Skin ADV
Martedì 20 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

18.02.2018 Villanuova s/C

18.02.2018

19.02.2018

18.02.2018 Storo

19.02.2018 Storo

18.02.2018 Valsabbia

19.02.2018 Valsabbia Garda Provincia

18.02.2018

19.02.2018 Sabbio Chiese Roè Volciano






24 Ottobre 2016, 11.44

Genitori & Figli

Smartphone sotto controllo

di Giuseppe Maiolo
I giovani, ma anche i bambini usano ormai costantemente le nuove tecnologie, con estrema facilità e molta più velocità degli adulti. Non è un male di per sè, ma attenti alle dipendenze

Non è una novità. Lo smartphone, per esempio, non è più status-symbol, ma un oggetto di uso comune che i piccoli fin dalla  scuola primaria maneggiano con naturalezza.
E questo perché i nativi digitali nascono, crescono e si muovono nel mondo tecnologico. Rapidamente, pur non sapendo nulla di come funziona un cellulare o un tablet, lo sanno usare “d’istinto”.

Allora non è strano vedere un un telefonino in mano ad un bambino anche piccolo.
Anzi, contrariamente a quanto si può pensare, molti sono i genitori che lo danno precocemente perché ritenuto utile. Dicono “non si sa mai può servirti per chiamarci se hai bisogno!”

In realtà il cellulare dovrebbe essere fatto usare presto ai bambini non per emergenza, ma perché appartiene alla nostra comunicazione ed è di “vitale” utilità per tutti.
Bisogna però saperlo usare e ci vogliono adulti che insegnino precocemente ai bambini il suo uso coretto. 

Lo smatphone, strumento potentissimo e multimediale, è diventato un’appendice un po’ per tutti e ormai fa parte integrante della nostra esistenza.
In mano ai giovani serve non solo per telefonare, anzi questa è l’ultima cosa che essi fanno con il telefonino, ma per mandare sms, chattare, ascoltare e scaricare musica, fare foto e video da condividere, giocare, vedere filmati.

Tuttavia il cellulare se usato senza controllo, può diventare uno strumento capace di creare dipendenza.
Una subdola dipendenza forse simile ad altre dipendenze più note come quella dalle sostanze o dall’alcol. 

Per scongiurare questo pericolo sempre più frequente è necessario controllare e regolamentare.
Non si tratta di negar l’uso del telefonino o, peggio ancora, usare il divieto come punizione. Non serve questo tipo di azione ai fini educativi anzi può essere controproducente.

Bisogna invece promuovere un utilizzo appropriato del dispositivo.
Magari insegnare come si usa negoziando con i figli, soprattutto gli adolescenti, perché se ne eviti l’abuso. Si potrebbe ad esempio, stipulare un patto sull’uso del telefonino. Una sorta di codice di comportamento condiviso tra minore e genitore. 

Tra le cose da far sottoscrivere dopo e averne spiegato i motivi e avviata un’adeguata negoziazione, vi sono i tempi in cui si chiede di tenere spento il cellulare (a pranzo, alla sera dopo una certa ora ecc.).
In particolare si chiederà il rispetto del divieto ad usarlo in certi posti (scuola, ospedali, treno), e si inviterà a prestare attenzione all’uso corretto della cam, ma soprattutto a non postare sul web foto e video senza il consenso delle persone riprese.

E’ fondamentale che si insista sull’importanza di non offendere o infastidire altre persone, perché il bullismo virtuale è facile e sempre in agguato.
Far accettare piccole regole di comportamento che, peraltro anche gli adulti sono chiamati a condividere e rispettare, aiuta i minori a dare la giusta importanza alla tecnologia e a comprendere il valore delle regole utili anche come protezione e tutela.

Giuseppe Maiolo
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/09/2016 06:05:00
iPhone 6s - lo smartphone Apple che fa la storia Negli ultimi anni si è sviluppata una vera e propria passione per gli smartphone: tutti ne hanno almeno uno ed alcuni, in ambito lavorativo o familiare, ne possiedono addirittura due

27/10/2016 15:26:00
Lo smartphone del futuro? E' cinese Cornici assenti, schermo con bordi curvi e nessun foro per l’altoparlante: il “concept phone” dell’azienda orientale è già in vendita a partire da 480 euro. Ma solo in Cina

11/05/2014 16:45:00
Una app per il disturbo bipolare Un'applicazione da smartphone riuscirebbe ad "ascoltare" il disturbo bipolare, rilevando gli sbalzi di umore attraverso l'analisi vocale

09/12/2015 12:08:00
Lo smartphone ci cambia la vita... in meglio o in peggio? Deloitte ha condotto una ricerca sull'utilizzo degli smartphone e purtroppo noi italiani ne usciamo a testa bassa


19/07/2015 08:25:00
La tecnologia più utile? Quella dei sistemi di controllo della frenata Secondo un'indagine UnipolSai 2015, per i bresciani la tecnologia in auto dà più sicurezza




Altre da RagazziNews
16/02/2018

«Discorsi diretti», dialogo genitori-figli

Un percorso di formazione per genitori innovativo quello che prenderà il via nelle prossime settimane a Gavardo, con protagonisti i figli, e una grande sorpresa finale (4)

14/02/2018

Conosci davvero San Valentino?

Molti festeggiano San Valentino, anche in altre nazioni,  ma pochi sanno chi sia veramente questo “San Valentino, tanto meno conoscono come questa ricorrenza sia nata

12/02/2018

In azienda per imparare

Dalla Polonia, dalla Germania e dalla Francia. Con Erasmus, Arten di Prevalle apre agli studenti europei. E quelli italiani? Mora: «Coi nostri è più difficile»
(1)

12/02/2018

OMG: Orgoglio Motivazione Generosità

Spesso non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati, delle possibilità e delle opportunità che abbiamo e soprattutto non pensiamo che in altri luoghi del mondo ci sono ragazzi come noi, che soffrono e che purtroppo stanno male… Operazione Mato Grosso: un’occasione per crescere

11/02/2018

Bulli e vittime, due facce della stessa medaglia?

Si è tenuta settimana scorsa, presso l’Auditorium dell'Istituto Battisti a Salò, la conferenza “Il bullismo a scuola”, presentata dall’associazione Anre, l’Associazione Nazionale Ragazzi Emarginati

06/02/2018

Il mondo che vorrei

“Troppo spesso leggiamo notizie riguardanti genitori che si scagliano contro la scuola, di studenti che insultano e mancano di rispetto agli insegnanti, di insegnanti che non fanno come si deve il loro dovere… ” scrive la maestra Antonella Baccoli della Scuola Primaria di Prevalle

06/02/2018

Buon vicinato con l'affido leggero

Una serata di testimonianze sull'affido diurno part-time organizzato dal Servizio minori e famiglie della Comunità Montana quella di lunedì sera all’oratorio di Vestone

03/02/2018

Alla scoperta degli animali antichi e pelosi

Le visite e i laboratori didattici del Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo continuano. Questa domenica, 4 febbraio, si andrà alla scoperta della fauna dell’Era Glaciale

31/01/2018

Giocare con la matematica? Si può

L’istituto Perlasca di Idro ospiterà, anche quest’anno, le semifinali dei Campionati di Giochi Matematici organizzati in Italia dal Centro PRISTEM dell'Università Bocconi. Giocheranno studenti e adulti. Iscrizioni entro il 10 febbraio

27/01/2018

«La torre delle favole»

Verrà inaugurata domani, domenica 28 gennaio, in Torre Avogadro la XV edizione della manifestazione di narrativa teatralizzata promossa dal Comune di Lumezzane. Il percorso rimarrà aperto fino al 15 aprile

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia