di Giuseppe Maiolo
ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti
 
Il problema oggi è educare ed educarci.
Se colpisce che il fenomeno del sexting stia rapidamente diffondendosi tra gli adolescenti e i preadolescenti, allarma di più, a mio avviso, il fatto che i teenager generalmente lo considerino un gioco e un divertimento.

Chiedendo infatti ai ragazzi che incontro nelle scuole cosa si può provare se qualcuno fa girare foto e video intime di un compagno o una compagna, la maggior parte ritiene che potrebbe dar fastidio ma che è solo un gioco divertente. Nulla di più.

È dunque la percezione del gesto e della sua gravità che manca.
Non solo non si sa che è un reato, ma soprattutto che non produce sofferenza e dolore tra coloro che sono le vittime designate.
Se i ragazzi la pensano così, gli adulti sono ancora più inconsapevoli della valenza del bullismo virtuale.
Ne sottovalutano la portata, lo considerano un fenomeno che in sostanza è sempre esistito. Ne hanno pure loro una non percezione o, peggio ancora, una percezione minima e sbagliata. 

Perché il cyberbullismo, di cui il sexting è parte integrante, è un fenomeno nuovo, particolare, grave.
Gravissimo. Virale, come si dice ora, perché si diffonde come un virus ovunque.

Non c’era quando gli adulti di oggi, i tardivi digitali, vivevano la loro infanzia.
C’erano le prepotenze dei bulli, le violenze dei compagni “teppisti”, il gruppo dei ragazzacci che ti accerchiavano alla pausa, nel cortile, nei bagni a scuola.

Me li ricordo anch’io: ti facevano star male, soffrivi, a fatica lo dicevi a un amico che aiutava o un adulto che ti dava un consiglio o ti difendeva.
Magari cambiavi classe. Oggi non te ne puoi andare da nessuna parte.
Devi restare nella tua solitudine e nel tuo profondissimo disagio che non puoi dire a nessuno. Gli amici sanno, ridono e tacciono. Gli adulti sanno e sottovalutano pensando “Come mi sono arrangiato io si arrangerà anche lui”. 

Errori gravi di una cultura bloccata e congelata nella nostalgia del passato,
di una adultità responsabile mancante, di una comunità educante assente e distratta.

L’educazione in questo momento è la sfida più grande da affrontare perché ci richiede necessariamente di coniugarla con le nuove tecnologie e i nuovi mezzi di comunicazione.
Vuol dire che come adulti dobbiamo essere sempre più competenti e allo stesso tempo capaci di affiancare e governare il processo di crescita delle nuove generazioni, senza lasciarli in balia di se stessi. 

Per prima cosa allora bisogna fare lo sforzo di capire e conoscere i nuovi comportamenti e le nuove forme di comunicazione che stanno modificando le relazioni e il modo di ragionare nostro e dei nostri figli. Ma anche di noi stessi.
Nei fatti di Genova è allarmante la notizia che tra i soggetti coinvolti nella diffusione di foto e video di carattere sessuale ci fossero anche degli adulti che hanno a loro volta fatto girare questo materiale.

L’allarme è questo: mancano educatori attrezzati e capaci di percepire la realtà delle cose che stanno accadendo.
 
Giuseppe Maiolo
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/03/2017 17:05:00
Il «gioco» del sexting Cyberbullsmo, e sexting, continuano ad essere fenomeni emergenti e gravi di questo nostro tempo tecnologico

10/07/2016 08:53:00
Sexting C’è una parola che descrive un nuovo comportamento dei nativi digitali il cui significato però è ancora poco conosciuto: sexting.

03/02/2017 08:19:00
Cyberbullismo, se lo conosci lo eviti Quello del cyberbullismo è un fenomeno in crescita e preoccupante. Ad Agnosine, mercoledì prossimo, gli esperti ne parleranno coi 200 alunni delle Medie della Conca d'Oro. Poi toccherà ai genitori

09/02/2017 06:39:00
Cyberbullismo, confronto costruttivo Ha avuto luogo ad Agnosine un incontro fra duecento alunni delle Medie della Conca d'Oro e gli esperti della Procura, sui rischi da internet. Nel mirino cyberbullismo, pedofilia, prostituzione minorile. Prossimamente coi genitori

07/02/2018 10:20:00
I giovani contro il cyberbullismo Sono coinvolti anche i ragazzi bresciani nella campagna contro il cyberbullismo promossa dal Moige con la Polizia di Stato, il sostegno di Enel Cuore Onlus e Trend Micro e il patrocinio dei Ministeri dell’Istruzione e del Lavoro e dell’Anci



Altre da RagazziNews
21/02/2018

Cinque valsabbini per l'espresso migliore

Ci sono anche tre studenti dell’alberghiero dell’Istituto “Perlasca” di Idro e due del “Caterina de Medici” di Gardone Riviera al talent show dedicato al caffè, in scena nel corso di Golositalia alla Fiera di Montichiari

16/02/2018

«Discorsi diretti», dialogo genitori-figli

Un percorso di formazione per genitori innovativo quello che prenderà il via nelle prossime settimane a Gavardo, con protagonisti i figli, e una grande sorpresa finale (4)

14/02/2018

Conosci davvero San Valentino?

Molti festeggiano San Valentino, anche in altre nazioni,  ma pochi sanno chi sia veramente questo “San Valentino, tanto meno conoscono come questa ricorrenza sia nata

12/02/2018

In azienda per imparare

Dalla Polonia, dalla Germania e dalla Francia. Con Erasmus, Arten di Prevalle apre agli studenti europei. E quelli italiani? Mora: «Coi nostri è più difficile»
(1)

12/02/2018

OMG: Orgoglio Motivazione Generosità

Spesso non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati, delle possibilità e delle opportunità che abbiamo e soprattutto non pensiamo che in altri luoghi del mondo ci sono ragazzi come noi, che soffrono e che purtroppo stanno male… Operazione Mato Grosso: un’occasione per crescere

11/02/2018

Bulli e vittime, due facce della stessa medaglia?

Si è tenuta settimana scorsa, presso l’Auditorium dell'Istituto Battisti a Salò, la conferenza “Il bullismo a scuola”, presentata dall’associazione Anre, l’Associazione Nazionale Ragazzi Emarginati

06/02/2018

Il mondo che vorrei

“Troppo spesso leggiamo notizie riguardanti genitori che si scagliano contro la scuola, di studenti che insultano e mancano di rispetto agli insegnanti, di insegnanti che non fanno come si deve il loro dovere… ” scrive la maestra Antonella Baccoli della Scuola Primaria di Prevalle

06/02/2018

Buon vicinato con l'affido leggero

Una serata di testimonianze sull'affido diurno part-time organizzato dal Servizio minori e famiglie della Comunità Montana quella di lunedì sera all’oratorio di Vestone

03/02/2018

Alla scoperta degli animali antichi e pelosi

Le visite e i laboratori didattici del Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo continuano. Questa domenica, 4 febbraio, si andrà alla scoperta della fauna dell’Era Glaciale

31/01/2018

Giocare con la matematica? Si può

L’istituto Perlasca di Idro ospiterà, anche quest’anno, le semifinali dei Campionati di Giochi Matematici organizzati in Italia dal Centro PRISTEM dell'Università Bocconi. Giocheranno studenti e adulti. Iscrizioni entro il 10 febbraio

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia