Skin ADV
Lunedì 18 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Specchi riflessi

Specchi riflessi

di Renato Sorice



16.06.2018 Sabbio Chiese

17.06.2018 Sabbio Chiese Bagolino

18.06.2018 Vestone

18.06.2018 Sabbio Chiese Bagolino Valsabbia

16.06.2018 Vobarno Valsabbia Garda

17.06.2018 Gavardo

16.06.2018 Gavardo

17.06.2018 Casto Valsabbia

17.06.2018 Gavardo Valsabbia

16.06.2018 Anfo





24 Ottobre 2016, 11.44

Genitori & Figli

Smartphone sotto controllo

di Giuseppe Maiolo
I giovani, ma anche i bambini usano ormai costantemente le nuove tecnologie, con estrema facilità e molta più velocità degli adulti. Non è un male di per sè, ma attenti alle dipendenze

Non è una novità. Lo smartphone, per esempio, non è più status-symbol, ma un oggetto di uso comune che i piccoli fin dalla  scuola primaria maneggiano con naturalezza.
E questo perché i nativi digitali nascono, crescono e si muovono nel mondo tecnologico. Rapidamente, pur non sapendo nulla di come funziona un cellulare o un tablet, lo sanno usare “d’istinto”.

Allora non è strano vedere un un telefonino in mano ad un bambino anche piccolo.
Anzi, contrariamente a quanto si può pensare, molti sono i genitori che lo danno precocemente perché ritenuto utile. Dicono “non si sa mai può servirti per chiamarci se hai bisogno!”

In realtà il cellulare dovrebbe essere fatto usare presto ai bambini non per emergenza, ma perché appartiene alla nostra comunicazione ed è di “vitale” utilità per tutti.
Bisogna però saperlo usare e ci vogliono adulti che insegnino precocemente ai bambini il suo uso coretto. 

Lo smatphone, strumento potentissimo e multimediale, è diventato un’appendice un po’ per tutti e ormai fa parte integrante della nostra esistenza.
In mano ai giovani serve non solo per telefonare, anzi questa è l’ultima cosa che essi fanno con il telefonino, ma per mandare sms, chattare, ascoltare e scaricare musica, fare foto e video da condividere, giocare, vedere filmati.

Tuttavia il cellulare se usato senza controllo, può diventare uno strumento capace di creare dipendenza.
Una subdola dipendenza forse simile ad altre dipendenze più note come quella dalle sostanze o dall’alcol. 

Per scongiurare questo pericolo sempre più frequente è necessario controllare e regolamentare.
Non si tratta di negar l’uso del telefonino o, peggio ancora, usare il divieto come punizione. Non serve questo tipo di azione ai fini educativi anzi può essere controproducente.

Bisogna invece promuovere un utilizzo appropriato del dispositivo.
Magari insegnare come si usa negoziando con i figli, soprattutto gli adolescenti, perché se ne eviti l’abuso. Si potrebbe ad esempio, stipulare un patto sull’uso del telefonino. Una sorta di codice di comportamento condiviso tra minore e genitore. 

Tra le cose da far sottoscrivere dopo e averne spiegato i motivi e avviata un’adeguata negoziazione, vi sono i tempi in cui si chiede di tenere spento il cellulare (a pranzo, alla sera dopo una certa ora ecc.).
In particolare si chiederà il rispetto del divieto ad usarlo in certi posti (scuola, ospedali, treno), e si inviterà a prestare attenzione all’uso corretto della cam, ma soprattutto a non postare sul web foto e video senza il consenso delle persone riprese.

E’ fondamentale che si insista sull’importanza di non offendere o infastidire altre persone, perché il bullismo virtuale è facile e sempre in agguato.
Far accettare piccole regole di comportamento che, peraltro anche gli adulti sono chiamati a condividere e rispettare, aiuta i minori a dare la giusta importanza alla tecnologia e a comprendere il valore delle regole utili anche come protezione e tutela.

Giuseppe Maiolo
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/09/2016 06:05:00
iPhone 6s - lo smartphone Apple che fa la storia Negli ultimi anni si è sviluppata una vera e propria passione per gli smartphone: tutti ne hanno almeno uno ed alcuni, in ambito lavorativo o familiare, ne possiedono addirittura due

27/10/2016 15:26:00
Lo smartphone del futuro? E' cinese Cornici assenti, schermo con bordi curvi e nessun foro per l’altoparlante: il “concept phone” dell’azienda orientale è già in vendita a partire da 480 euro. Ma solo in Cina

11/05/2014 16:45:00
Una app per il disturbo bipolare Un'applicazione da smartphone riuscirebbe ad "ascoltare" il disturbo bipolare, rilevando gli sbalzi di umore attraverso l'analisi vocale

09/12/2015 12:08:00
Lo smartphone ci cambia la vita... in meglio o in peggio? Deloitte ha condotto una ricerca sull'utilizzo degli smartphone e purtroppo noi italiani ne usciamo a testa bassa


19/07/2015 08:25:00
La tecnologia più utile? Quella dei sistemi di controllo della frenata Secondo un'indagine UnipolSai 2015, per i bresciani la tecnologia in auto dà più sicurezza




Altre da Genitori e Figli
17/06/2018

Esami in vista, ansia in arrivo!

È ormai tempo di esami. Ma anche di ansia e stress. Perché si sa, le prove scolastiche ma in particolare quelle della maturità, in fondo rappresentano la “verifica” di un percorso e insieme l’autorizzazione della società ad andare oltre l’adolescenza.

11/06/2018

Il piacere di una magrezza estrema

Tutto, ormai, comincia dalla rete. Anche quella voglia matta delle adolescenti, soprattutto ragazze, di essere in forma, ora che l’estate è in arrivo. Spesso però è solo un pretesto, perché il problema vero è il rapporto negativo con il proprio corpo 

03/06/2018

Perdere la vita per un selfie

Sfidare il rischio per un selfie, correre un pericolo per aumentare i like sul proprio profilo o tentare una performance acrobatica per documentare le personali capacità sembra appartenere ogni giorno di più ai Millennials


20/05/2018

Regolare e proteggere i minori

I pollicini, cioè i nuovi adolescenti che scrivono sullo smartphone con due pollici, per motivi biologici culturali ed evolutivi sono dentro un flusso continuo di cambiamenti e mutazioni fisiche, mentali, relazionali, affettive. (1)

13/05/2018

Omofobia e cyberbullismo

La giornata mondiale contro l’omofobia, che si celebra il 17 maggio di ogni anno, dovrebbe servire a ricordare che la paura di chi ha un diverso orientamento sessuale è ancora ampiamente diffusa nella nostra società
 

29/04/2018

Abbuffarsi di alcol

Il binge drinking, l’abbuffata alcolica, è uno dei nuovi eccessi, o per meglio dire una di quelle esagerazioni che le adolescenze di oggi sembrano coltivare per scarsa conoscenza del rischio

20/04/2018

Minori violenti con gli adulti

Non è bullismo quello che si vede nel video diffuso sul web dove un ragazzo minaccia, umilia e deride un prof (6)

16/04/2018

A quale età il cellulare?

La domanda più insistente che oggi si fanno i genitori è relativa all’età in cui è più giusto dare lo smartphone ai figli. Una questione assai dibattuta anche da pediatri e psicologi e non ancora risolta perché non vi sono linee guida precise e definite.

03/04/2018

La violenza «assistita»

Oggi parliamo della violenza di chi vive violenza. E del disagio di una generazione di bambini che crescono lasciati a loro stessi


26/03/2018

L'odio online comincia dal cyberbullismo

Lo chiamano Hate speech e vuol dire “incitamento all’odio”. La definizione abbastanza recente della giurisprudenza sta a indicare un fenomeno inquietante e allarmante, presente nelle chat e sui social  

Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia